VMware: la virtualizzazione sia standard

Il noto sviluppatore di software per la virtualizzazione ha varato un'iniziativa che abbraccia vari colossi del settore, tra cui AMD e Intel, e mira a creare uno standard aperto per la gestione degli ambienti virtuali

Roma - Con l'obiettivo di favorire la nascita di uno standard aperto basato sulle proprie tecnologie di virtualizzazione, VMware è pronta a condividere con i partner alcune porzioni chiave del codice dei propri software.

L'iniziativa, che coinvolgerà colossi del calibro di Intel, AMD, Cisco, IBM, HP, Red Hat e Novell, prenderà il nome di VMware Community Source e metterà a disposizione delle società strette intorno a VMware il codice sorgente di ESX Server e delle relative interfacce di virtualizzazione: il codice sarà libero da royalty e potrà essere riutilizzato all'interno di applicazioni commerciali. Il programma è stato pensato per consentire ai partner di influenzare la direzione dello sviluppo di ESX Server facendo leva su di un modello collaborativo tipico dei progetti open source.

Lo scopo di VMware, che negli ultimi anni ha giocato un ruolo di primo piano nello spingere le tecnologie di virtualizzazione al di fuori del settore dei mainframe e dei supercomputer, è quello di contrastare i piani di Microsoft: piani che prevedono l'integrazione di funzionalità di virtualizzazione all'interno delle prossime versioni di Windows.
Con l'adozione di interfacce e formati d'immagine standard, VMware e le aziende che hanno aderito all'iniziativa Community Source sostengono che, in futuro, sarà possibile utilizzare un unico sistema di management per gestire le macchine virtuali e le immagini create con differenti software di virtualizzazione.
TAG: 
16 Commenti alla Notizia VMware: la virtualizzazione sia standard
Ordina
  • ...contrastare M$ che integrerà tecnologie di virtualizzazione nel prossimo...

    questa, ragazzi, è la concorrenza, è MS che spinge i babbioni dei mainframe a rimettersi a correre e rilasciare le loro tecnologie tenute segregate a caro prezzo nel segmento più alto del mercato.
    con buona pace dell'open source che pascola beatamente senza recare troppo disturbo ai dinosauri dei mainframe che sono gli stessi che lo finanziano per dare fastidio a MS e distoglierla dal portare come usabilità (parola misconosciuta dagli openari, a cuasa delle direttive dei dinosauri dei mainframe) e come prezzi (non necessariamente gratis, sennò chi sviluppa a parte qualche studentello, prima di vendersi? ma almeno che mi costi come un cellulare e non come un Cayenne!) queste perle.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ma almeno che mi costi come un
    > cellulare e non come un Cayenne!) queste perle.

    Ma turbo?Senno e' da barboni!
    non+autenticato
  • > > cellulare e non come un Cayenne!) queste perle.
    > Ma turbo?Senno e' da barboni!
    Sinceramente mi sono sempre chiesto come c++ faccia la Cayenne (ok, è a benzina, è turbo) a consumare quanto un tir che ha una cilindrata tripla e tira un carico fino a 30 tonellate!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > cellulare e non come un Cayenne!) queste
    > perle.
    > > Ma turbo?Senno e' da barboni!
    > Sinceramente mi sono sempre chiesto come c++
    > faccia la Cayenne (ok, è a benzina, è turbo) a
    > consumare quanto un tir che ha una cilindrata
    > tripla e tira un carico fino a 30 tonellate!

    Se non fosse cosi', non sarebbe piu' una cosa di lusso
    (scusate l'OT)
  • > Se non fosse cosi', non sarebbe piu' una cosa di
    > lusso
    > (scusate l'OT)
    se continua così con i prezzi della benzina temo che anche una seat marbella diventerà un bene di lusso!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sinceramente mi sono sempre chiesto come c++
    > faccia la Cayenne (ok, è a benzina, è turbo) a
    > consumare quanto un tir che ha una cilindrata
    > tripla e tira un carico fino a 30 tonellate!

    Un tir non va a 260 all'ora e non fa lo zero-cento in 5 secondi e mezzo, semplicemente
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Un tir non va a 260 all'ora e non fa lo
    > zero-cento in 5 secondi e mezzo, semplicemente

    Se per questo non li fa neppure la Cayenne che pesa quasi 2 tonnellate.
    Sono più di 7s da 0 a 100km/h e poco meno di 220km/h. Accelera più rapida una Uno Turbo o anche una semplice Peugeot 106 rallye kittata.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...contrastare M$ che integrerà tecnologie di
    > virtualizzazione nel prossimo...
    >
    > questa, ragazzi, è la concorrenza, è MS che
    > spinge i babbioni dei mainframe a rimettersi a
    > correre e rilasciare le loro tecnologie tenute
    > segregate a caro prezzo nel segmento più alto del
    > mercato.
    > con buona pace dell'open source che pascola
    > beatamente senza recare troppo disturbo ai
    > dinosauri dei mainframe che sono gli stessi che
    > lo finanziano per dare fastidio a MS e
    > distoglierla dal portare come usabilità (parola
    > misconosciuta dagli openari, a cuasa delle
    > direttive dei dinosauri dei mainframe) e come
    > prezzi (non necessariamente gratis, sennò chi
    > sviluppa a parte qualche studentello, prima di
    > vendersi? ma almeno che mi costi come un
    > cellulare e non come un Cayenne!) queste perle.



