2006, l'alba della nuova GPL

Free Software Foundation lancia un'iniziativa internazionale per coinvolgere il più ampio numero possibile di organizzazioni e individui nella stesura della GPLv3, la prossima e a lungo attesa versione della famosa licenza GNU

Roma - Dopo 14 anni di onorato servizio, l'attuale versione della licenza GNU GPL, scritta nel 1991 da Richard M. Stallman, sembra ormai aver fatto il suo tempo. Con una delle iniziative più ambiziose nella sua storia, Free Software Foundation (FSF) ha infatti annunciato un progettone globale, chiamato GPL Version 3 Development and Publicity Project, che coinvolgerà migliaia di organizzazioni, sviluppatori di software e utenti di tutto il mondo nell'aggiornamento della più famosa delle licenze per il software libero.

Il progetto, che accenderà i motori nel corso del 2006, avrà il compito di raccogliere i commenti e le proposte di tutti i partecipanti e redigere quella che sarà la terza grande revisione della licenza GPL, chiamata in breve GPLv3.

Il supervisore globale del processo sarà la stessa FSF, con il supporto del suo centro di competenza legale, il Software Freedom Law Centre (SFLC). FSF Europe coordinerà invece le attività in Europa, lavorando strettamente con entrambe le organizzazioni statunitensi e contribuendo alle attività di comunicazione globali.

"Con il rilascio della GPLv3 miriamo ad aumentare l'estensione internazionale del movimento del software libero", ha dichiarato Peter Brown, direttore esecutivo di FSF. "Per sviluppare questa nuova licenza ci manterremo in contatto con comunità di tutto il mondo, in modo da assicurare la loro partecipazione al processo di aggiornamento di uno dei più importanti documenti per la vita sociale dei nostri tempi".
"Stiamo lavorando a stretto contatto con la nostra organizzazione sorella e con il SFLC per far sì che la GPLv3 risponda ai principali problemi esistenti a livello nazionale ed europeo", ha aggiunto il presidente di FSF Europe Georg Greve. "In Europa esiste un ecosistema molto vivo, fatto di sviluppatori di software libero e di piccole e medie imprese basate sul software libero. Sarà nostra cura rafforzarlo e aiutare i governi europei a farlo crescere ancora di più".

Il primo passo compiuto da FSF per incoraggiare la discussione e il dibattito intorno alla GPLv3 è stato la creazione di una mailing-list aperta a tutti.

Il progetto della FSF ha già ottenuto una donazione di 150.000 euro da parte di Stichting NLnet, una fondazione non profit danese che ha l'obiettivo di stimolare lo sviluppo di tecnologie di rete open source per Internet.

"Il supporto di NLnet alla GPL e al movimento del software libero, e il nostro desiderio affinché l'adozione della GPLv3 sia pienamente realizzata in uno spirito internazionale, hanno reso il finanziamento di questo progetto una vera priorità per noi", ha detto Teus Hagen, presidente di NLnet. "La nostra speranza è quella di incoraggiare altre organizzazioni a concedere donazioni per aiutare a sostenere questo progetto unico".

Come noto, la GPL rappresenta una sorta di "costituzione" del movimento free software che sancisce il diritto, per gli utenti, di esaminare, copiare, modificare, riutilizzare, condividere e ridistribuire liberamente il software. Oggi questa licenza è utilizzata da decine di migliaia di progetti software, primo tra tutti Linux, e da imprese e governi di tutto il mondo: da qui è possibile immaginare quanto importante e delicato sia il lavoro di revisione della GPL, e quali responsabilità questo comporti.
116 Commenti alla Notizia 2006, l'alba della nuova GPL
Ordina
  • Anno 20XX,

    Il software e' tutto gratuito.
    Microsoft, Oracle, Sun e tutti i grandi colossi dell'informatica hanno chiuso.
    Il 94,3% dei laureati in informatica e' disoccupato o lavora nel campo delle pulizie domestiche.
    Il calo di iscrizioni alle universita' tecniche e' stato del 98,34% lo scorso anno e tende a crescere.
    Bill Gates ha fondato una nuova azienda di consulenza che personalizza gestionali assumendo laureati indiani a 150 euro al mese.
    Stallman ha detto "il volevo salvare il mondo illuminando i nostri cuori con la luce divina del bene, ma i soliti commerciali ci hanno sfruttati".
    I seguaci di Stallman piangono assieme al loro maestro per il diffuso male nei cuori della gente.

    In Italia il mestiere piu' gettonato resta l'idraulico e le universita' hanno chiuso perche' dopo la scuola dell'obbligo i ragazzi vogliono diventare qualcuno e smettono di studiare per imparare una professione seria: l'elettricista, l'idraulico, il muratore, ecc,
    non+autenticato
  • >Il progetto della FSF ha già ottenuto una
    > donazione di 150.000 euro da parte di Stichting
    >NLnet, una fondazione non profit danese

    NLnet e' olandese, non danese.

    giusto per pignoleria Occhiolino

    non+autenticato
  • ...sai quante aziende sarebbero fallite? eppols in cima a tutti con il suo os/ce$$o prima dell'osx (il primo che mi difende os classic gli lancio pomodori marci in testa)

    secondo me tutto quel che e' open deve essere rilasciato come open e gratuito, ma non si puo' impedire ad una multinazionale americana (eppuols) di COPIARE DI SANA PIANTA un os open sviluppato da gente di propria iniziativa personale, piena di buone intenzioni e volonta, e poi rivenderlo a peso d'oro e far pagare pure gli aggiornamenti, e' uno schifo
    non+autenticato
  • Basterebbe fare una licenza che consenta di usare il free software solo a uso personale o di ricerca e studio
    non+autenticato
  • ... prima di usare la sua fanatica GPL

    grazie
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... prima di usare la sua fanatica GPL
    >
    > grazie

