Banda larga italiana, numeri ingannatori

L'Associazione Anti Digital Divide ribadisce come la celebrazione governativa del broad band italiano non tenga in alcun conto il fatto che la massa degli utenti ADSL nostrani non è a banda larga

Roma - Riceviamo e volentieri pubblichiamo un editoriale di Mauro Guerrieri, segretario dell'associazione Anti Digital Divide da tempo in prima linea per promuovere la diffusione della banda larga in Italia

"L'osservatorio banda larga, nel suo rapporto annuale, presentato attorno alla metà di luglio, ha dichiarato che alla fine di giugno 2005 il numero di connessioni a banda larga in Italia era pari a 5.6 milioni. In questo calcolo, come affermato anche da François de Brabant, di Between, il 20 luglio 2005, ad un convegno sulla banda larga presso la provincia di Roma, sono inserite anche le connessioni di tipo a consumo.

Questo genere di connessioni hanno una banda di download massima pari a 640 kbit/s, contro i 4 Mbit/s delle connessioni flat, cioè a canone fisso.
Come si ricorderà, Ruggiero, a.d di Telecom Italia Wireline, in una sua intervista al Corriere della Sera, di pochi mesi fa dichiarava: "Il 75% dei nostri abbonati adsl ha scelto formule "a consumo", senza canone fisso. L'altro 25% usa tariffe "flat", una cifra fissa mensile tutto compreso".

Mantenendo una proporzione simile anche attualmente, ragionando con un opportuno margine di errore, consideriamo solo il 70%, questo comporta che circa 4 milioni di connessioni hanno un picco massimo di velocità pari a 640 kbit/s.

L'ITU (International Telecommunications Union), nella Raccomandazione I.113 chiarisce che per larga banda si intende la capacità di trasmissione superiore a un accesso primario ISDN, ovvero 1,5 o 2 Mbit/s.

Questo implica che 4 milioni di connessioni, in Italia, oltre a quelle in modalità analogica o isdn, NON sono a banda larga! Contrariamente da quanto è sbandierato dai vari operatori.

Gli unici abbonamenti VERAMENTE a banda larga offerti in Italia sono, in realtà, quelli di Fastweb e quelli che solo da circa 3 mesi sono attivabili, cioè i collegamenti a 4 Mbit/s.

Partendo da questo, c'è poi da considerare quali sono realmente i servizi che si possono sfruttare con una connessione a consumo, prendo spunto dal recente rapporto dell'Unione Europea sulla banda larga:

Scaricamento di file di grandi dimensioni:
Includono lo scaricamento di giochi, software, materiale didattico, films, altro materiale di intrattenimento.
Idealmente sarebbero necessari collegamento di almeno 2 Mbit/s se l'utente non vuole attendere un tempo eccessivamente lungo.

Servizi real time unidirezionali
Streaming audio e video, diffusione radio televisiva.
È necessario un collegamento che abbia almeno 1.5 Mbit/s, nella realtà dei fatti, come si osserva anche dall'esperienza Fastweb, per poter realmente vedere la Tv via internet con una qualità accettabile sono necessari almeno 4 Mbit/s.

Servizi di scambio di messaggi in tempo reale
Ad esempio giochi online, tele-lavoro, tele-studio, tele-medicina, ed in generale ogni servizio di tele-presenza.
Idealmente questi servizi richiedono almeno 1-2 Mbit/s.

Servizi real time bidirezionali
Si intende per esempio il gioco online, video conferenze, video interattivo, servizi integrati di telecomunicazioni per aziende.
Richiedono una quantità di banda molto elevata, quindi a partire almeno da 2 Mbit/s.

Da tutto questo si evince che, con una connessione ADSL a consumo NON si può usufruire adeguatamente di NESSUN servizio a banda larga, cosa che conferma ulteriormente il fatto che è ingannevole affermare che questo genere di connessioni sono invece broadband.

Torniamo quindi con i piedi per terra, l'Italia non è all'apice della tecnologia broadband, nè tantomeno lo è per numero di connessioni, in Italia in realtà, vi sono solo 1.5 milioni di connessioni a banda larga.

Dovremmo rimboccarci le maniche invece di festeggiare per successi che non abbiamo raggiunto.