    Cmq il problema di fondo è che M$ sta invadendo + o - lentamente tutti i settori... inglobando tutto ... e avvalendosi di una posizione dominante che nessuno a parte l'antitrust americana sembra voler fermare

    Le piccole aziende, che sviluppano piccoli software come vmware, firewall vari, antivirus vari, adobe, mozzilla, nero, alchool ... ecc ... non hanno ancora capito che dovrebbero cercare di realizzare qualcosa insieme (visto che ormati tute le funzionalita dei loro sw sono dentro windows) ... magari sostenuti dalla comunità open .... ad esempio un sistema operativo che possa far girare gli stessi appllicativi di M$ pur non essendo M$ (evitando di stare su Linux che non è compatibile con i software M$ e quindi visto che per M$ esistono un sacco di prg la gente non cambia sistema) ... il nemico a volte va combattuto con le sue stesse armi ... ma questo le piccole aziende e la comunità open non lo hanno capito... tutti rimangono nel proprio orticello e aspettano l'inevitabile.. M$ continuerà a controllare i pc desktop se nessuno si muove

    non+autenticato
  • Già, MS è una ditta e come tale punta essenzialmente al suo interesse.
    Il punto è che in alcuni settori ha fatto grandi danni, in altri invece sta aprendo alla concorrenza le cripte più che nicchie del mondo mainframe, unendo features interessanti in un mondo coerente e molto più usabile di quello open, non a caso IBM e gli altri che finanziano il mondo open lo propongono come low end o al massimo su sistemi midrange (gli iseries per esempio) ma in qual caso sempre in alternativa ai loro sistemi proprietari che comunque bisogna acquistare e per cui di solito esistono in esclusiva le loro killer apps, tipo dalle ACG in su.
    Magari poi il cliente punta su qualcosa di terze parti che gira su un i5 con linux (e in caso di problemi tutti si rimpallano le responsabilità e ti porgono la loro parcella consulenziale), ma intanto la licenza per OS400 e il microcode l'hai pagata... e sono milioni e milioni, più di un win server.
    E così fanno anche gli altri. Insomma, lin e bsd e derivati presi e usati come scudo in una mano per dare fastidio a MS e fare pubblicità al marchio nei prodotti di massa e i prodotti proprietari nell'altra per tenere saldamente sotto controllo i sistemi midrange e high end dove hanno i veri margini.
    Questo non significa che MS sia una santa azienda, anzi, in altri settori anzichè portare concorrenza l'ha uccisa.
    E'solo una IBM all'incontrario: fare soldi con un grande installato e tentare di fare un sistema decente per aggredire le nicchie di mercato più alte e molto più lucrose, vs farsi il nome perchè si fanno sistemoni eccezionali e tentare di invadere il mercato basso per stroncare quelli di cui sopra con PC made in China (lenovo) e con sistemi open cioè scritti da terze parti, salvo poi lavarsene le mani (aka, interveniamo a consuntivo, senza garanzie sul risultato e senza responsabilità contrattuali) se non si usa il loro gestionale sul loro sistema proprietario con le loro ptf proprietarie...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Già, MS è una ditta e come tale punta
    > essenzialmente al suo interesse.
    > Il punto è che in alcuni settori ha fatto grandi
    > danni, in altri invece sta aprendo alla
    > concorrenza le cripte più che nicchie del mondo
    > mainframe, unendo features interessanti in un
    > mondo coerente e molto più usabile di quello
    > open, non a caso IBM e gli altri che finanziano
    > il mondo open lo propongono come low end o al
    > massimo su sistemi midrange

    e' ovvio, questo tipo di virtual machine software non hanno senso se non usate su sistemi di fascia media e bassa; sulla fascia alta si utilizzano architetture numa (e la virtualizzazione avviene in hardware); se non riesci a capire perche' ti consiglio di seguire un corso di architettura degli elaboratori prima di aprire bocca e dargli fiato in questo forum.
    Questo tipo di soluzioni NON sono un'alternativa alle architetture numa adottate sui mainframe ma solo il loro equivalente su macchinette di fascia piu' bassa
    non+autenticato
  • > e' ovvio, questo tipo di virtual machine software
    > non hanno senso se non usate su sistemi di fascia
    > media e bassa;
    certo, certo, lo decidi tu.

    > sulla fascia alta si utilizzano
    > architetture numa (e la virtualizzazione avviene
    > in hardware);
    non uniform memory access.
    avviene in hardware. bello. ma tu che tiri in ballo corsi di architettura dei calcolatori non dovresti cadere in banali calssificazioni hw contro sw, l'hw è sw congelato, e noi macchinettari amiamo non legarci a qualcosa di congelato se solo è fattibile progettarlo via software anche se è meno lucrativo e meno da corso universitario, anche perchè in prospettiva possiamo permettercelo dato che raddoppiamo la complessità delle nostre macchinette ogni 18 mesi come dice moore e non ci sediamo sugli allori come gli elefanti che mangiano sul 30% di commissione sui mainframe.

    > se non riesci a capire perche' ti
    > consiglio di seguire un corso di architettura
    > degli elaboratori prima di aprire bocca e dargli
    > fiato in questo forum.
    Tranquillo, sono abituato al trolling dei commerciali IBM e non mi faccio certo intimidire da una frase tipo "prima di aprire bocca e dargli fiato in questo forum"

    > Questo tipo di soluzioni NON sono un'alternativa
    > alle architetture numa adottate sui mainframe ma
    > solo il loro equivalente su macchinette di fascia
    > piu' bassa
    che sono più potenti e complessi, e potenzialmente svolgono compiti più complessi, sotto una grande varietà di aspetti, dei mainframe di 5 anni fa, non parliamo poi di 10 o 15.
    non+autenticato
  • E' bello vedere che finalmente, dopo quarant'anni (circa) qualcuno riprende MVS di IBM e lo adatta ai nuovi sistemi operativi.

    Che grande novità (a livello concettuale)Occhiolino