Blizzard schiaccia l'anti-BattleNet

Vittoria legale per i produttori di multiplayer: giocare online con servizi alternativi al servizio ufficiale di Blizzard viola il DMCA. Partono le polemiche: decisione contro il fair use

Saint Louis (USA) - I tempi in cui gli appassionati di titoli come Diablo e Warcraft potevano permettersi di scegliere tra Battle.net ed il suo emulo open-source, Bnetd, sono finiti. Al termine di una vicenda legale durata qualche anno, un pool di giudici federali degli Stati Uniti ha decretato l'illegalità di qualsiasi alternativa autoprodotta: l'uso online dei prodotti Blizzard, al di fuori dai confini dell'universo digitale ufficiale, entra in conflitto con le dure norme del DMCA.

Stando al verdetto dei giudici, i programmatori Ross Combs e Robert Crittenden hanno creato Bnetd attraverso un'operazione di reverse engineering, esplicitamente proibita dalla licenza d'uso proposta da Blizzard. Un contratto dal perfetto valore legale, ricordano i giudici federali, che prende effetto dal momento in cui viene accettato con un colpo di mouse.

Inoltre l'esperienza di gioco online sui server Bnetd, oltre ad essere più veloce e generalmente più ricca di funzioni, ha delle significative differenze rispetto a quella del network ufficiale: gli universi paralleli creati con Bnetd sono accessibili a tutti. Questo significa che persino i giocatori "non paganti", in possesso di copie pirata, possono facilmente concedersi una partita in multiplayer. Una possibilità assolutamente contraria alla politica di Vivendi, gigante dell'industria multimediale e proprietario del team che ha sviluppato il fortunatissimo Starcraft. Combs e Crittenden hanno quindi infranto il DMCA, poiché Bnetd permette di aggirare le protezioni antipirateria integrate nel servizio multiplayer ufficiale.
In una lettera alla redazione di Salon, pubblicazione online dalle posizioni progressiste, il presidente di Blizzard sostiene che "alcuni membri del progetto open source chiamato Bnetd hanno chiaramente copiato illegalmente alcune parti del nostro software, in modo da aggirare completamente il meccanismo di protezione anti-copia. Software di questo tipo promuovono la nascita di paradisi per i pirati: la nostra azienda continuerà, come ha sempre fatto, a difendere i diritti d'autore". World of Warcraft, il titolo più giocato su Battle.net, è una gallina dalle uova d'oro: circa 4 milioni di giocatori pagano mensilmente un canone di 15 dollari per accedere ai servizi multiplayer.

La conclusione della vicenda, oltre ad avere complicato la vita dei due programmatori di Bnetd, ha scatenato una valanga di polemiche da parte di Electronic Frontier Foundation, la potente organizzazione di difesa delle libertà digitali: Jason Schultz, legale dell'associazione, sostiene che questo episodio "sbarra la strada all'innovazione ed alla creatività, poiché elimina la possibilità di creare add-on a valore aggiunto per software acquistati legittimamente".

Le possibilità di creare liberamente software retrocompatibile ad alta interoperabilità con programmi commerciali, ottima opportunità per informatici e consumatori, pare allontanarsi sempre più dall'orizzonte del controverso mercato americano: secondo Schultz si tratta di una contravvenzione alla regola del fair use, che non permetterebbe di sfruttare a pieno un software acquistato legalmente: "Il DMCA è stato utilizzato per togliere l'innovazione del piatto di consumatori e competitori".

Tommaso Lombardi
104 Commenti alla Notizia Blizzard schiaccia l'anti-BattleNet
Ordina
  • Bnetd, NON influisce in alcun modo su World of Warcraft, che e' un gioco che appunto richiede un pagamento mensile e ogni server emulato ( eh gia'...mi chiedo perche' blizzard non si decida ad ammanettare gli scrittori di emulatori di wow una volta per tutte ) porta EFFETTIVAMENTE un grosso danno economico a blizz. Su questo niente da ribadire. Vuoi un mmrpg? paga. e' cosi' da secoli cavoli.

