Pentium M supera i 2,2 GHz

Intel ha lanciato tre nuovi processori per notebook, tra cui il più veloce modello di Pentium M sulla piazza e un nuovo Celeron M

Roma - Intel ha introdotto sul mercato tre nuovi processori mobili, due appartenenti alla linea dei Pentium M ed uno a quella dei Celeron M. Sebbene i nuovi chip non siano ancora stati ufficialmente annunciati, hanno già fatto capolino su alcuni mercati asiatici, tra cui quello giapponese.

Il chip più veloce è il modello Pentium M 780, che gira a 2,26 GHz, ha un front-side bus a 533 MHz e contiene 2 MB di cache L2. Il processore opera ad un voltaggio massimo di 1,37 volt, ma in modalità batteria è in grado di abbassare la tensione a 0,99 volt e la frequenza di clock a 800 MHz. Il consumo energetico massimo del Pentium M 780 è di 28 watt, dunque lievemente superiore ai 27 watt dei suoi diretti predecessori. Il prezzo del chip per ordini di 1.000 unità è di 637 dollari.

Ai dispositivi che richiedono maggiore autonomia, Intel propone il nuovo Pentium M Low Voltage 778, che consuma solo 10 watt e gira ad una frequenza di 1,6 GHz. Anche questo modello è equipaggiato con 2 MB di cache L2 ma, rispetto alle versioni con voltaggio standard, supporta un front-side bus a 400 MHz. Il prezzo del processore è di 284 dollari.
Entrambi i Pentium M supportano il bit NX e la tecnologia di risparmio energetico Extended SpeedStep.

Il chipmaker di Santa Clara ha infine lanciato nel settore dei notebook entry-level il nuovo Celeron M 380 con consumo massimo di 21 watt, 1 MB di cache L2, bus di 400 MHz e supporto al bit NX. Il prezzo di questo chip non è ancora stato annunciato, ma secondo alcune fonti HP lo starebbe già utilizzando su alcuni notebook economici.
10 Commenti alla Notizia Pentium M supera i 2,2 GHz
Ordina
  • Ci sono schede madri per server 1U che possano avere i pentium M?

    ogni link è d'aiuto
    non+autenticato
  • I produttori di processori fonna sempre lo stesso, indicano la velocità di clock di un processore (in Hz), ma mai la reale capacità di calcolo (in Flops).

    E' come dire che un'auto è più veloce e potente di un'altra se il motore ha maggiore regime al minuto, invece di considerare la potenza in cavalli o KW, oopure alla reale velocità in km/h raggiunta.

    A titolo esemplificativo, se un processore a 2,5 GHz (cioè 2,5 miliardi di cicli al secondo) opera 2 calcoli in virgola mobile per ogni ciclo di clock (flops), mentre un processore a 2 GHz (cioè 2 miliardi di cicli al secondo) opera 3 calcoli in virgola mobile per ogni ciclo di clock, qual è più veloce?

    Basta moltiplicare 2,5 x 2 per il primo e 2 x 3 per il secondo. Il primo farà 5 miliardi di calcoli al secondo (o 5 Giga Flops) mentre il secondo farà 6 miliardi (6 Giga Flops) al secondo.

    Qual è più veloce e potente?
    non+autenticato
  • > Qual è più veloce e potente?
    Il problema è che i numero di calcoli svolti si può stimare solo con sw abbastanza complessi che facciano fare alle macchine una ampia serie di calcoli, alcune eccelleranno in alcune prove, altre in altre, poi si tenterà di fare una media pesata.
    Ma se devi fare, poniamo videoediting, per quel tipo di calcolo il P4 sarà molto più efficiente di altri processori, mentre per altre cose sarà il classico processore veloce ma inefficiente, quindi se hai ben presente cosa fare non potrai accontentarti di vedere i risultati di un benchmark generico.
    In secondo luogo i calcoli/sec non sono tutto, la macchina deve recuperare i dati da calcolare o dovrà aspettarli, quindi una macchina da 10 GFlop limitata da una scarsa banda passante (interna tra unità di calcolo e cache, e/o esterna tra cpu e memorie) e/o una cache piccola o inefficiente, sarà molto più potente di una da 5 GFlop con una banda molto maggiore solo se si tratterà di eseguire applicazioni number crunching, mentre se dovrà andare a pescare molti dati dalla cache o peggio ancora fuori magari darà risultati molto peggiori di una architettura più equilibrata.
    Poi un processore deve eseguire più compiti allo stesso tempo, fermandosi e ripartendo e passando ad altro, la sua capacità di number crunching da sola non è in grado di stimare quanto sarà efficiente in un ambiente reale multitasking - multithreading, anche un biprocessore con 1 GFlop di potenza girerà più fluido di un qualsiasi 10GFlop se ci sono molti thread e magari applicazioni ad altissima priorità o in real time che tentano di avere la CPU per sè il più a lungo possibile, mentre in caso di monoapplicazioni o tante applicazioni ma a bassa priorità il secondo processore distruggerà il primo...
    Insomma, è un mondo difficile.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Carlo_Martello
    > Insomma, è un mondo difficile.

    tse... di la verità che hai scritto questo commento solo perche' volevi far vedere che in fondo non e' vero che si fa polemica solo su apple e che almeno non sono solo 6 gli interventi quando si parla di intel Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • > tse... di la verità che hai scritto questo
    > commento solo perche' volevi far vedere che in
    > fondo non e' vero che si fa polemica solo su
    > apple e che almeno non sono solo 6 gli interventi
    > quando si parla di intel Con la lingua fuori
    OT?
    Volevo dire che il silver bullett per dire le prestazioni di un processore in condizioni di mondo reale non l'ha ancora inventato nessuno. Se poi i post saranno 7 invece di sei, sai che tragggedia. Ai tempi di athlon vs p3 però c'erano dei gran bei flame su Intel e AMD!
    non+autenticato
  • Chi mi dà un sito dove avere dei confronti attendibili tra le performance dei Pentium M e Pentium HT?

    D.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi mi dà un sito dove avere dei confronti
    > attendibili tra le performance dei Pentium M e
    > Pentium HT?

    http://www.tomshw.it/cpu.php?guide=20050525

    Interessante, vero?

  • - Scritto da: The_Stinger
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Chi mi dà un sito dove avere dei confronti
    > > attendibili tra le performance dei Pentium M e
    > > Pentium HT?
    >
    > http://www.tomshw.it/cpu.php?guide=20050525
    >
    > Interessante, vero?

    azz molto interessante!
  • Adesso un po' di chipset e motherboard per PC fissi e finalmente potremo smettere di avere dei turbo reattori in casa.

    Va bene anche l'adattatore della Asus caso mai... http://www.asus.com/products2.aspx?l1=3&l2=54

    Madder

    PS: chissà che tutto questo non abbia a che vedere anche con la storia della Apple che usa i processori Intel
  • Ma non era questo uno dei processori "Palladium"?
    non+autenticato