Be: Microsoft ci ha distrutto

Accuse pesanti quelle che arrivano dalla mamma di BeOS contro il big di Redmond. Partita una nuova denuncia antitrust, a breve distanza da quella Netscape. Il tutto mentre dal procedimento a Washington arrivano nuovi guai

Be: Microsoft ci ha distruttoMenlo Park (USA) - Be, l'azienda che diede vita al sistema operativo BeOS, ha annunciato una denuncia antitrust contro Microsoft sostenendo che le pratiche di mercato di quest'ultima avrebbero portato al fallimento del proprio business.

Be, che da tempo ha ceduto buona parte dei propri asset a Palm, accusa Microsoft di aver stretto patti con i costruttori di computer affinché questi non installassero sui PC più di un sistema operativo alla volta. Una pratica che secondo l'azienda ha impedito la diffusione di BeOS. In particolare Microsoft avrebbe premuto su Compaq ed Hitachi per ottenere l'esclusione di BeOS.

Be, il cui intrigante sistema operativo aveva attirato l'attenzione di molti, ma in numero insufficiente per creare una "massa critica" capace di sostenere un business così complesso, afferma che Microsoft "ha utilizzato il proprio potere monopolistico per escludere BeOS dal mercato e ha quindi spinto Be fuori dal business".
Be ora chiede i danni per quanto accaduto, descritto come "la distruzione delle proprie attività come diretto risultato delle pratiche illegali e anticompetitive di Microsoft Corporation". L'azienda si toglie anche un sassolino dalla scarpa affermando che Microsoft ha impedito l'installazione "del sistema operativo Be, tecnicamente superiore".

Stando alla denuncia, Microsoft avrebbe interferito nei rapporti tra Be e Hitachi quando quest'ultima decise di diffondere sui propri computer BeOS assieme a Windows. Microsoft avrebbe infatti ricordato ad Hitachi che, in un caso del genere, Windows pre-installato non avrebbe avuto un prezzo scontato per il costruttore. A fronte di questo, Hitachi avrebbe limitato la diffusione di BeOS al mercato europeo e soltanto all'interno di un sistema di dual-boot che doveva essere installato dall'utente.

Secondo Be Microsoft avrebbe "convinto" Compaq, nell'ottobre del 1998, a disdire un'ipotesi di accordo con Be per la distribuzione di BeOS preinstallato sui PC dell'azienda.

Microsoft per il momento si è riservata di analizzare la denuncia ma ha già risposto che i distributori "hanno sempre avuto la possibilità di distribuire sistemi operativi multipli nei propri computer" e che i produttori "potevano e infatti hanno installato il sistema operativo Be sui propri computer".
TAG: microsoft
293 Commenti alla Notizia Be: Microsoft ci ha distrutto
Ordina
  • e qui son sicuro che usciranno tutti i dispregiativi conosciuti.

    Ma il problema non è questo...provate a chiedere all'utente medio-basso cosa sia Windows. Non saprà dirvi che è un sistema operativo.

    Quando leggo le varie discussioni sui sistemi operativi noto che spesso si danno battaglia i patiti degli OS alternativi (che decantano il validissimo Linux) e altri (anch'essi bravi perche all'utente medio-basso non importa nulla di punto informatico) che invece apprezzano Windows.

    Secondo me per valutare la QUALITA' di un prodotto si deve tenere conto anche delle persone a cui esso si rivolge.

    Meglio un trattore o una Ferrari ? ...la Ferrari ovviamente....ma se poi mi interessa arare i campi ?

    All'utente medio non importa un bel nulla del kernel, dell'open source, dell' OS perchè nel 90% dei casi sono parole che manco capisce.

    A queste persone e anche ad altri piu' bravi non interessa installare un OS molto piu' difficile da settare correttamente perche non gliene frega nulla di prendere il brevetto da pilota areonautico quando al massimo devono percorrere 20 Km.

    Forse buona parte della posizione di monopolio (dico buona parte...non tutta) è dovuta al fatto che Windows è un trattore adatto ai molti contadini che usano il Pc.
    Si imballa ma con 2 calci riparte, non e' un campione di sicurezza ma tanto le parole exploit e firewall sono e mi rimarranno sconosciute, crasha e si blocca...mi fa incazzare certo ma al limite perdo 1 minuto a riavviarlo e devo riscrivere la lettera che stavo spedendo ma almeno non devo digerirmi 1000 pagine di manuale di un altro OS.

    Io penso che se BeOS fosse stato un prodotto compatibile con tutto il software presente, gratis, semplicissimo da usare, stabile e invulnerabile avrebbe riscosso piu' successo.
    Il fatto che qualcuna di queste caratterisriche mancava e che si scontrava con un trattore pesante come windows ne hanno determinato la fine ma prima di dire "è colpa sua" si dovrebbe dire "cosa ho sbagliato ?"

    saluti dalla campagna

    Il contadino


    non+autenticato


  • - Scritto da: Il contadino
    .....

    Sono più o meno daccordo sulla prima parte del discorso.