    Su bnetd...beh li' c'e' molto da dire invece. Battle.net, ricordo per chi non sapesse, e' un servizio GRATUITO che non comporta a blizz alcun guadagno da parte dei giocatori. Questo su PI NON e' stato detto. Blizz ha ragione solo in parte a lamentarsi per le cdkey piratate, infatti dal suo sito si legge :

    Why doesn't Blizzard provide facilities that enable these emulators to authenticate CD keys through Battle.net?
    In order for us to keep our proprietary CD-key algorithms secure, we cannot allow outside servers to query for the validity of CD keys.
    ( traduzione : l'algoritmo e mio e mosca )

    Ma allora perche' prendersela tanto. Ci sono numerosi hobbisti che preferiscono server PvPGN per motivi vari. Oltre al lag praticamente nullo, hai la possibilita' di essere admin, di fare statistiche tra gente che conosci e, soprattutto, di evitarsi i fastidiosissimi programer che maciullano tutte le partite 4fun con armate di omini standard senza tattica alcuna. Io non voglio dare torto a blizzard perche' effettivamente bnetd consente di joinare i piratati. PERO' secondo me e' almeno suo dovere fornire una applicazione server dello stesso valore per le piccole community che non gradiscono compagnia. Cavoli tutto il mondo lo fa ( UT, CSS, AoM ) e tu no?
    A me non piace battle.net e ho il gioco originale ( tra parentesi edizione doppia con guida al gioco e gadget vari ) . Che devo fare secondo voi? Attaccarmi perche' la casa madre vuole impormi una regola idiota? Ca+++ in fondo lo stipendio di sti tizi glielo pago pure io....

    SimoLNX
    non+autenticato
  • ... tutto questo macello solo per dei giochi ? oh!, ho detto giochi ! non sono cose serie, in teoria servirebbero solo per passare qualche minuto di divertimento (e allora non vale la pena comprarli)... possibile che siano cose così importanti ? tanto da dedicarci tutto questo popò di tecnologia ? boh non capisco, sarà che non sono appassionato...

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ... tutto questo macello solo per dei giochi ?
    > oh!, ho detto giochi ! non sono cose serie, in
    > teoria servirebbero solo per passare qualche
    > minuto di divertimento (e allora non vale la pena
    > comprarli)... possibile che siano cose così
    > importanti ? tanto da dedicarci tutto questo popò
    > di tecnologia ? boh non capisco, sarà che non
    > sono appassionato...

    Pensaci, quello dei giochi, sia per bambini che per adulti e' un mercato da taaaanti soldi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... tutto questo macello solo per dei giochi ?
    > oh!, ho detto giochi ! non sono cose serie, in
    > teoria servirebbero solo per passare qualche
    > minuto di divertimento (e allora non vale la pena
    > comprarli)... possibile che siano cose così
    > importanti ? tanto da dedicarci tutto questo popò
    > di tecnologia ? boh non capisco, sarà che non
    > sono appassionato...
    >

    Scambia "giochi" con "Formula 1"
    Scambia "giochi" con "Calcio"
    Scambia "giochi" con "Cinema"
    Scambia "giochi" con "una cosa che a te piace"
  • Non vi piace pagare? beh esistono MILIONI di alternative per non pagare e giocare di ruolo. Ad esempio una delle innumerevoli shard di neverwinternights,che sono gratuite (paghi solo il gioco) innovative, tutte diverse e legali. Ora come ora mi vengono in mente queste due

    http://ardemor.rpg-x.com

    http://xoomer.virgilio.it/rebornnwn/

    Buon game a tutti, paganti e nonOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > esistono MILIONI di alternative per non pagare
    > e giocare di ruolo.

    Se per te giocare di ruolo è andare in piazza e urlare a tutto il mod "CERCO CHIERICO LVL 20 PER LA QUEST TAL DEI TALI SERVE ALMENO 18 DI INT E ALTO CARISMA PER SCACCIARE NON MORTI", ammazzare draghi a go-go e fare esperienza a stecca, allora le alternative sono milioni

    Se invece è andare in giro interpretando un ruolo senza che diventare lvl 20 in una settimana sia il tuo obbiettivo ed incontrando gente che ha gli stessi tuoi ideali, allora le alternative sono misere...
  • ...la differenza non la fanno i giochi, la fanno i giocatori e di giocatori seri di rpg ne esistono ben pochi!
    non+autenticato
  • Scaricatevi Battle.Lan, è un emulatore di LAN, in pratica mettendo gli IP dei partecipanti, è possibile creare partite e collegarvici come se si fosse in rete locale (immagino che crei una specie di VPN, non ho trovato nessuna documentazione sul programma...)

