La TV di Grundig è 3D

Il noto produttore tedesco ha svelato una nuova tecnologia che potrebbe portare la visione tridimensionale anche nei salotti di casa, superando i problemi che affliggono gli attuali display 3D

Berlino - I display 3D hanno timidamente cominciato a farsi strada sul mercato già da alcuni anni ma, ad oggi, sono stati per lo più impiegati nel settore dei monitor per computer. Grundig sembra intenzionata a cambiare le cose con una nuova tecnologia tridimensionale espressamente progettata per i televisori.

La nuova tecnica, presentata al salone dell'elettronica di consumo Internationale Funkausstellung, fa a meno dei costosi filtri polarizzanti utilizzati negli attuali monitor tridimensionali e crea un effetto 3D apprezzabile da qualunque angolazione si guardi lo schermo. L'immagine percepita dall'occhio, composta da più scene stereoscopiche, viene generata da un componente hardware specializzato chiamato Black Betty e sviluppato dalla 3D Image Processing, una connazionale di Grundig. Questo processore di immagini si preoccupa di generare 8 scene con prospettive differenti, miscelarle e inviarle ad un display 3D costruito da X3DTechonolgies, un'altra società tedesca che collabora con Grundig.

Tutti i segnali trasmessi dall'hardware grafico al display vengono codificati in MPEG-4 e, pertanto, possono essere salvati direttamente su di un supporto ottico o un hard disk: un DVD dovrebbe contenere all'incirca un'ora e mezza di video 3D. Si può già tuttavia prevedere che la registrazione dei contenuti protetti verrà impedita per mezzo di lucchetti digitali.
Grundig afferma che la tecnologia 3D messa a punto con le proprie partner avrà costi d'implementazione inferiori alle tecnologie già sul mercato e, grazie all'ampio angolo di visione, si adatterà perfettamente all'uso nei televisori domestici. L'azienda tedesca spera di spingere i suoi futuri prodotti 3D in ambito consumer anche e soprattutto grazie alle partnership con i produttori di contenuti: questi ultimi dovranno infatti utilizzare apposite tecniche per creare video gestibili dalla tecnologia Black Betty.

Grundig prevede di iniziare la produzione dei primi prodotti basati sulla propria tecnologia entro i prossimi due anni: il prezzo stimato dei primi televisori di questo tipo dovrebbe aggirarsi tra i 5.000 e gli 8.000 euro.
TAG: monitor
28 Commenti alla Notizia La TV di Grundig è 3D
Ordina
  • Ma non mi dite che non servira' piu' indossare gli occhialetti 3D, quelli con una lente rossa e una blu....
    Naaaaa, che delusione, spendero' i 5000/8000 euro solo a patto che queta tecnologia li preveda ancora.
    non+autenticato
  • ora ci sono quelli ad otturazione o quelli polarizzati (per giunta suportati dai giochi d3d/opengl quando girano sopra driver nvidia)Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ora ci sono quelli ad otturazione o quelli
    > polarizzati (per giunta suportati dai giochi
    > d3d/opengl quando girano sopra driver nvidia)Occhiolino

    A Berlino sono stato al cinema IMAX 3D e, tramite dei grossi e strani occhiali, era possibile vedere il video in 3D senza l'ausilio degli occhiali coi due colori, seppur con qualche difficoltà di messa a fuoco e giramento di testa in scene particolari. Una tecnologia il cui prototipo avevo già visto 10 anni fa allo SMAU.

    TAD

  • - Scritto da: TADsince1995
    > A Berlino sono stato al cinema IMAX 3D e, tramite
    > dei grossi e strani occhiali, era possibile
    > vedere il video in 3D senza l'ausilio degli
    > occhiali coi due colori, seppur con qualche

    erano occhiali polarizzati. il concetto è simile a quello delle card che trovi nelle merendine, quando le pieghi vedi immagini diverse.
    solo che i proiettori a lenti polarizzate costano una barcata.
    Secondo me per ora la tecnologia a lenti polarizzate rimane insuperabile.
    Staremo a vedere (appunto) questa nuova tecnologia...

    non+autenticato
  • > erano occhiali polarizzati. il concetto è simile
    > a quello delle card che trovi nelle merendine,
    > quando le pieghi vedi immagini diverse.
    > solo che i proiettori a lenti polarizzate costano
    > una barcata.
    > Secondo me per ora la tecnologia a lenti
    > polarizzate rimane insuperabile.
    > Staremo a vedere (appunto) questa nuova
    > tecnologia...