    > Io penso che se BeOS fosse stato un prodotto
    > compatibile con tutto il software presente,
    > gratis, semplicissimo da usare, stabile e
    > invulnerabile avrebbe riscosso piu'
    > successo.
    > Il fatto che qualcuna di queste
    > caratterisriche mancava e che si scontrava
    > con un trattore pesante come windows ne
    > hanno determinato la fine ma prima di dire
    > "è colpa sua" si dovrebbe dire "cosa ho
    > sbagliato ?"

    In realtà BeOS aveva quasi tutte queste caratteristiche. Ceme semplicità, stabilità e sicurezza era senz'altro superiore a Windows, perlomeno per quanto riguarda le verioni Home (95/98/Me). La versione free era, come dice il nome, gratuita. Aveva delle limitazioni, ma sicuramente era ben funzionante e poteva essere utilizzata per prova prima di passare eventualmente alla versione completa. L'unico punto poteva essere la mancanza di compatibilità del software presente. In realtà essendo ovviamente un s.o. nuovo non poteva essere compatibile con il software esistente a livello di codice binario. Però essendo basato su un kernel Unix-like poteva compilare programmi provenienti dal mondo Unix/Linux. Difatti la maggior parte dei software per BeOS erano un porting di sw Linux. A questo si erano aggiunti comunque dei programmi commerciali (soprattutto giochi) provenienti da Windows e ricompilati per BeOS direttamente dai produttori. La dotazione software quindi, pur non raggiungendo i livelli di quella di Windows, era tutto sommato sufficiente.

    Il problema di BeOS era un altro. Il target di questo sistema operativo era infatti costituito da utenti, non particolarmente esperti e sofisticati, di computer domestici, e che dal PC si aspettano prima di tutto pochi problemi. Questo tipo di utenza nel 99.999% dei casi vuole comprare un PC ed utilizzarlo (magari piratando i programmi dall'amico, ma questo è un altro discorso). In questo caso caso il discorso della preinstallazione è importantissimo.

    Quindi se effettivamente M$ ha manovrato in modo da impedire la preinstallazione del BeOS da parte di alcuni produttori di PC allora si è sicuramente resa colpevole di abuso di posizione dominante e sicuramente è lecito che BeOS chieda i danni. Il discorso che poi, forse, BeOS sarebbe comunque morto di morte naturale di li a poco, non conta nulla. Se io infatti sparo ad una persona vengo condannato per omicidio. Il fatto che magari la vittima fosse malata di cancro e sarebbe comunque morta di li a poco non cambia di una virgola la mia posizione.


    non+autenticato
  • > Se io infatti sparo ad una persona
    > vengo condannato per omicidio. Il fatto che
    > magari la vittima fosse malata di cancro e
    > sarebbe comunque morta di li a poco non
    > cambia di una virgola la mia posizione.

    grandissimo! hai centrato nel segno. Il fatto che beos possa non piacere o fosse agonizzante non autorizzava la ms ad avere atteggiamenti monopolistici.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Vertigo
    > > Se io infatti sparo ad una persona
    > > vengo condannato per omicidio. Il fatto
    > che
    > > magari la vittima fosse malata di cancro e
    > > sarebbe comunque morta di li a poco non
    > > cambia di una virgola la mia posizione.
    >
    > grandissimo! hai centrato nel segno. Il
    > fatto che beos possa non piacere o fosse
    > agonizzante non autorizzava la ms ad avere
    > atteggiamenti monopolistici.

    OK bene.

    Interessante la tesi...però adesso il mio dubbio riguarda quali di queste cose provocano atteggiamenti monopolistici e quindi sono condannabili:

    - miglioramento di Windows, in quanto migliorando il prodotto + persone sono invogliate a comprarlo e il monopolio cresce

    - maggiore pubblicita, idem come sopra in quanto si raggiunge una maggiore diffusione

    - diversificazione del proprio business, in quanto molte cose son sempre riconducibili a Microsoft e quindi catalizzo le persone su Windows

    - Stipulazione di accordi commerciali strategici col mercato hardware per rafforzare la propria leadership

    Io sono un imprenditore che ha sempre fatto la parte del "OS alternativo" anche se il mio campo non e' quello dell'IT.
    Il mercato in cui opero è diviso tra 3 grandi e tutti i meno-grandi per poter vendere e migliorare devono fare i salti mortali (brezzi bassissimi, orari allucinanti, consulenze gratuite) eppure non mi son mai messo a piangere dicendo "quei 3 mi devono risarcire dei danni" anche se spesso perdevo contratti perche' additato come "il piccolo, la seconda scelta".
    E' la dura vita di chi deve dimostrare coi fatti e non con le parole o le straegie commerciali di essere il migliore...per poi scalzare uno dei 3 e prendere il suo posto.