    Questo funziona con qualunque gioco che abbia a disposizione il gioco via rete locale.
    Chi joina un game vedrà le partite elencate sotto "Lan games"

    http://www.infoceptor.net/files/war3/battlelan.zip

    In alcuni casi, durante i miei test, è risultato che un giocatore entrava in un game ma l'host non lo vedeva, oppure gli dava un errore di timeout. Non sempre ha funzionato, ma nella maggior parte dei casi si.
  • ...ok ma il server??????
    non+autenticato
  • ...nel senso che senza un server e avendo solo un client non è che possa giocarci!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ...nel senso che senza un server e avendo solo un
    > client non è che possa giocarci!

    Come no?

    Quando sei in lan non serve un server centrale per organizzare le partite... a meno che tu con server non intendi chi crea la partita.

    E' chiaro che uno deve creare il game e gli altri devono premere "join", usando questo programma anche se io sono in Italia e tu in Australia possiamo giocare come se fossimo in lan (più precisamente, come se avessimo fatto una VPN)
  • ..si intendevo chi crea la partita.....beh che dire gran ficata!!!!!!
    Ok in diablo e diablo2 tu crei la partita e glialtri si collegano a te perfetto, ma in WoW ....e qui scusa la domanda idiota, si crea una partita? io non ricordo ma mi sembrava di no!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ..si intendevo chi crea la partita.....beh che
    > dire gran ficata!!!!!!
    > Ok in diablo e diablo2 tu crei la partita e
    > glialtri si collegano a te perfetto, ma in WoW
    > ....e qui scusa la domanda idiota, si crea una
    > partita? io non ricordo ma mi sembrava di no!

    Assolutamente no, WoW è un MMORPG che si collega ad un server e qui non ci puoi fare niente, quel programma funziona solo per giochi a "partite", non per mondi persistenti.
  • ...e infatti quando ti dicevo che senza server non ci potevi giocare mi riferivo a wow, non agli altri giochi!
    non+autenticato
  • C'era una volta Ultima On LIne.
    Solo che all'epoca non potevo permettermelo.

    Al che mi procurai un client, quando ancora questo non costituiva un crimine, e cominciai a giocare a vari cloni online del celebre mmorpg.

    Cominciai ad andare a sbattere contro:
    stats che venivano resettate, lamer, ragazzini piagnoni, ma che giocavano 12-14 ore al gionro e che pretendevano l'implementazione di regole particolarmente restrittive... per cui loro, che potevano permettersi tanto tempo online, avevano PG simili a dei, chi come me giocava 1-2 ore al giorno restava immancabilmente al palo (e, porcamiseria, che te ne viene? Con tutto quel tempo online il PG ti diventa comunque un semidio, ti secca cosi' tanto se gioco pure io? Ma al ragazzino frignone dava fastidio il fatto che due-tre PG se si organizzavano potevano anche ammazzargli il suo PG e allora...) e tutta una serie di bug che per un motivo o per l'altro rendevano l'esperienza di gioco un pelino frustrante.

    Del resto erano server gratuiti, quindi ci si doveva accontentare di cio' che passava il convento.

    Dopo due anni sono passato a UoL ufficiale.

    Dalla notte al giorno: per tirare su un PG a livello decente (una skill al massimo e un altro paio a livelli medio alti) occorreva solo qualche mese invece dei 24-30 mesi richiesti da certi server (NGI prima fra tutte) e soprattutto per qualsiasi problema arrivava un solerte DM che provvedeva.

    Infinitamente meglio, ma proprio. Son rimasto due anni, finche' non ne ho avuto abbastanza, ma quanto mi sono divertito!

    Ho lasciato un fabbro & esperto minatore con la sua avviata attivita' di venditore ambulante: armi, armature e riparazioni lampo al seguito di valorosi avventurieri.

    Vabbe', il punto e' che il servizio fornito col supporto originale creava quel valore aggiunto che mi faceva dire "anche 'sto mese ho ben speso i miei soldi", specie se andavo a ripensare a certi server dove il gioco crashava pure se starnutivi troppo.

    La blizzard, costringendo alla chiusura tutti i server che imitano il suo servizio, di fatto, dovra' rinunciare a tutti quelli che hanno rimediato un client (pirata), ma decidono comunque di pagare per giocare.
    Non solo: si inimichera' tutti quelli che hanno comprato regolarmente il suo client e vanno a giocare altrove (affari loro, dopotutto) che si ritroveranno con un canone indesiderato tra capo e collo.

