Ancora arresti per truffe nigeriane

La polizia spagnola individua ed arresta centinaia di persone che si ritiene siano colpevoli di una serie di frodi informatiche. Si parla di criminalità organizzata

Roma - Aumentano gli attacchi di phishing in tutto il mondo, in particolare quelli basati su email truffaldine che tentano di indurre l'utente a sborsare dei soldi per riscuotere una vincita: nei giorni scorsi la polizia spagnola ha annunciato l'arresto di più di 300 persone che si ritengono coinvolte in questi episodi.

Stando a quanto riportato dagli inquirenti iberici, l'operazione è scaturita da una stretta collaborazione con l'FBI, da tempo sulle tracce degli autori di una serie di frodi via Internet. Con quasi 170 blitz in altrettanti appartamenti e in diverse città spagnole, le autorità hanno provveduto anche a sequestrare centinaia di computer, fax e telefonini nonché circa 218mila euro in contanti.

Da quanto rilevato dalla polizia spagnola, si ritiene che i 300 siano riusciti a gabbare più di 20mila persone in 45 diversi paesi. Una frode su vasta scala, dunque, e ancora non è chiaro quanto abbia portato nelle casse dei phisher, sebbene si parli di almeno 100 milioni di euro.
Ciò che appare forse ancora più inquietante, a sentire gli inquirenti, è il fatto che molti degli arrestati si ritiene siano parte di un'unica organizzazione malavitosa. Associazioni a delinquere, dunque, che si avvalgono dell'ingenuità dimostrata ancora da moltissimi utenti, nonostante gli appelli delle autorità e una mole di informazione che gira sull'argomento dentro e fuori dalla rete.

Le cosiddette "truffe nigeriane", come noto, cercano di indurre l'utente a spendere per riscuotere un premio, in questo caso il premio di una inesistente lotteria, come viene loro indicato nelle email che "annunciano" la vincita. Va detto che ormai dal 2003 ad oggi i casi di arresti per le truffe nigeriane non han fatto che moltiplicarsi, una circostanza che però non sembra aver scoraggiato chi ancora indugia in queste attività criminose.
TAG: cybercops
10 Commenti alla Notizia Ancora arresti per truffe nigeriane
Ordina
  • Migliaia di e-mail uguali tranne che per i referenti, che strano che fosse un'unica organizzazione!
    Che poi ci vuole tanto ad arrestare questa gente, basta incontrarsi con loro, ma come si è visto anche a Striscia la notizia sembra che la finanza non si preoccupasse troppo di queste cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Migliaia di e-mail uguali tranne che per i
    > referenti, che strano che fosse un'unica
    > organizzazione!
    > Che poi ci vuole tanto ad arrestare questa gente,
    > basta incontrarsi con loro, ma come si è visto
    > anche a Striscia la notizia sembra che la finanza
    > non si preoccupasse troppo di queste cose.

    No, perché, invece di proteggerli, sono troppo occupati ad indagare sui cittadini che pagano i loro stipendi con le tasse per evitare che le povere multinazionali statunitensi abbiano un danno per qualche canzonetta scaricata da Internet.

    Mi sa che dovremmo organizzare dei corsi antitruffa per le nostre forze dell'ordine, come fanno loro per tutelare i loro interessi contro di noi e a nostre spese ( http://punto-informatico.it/p.asp?i=54168 ).
    non+autenticato
  • La cosa veramente strana è che sono almeno venti anni che si parla di "truffa nigeriana" e c'è sempre qualcuno che ci casca. Ma è così difficile capire che nessuno ti invia un milione di dollari se gli invii un bonifico di mille?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La cosa veramente strana è che sono almeno venti
    > anni che si parla di "truffa nigeriana" e c'è
    > sempre qualcuno che ci casca. Ma è così difficile
    > capire che nessuno ti invia un milione di dollari
    > se gli invii un bonifico di mille?

    "il signore prima o poi separa i fessi dai loro soldi".
  • - Scritto da: Anonimo
    > La cosa veramente strana è che sono almeno venti
    > anni che si parla di "truffa nigeriana" e c'è
    > sempre qualcuno che ci casca. Ma è così difficile
    > capire che nessuno ti invia un milione di dollari
    > se gli invii un bonifico di mille?

    Sta di fatto che sono dei criminali, non dei semplice spammer
    non+autenticato
  • Una volta ho ricevuto anche io l'amo su una mia email anonima e non ho resistito alla tentazione!
    Il tizio diceva di essere dell'enturage del presidente deposto e che avevano del grano nascosto da esportare.

    Gli ho risposto che io ero un simpatizzante del nuovo governo e che avevo gia' segnalato la cosa alla
    loro polizia segreta sperando di vederli presto
    catturatiOcchiolino
    non+autenticato
  • Secondo me non sarebbe tanto da scherzare con questa gente, tentano di fregarti dei soldi e anche se sono dei poveri imbecilli sarebbero da denunciare e basta.
    non+autenticato
  • potrebbero venire moghbide saponetten!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > potrebbero venire moghbide saponetten!!

    OVVIAMENTE mandi all'incontro la finanza...Ficoso
    non+autenticato
  • si credo anch'io ci sai da parte delle forze dell'ordine e organi di vigilanza una sottovalutazione del fenomeno, inotre credo che buona parte del business si sia rigenerato/trasferito offrendo contratti di rappresentanza e inviando assegni che poi risultano respinti.

    non+autenticato