In UK Tiscali riduce la banda

La nuova politica introdotta dal provider nel Regno Unito mira ad indurre gli utenti broad band a non ingolfare le reti in ogni momento con download non essenziali

Londra - La grande battaglia per la banda nel Regno Unito si gioca in queste ore attorno ad una nuova mossa della divisione britannica di Tiscali, intenzionata ad insegnare ai propri utenti dei servizi broad band che non sempre è accettabile saturare tutta la banda.

Secondo quanto riportato dalla celebre ezine TheRegister, gli utenti che verranno "scoperti" mentre intasano tutta la banda a loro disposizione nelle ore di punta verranno avvertiti per tre volte: alla terza volta il provider si riserva di agire sulla connettività del singolo utente.

La nuova politica, denominata Fair Usage Policy, prevede che se non scatterà negli utenti una sorta di auto-moderazione, allora saranno i sistemi di monitoraggio del network di Tiscali a ridurre la banda "per il bene di tutti gli altri clienti".
Per ridurre l'impatto della propria decisione, destinata a sollevare non poche polemiche, Tiscali ha spiegato che l'azione riguarda nello specifico solo quelle che ha definito "ore di punta": solo in quel periodo, cioè, verrà considerato peccato mortale intasare la banda, magari per partecipare attivamente a qualche network di scambio peer-to-peer.

La questione delle risorse "consumate" da ristretti gruppi di utenti ai danni dell'intero network di un provider è una faccenda vecchia, che in Italia esplose con le prime flat-rate dial-up, ma sono molti gli utenti che, pagando per la banda dichiarata dal provider, ritengono di non doversi preoccupare dei problemi di gestione della stessa in cui il fornitore di servizi può imbattersi. Una questione irrisolta, peraltro, anche in Italia, dove, come noto, si va preparando una guerra al P2P che potrebbe coinvolgere tutti i maggiori fornitori di connettività.
54 Commenti alla Notizia In UK Tiscali riduce la banda
Ordina
  • E' come nei bar o pub dove si seleziona la clientela... non si fanno entrare quelli in scarpe da ginnastica.

    Qualcuno si arrabbierà.. ma alla fine chi vuol scaricare non userà tiscalli (basta l'annuncio per avere questo effetto). Per tutti gli altri ottimo collegamento e prezzi bassi.

    E' una ottima politica e una furbata mai vista.. vogliono solo il meglio della clientela... chi usa il browser o scarica a volte un programmino e cacciare tutti i rompi che scaricano a più non posso.


    Commercialmente non fa una piega !
    non+autenticato
  • E' vero, ne abbiamo viste anche di peggio. Ma questa è ridicola!

    Invece che garantirti una banda minima, ti danno un limite che tu devi stare attento a rispettare.

    Che devo fare se inizio a scaricare una iso della demudi e mi scarica troppo velocemente?
    La stoppo e la faccio ripartire con cadenza di 10 minuti?

    Mi fa ridere.

    Se proprio devono ridurre la banda, perchè non lo fanno loro con un programmino di load balancing layer 7?

    Perchè dare l'onere all'utente che non ha strumenti per controllare il proprio traffico, eccetto il binario acceso/spento?

    Mi sembra più una operazione di terrorismo/educazione: attento, devi scaricare poco.

    Allora che la prendo a fare l'adsl?

    Se io pago una linea adsl, presumo che possa utilizzarla a mio piacere. Se io faccio VoIP proprio nelle fascie di maggiore traffico? Se io ho una VPN e uso l'adsl per lavoro?

    Il problema è che hanno venduto più di quanto potevano.
    Il rapporto utenti/banda è prossimo allo zero e cercano, invece che fare investimenti, di risolvere il problema alla meno-peggio.

    Lavoravo nel 1997 in un provider che si vantava di avere un rapporto di 10 utenti/modem e 160 modem/300Kbps di banda.

    Agli utenti che si lamentavano (nelle ore di punta toccavano velocità incredibili: 12bps) gli dicevano che era colpa loro che volevano leggere il sito di repubblica alle 12.