    La campagna aggressiva di Microsoft secondo me è dettata dalla necessita' di mantenere il mercato in un settore in cui gli stravolgimenti solo possibili e tutta'ltro che infrequenti.
    Se uscisse un OS altamente competitivo e compatibile con il software in commercio son sicuro che MS perderebbe in breve tempo la sua leadership cosi' come l'ha persa Netscape nei browser (io ho tenuto molto a lungo Netscape fino a quando ho visto che IE era meglio), Nintendo nel home-entertrainment, Apple e IBM ai tempi dei primi Pc.

    Linux con alcuni aspetti innovativi (es. OpenSource) ha intaccato la leadership di MS per quanto questa abbia criticato duramente questo modello di OS. E se uscisse un Linux decisamente user-friendly questo OS si diffonderebbe maggiormente anche nel mercato desktop.

    Confesso pero' che non riesco bene a capire quale sia il mondo OS meraviglioso che sognano gli anti-MS, forse un mondo in cui convivano 100 OS diversi che si spartiscono l' 1% del mercato ognuno.
    I produttori di software si suiciderebbero e gli utenti pure non sapendo quale dei 100 scegliere e alla fine si indirizzerebbero su quei pochi con caratteristiche migliori forse non arrivando a un monopolio ma sicuramente ad un cartello.

    A questo punto la situazione si ripeterebbe con tutti i liberalisti che si scagliano sulla lobby dell'OS che monopolizza il mercato.

    Forse il mondo OS che pensano e' dominato da Linux Open Source, un OS di tutti e a cui tutti danno un contributo....ma in questo caso sarebbe solo una quastione di soldi affermando che e' ingiusto che un'unica persona faccia i quattrini a palate.


    Il contadino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il contadino
    ........
    >
    > Interessante la tesi...però adesso il mio
    > dubbio riguarda quali di queste cose
    > provocano atteggiamenti monopolistici e
    > quindi sono condannabili:


    Il problema non è il monopolio, che pur rappresentando una stortura ed una situazione non ideale per l'utenza, non è un reato. Il reato è l'abuso di posizione dominante.
    Se Windows migliora è sicuramente un vantaggio per l'utenza, è il suo eventuale rafforzamento, se pur pericoloso a lungo termine, è una cosa abbastanza ovvia.
    L'abuso di posizione dominante è tutt'altra cosa. Se M$ obbliga di fatto i produttori di PC a vendere solo computer con Windows preinstallato compie un abuso di posizione dominante. I produttori invece devono essere liberi di vendere PC con il sistema o con i sistemi operativi che vogliono. Che sono presumibilmente quelli che chiedono gli utenti. Oppure senza sistema operativo. Oggi gli acquirenti di PC sono abituati a scegliere l'hardware ma non il software. Se vedessero sul listino la possibilità di scegliere anche il sistema operativo ci sarebbe maggiore libertà. Anche se poi il 99% sceglierebbero comunque Windows.
    Un discorso analogo si può fare per gli applicativi, campo dove la M$, sviluppando anche il sistema operativo, parte avvantaggiata. Sembra che la M$, almeno in passato, abbia sfruttato questa posizione di forza in maniera non del tutto lecita.
    A questo proposito ricordo solo i formati di salvataggio utilizzati dagli applicativi M$. Formati non documentati e modificati ad ogni release in modo da costringere i clienti ad aggiornare continuamente il sw ed ad impedire ai concorrenti di poter scrivere sw capace di leggere documenti scritti in tali formati.
    Una maggiore concorrenza nel settore del sw sarebbe certamente positiva per gli utenti di sw non M$, ma anche i clienti M$ avrebbero tutto da guadagnarci se il mercato fosse più concorrenziale e la M$ fosse spinta dalla concorrenza a migliorare il proprio prodotto più di quanto faccia oggi.

    > Io sono un imprenditore che ha sempre fatto
    > la parte del "OS alternativo" anche se il
    > mio campo non e' quello dell'IT.
    > Il mercato in cui opero è diviso tra 3
    > grandi e tutti i meno-grandi per poter
    > vendere e migliorare devono fare i salti
    > mortali (brezzi bassissimi, orari
    > allucinanti, consulenze gratuite) eppure non
    > mi son mai messo a piangere dicendo "quei 3
    > mi devono risarcire dei danni" anche se
    > spesso perdevo contratti perche' additato
    > come "il piccolo, la seconda scelta".
    > E' la dura vita di chi deve dimostrare coi
    > fatti e non con le parole o le straegie
    > commerciali di essere il migliore...per poi
    > scalzare uno dei 3 e prendere il suo posto.

    Appunto. E' esattamente quello che dico io. Hai appena descritto un sistema di libero mercato quasi perfetto. Dove i produttori sono spinti a sforzarsi al massimo per migliorare il proprio prodotto e guadagnare così qualche punto percentuale di quota di mercato a scapito dei concorrenti. In questa situazione ad avere i vantaggi maggiori sono i clienti.
    Certo, mi dirai che anche la tua azienda è soffocata dai grandi. Però la situazione di 3 competitori grossi ed un certo numero di competitori più piccoli è ben diversa da quella dove un unico produttore ha il 95% del mercato (o giù di li). Comunque, ripeto, nel caso di M$ il problema non è tanto il monopolio, quanto l'abuso di posizione dominante al fine di mantenere ed estendere il monopolio.