Mauro Guerrieri
TAG: adsl
155 Commenti alla Notizia Banda larga italiana, numeri ingannatori
Ordina
  • Per finire questo scempio. Infatti non è possibile lasciare in mano speculativa un settore strategico per il paese, rischiando come sta di fatto avvenendo la marginalizzazione di milioni di persone e i danni culturali ed economici che questo comporta.
    Bisogna riportare l'infrastruttura nelle mani pubbliche, dato che altrimenti i politici colludono con gli imprenditori a danno dei cittadini e del progresso.
    Ma ci rendiamo conto di essere uno degli ultimi paesi al mondo come infrastrutturazione nella banda larga? perfino la Giordania sta meglio di noi. In Inghilterra la rete fisica ha subito lo scorporo dalla società che eroga servizi.
    Da noi invece il monopolista compra ( a debito ripagato col canone ) la divisione di telefonia mobile e toglie l'unica tariffa flat che c'era!!!
    Stiamo davvero diventando un paese sottosviluppato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Stiamo davvero diventando un paese
    > sottosviluppato.

    Il monopolio è cosa risaputa, ma hai visto per caso qualcuno dei "potenti" muoversi per risolvere qualcosa?
    Io ancora non vedo nulla Indiavolato
  • UPLOAD!!! di un UPLOAD BASSISSIMOOO

    >Servizi di scambio di messaggi in tempo reale
    Ad esempio giochi online, tele-lavoro, tele-studio, tele-medicina, ed in generale ogni servizio di tele-presenza.
    Idealmente questi servizi richiedono almeno 1-2 Mbit/s.

    >Servizi real time bidirezionali
    Si intende per esempio il gioco online, video conferenze, video interattivo, servizi integrati di telecomunicazioni per aziende.
    Richiedono una quantità di banda molto elevata, quindi a partire almeno da 2 Mbit/s.


    dateci + UPLOAD!!
    non+autenticato

  • Beppe Grillo ha scritto un post in favore del
    Wi-Max sul suo blog( www.beppegrillo.it)!!!
    Andiamo tutti a dargli supporto!!

    non+autenticato
  • L'ADSL a consumo è un FURTO, e della peggior specie.

    Fate quattro conti: 2 euro l'ora per 24 ore fanno 48 euro, per 30 giorni fanno la bellezza di 1440 euro!!!!!!

    OK che chi fa ADSL a consumo non sta collegato 24 ore, altrimenti faceva una flat, però non c'è un minimo di confronto neanche alla lontana: 1 giorno di ADSL a consumo costa più di 1 mese di ADSL flat!

    Ergo: pago 35 volte in proporzione a ADSL flat e manco mi danno i 4 Mbit, ma una squallidissima 640, in alcuni fortunati casi 1,2 mega.

    Ma è mai possibile che la gente non sia in grado di svegliarsi e protestare! Perchè aspettate tutti Beppe Grillo? Mandate lettere di protesta, fate qualcosa, vi rubano i soldi dal portafogli e non dite niente?
  • - Scritto da: localhost
    > Ma è mai possibile che la gente non sia in grado
    > di svegliarsi e protestare! Perchè aspettate
    > tutti Beppe Grillo? Mandate lettere di protesta,
    > fate qualcosa, vi rubano i soldi dal portafogli e
    > non dite niente?

    Ma in un paese assurdo come questo, coi prezzi più alti d'europa su quasi tutto (specie in rapporto alla qualità), dove si preferisce mandare un sms quando a volte costerebbe meno telefonare a voce, dove si piange perennemente miseria in privato per poi ostentare in pubblico (la roba inutile comprata a rate), dove "la recessione in realtà non esiste", "l'ottimismo è il sale della vita" etc... ma davvero, pensi sia possibile?
    Io ho smesso di crederloPerplesso
    Accendi la tv se ce l'hai ancora, e pensa che quei programmi -e quelle pubblicità!- sono tarati sull'utenza media, cioè: ci sono studi commerciali dietro, per raggiungere il target più ampio... vuol dire che la maggior parte dei tuoi compatrioti è DAVVERO cosi (gretti, stupidi pecoroni o -peggio- ignoranti, interessati solo all'apparenza, pronti a malignare e spettegolare di tutti, a chiedere aiutini e aiutoni salvo mettertelo nel c**o appena possono)... le eccezioni ci sono, sicuramente, ma direi che in rapporto 80-20 l'italiota medio è così
    Poi deprimiti pure con me.Arrabbiato

    PS: rigorosamente IMHO
    non+autenticato

  • - Scritto da: localhost
    > Ma è mai possibile che la gente non sia in grado
    > di svegliarsi e protestare! Perchè aspettate
    > tutti Beppe Grillo? Mandate lettere di protesta,
    > fate qualcosa, vi rubano i soldi dal portafogli e
    > non dite niente?

    C'è chi lo fa da molto tempo, non lo sapevi? A bocca aperta
  • E' una vergogna. Il pieno centro della citta' non e' raggiunto dall'adsl.
    Non parliamo poi della periferia e della provincia.
    La situazione e' vergognosa!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)