    Dovrebbe essere lo stato a fissare un limite massimo di utenti/backbone, altro che obbligare gli utenti a ridurre il traffico.

    Ridicolo.



    ==================================
    Modificato dall'autore il 05/09/2005 17.08.16

  • > Il problema è che hanno venduto più di quanto
    > potevano.

    Centrato il problema !

    Come se in uno stadio da 30.000 posti facessero entrare 100.000 persone e poi se succede qualcosa dare la colpa a loro, quegli sfegatati irrequieti

    Lo stesso concetto si può applicare anche, per esempio, alle strade (basti pensare al tratto autostradale Milano-Bergamo).
    :|
    non+autenticato
  • Mi piace leggere ste notizie. Non esistono altro, per questi scemi, il pir tu pir. E i DoS, che imperversano e danneggiano i servizi? Quello no. Quello non satura la banda, anche se l'attacco DDoS è atto, ESCLUSIVAMENTE a saturarla. Tsk... che gente...
    non+autenticato
  • Una possibile soluzione:
    - dare un tot di GB al mese come tetto massimo a banda piena
    - sforato il tetto ti diminuiscono la banda fino al mese successivo
    il tutto chiaramente descritto nel contratto e, naturalmente, a prezzo ridotto.

    Tanto difficile?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una possibile soluzione:
    > - dare un tot di GB al mese come tetto massimo a
    > banda piena
    > - sforato il tetto ti diminuiscono la banda fino
    > al mese successivo
    > il tutto chiaramente descritto nel contratto e,
    > naturalmente, a prezzo ridotto.
    >
    > Tanto difficile?

    quando l'ho proposto io su questo forum (la settimana scorsa) mi hanno dato del pi...la
    non+autenticato
  • > quando l'ho proposto io su questo forum (la
    > settimana scorsa) mi hanno dato del pi...la

    Beh, allora siamo almeno in dueA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > quando l'ho proposto io su questo forum (la
    > > settimana scorsa) mi hanno dato del pi...la
    >
    > Beh, allora siamo almeno in dueA bocca aperta

    due pi..la o due che mi danno del pi...la ???Perplesso
    non+autenticato
  • > > > quando l'ho proposto io su questo forum (la
    > > > settimana scorsa) mi hanno dato del pi...la
    > >
    > > Beh, allora siamo almeno in dueA bocca aperta
    >
    > due pi..la o due che mi danno del pi...la ???Perplesso

    Due forse considerati pi...la !
    Io continuo comunque a vederla come strada percorribile.
    non+autenticato
  • penso di essere stato io a darti del pirla...^_^

    il fatto è ke puo esistere anke una adsl a consumo( e difatti esistono ed hanno un certo tipo di clientela) ma deve esistere anke una flat

    e lo scopo non è quello di scaricare tutto lo scaricabile, ma x anke semplici esigenze lavorative non è ammissibile ke si paghi a ora o a gb...si toccherebbero cifre altissime e ingiustificabili

    Il semplice traffico web con le pagine dinamiche e pesanti che esistono ora è abb elevato, inoltre se fai una dsl lo fai anke x scaricare velocemente(attenzione non parlo di p2p ma di contenuti perfettamente legali, vedi distro linux, programmi open di varia natura, immagini etc..).

    Trovare una soluzione come questa di tiscali significa fare gravare al cliente la grave inefficenza dell'azienda, che ruba i ns soldi x arricchirsi invece di migliorare il servizio