    .......
    > Se uscisse un OS altamente competitivo e
    > compatibile con il software in commercio son
    > sicuro che MS perderebbe in breve tempo la
    > sua leadership cosi' come l'ha persa
    > Netscape nei browser (io ho tenuto molto a
    > lungo Netscape fino a quando ho visto che IE
    > era meglio), Nintendo nel
    > home-entertrainment, Apple e IBM ai tempi
    > dei primi Pc.

    Beh, cambiare s.o. non è esattamente uguale a cambiare browser... quindi come settore è certamente meno instabile.


    > Linux con alcuni aspetti innovativi (es.
    > OpenSource) ha intaccato la leadership di MS
    > per quanto questa abbia criticato duramente
    > questo modello di OS. E se uscisse un Linux
    > decisamente user-friendly questo OS si
    > diffonderebbe maggiormente anche nel mercato
    > desktop.

    Un Linux user-friendly ? Qualcosa del genere, anche se non open source, esisteva già e si chiamava BeOS...

    > Confesso pero' che non riesco bene a capire
    > quale sia il mondo OS meraviglioso che
    > sognano gli anti-MS, forse un mondo in cui
    > convivano 100 OS diversi che si spartiscono
    > l' 1% del mercato ognuno.

    Beh, 100 magari sono un po' troppi ....

    > I produttori di software si suiciderebbero e
    > gli utenti pure non sapendo quale dei 100
    > scegliere e alla fine si indirizzerebbero su
    > quei pochi con caratteristiche migliori
    > forse non arrivando a un monopolio ma
    > sicuramente ad un cartello.

    Quì ti sei risposto da solo. Se gli utenti ne sceglierebbero solo alcuni non ne esisterebbero più 100....
    Tu dice che formerebbero un cartello ? A parte il fatto che la cosa è illegale, ma non è per nulla detto che succederebbe. Non esiste infatti un cartello dei produttori di PC, come non esiste per i produttori di auto, di televisori, di elettrodomestici, di arredamenti, di prodotti alimentari, di abbigliamento, di imprese di traslochi, di artigiani, di case discografiche (...oppss.. ok, quest'ultima voce cancellala Sorride ).

    Per quanto riguarda il discorso del presunto suicidio dei produttori di applicativi, bisogna dire che tutti i s.o. non M$ (compreso BeOS e compreso Mac OS-X) utilizzano un kernel unix-like e quindi la scrittura di sw adatto per diversi sistemi non è poi così difficile. L'unico s.o. che si discosta è, guarda caso, proprio Windows...
    non+autenticato
  • Volevo solo fare un appunto.
    Microsoft non obbliga nessun produttore hardware a vendere solo Windows. Qualsiasi produttore se volesse potrebbe vendere un qualsiasi sistema operativo insieme al proprio computer. Microsoft certamente promette software scontato solamente a chi vende solo Microsoft, ma questa pratica non credo proprio sia da condannare e anzi credo sia molto diffusa in qualsiasi campo commericiale. Se un nuovo OS fosse promettente e di crescente diffusione, sarebbe di tutto interesse dei produttori hardware lasciare da parte il costoso windows...
    Il fatto è che Microsoft fa il proprio interesse ed anche i produttori Hardware, ma alla fine l'antitrust colpisce solo Microsoft...

    Devo dire di operare nell'ambito dell'informatica da anni e di aver sempre usato windows. Win2k è stabile non meno del linux che usavo in facoltà...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Paull
    > Volevo solo fare un appunto.
    > Microsoft non obbliga nessun produttore
    > hardware a vendere solo Windows. Qualsiasi
    > produttore se volesse potrebbe vendere un
    > qualsiasi sistema operativo insieme al
    > proprio computer. Microsoft certamente
    > promette software scontato solamente a chi
    > vende solo Microsoft, ma questa pratica non
    > credo proprio sia da condannare e anzi credo
    > sia molto diffusa in qualsiasi campo
    > commericiale. Se un nuovo OS fosse
    > promettente e di crescente diffusione,
    > sarebbe di tutto interesse dei produttori
    > hardware lasciare da parte il costoso
    > windows...

    Scusami ma secondo te il produttore X, fra vendere 100 PC con Win a 100 ? (sparo delle cifre..) oppure venderne 1 con BeOS o Linux o BSD e 99 con Win a 200 ?, cosa decide di fare ?
    Gli accordi in esclusiva sono sempre poco belli, ma quando sono fatti in una situazione di monopolio fanno in fretta a sconfinare nel reato di abuso di posizione dominante. E sottolineo il termine "reato", perchè di ciò si sta parlando e non Linux/BeOS/BSD vs Win o di opinioni personali.

    > Il fatto è che Microsoft fa il proprio
    > interesse ed anche i produttori Hardware, ma
    > alla fine l'antitrust colpisce solo
    > Microsoft...

