25 pollici di nanotubi in carbonio

Un'azienda statunitense realizza un prototipo funzionante di schermo ad alta definizione che utilizza nanotubi in carbonio. Immagini nitidissime e zero ombreggiature, garantiscono i costruttori

Austin (USA) - Se gli schermi 3D vogliono dettare un nuovo standard per la televisione, lo schermo a nanotubi messo a punto da Applied Nanotech intende piantare la bandiera degli Stati Uniti su tutto il settore della riproduzione grafica ad alta definizione.

L'azienda texana, che conta sulla guida dei migliori ingegneri nel campo della tecnologia LCD, ha recentemente annunciato la creazione di un prototipo funzionante di FED, acronimo di Field Emission Display: grazie ad un processo produttivo nanometrico, Applied Nanotech è riuscita a costruire uno schermo da 25 pollici che utilizza microscopici tubi in carbonio per la riproduzione di immagini.

Zvi Yaniv, CEO di Applied Nanotech, è convinto che questa nuova generazione di schermi potrà garantire "prestazioni addirittura superiori ai tradizionali sistemi CRT, con costi inferiori ed una definizione altissima". Forte della collaborazione di partner come Canon e Toshiba, Yaniv spera che l'uso di nanotubi possa avere un importante impatto nel mercato dei grandi schermi.
I bassissimi tempi di risposta offerti da questa tipologia di schermi, chiamati anche SED -Surface conduction Electron emitter Display-, permettono di creare monitor di grandi dimensioni ma totalmente esenti dal fastidioso "effetto ombra" di cui soffrono moltissimi dispositivi in commercio.

La dimostrazione del prototipo sviluppato da Applied Nanotech, rilasciata sulle pagine del sito ufficiale dell'azienda, tuttavia non conferma le eccezionali proprietà di questo prodotto - sviluppato a metà tra USA e Giappone: ma niente paura, affermano le fonti ufficiali, perché si tratta solo di un "prototipo", un concept ben lontano da qualsiasi modello commerciale.

Gli schermi nanotecnologici usciranno dai laboratori soltanto a partire dal 2006: le grandi aziende che producono televisori hanno già fatto sapere di essere pronte ad inondare il mercato con TV SED. Persino gli utenti informatici potranno trarre enormi vantaggi dall'uso di monitor SED. La possibilità di avere un dot pitch particolarmente basso, unito a tempi di reazione da record, ne farà una scelta obbligata per grafici e progettisti, nonché per i videogiocatori più appassionati.

Tommaso Lombardi
TAG: 
61 Commenti alla Notizia 25 pollici di nanotubi in carbonio
Ordina
  • So che le PM10 (inferiori a 10 micron, 10000 nano metri) sono cancerogene.

    So che ci sono serie ipotesi che i vari soldati che abbiamo mandato in Bosnia e che si stanno ammalando in grosso numero, so che il problema è probabilmente nelle polveri rilasciate nelle esplosioni dei missili.

    Pare che i metalli ad altissime temperature generino delle nano polveri molto tumorali. Una dottoressa che sta facendo ricerche ha trovato molte nano e micropolveri nelle cellule e pare che danneggino il DNA.

    Il problema dovrebbe essere simile all'amianto ma qui tiro a indovinare.

    Mi chiedo se mettere nell'ambiente queste sostanze è da persone responsabili anche perché sono sicuro che ricerche di pericolosità non ne sono state fatte.

  • > So che le PM10 (inferiori a 10 micron, 10000 nano
    > metri) sono cancerogene.

    Dipende da cosa sono composte, non solo le dimensioni.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > So che le PM10 (inferiori a 10 micron, 10000
    > nano
    > > metri) sono cancerogene.
    >
    > Dipende da cosa sono composte, non solo le
    > dimensioni.

    dipende anche da dove sono utilizzate. Se i nanotubi sono "incorporati" all'interno di strutture solide, non sono particolarmente tossiche, non più di altri componenti dentro ai crt e lcd, che fintantoché rimangono dove sono e vengono smaltiti adeguatamente, non causano nulla.

    Chiaro che se prendi un tv FED e lo sfasci per terra, e quindi ne lecchi i cocci, rischierai qualcosa, ma questo varrà anche per gli lcd e i crt!!
  • ma che stai a di?
    i nanotubi sono una struttura solida del carbonio, che è presente in diverse strutture solide in natura, e precisamente:
    diamante
    grafite
    bucky-ball (il nome scientifico è troppo complicato)
    nano tubi

    e soparttutto il carbonio non è un metallo e neanche un semi metallo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > bucky-ball (il nome scientifico è troppo
    > complicato)

    Fullerene?
    C-60?

    Cosa c'è di complicato?
  • Dipende anche dalle quantità usate
    Con quello che costano adesso i fullereni, dubito che ne mettano a grammi.
    Dipende da dove questa quantità viene messa:
    fino a che sta nello scherma non fa danno (non la respiri, non la mangi, non la tocchi).

    Con l'arrivo di queste nuove tecnologie i verdi avranno altri spauracchi per spaventare la gente (per nulla). Il grave è che molta gente ci casca costantemente.
  • Al solito berlusconi dirà agli italiani cosa possono o non possono comprare alzando i prezzi di tutto del 400%
    non+autenticato
  • ahahahhahah....ma quanto sei ridicolo....Berlusconi sembra una divinità da come lo dipingete....siete simpatici però, stupidi ma simpatici!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ahahahhahah....ma quanto sei
    > ridicolo....Berlusconi sembra una divinità da
    > come lo dipingete....siete simpatici però,
    > stupidi ma simpatici!
    Tu scherzi, ma fa un sacco di danni, il terremoto in Giappone, lo tsunami, l'ultima l'ha fatta nel golfo del Messico, con l'ancora del megayacht ha agganciato il tappo sul fondo, si è creato un vortice e guarda cos'è successo in Louisiana.
    non+autenticato
  • Fatto, grazie a te!!
  • 25 pollici di tubo non mi sembrano così nanoOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 25 pollici di tubo non mi sembrano così nanoOcchiolino

    se teniamo conto che i primi nanotubi erano talmente spezzettati che + di qualche centimetro era raro...
  • Per chi lavora nella grafica spero che sia giunta una vera alternativa al CRT, con gli ingombri di un LCD.