  • - Scritto da: Marckuzio
    > penso di essere stato io a darti del pirla...^_^
    >
    > il fatto è ke puo esistere anke una adsl a
    > consumo( e difatti esistono ed hanno un certo
    > tipo di clientela) ma deve esistere anke una flat
    >
    > e lo scopo non è quello di scaricare tutto lo
    > scaricabile, ma x anke semplici esigenze
    > lavorative non è ammissibile ke si paghi a ora o
    > a gb...si toccherebbero cifre altissime e
    > ingiustificabili
    >
    > Il semplice traffico web con le pagine dinamiche
    > e pesanti che esistono ora è abb elevato, inoltre
    > se fai una dsl lo fai anke x scaricare
    > velocemente(attenzione non parlo di p2p ma di
    > contenuti perfettamente legali, vedi distro
    > linux, programmi open di varia natura, immagini
    > etc..).
    >
    > Trovare una soluzione come questa di tiscali
    > significa fare gravare al cliente la grave
    > inefficenza dell'azienda, che ruba i ns soldi x
    > arricchirsi invece di migliorare il servizio


    grazie ancora

    io insisto, stò dicendo che si potrebbe prevedere un limite di velocità dopo aver oltrepassato 1 Gb (o 2 Gb, o 5, non è questo il punto) di roba scaricata

    se poi per esigenze di lavoro non vuoi questo limite fai un contratto diverso.

    Facciamo qualche esempio con i numeri, visto che a parole non ci capiamo:

    Contratto Flat 24/7 , 4Mbps , limite 1 Gb poi si passa a 256 kbps (una velocità pur sempre decente per una utenza domestica, pensa che io condivido la 56k con tre altri PC al lavoro .... )
    Prezzo : 15 euro

    Contratto Flat 24/7 , 4Mbps , nessun limite
    Prezzo : 25 euro

    Se la usi per lavoro 10 euro al mese sono una cazzata, è il costo di un'ora di lavoro di un apprendista garzone.

    La mia è solo una proposta, magari da pi...la, ma pur sempre una proposta argomentata
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Marckuzio
    > > penso di essere stato io a darti del pirla...^_^
    > >
    > > il fatto è ke puo esistere anke una adsl a
    > > consumo( e difatti esistono ed hanno un certo
    > > tipo di clientela) ma deve esistere anke una
    > flat
    > >
    > > e lo scopo non è quello di scaricare tutto lo
    > > scaricabile, ma x anke semplici esigenze
    > > lavorative non è ammissibile ke si paghi a ora o
    > > a gb...si toccherebbero cifre altissime e
    > > ingiustificabili
    > >
    > > Il semplice traffico web con le pagine dinamiche
    > > e pesanti che esistono ora è abb elevato,
    > inoltre
    > > se fai una dsl lo fai anke x scaricare
    > > velocemente(attenzione non parlo di p2p ma di
    > > contenuti perfettamente legali, vedi distro
    > > linux, programmi open di varia natura, immagini
    > > etc..).
    > >
    > > Trovare una soluzione come questa di tiscali
    > > significa fare gravare al cliente la grave
    > > inefficenza dell'azienda, che ruba i ns soldi x
    > > arricchirsi invece di migliorare il servizio
    >
    >
    > grazie ancora
    >
    > io insisto, stò dicendo che si potrebbe prevedere
    > un limite di velocità dopo aver oltrepassato 1 Gb
    > (o 2 Gb, o 5, non è questo il punto) di roba
    > scaricata
    >
    > se poi per esigenze di lavoro non vuoi questo
    > limite fai un contratto diverso.
    >
    > Facciamo qualche esempio con i numeri, visto che
    > a parole non ci capiamo:
    >
    > Contratto Flat 24/7 , 4Mbps , limite 1 Gb poi si
    > passa a 256 kbps (una velocità pur sempre decente
    > per una utenza domestica, pensa che io condivido
    > la 56k con tre altri PC al lavoro .... )
    > Prezzo : 15 euro
    >
    > Contratto Flat 24/7 , 4Mbps , nessun limite
    > Prezzo : 25 euro
    >
    > Se la usi per lavoro 10 euro al mese sono una
    > cazzata, è il costo di un'ora di lavoro di un
    > apprendista garzone.
    >
    > La mia è solo una proposta, magari da pi...la, ma
    > pur sempre una proposta argomentata


    non ringraziarmi, stavolta nn ti avevo dato del pirla

    cmq gia quello ke dici è un po diverso

    l'altra volta parlavi solo di adsl a consumo, da qui il mio reply in pieno disaccordo

    se invece mi parli di due soluzioni commerciali diverse con prezzi cmq abbordabili e giusti x entrambi, allora possiamo anke essere d'accordo. e cmq la quantita mensile di gb(ke tu avevi proposto a 1gb e io ti avevo detto essere ridicola) è importante, non è x nulla da sottovalutare