    M$ fa bene a fare il suo interesse. Ma farebbe meglio a farlo non rispetto della legge. L'antitrust se vede un illecito è ovvio che colpisca M$. In quanto ai produttori di HW non mi pare proprio costituiscano un monopolio. Ti ricordo inoltre che in se per se il monopolio, pur essendo una situazione anomala, non è un reato. Il reato è l'abuso di posizione dominante, ed eventualmente compiere delle manovre altrimenti legali per arrivare ad una situazione di monopolio.

    >
    > Devo dire di operare nell'ambito
    > dell'informatica da anni e di aver sempre
    > usato windows. Win2k è stabile non meno del
    > linux che usavo in facoltà...

    Win 2k è sicuramente molto meglio su tutti gli aspetti di Win della serie Home (95/98/ME). Inoltre è più razionale nell'utilizzo di NT. Tecnicamente non è quindi così malvagio. Anche se rimangono comunque delle pecche.

    Non ho mai provato XP, ma non mi aspetto una cosa molto diversa da Win 2000. La diffenza maggiore è che finalmente si è portato il kernel NT anche in versione Home. Riguardo a ciò io mi chiedo se sarebbe stato fatto in ogni caso oppure è stata una necessità visto che iniziava ad intravedersi la concorrenza di Linux e se non ci fosse stato quest'ultimo ora sui PC sarebbe stato preinstallato Win ME Second Edition....
    Se è vera la seconda ipotesi (come penso) allora sarebbe la prova che la concorrenza di Linux/BSD sia utile anche agli utenti Windows.

    non+autenticato
  • Sono completamente d'accordo con te (Contadino).

    Segue considerazioni mie e di altre persone che usano Windows (in un uso casalingo).

    Perche' io ho scelto XP e non BE oppure Linux.
    Io ho varie periferiche, con Xp sono sicuro che queste abbiano i driver e possano funzionare, se voglio archiviare le mie foto oppure i miei filmati, con windows posso senza grosse difficolta, avrei potuto optare per un mac, avrei dovuto perdere sia delle perifiriche che uso (scanner SCSI) che alcuni programmi (alcuni pagati non proprio poco) per ricominciare tutto da capo.

    Con BE alcune vanno, altre invece no.
    Linux stesso discorso, sono presenti molti piu' driver, ma installarli non è cosi' facile come con windows.
    Windows, molte volte i driver li installa da solo (o quasi), metto detro il CD di installazione e lui mi va a cercare i driver nella posizione corretta e nel caso in cui siano presenti piu' di una versione mi da un elenco dal quale sceglierlo.
    Qui è anche colpa dei produttori di hardware, per windows, io vado in un negozio (anche un supermercato), compero uno scanner e sono praticamente sicuro che sotto Win funzionerà, qualcuno potrebbe obiettare che si tratta di periferiche economiche, vero, ma il loro lavoro lo fanno e anche bene.

    Se io installo un programma sotto windows, molto facilmente ho un icona con scritto "setup", faccio doppio click su questa e il programma di installazione mi dice quello che devo fare, proponendomi le scelte consigliate.
    Sotto linux non esiste ancora uno standard per fare queste cose.
    Caso limite, voglio usare un gioco: Metto dentro il CD nel lettore e questo senza chiedermi qualcosa parte da solo, al limite mi chiede cose del tipo "gioca", "installa", "disinstalla".
    All'utente Windows non interessa per quale motivo il gioco è partito, ma quello a cui pensa è quello di giocare (come se si trovasse ad usare una consolle).

    Ho installato sia programmi per windows che per linux, i primi mi generano un icona nel menu di avvio (cosa molto comoda), dei secondi solo kylix mi ha fatto questa.

    Coerenza:
    Sotto windows (sembre se non si parla di applicazioni progettate male, ma quelle fornite di serie con il sistema non lo sono), installo il sistema e mi trovo con varie applicazioni, queste hanno una coerenza di interfaccia, ad esempio in una casella di testo se volgio copiare il testo e incollarlo in un'altra casella di testo le operazioni sono sempre le stesse (Ctrl-C e Ctrl-v).
    Sotto linux (ho provato mandrake 8.1), questo non succedeva, in alcuni casi questo era valido in altri no (volevo copiare un indirizzo di un sito da un programma all'altro).

    Difetti di windows:
    dopo aver parlato abbastanza bene di windows e male dell'altro, sarebbe meglio dire anche i difetti di windows.
    Non è proprio stabile (MS ha ragione, è divertente all'uso, alcune volte gli errori che da fanno ridere).
    Occupa non poca memoria, problema poco importante visto il costo odierno della ram, a confronto Be è un razzo.


    Vogliono fare un sistema operativo, dovrebbero secondo me fare qualcosa che puo' utilizzare i driver e le applicazioni di windows (alla fine un suo emulatore).

    Ho letto che parlano di problemi di compatiblità che hanno i programmi con le varie versioni di windows, ma sotto MacOSX girano tutti i programmi che giravano sotto i Mac con Os precedenti? Se la risposta è solo per i programmi Apple allora si parla di abuso di posizione dominante. Se la risposta è solo no allora si tratta di scelta sbagliata di marketing (perche' mai dovrei comperare un sistema operativo che non mi permette di usare i miei programmi, quando quello che uso ora me lo permette?).