    Oltretutto per molti giochi non c'e' nessun server, ma solo un elenco di giocatori online che ospitano partite, un servizio che e' ben supportato da piattaforme come ASE (all seeing eye) e che potrebbero crescere parecchio con questa manovra.

    >A<
  • Guild Wars lo acquisti originale e.......giochi online gratuitamente, non per fare pubblicità ma alla fine non pago un canone di 12 euro che è un pò esagerato!

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Guild Wars lo acquisti originale e.......giochi
    > online gratuitamente, non per fare pubblicità ma
    > alla fine non pago un canone di 12 euro che è un
    > pò esagerato!

    Anche Diablo 2 lo giochi online gratuitamente.

    Guild Wars, inoltre, non è un MMORPG.
  • E allora paga e gioca come ti aggrada, tutto ok.

    L'importante è che chi NON vuole pagare per il servizio ufficiale, possa farlo.
    L'importante è che ci siano delle alternative free, perchè finchè ci sono delle alternative free non ci può essere monopolio e finchè non c'è monopolio anche chi paga come te ne trae vantaggio

    Se per giocare al gioco xyz online DEVI collegarti al server ufficiale e solo al server ufficiale...anche se il server ufficiale è una chiavica, ti attacchi, se invece esistono nmila server free, allora il server ufficiale è costretto a fornire un servizio superiore alle alternative free, altrimenti resta vuoto e dimenticato (e addio incassi).

    Questa è il concetto di domanda e offerta come dovrebbe funzionare in un sistema sano.
    non+autenticato
  • Sottoscrivo in pieno quanto dici.
    E' solo che in teoria UoL poteva allinearsi alla concorrenza e offrire un servizio appena un po' superiore rispetto al resto.

    Invece e' proprio un altro pianeta, il che mi ha fatto solo piacere. Ovvio che parlo solo per me e per il modo in cui affronto il gioco online.

    WoW non l'ho mai giocato, costa troppo e senza la possibilita' di giocarci aggratis dove piu' mi aggrada non mi vedra' mai tra gli entusiasti giocatori di. In questo senso Blizzard mi ha definitivamente perduto come potenziale cliente.

    Un saluto
    >GT<

  • - Scritto da: Guybrush
    > C'era una volta Ultima On LIne.
    > Solo che all'epoca non potevo permettermelo.
    >
    > Al che mi procurai un client, quando ancora
    > questo non costituiva un crimine, e cominciai a
    > giocare a vari cloni online del celebre mmorpg.
    >
    > Cominciai ad andare a sbattere contro:
    > stats che venivano resettate, lamer, ragazzini
    > piagnoni, ma che giocavano 12-14 ore al gionro e
    > che pretendevano l'implementazione di regole
    > particolarmente restrittive... per cui loro, che
    > potevano permettersi tanto tempo online, avevano
    > PG simili a dei, chi come me giocava 1-2 ore al
    > giorno restava immancabilmente al palo (e,
    > porcamiseria, che te ne viene? Con tutto quel
    > tempo online il PG ti diventa comunque un
    > semidio, ti secca cosi' tanto se gioco pure io?
    > Ma al ragazzino frignone dava fastidio il fatto
    > che due-tre PG se si organizzavano potevano anche
    > ammazzargli il suo PG e allora...) e tutta una
    > serie di bug che per un motivo o per l'altro
    > rendevano l'esperienza di gioco un pelino
    > frustrante.
    >
    > Del resto erano server gratuiti, quindi ci si
    > doveva accontentare di cio' che passava il
    > convento.
    >
    > Dopo due anni sono passato a UoL ufficiale.
    >
    > Dalla notte al giorno: per tirare su un PG a
    > livello decente (una skill al massimo e un altro
    > paio a livelli medio alti) occorreva solo qualche
    > mese invece dei 24-30 mesi richiesti da certi
    > server (NGI prima fra tutte) e soprattutto per
    > qualsiasi problema arrivava un solerte DM che
    > provvedeva.
    >
    > Infinitamente meglio, ma proprio. Son rimasto due
    > anni, finche' non ne ho avuto abbastanza, ma
    > quanto mi sono divertito!
    >
    > Ho lasciato un fabbro & esperto minatore con la
    > sua avviata attivita' di venditore ambulante:
    > armi, armature e riparazioni lampo al seguito di
    > valorosi avventurieri.