  • > cmq gia quello ke dici è un po diverso

    no, io intendevo questo anche l'altra volta, infatti parlavo di flat, non di consumo
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1113...


    > l'altra volta parlavi solo di adsl a consumo, da
    > qui il mio reply in pieno disaccordo
    >
    > se invece mi parli di due soluzioni commerciali
    > diverse con prezzi cmq abbordabili e giusti x
    > entrambi, allora possiamo anke essere d'accordo.
    > e cmq la quantita mensile di gb(ke tu avevi
    > proposto a 1gb e io ti avevo detto essere
    > ridicola) è importante, non è x nulla da
    > sottovalutare

    dettagli da scribacchini, io mi occupo di pensare Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > cmq gia quello ke dici è un po diverso
    >
    > no, io intendevo questo anche l'altra volta,
    > infatti parlavo di flat, non di consumo
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1113
    >
    >
    > > l'altra volta parlavi solo di adsl a consumo, da
    > > qui il mio reply in pieno disaccordo
    > >
    > > se invece mi parli di due soluzioni commerciali
    > > diverse con prezzi cmq abbordabili e giusti x
    > > entrambi, allora possiamo anke essere d'accordo.
    > > e cmq la quantita mensile di gb(ke tu avevi
    > > proposto a 1gb e io ti avevo detto essere
    > > ridicola) è importante, non è x nulla da
    > > sottovalutare
    >
    > dettagli da scribacchini, io mi occupo di pensare
    > Rotola dal ridere


    beh...un bullone rispetto a un ponte cosa è?? nulla
    prova a non metterne, e vedi quanto dura ^_^
  • - Scritto da: Anonimo
    > Una possibile soluzione:
    > - dare un tot di GB al mese come tetto massimo a
    > banda piena
    > - sforato il tetto ti diminuiscono la banda fino
    > al mese successivo
    > il tutto chiaramente descritto nel contratto e,
    > naturalmente, a prezzo ridotto.

    Nei paesi in cui sono applicate queste condizioni la quantità di GB mensile è ridicola, meglio pensare piuttosto a una percentuale di tempo a traffico pieno, se gli permetti di venderti una connessione a 12 Mbit e una 640kbps con lo stesso tetto di traffico (come viene spesso fatto dove queste condizioni sono comuni) a prezzi diversi sei un fesso totale, visto che a loro i due servizi costano identico. Diciamo 80% di traffico pieno al massimo ogni mese, e una piccola riduzione di prezzo, così per quelli a cui bastano 2-3 GB si fanno prezzi molto più bassi.
    non+autenticato

  • Quelli che farebbero disdetta farebbero esattamente il gioco del provider, perchè se è vero che l'uno per cento dei clienti fa il 30% di traffico (ipotesi), libersarsi di quell'uno per cento ed avere banda per un nuovo 30% sarebbe un affare incredibile per il provider.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Quelli che farebbero disdetta farebbero
    > esattamente il gioco del provider, perchè se è
    > vero che l'uno per cento dei clienti fa il 30% di
    > traffico (ipotesi), libersarsi di quell'uno per
    > cento ed avere banda per un nuovo 30% sarebbe un
    > affare incredibile per il provider.

    Ho come l'impressione che chi usa il p2p non sia l'1%.
    non+autenticato
  • > ho come l'impressione che chi usa il p2p non sia
    > l'1%.

    Ho come l'impressione che il p2p non saturi la banda in download.
    E comunque chi lo usa 24 ore al giorno è una minoranza
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)