    Se io vado a comperare un PC Windows like, questo mi viene consegnato o all'istante (basta pagare) oppure nel giro di pochi giorni, se ordino un macintosh si poteva aspettare anche mesi (avevo letto questo dato su un giornale, se non ricordo male MC).

    Chisa' se dovessere fare una scheda da 100? (prezzo sparato a caso, ma non credo che possa costare molto di piu', molta parte della circuiteria sarà già disponibile sul computer ospitante) che permette di emulare il MacOsX in maniera ottimale sotto PC (intel compatibili), quanto questo sistema si diffonderebbe, altrimenti fare qualcosa simile a BasiliskII (Apple avrebbe pieno accesso alle rom e al suo codice) (Apple sarà in ascolto).

    Vogliono fare concorrenza alla MS, perche' non puntare su un mercato dove si puo' fare concorrenza in modo piu' facile, come ad esempio nei palmari.

    ciao
    non+autenticato
  • il MONOPOLIO MICROSOFT esiste, e questa azienda (con a capo proprio Gates) ha commesso dei REATI contro il LIBERO MERCATO, sopprimendone spazi di competizione.

    Spesso questa REALTA' viene negata da qualche "negazionista" molto vicino agli interessi di microsoft (probabilmente interessato + alle sue AZIONI in BORSA, che alle possibilità di sviluppo di un mercato).

    Eppure questa situazione patologica di monopolio è stata trattata a fondo nel processo a microsoft.
    Lì è stata analizzata la situazione del mercato del software per pc. Si è dibattuto se la microsoft fosse monopolista in virtù della cosiddetta "barriera d'entrata" dei concorrenti di microsoft. Si è visto che la barriera d'entrata è talmente elevata che microsoft non può materialmente avere concorrenti. A questo punto è stato concluso che microsoft può agire sulla barriera d'entrata alzandola a suo piacimento, e costringere gli altri attori del mercato ai propri scopi oppure a soccombere.
    Quindi la microsoft è stata effettivamente dichiarata MONOPOLISTA di FATTO, e si è passati ad analizzare se, nel "caso Netscape", microsoft avesse abusato di quella posizione di MONOPOLIO ormai dichiarato.
    La conclusione è stata: SI', microsoft ha agito anti-concorrenzialmente sfruttando la sua posizione di monopolio per limitare il concorrente Netscape, e il giudizio è stato preso valutanto tutti i pro e i contro presentati da tutte le parti (con grande schieramento di avvocati).

    Il prodotto più importante di questo dibattimento (il cui esito è stato confermato prima dalla corte d'appello USA, e poi dalla corte Suprema), è che:

    MICROSOFT E' UN MONOPOLIO DI FATTO, E LE SUE AZIONI VANNO GIUDICATE IN BASE A QUESTO PARTICOLARE STATO.

    Chiunque voglia negare questa tesi, sostenuta prima dal giudice del tribunale ordinario, poi dalla corte d'appello, e infine dalla corte suprema USA, come minimo dovrebbe prendere in mano i TESTI del dibattimento e discutere QUELLI, invece che parlare della solo propria esperienza personale o delle proprie impressioni o delle personali idee politiche.

    Si discuta delle TESI sostenute da questi tribunali, piuttosto che cianciare a vuoto.

    Ribadisco:

    Microsoft è monopolista nel mercato del software pe PC, e ha ABUSATO di questo monopolio per sopprimere le iniziative concorrenziali dei competitori. Per questo attende di ricevere una PENA (o correttivo)

    L'ho detto, lo confermo e lo documento.

    http://www.usdoj.gov/atr/cases/ms_index.htm

    Anzitutto c'è il testo del "Finding Of Facts",

    http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htm
    http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudge.pdf

    che verifica la condizione di monopolio di microsoft, e ne riscontra il reato di violazione della legge Sherman (Sherman Act, article 2), ovvero "abuso di posizione dominante", nel caso specifico delle manovre perpetrate da microsoft contro Netscape.
    Successivamente, qui

    msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf

    c'è il testo della corte d'appello, che CONFERMA il "Finding Of Facts", anche se rigetta i correttivi proposti da giudice che ha redatto il Finding Of Facts

    msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf

    Questo è il testo della sentenza della Corte d'Appello.

    Leggendo troverete che l'unica cosa che non è stata accettata della precedente sentenza, è la "cura" proposta, e cioè lo smembramento. La cura è stata rinviata al successivo dibattimento, ma la "malattia" è stata riconosciuta per tale: microsoft attende la PENA o CORRETTIVO.

    Se si _legge_ ci si troverà:

    "Il giudizio di primo grado è in parte accolto, in parte annullato, in parte rimesso a nuovo giudice".

    La parte confermata risulta la spina nel fianco della microsoft, e afferma che la microsoft viola l'articolo 2 dello Sherman Act (la legge antitrust USA), ovvero microsoft si trova in situazione di monopolio per quanto riguarda il mercato del software per personal computer.