    Cmq con il nome che porto, mi tocchera' almeno provarloOcchiolino

  • - Scritto da: carbonio
    > Per chi lavora nella grafica spero che sia giunta
    > una vera alternativa al CRT, con gli ingombri di
    > un LCD.
    >
    > Cmq con il nome che porto, mi tocchera' almeno
    > provarloOcchiolino

    Non te lo consiglio.Sembra che questi apparecchi producano delle onde subspaziali distorcenti, che provocano danni alla vista.Infatti gli Lcd sono stati proibiti in Helesia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Non te lo consiglio.Sembra che questi apparecchi
    > producano delle onde subspaziali distorcenti, che
    > provocano danni alla vista.Infatti gli Lcd sono
    > stati proibiti in Helesia.

    Questa Helesia?

    Helesia è un florido regno comandato dalla famiglia reale di Jovinias e da un circolo di Saggi chiamati "Erudes", le varie regioni del regno sono amministrate da "Casate" ognuna al comando di un Governatore. Ma nell'anno del sole nero un fato greve e malevolo colpì il regno, la morte per avvelenamento di Re Donovan Jovinias II scosse la società di Helesia fino alle fondamenta. Il colpevole non è ancora stato trovato, e tutte le Casate si guardano ora con circospezione. L'unico figlio ed erede al trono, Kael Jovinias, ha appena 4 anni e la regina Fenrae morì tragicamente durante il parto. Il fanciullo deve essere incoronato Re come vogliono le antiche leggi e gli Erudes sceglieranno una casata meritevole che li affianchi per amministrare il regno, fino a che il nuovo Re non raggiungerà l'età di 14 anni.

  • - Scritto da: carbonio
    > la
    > morte per avvelenamento di Re Donovan Jovinias II

    Ma io non sono ancora morto, non è vero!

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da: carbonio
    > > la
    > > morte per avvelenamento di Re Donovan Jovinias
    > II
    >
    > Ma io non sono ancora morto, non è vero!

    e' ovvio, poi alla fine si scopre che era un trucco per trovare i cospiratori e finisce a tarallucci e vino ( se e' buono chiedete all'oste )

  • . Il colpevole non è ancora stato
    > trovato, e tutte le Casate si guardano ora con
    > circospezione.

    Il colpevole è lo schermo Lcd.Ecco perchè è stato proibito in Helesia, stato a sud del madagascar.
    non+autenticato

  • - Scritto da: carbonio
    > Per chi lavora nella grafica spero che sia giunta
    > una vera alternativa al CRT, con gli ingombri di
    > un LCD.
    >
    > Cmq con il nome che porto, mi tocchera' almeno
    > provarloOcchiolino


    secondo me, con la qualità sempre crescente dell'lcd, questi fed, sempre che riusciranno a trovare un mercato, saranno costosissimi e relegati a mercati di nicchia, in sostituzione a posti dove attualmente gli lcd non possono essere usati.

    voglio dire, con lcd da 8ms di refresh time, basterà realizzarne uno che con lo stesso refresh riuscirà a visualizzare 16mln di colori non interpolati, per qualsiasi utente consumer andrà benone.
  • - Scritto da: avvelenato
    > voglio dire, con lcd da 8ms di refresh time,
    > basterà realizzarne uno che con lo stesso refresh
    > riuscirà a visualizzare 16mln di colori non
    > interpolati, per qualsiasi utente consumer andrà
    > benone.

    Scusa credi che agli utenti consumer non interessi il dot pitch?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: avvelenato
    > > voglio dire, con lcd da 8ms di refresh time,
    > > basterà realizzarne uno che con lo stesso
    > refresh
    > > riuscirà a visualizzare 16mln di colori non
    > > interpolati, per qualsiasi utente consumer andrà
    > > benone.
    >
    > Scusa credi che agli utenti consumer non
    > interessi il dot pitch?

    penso che non sia fondamentale, attualmente, quindi il prodotto rimarrà destinato al settore enterprise.
    In futuro sarà indispensabile ridurlo per alzare la risoluzione a parità di superficie, ma imho prima ci propineranno le cose che adesso propinano a prezzi inimmaginabili nell'enterprise (tipo il display ibm 30" da 200dpi, 40mila euro)
  • - Scritto da: avvelenato
    > > Scusa credi che agli utenti consumer non
    > > interessi il dot pitch?
    >
    > penso che non sia fondamentale, attualmente,
    > quindi il prodotto rimarrà destinato al settore
    > enterprise.

    Penso che agli utenti interessi di più di altre cazzate
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: avvelenato
    > > > Scusa credi che agli utenti consumer non
    > > > interessi il dot pitch?
    > >
    > > penso che non sia fondamentale, attualmente,
    > > quindi il prodotto rimarrà destinato al settore
    > > enterprise.
    >
    > Penso che agli utenti interessi di più di altre
    > cazzate


    penso che gli utenti comuni non siano disposti a pagare 1000 per un miglioramento di 10
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)