    1. non c'entra nulla, infatti per quelle non ti servono gli occhialini. Le card sfruttano la rifrazione, non la polarizzazione.
    2. i proiettori non costano una barca, un cinema se li potrebbe permettere: bastano due proiettori normali, uno ha il filtro polarizzatore (che costa una manciata di euro) posto verticalmente, l'altro orizzontalmente. Ciò che costa è l'apparecchiatura che legge il supporto contenente i due canali video.
    non+autenticato
  • > 2. i proiettori non costano una barca, un cinema
    > se li potrebbe permettere: bastano due proiettori
    > normali, uno ha il filtro polarizzatore (che
    > costa una manciata di euro) posto verticalmente,
    > l'altro orizzontalmente. Ciò che costa è
    > l'apparecchiatura che legge il supporto
    > contenente i due canali video.

    penso che la cosa costosa sia lo schermo: gli schermi tradizionali infatti sono costruiti in modo tale che la luce venga riflessa con una intensità uniforme in tutte le direzione, per non perdere luminosità alle angolazioni estreme; lo schermo per il 3D deve invece essere una superficie che mantiene la polarizzazione della luce, diversamente si perde l'effetto!
  • Sei pazzo??Gli occhialini cromatici vanno bene per figure in bianco e nero, ma non funzionano tanto bene con immagini a colori (immagina perche').
    Se ti andassi ad informare, scopriresti che i monitor della X3DTechnologies (scritto sbagliato nell'articolo) non hanno bisogno di occhialini.Io l'ho visto in funzione, ma non mi ha entusiasmato + di tanto: la risoluzione era molto bassa e la profondita' raggiungibile anche (insomma, nessun oggetto che spunta davanti al monitor come invece succede per IMAX3D).
    Speriamo che finalmente arrivi una buona tecnologia.
    non+autenticato
  • Se con questi Tv l'immagine non esce fuori dallo schermo so delle ciofecate.
    A sto punto meglio gli occhiali ad otturazione, non costa nulla 30-40€ e l'immagine è eccezionale(dipende dal monitor che uno ha)
    Sto giocando a UT2004 a 1024x768 e va uno spettacolo, anche Doom3 gira da sballo, un pò di nausea, ma passa col tempoCon la lingua fuori

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se con questi Tv l'immagine non esce fuori dallo
    > schermo so delle ciofecate.
    > A sto punto meglio gli occhiali ad otturazione,
    > non costa nulla 30-40? e l'immagine è
    > eccezionale(dipende dal monitor che uno ha)
    > Sto giocando a UT2004 a 1024x768 e va uno
    > spettacolo, anche Doom3 gira da sballo, un pò di
    > nausea, ma passa col tempoCon la lingua fuori
    >

    cosa sono gli occhiali ad otturazione? dove si possono acquistare?
    non+autenticato
  • Io li ho presi di qua dopo una ricerca con google semplicissima. Sono arrovati in 2 giorni con corriere però ho avuto problemi con quelli senza filo (non funzionano Triste , quelli col filo si)
    http://www.microforum.it/vetrina/approfondimenti/o.../
    non+autenticato
  • la Grundic? Ho esultato troppo presto?
    non+autenticato
  • io trovo i televisori grundig eccezionali. I televisori più coriacei che ho avuto sono stati tutti grundig.
    TV accese per 8-10 ore al giorno mi sono durati anche 7 anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > io trovo i televisori grundig eccezionali. I
    > televisori più coriacei che ho avuto sono stati
    > tutti grundig.
    > TV accese per 8-10 ore al giorno mi sono durati
    > anche 7 anni

    Io invece ho preso prodotti più recenti (una radio e un lettore mp3) e sono stati un'inculata totale. Inoltre il design caratteristico "a buchi" della Grundig mi è sempre stato sul cazzo.
    non+autenticato
  • La grunding!
    Non me lo sarei mai aspettato.
    Comunque anche secondo me la Grunding non è un gran che come marca,la paragono ad una Amstrad o Synudine
    non+autenticato

  • > TV accese per 8-10 ore al giorno mi sono durati
    > anche 7 anni

    Ho un 14 pollici LOEWE, perfettamente funzionante, comperato per connettere il Fan Commodore64. Ora è attaccato alla Ps2 e va ancora che è una bellezza.