    Quanto alla parte annullata, e rimessa alla decisione di una nuova corte distrettuale, si tratta di quella che riguarda i RIMEDI per ripristinare le condizioni di libera concorrenza negate dalle manovre del monopolio esistente sul mercato (microsoft).

    Quindi la legge di appello ha confermato il punto cruciale che veniva negato da microsoft:

    microsoft agisce come un monopolio, e da tale deve essere trattato in sede giuridico-economica.

    Tanto è vero che poi gli avvocati della microsoft hanno provato a far ridecidere TUTTO in sede di corte suprema USA, ma il tentativo gli è andato buco, infatti la Corte Suprema federale degli Stati Uniti ha respinto la richiesta di microsoft di rilevare il procedimento giudiziario.
    La corte suprema si è semplicemente rifiutata di rivedere la sentenza della Corte d'Appello, confermandone la validità GIURIDICA.

    A questo punto microsoft è venuta a patti con tutti gli stati che hanno sostenuto l'accusa, e ne ha convinto un bel po', ma non tutti: ATTENZIONE, perché microsoft non ha convinto la California (ove è situata la Silicon Valley, e cioè la "culla" del computer), e neanche il Massachussets (ove ha sede il noto MIT: http://www.mit.edu/, un istituto di ricerca assai importante).


    Credevano di poter dire "allora, quanto vi sgancio per mettere a tacere la cosa?"

    Ma qualche volta non si tratta solo di soldi.

    Si tratta di LIBERTA'.
    non+autenticato
  • Parole Sante .....
    Oltre a netscape a distrutto anche altri produttori di software e/o gli ha costretti a migrare sulla sua piattaforma impoverendo ma possiamo anche dire eliminando valide alternative.

    salud
    non+autenticato
  • Bè gli stati federali USA che non ha convinto, sono 9; a questi si è aggiunta la corte chiamata a giudicare la pena; per cui la proposta di cura è stata rinviata al mittente.
    Molto probabilmente spetterà al giudice comminare la pena a M$, e speriamo la più dura.
    Lo smembramento, daltronde non è una punizione da cui M$ può dirsi salvata; infatti è stata rigettata la condanna del giudice di 1° grado, solo perchè è stato ritenuto preventivato (il giudice) nei confronti di chi commette queste infrazioni come M$.
    Ma un'altra corte non preventivata nei confronti di chi compie queste illegalità, non è detto che non dia questa condanna a M$.
    non+autenticato


  • - Scritto da: BSD_like
    > Bè gli stati federali USA che non ha
    > convinto, sono 9; a questi si è aggiunta la
    > corte chiamata a giudicare la pena; per cui
    > la proposta di cura è stata rinviata al
    > mittente.
    > Molto probabilmente spetterà al giudice
    > comminare la pena a M$, e speriamo la più
    > dura.
    > Lo smembramento, daltronde non è una
    > punizione da cui M$ può dirsi salvata;
    > infatti è stata rigettata la condanna del
    > giudice di 1° grado, solo perchè è stato
    > ritenuto preventivato (il giudice) nei
    > confronti di chi commette queste infrazioni
    > come M$.
    > Ma un'altra corte non preventivata nei
    > confronti di chi compie queste illegalità,
    > non è detto che non dia questa condanna a
    > M$.

    Infatti l'attuale giudic ha già avvertito i legali di microsoft in merito alla possibilità che lo smembramento possa comunque avvenire

    non+autenticato
  • ... Microsoft cresce nella lista delle "America's Most Admired Companies" stilata da Fortune.

    Ecco la classifica di quest'anno fresca fresca. L'anno scorso Microsoft era quinta.


    Fortune's List of America's Most Admired Companies

    Overall Rankings
    1. General Electric
    2. Southwest Airlines
    3. Wal-Mart
    4. Microsoft
    5. Berkshire Hathaway
    6. Home Depot
    7. Johnson&Johnson
    8. FedEx
    9. Citigroup
    10. Intel

    Top 10 Most Admired Computer Software Companies
    1. Microsoft
    2. PeopleSoft
    3. Oracle
    4. Computer Associates
    5. Siebel Systems
    6. Adobe Systems
    7. Electronic Arts
    8. Cadence Design Systems
    9. Compuware
    10. BMC Software
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > ... Microsoft cresce nella lista delle
    > "America's Most Admired Companies" stilata
    > da Fortune.

    sono banalità, le tue.
    il successo di un monopolista si rigenera sulle ceneri delle aziende che tritura illecitamente.





    non+autenticato
  • - Scritto da: zap
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > ... Microsoft cresce nella lista delle
    > > "America's Most Admired Companies" stilata
    > > da Fortune.
    >
    > sono banalità, le tue.
    > il successo di un monopolista si rigenera
    > sulle ceneri delle aziende che tritura
    > illecitamente.