    Perche' eri un niubbo rosikone. Nei MMORPG ci si diverte solo quando si rosika forte e io non mi sono mai divertito tanto come quando giocavo ad UO su GamersRevolt, nonostante il mio cadavere fosse l'oggetto piu' diffuso del server. Se non eri capace facevi bene a rimanere nella bambagia, nella turris eburnea, dei server ufficiali.

    Sukapippakalvasflam
    non+autenticato
  • [...]
    > Perche' eri un niubbo rosikone. Nei MMORPG ci si
    > diverte solo quando si rosika forte e io non mi
    > sono mai divertito tanto come quando giocavo ad
    > UO su GamersRevolt, nonostante il mio cadavere
    > fosse l'oggetto piu' diffuso del server. Se non
    > eri capace facevi bene a rimanere nella bambagia,
    > nella turris eburnea, dei server ufficiali.
    >
    > Sukapippakalvasflam


    Non era la morte del PG a darmi fastidio, visto che come fantasma mi divertivo a perseguitare il mio assassino.
    Il punto era che in seguito ai miei exploit di fantasma il bampa di turno chiamava l'admin.
    "Ueehhh il fantasma cattivo non mi lascia giocare in pace!!!"
    "OooOOOoooMaledettooooOOoooo mi hai ucciisooooOOooo la mia anima dannata ti perseguitera' per tutta la tua miserabile esistenzaaaaaaaAAAaaa"

    hai presente? Si chiama gioco di ruolo.

    Sicche' come fantasma potevo seguire il malcapitato ovunque (quasi), avvisare le potenziali vittime del suo arrivo e cose cosi'. Uno spasso per un rompiballe come me e fanculo i punti esperienza: certe cose non hanno prezzo.

    E poi perche' non posso usare il mio ventaglio diafasico in tutta la sua interezza? Sto interpretanto un nano e pure bastardo? Locuzioni come "brutto figlio di una Ettin incestuosa" o "testa di troll" fanno parte del personaggio che, privo dei freni inibitori dovuti al corpo fisico ora si sfoga in piena liberta'.
    E a momenti mi bannavano... mortacci loro, perche' in quanto fantasma avevo il dovere di farmi ressare da un chierico e, domunque, di non offendere i PG.

    Niente di tutto cio' accadeva nei server a pagamento, dove, grazie all'abbondanza di PG e ai PNG con una buona IA potevo noleggiare una scorta, oltre che ai muli, quando andavo in miniera.
    La prima volta non lo sapevo e me ne stavo bel bello a scavare, una tipa mi attacca e rimane sbalodita nel vedere che invece di scappare prendo il piccone e comincio a dargliele di santa ragione.
    Alla fine mi ha ammazzato, ma poi mi ha fatto i complimenti per come ho interpretato la vicenda.

    Mai niente del genere mi e' capitato sui vari Venus, UONGI, GamersRevolt (si sono stato per un po' anche li')... ecc...

    >GT<
  • Io gioco a WoW, e non posso ritenermi insoddisfatto.
    Il servizio è molto buono, quando si verifica un problema, a volte anche solo di qualche ora, la Blizzard dice "ok, sto giorno non te lo sei goduto appieno, te ne do uno gratis".
    La gente critica la Blizzard quando non si accorge che:

    1) non esiste solo la blizzard, ci sono molti altri mmorpg e con canoni analoghi. Pagare per giocare online non è quindi una scoperta bruciante.

    2)la blizzard si accanisce contro chi mette su servizi free utilizzando il SUO prodotto. Bella forza, io compro il gioco originale e pago il canone, tu fai lo stesso che faccio io gratis? Non sta nè in cielo nè in terra.
    Non dico che la gente sia costretta a dover pagare per giocare a qualsiasi cosa, ma i servizi a pagamento esistono dall'alba dei tempi e questo è il primo della blizzard. Cribbio, se non vi va di pagare, non giocate a QUESTO titolo. Ce ne sono altri e altrettanto validi che non richiedono il canone.
    Per la cronaca, la blizzard si accanisce allo stesso modo con chi bara in game, catapultandolo fuori e dicendogli "ok, hai barato? da te i soldi non li voglio più, hai finito di giocare". Pagheremo 12,99 euro al mese, ma è un servizio pulito, onesto e che va via liscio come l'olio.