    21 anniSorride

    Unico problema il telecomando che sembra abbia fatto il vietnam...
    Terra2
    2332

  • - Scritto da: Anonimo
    > io trovo i televisori grundig eccezionali. I
    > televisori più coriacei che ho avuto sono stati
    > tutti grundig.
    > TV accese per 8-10 ore al giorno mi sono durati
    > anche 7 anni

    7 anni!?!? Io ho un Grundig Monolith con tanto di amplificatore stereo interno e casse di una certa potenza che funziona perfettamente (anche se ha subito vari interventi) e ha la bellezza di 20 anni se non oltre!!!

    TAD
  • E' una delle marche migliori. Se doveva fallire, al massimo la motivazione poteva essere che i loro prodotti duravano troppo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > la Grundic? Ho esultato troppo presto?

    E' una delle marche migliori. Se doveva fallire, al massimo la motivazione poteva essere che i loro prodotti duravano troppo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > la Grundic? Ho esultato troppo presto?

    Grundig.
    Miii se ne leggono e sentono di tutti i colori. Grundic, Gunding, Krudick...
    Si legge e si scrive esattamente come se fosse italiano.

    No, non è fallita. Ha avuto grossi momenti di crisi quando sono arrivate le TV giapponesi e coreane a basso costo (e qualità), ma è rimasta in piedi.

    Certo, i loro prodotti non sono eccelsi. Ho un TV grundig a colori, da 24 pollici da 17 anni. Purtroppo l'anno scorso si è rotto il telecomando, con tutte le volte che era caduto, si è aperto in due. Ho fatto un giro per i centri commerciali a vedere se esisteva uno di quei telecomandi universali che mi avrebbero pilotato tutte le funzioni, ne ho provati tanti, ma mancava sempre qualcosa. Dopo un po' di tempo mi capitò di passare davanti ad un Centro di Asisstenza autorizzato. Sono entrato, ho chiesto se per caso avevano da qualche parte un telecomando per questo TV, vecchio di 17 anni. Dice: "no, in casa non ce l'ho, ma posso farglielo arrivare fra due giorni. Nuovo, costa 13 euro IVA compresa".
    E che cavolo, costa quasi meno di quelli "universali"... ed è esattamente lo stesso modello, uguale, identico, preciso.
    Ora, non so voi, ma se dovessi comprare ancora un TV color dal quale non pretendo la qualità, ma la durata, di certo ne prenderei uno per il quale dopo oltre tre lustri trovo ancora i pezzi di ricambio a prezzi umani. Anche se, devo dire la verità, non è che poi servano molto i pezzi di ricambio, viste le ore che è rimasto acceso e visto che non l'ho mai portato in assistenza.
    Si vedo che i tedeschi le cose le sanno fare... ed il prossimo che mi dice che la mia Golf con la quale ho appena superato i 360mila chilometri è vecchia, gli faccio fare un giro di prova, sono sicuro che cambia idea.

    P.S. avete notato come i prodotti tedeschi molto spesso hanno nomi "internazionali" ?
    Grundig si legge quasi uguale in tutte le lingue, Golf, è impossibile leggerlo diverso, Polo anche (si, o.k. i francesi mettono l'accento sulla seconda "o") ... mi chiedo chi sia stato quell'intelligentone che ha scelto il nome "euro" per la moneta unica. Era l'unico nome possibile ed immaginabile che si legge diverso in ogni lingua!
    Potenza del marketing.

    Poi vabbè... c'è gente che dice "Porsch" senza la e finale, ma questo è un altro discorso.
  • Quasi tutti dicono porsch senza la e finale, sei il primo che sento che dice porscie
    non+autenticato
  • infatti si dice "porsce", dal nome di quello che l'ha fondata...se la maggior parte degli italiani è sotto questo punto di vista ignorante, peggio per loro...
    non+autenticato