    Progettami il kernel di un sistema operativo pari o superiore all'attuale Linux e lo stipendio te lo do io...Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ... prima di usare la sua fanatica GPL

    > > grazie

    > Progettami il kernel di un sistema operativo pari
    > o superiore all'attuale Linux e lo stipendio te
    > lo do io...Deluso

    Anche io sono disponibile ad assumerlo, se ci porta il kernel quando e' pronto mi sa che ce lo litighiamo.
    non+autenticato
  • > Progettami il kernel di un sistema operativo pari
    > o superiore all'attuale Linux e lo stipendio te
    > lo do io...Deluso

    Ehm, il kernel non era stato scritto da Torvalds ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ... prima di usare la sua fanatica GPL
    > >
    > > grazie
    >
    > Progettami il kernel di un sistema operativo pari
    > o superiore all'attuale Linux e lo stipendio te
    > lo do io...Deluso

    l'unica cosa che ha fatto stallman è un editor (emacs) tutto fare, praticamente inutileIndiavolato

    probabilmente lo ha scritto durante le pause dell'università in cui lavora... beh lavora, non esageriamo

    peccato che chi non ha la sua fortuna di essere un impiegato statale come lui non può certamente regalare il suo software utile o inutile che sia

    stallman, ahi ahi ahi!
    non+autenticato
  • Tu ovviamente non conosci la potenza di Emacs per chiamarlo semplice editor vero?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > ... prima di usare la sua fanatica GPL
    > > >
    > > > grazie
    > >
    > > Progettami il kernel di un sistema operativo
    > pari
    > > o superiore all'attuale Linux e lo stipendio te
    > > lo do io...Deluso
    >
    > l'unica cosa che ha fatto stallman è un editor
    > (emacs) tutto fare, praticamente inutileIndiavolato
    >

    ... nonchè l'intera versione iniziale del compilatore gcc - che e' usatissimo su un bel po' di piattaforme anche proprietarie, buona parte della libc e via discorrendo.
    La maggior parte quando non era più dipendente (per altro a contratto) del MIT.

    > probabilmente lo ha scritto durante le pause
    > dell'università in cui lavora... beh lavora, non
    > esageriamo
    >
    > peccato che chi non ha la sua fortuna di essere
    > un impiegato statale come lui non può certamente
    > regalare il suo software utile o inutile che sia
    >

    rms non e' mai stato 'impiegato statale' visto che anche il MIT è una università privata. Da un pezzo poi campa con il non lautissimo stipendio della FSF insieme a pochi altri. I 150mila servono a pagare invece gli avvocati, che guarda caso lavorano per la gloria ma fino ad un certo punto...

    > stallman, ahi ahi ahi!

    Informati prima di sparare a vanvera pseudo-verita'
    non+autenticato
  • urcocane alla faccia dell'essere informati.

    se non sai niente, taci
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... prima di usare la sua fanatica GPL

    prima scrivi un compilatore come gcc, e tira su un progetto come GNU che accorpa migliaia di sviluppatori, dopodiche' potrai accampare pretese su presunti stipendi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... prima di usare la sua fanatica GPL

    Ma tu lo sai quanto guadagna Stallman ? Sei disposto a guadagnare cosi' poco e a donare parte del tuo salario alla FSF ? Bravo !
    11237
  • ragazzi io vorrei lo stipendio di billy come facciamo?se ricompilo il kernel di linux 0.0.2 e lo do alla MS dite che mi pagano?secondo me ha un maggior riconoscimento il kernel 2.2 di quello microsoft....
  • Non e' vero che con BSD il programmatore e' privato di tutto. I diritti morali d'autore, cioe' quelli di essere riconosciuto come autore del software, non possono essere eliminati, ne in USA ne' in Europa.
    non+autenticato
  • E vissero tutti felici e contenti cibandosi di bacche e radici...

    Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non e' vero che con BSD il programmatore e'
    > privato di tutto. I diritti morali d'autore,
    > cioe' quelli di essere riconosciuto come autore
    > del software, non possono essere eliminati, ne in
    > USA ne' in Europa.

    cerrrrto e infatti in windows ci sono i credits sullo stack tcp/ip preso da freebsd; ma vai a dormire va
    non+autenticato
  • No, questo perchè M$ voleva mantenere segreta la cosa; finchè non è stata scoperta da un programmatore FreeBSD proprio analizzando lo stack TCP/IP di win2000. Non è il solo codice BSD che implementa win*.
    Ma appena scoperta M$ ha ammesso tutto ed è stato evidenziato che non era stato riportato il nome degli autori dello stack.
    M$ poteva essere denunciata per violazione della licenza: semplicemente non è stato fatto questo.
  • - Scritto da: BSD_like
    > M$ poteva essere denunciata per violazione della
    > licenza: semplicemente non è stato fatto questo.

    E perché non è stato fatto? Se capitava a me avrei certamente chiesto un risarcimento (fosse stata una ditta diversa probabilmente non lo farei, ma se per una volta nella vita mi capita di poter spennare qualche spicciolo a mamma M$ stai pur certo che non mi tiro indietro).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)