    3) pagare è scandaloso? Per il ludo? quanta gente caccia fuori 57 euro al mese per sky, poi altro per il cinema, parchi di divertimento, discoteche, sigarette e chi piu ne ha più ne metta. Ed è scandaloso pagare per divertirsi?
    Vi suona strano perchè fino ad ora il multiplayer (quello massivo) non si è mai diffuso in italia come lo ha diffuso WoW, e vi sembra un'assurdità. E' un nuovo tipo di intrattenimento per noi quello di massa (in realtà no, ma solo poco diffuso prima di WoW), ma chi vorrà giocare pagando solo il costo del gioco in scatola, sarà sempre libero di farlo. Solo, non lo potrà fare con WoW.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io gioco a WoW, e non posso ritenermi
    > insoddisfatto.
    > Il servizio è molto buono, quando si verifica un
    > problema, a volte anche solo di qualche ora, la
    > Blizzard dice "ok, sto giorno non te lo sei
    > goduto appieno, te ne do uno gratis".
    > La gente critica la Blizzard quando non si
    > accorge che:

    Visto il prezzo, la qualita' deve essere almeno pari a quella dei concorrenti.


    > 1) non esiste solo la blizzard, ci sono molti
    > altri mmorpg e con canoni analoghi. Pagare per
    > giocare online non è quindi una scoperta
    > bruciante.

    E chi obietta questo?


    > 2)la blizzard si accanisce contro chi mette su
    > servizi free utilizzando il SUO prodotto. Bella
    > forza, io compro il gioco originale e pago il
    > canone, tu fai lo stesso che faccio io gratis?
    Uso Ultima Online come pietra di paragone eh? UO costava parecchio (120 eur l'anno) sicche' qualcuno decise di creare un server "gratis", si fece un mazzo tanto per creare qualcosa che si interfacciasse con successo ad un client originale e diede vita al primo server "gratuito". Il codice era aperto e di li a poco le shard non ufficiali sorsero come funghi. All'inizio ci furono "fuoco e fiamme", ma poi si verifico' un fenomeno tipico dell'open source: ogni shard sviluppo peculiarita' proprie che rendevano il gioco, di fatto, completamente differente. Qualcuno apprezzava le novita', qualcun altro no e gli utenti di UO ufficiale crebbero ancora.

    > Non sta nè in cielo nè in terra.
    > Non dico che la gente sia costretta a dover
    > pagare per giocare a qualsiasi cosa, ma i servizi
    > a pagamento esistono dall'alba dei tempi e questo
    > è il primo della blizzard. Cribbio, se non vi va
    > di pagare, non giocate a QUESTO titolo. Ce ne
    > sono altri e altrettanto validi che non
    > richiedono il canone.
    Certo, giustissimo, ma se IO che ho comprato il tuo client decido, nel rispetto dell'EULA di usarlo per connettermi altrove? Ho capito che la cosa ti fa rodere, d'altro canto se nell'eula c'era la clausola vessatoria "puoi usare il presente prodotto solo sui server blizzard, senno' ti si fa il culo a stelle e strisce" e non me l'hai fatta firmare a parte (e non potevi, dato che mi hai messo la clausola per accettazione all'apertura della scatola) che minchia vuoi? La tua EULA e' nulla per la legge italiana e il tuo software ricade sotto l'ombrello della Legge sul Diritto d'Autore, quindi non posso distribuirne copie, craccarlo o farci altro che giocare.


    > Per la cronaca, la blizzard si accanisce allo
    > stesso modo con chi bara in game, catapultandolo
    > fuori e dicendogli "ok, hai barato? da te i soldi
    > non li voglio più, hai finito di giocare".
    Mi sta benissimo 'sta cosa, ottimo, se voglio giocare senza rompiballe tra i piedi paghero' ben volentieri la blizzard, ma se voglio usufruire dei servizi di qualcun altro non puoi impedirmelo, o non mi avresti dovuto vendere la licenza del gioco, ma solo la licenza di accesso ai tuoi server, nel qualcaso dovevi scrivere ben chiaro sulla scatola che non c'era il gioco dentro, che pagavo quei soldi solo per accedere ad un server.
    Allora pero' ho come l'impressione che le vendite sarebbero state diverse.


    > Pagheremo 12,99 euro al mese, ma è un servizio
    > pulito, onesto e che va via liscio come l'olio.
    Benissimo, sono contentissimo per te.