    E dalla discesa in borsa cosa ne deduciamo riguardo al successo di M$ ?!?
    non+autenticato


  • - Scritto da: GrayLord
    > - Scritto da: zap
    > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > ... Microsoft cresce nella lista delle
    > > > "America's Most Admired Companies"
    > stilata
    > > > da Fortune.
    > >
    > > sono banalità, le tue.
    > > il successo di un monopolista si rigenera
    > > sulle ceneri delle aziende che tritura
    > > illecitamente.
    >    
    > E dalla discesa in borsa cosa ne deduciamo
    > riguardo al successo di M$ ?!?

    che le denunce SERVONO

    (un po' meno a chi ha le AZIONI di borsa del titolo microsoft)
    non+autenticato
  • Non mi pare che Cisco o Sun siano state citate...

    - Scritto da: zap
    >
    >
    > - Scritto da: GrayLord
    > > - Scritto da: zap
    > > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > > ... Microsoft cresce nella lista
    > delle
    > > > > "America's Most Admired Companies"
    > > stilata
    > > > > da Fortune.
    > > >
    > > > sono banalità, le tue.
    > > > il successo di un monopolista si
    > rigenera
    > > > sulle ceneri delle aziende che tritura
    > > > illecitamente.
    > >    
    > > E dalla discesa in borsa cosa ne deduciamo
    > > riguardo al successo di M$ ?!?
    >
    > che le denunce SERVONO
    >
    > (un po' meno a chi ha le AZIONI di borsa del
    > titolo microsoft)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > Non mi pare che Cisco o Sun siano state
    > citate...

    se vuoi denunciarle, accomodati

    nel caso di microsoft sembra che funzioni

    >
    > - Scritto da: zap
    > >
    > >
    > > - Scritto da: GrayLord
    > > > - Scritto da: zap
    > > > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > > > ... Microsoft cresce nella lista
    > > delle
    > > > > > "America's Most Admired
    > Companies"
    > > > stilata
    > > > > > da Fortune.
    > > > >
    > > > > sono banalità, le tue.
    > > > > il successo di un monopolista si
    > > rigenera
    > > > > sulle ceneri delle aziende che
    > tritura
    > > > > illecitamente.
    > > >    
    > > > E dalla discesa in borsa cosa ne
    > deduciamo
    > > > riguardo al successo di M$ ?!?
    > >
    > > che le denunce SERVONO
    > >
    > > (un po' meno a chi ha le AZIONI di borsa
    > del
    > > titolo microsoft)
    non+autenticato
  • che che vuol dire ???
    le pecore fanno quello che i cani dicono loro di fare
    che a loro volta fanno quello che dice il pastore...
    il pastore a sua volta fa quello che suo padrone gli dice di fare...
    SCHIAVI...
    se non altro io non mi metto ad ammirare gente cosi...
    ricordate braveheart mentre lo tagliavano: chiedi pieta...e lui urla: LIBERTA...


    - Scritto da: Darth Vader
    > ... Microsoft cresce nella lista delle
    > "America's Most Admired Companies" stilata
    > da Fortune.
    >
    > Ecco la classifica di quest'anno fresca
    > fresca. L'anno scorso Microsoft era quinta.
    >
    >
    > Fortune's List of America's Most Admired
    > Companies
    >
    > Overall Rankings
    > 1. General Electric
    > 2. Southwest Airlines
    > 3. Wal-Mart
    > 4. Microsoft
    > 5. Berkshire Hathaway
    > 6. Home Depot
    > 7. Johnson&Johnson
    > 8. FedEx
    > 9. Citigroup
    > 10. Intel
    >
    > Top 10 Most Admired Computer Software
    > Companies
    > 1. Microsoft
    > 2. PeopleSoft
    > 3. Oracle
    > 4. Computer Associates
    > 5. Siebel Systems
    > 6. Adobe Systems
    > 7. Electronic Arts
    > 8. Cadence Design Systems
    > 9. Compuware
    > 10. BMC Software
    non+autenticato
  • thank x la risposta ma mi vengono dati entrambi inesistenti....nn so`....
    non+autenticato
  • ...c'è posto per un solo produttore di OS che possa effettivamente guadagnarci. Rimango dell'opinione che qualcosa come Linux possa e debba sopravvivere, ma se si pensa di poterci guadagnare si va incontro a delusioni e bilanci fallimentari. Se Windows fa già tutto, gli altri sono superflui. Il problema è il parco software. Il problema sono gli ambienti di programmazione: ne serve uno universale, cosicché tutti i SO possano usare gli stessi programmi senza che debbano essere riscritti. Questo renderebbe le differenze tra SO limitate a quel che sono le funzionalità del SO stesso, e quindi ci sarebbe vera competizione commerciale. Ecco perché MS ha avuto tanta paura di Java.
    non+autenticato
  • io sono stato 3 ore a leggermi tutti i post..
    alla fine mi sono kiesto: perchè la sinclair non ha fatto causa alla commodore? sigh.. forse ora il mio amato spectrum sarebbe ankora vivo...
    ma vi rendete conto di qnt siete ridicoli?
    per non parlare di zap poi.
    rotflmfao @ reading this forumA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)