    > 3) pagare è scandaloso?
    Ma quando mai?

    > Per il ludo?
    men che meno.
    Costo di un DvD 20 euro, durata: tie', 3 ore, costo per ora: quasi 7 euro.
    Costo di un abbonamento a WoW: 13 euro al mese, con una media di 1 ora al giorno per 5 giorni la settimana fanno 20 ore al mese e 0,065 eur/ora di rendimento. Se si gioca di piu' il costo orario scende ancora.

    > quanta gente
    > caccia fuori 57 euro al mese per sky, poi altro
    > per il cinema, parchi di divertimento,
    > discoteche, sigarette e chi piu ne ha più ne
    > metta. Ed è scandaloso pagare per divertirsi?
    Assolutamente no. Quanto dici e' sacrosanto.


    > Vi suona strano perchè fino ad ora il multiplayer
    [...]
    > con WoW.
    L'assurdita' e' che con la mia licenza del client io non possa connettermi dove mi pare, ma debba per forza usare i server della blizzard.

    Legalmente parlando e' una cosa che non sta ne in cielo ne in terra.
    Per tutto il resto, con me, sfondi una porta gia' aperta.
    >GT<

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io gioco a WoW, e non posso ritenermi
    > insoddisfatto.
    > Il servizio è molto buono, quando si verifica un
    > problema, a volte anche solo di qualche ora, la
    > Blizzard dice "ok, sto giorno non te lo sei
    > goduto appieno, te ne do uno gratis".

    EHH??!!!!!!!!!!!
    WoW è sicuramente il gioco migliore mai visto, vale tutti i soldi spesi (che sono molti) e non avrà rivali per anni.
    Ma NON SI PUO' dire che l'assistenza Blizzard sia buona!
    E' davvero il punto dolens della questione!
    Io sto aspettando da mesi una risposta ad un problema e credo che mai mi risponderanno.
    Di solito la mail di segnalazione del problema torna indietro per "mailbox full" del destinatario...

    Il giorno gratis ci mancherebbe che non te lo diano! Peccato che i problemi si verificano quasi sempre nel fine settimana ed il giorno gratis invece capiterà quando capiterà...
    E comunque lo danno solo quando il problema è esteso a numerosi utenti, se il problema lo hai solo tu o comunque pochi utenti te lo prendi in quel posto il rimborso.

    Gnappetta su SIlvermoon (uno dei server più afflitti dalla dabbenaggine Blizzard, sceglietene un altro)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Perche' eri un niubbo rosikone. Nei MMORPG ci si
    > diverte solo quando si rosika forte e io non mi
    > sono mai divertito tanto come quando giocavo ad
    > UO su GamersRevolt, nonostante il mio cadavere
    > fosse l'oggetto piu' diffuso del server. Se non
    > eri capace facevi bene a rimanere nella bambagia,
    > nella turris eburnea, dei server ufficiali.
    >
    > Sukapippakalvasflam

    Ahaha già il server di UO di Gamersrevolt... che bei ricordiA bocca aperta

    Trovavi bardi per strada che cantavano giocando di ruolo e giu i lamer a dirgli "AO' ZITTO CHE LAGGHI"A bocca aperta

    Parlavi tranquillamente con un chaos tuo amico, arrivava un PK della sua stessa gilda che ti ammazzava e se ne andava lollandoA bocca aperta

    Avevi una casa ed uno dei + famosi del server usava il bug delle canne da pesca per aprirti la porta, viene sgamato dai GM e questi gli danno una punizione ridicola, se lo faceva il primo arrivato lo bannavano dal server e mandavano comunicato anche sul server ufficiale per segargli ogni futuro accountA bocca aperta

    Quest alle 3 di notte solo per favorire i soliti noti con la scusa del "c'è meno gente a quell'ora se no è troppo caotico"A bocca aperta

    Maghi che castavano in corsa mentre fuggivano a cavallo (!) e warrior che non avevano chance se non interveniva il Dio della Lag a bloccarliA bocca aperta

    Maghi rosiconi che dicevano "UDIU noi macr... err alleniamo magery per tutta la notte è ovvio che dobbiamo essere più forti alla fine!"A bocca aperta

    Maghi rosiconi parte 2 che dicevano "Mi avete nerfato l'energy vortex adesso come faccio a farmi i dungeon più forti da solo PD"A bocca aperta

    In poche parole: che server del mengaA bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)