Apple blinda le applicazioni x86

Nella nuova versione del proprio kit per lo sviluppo, la Mela ha aggiunto rigide funzionalità antipirateria che impediranno, tra le altre cose, di far girare i programmi per Mactel sui PC

Roma - Come molti avevano previsto, Apple è decisa a legare nel modo più stretto possibile il software x86 per Mac alle proprie macchine. Una strategia simile a quella adottata con la coppia iPod/iTunes, tenuta saldamente insieme dal lucchetto FairPlay. Qui il sistema DRM di FairPlay sarà sostituito da una piattaforma antipirateria di cui Apple ha mostrato le prime frange nell'ultima versione del proprio Developer Transition Kit (DTK).

Il DTK comprende un sistema di sviluppo per Mac con supporto all'architettura di Intel: il kit, dal costo di 999 dollari, permette agli sviluppatori di creare versioni delle proprie applicazioni in grado di girare indifferentemente sugli attuali Mac e sui futuri modelli "Intel inside".

La release più recente, che include la versione x86 di Mac OS X 10.4.2, integra una serie di meccanismi antipirateria progettati per rendere più difficile la copia non autorizzata delle applicazioni e, soprattutto, impedire che queste possano essere fatte girare sui PC e su altre macchine diverse dai Mac.
I cambiamenti apportati da Apple al proprio kit di sviluppo sono così drastici da rendere buona parte delle applicazioni compilate con questo software incompatibili con la versione precedente.

C'è chi ritiene che la casa della Mela, nel prossimo futuro, potrebbe implementare in Mac OS X la specifica Trusted Platform Module (TPM), un sistema hardware/software sviluppato dal Trusted Computing Group che, tra i molti compiti, ha quello di controllare l'autenticità del sistema operativo e dell'hardware su cui questo gira.

Grazie al TPM Apple potrà impedire che le future release di Mac OS X x86 possano essere fatte girare sui PC standard. Nello stesso tempo sarà anche in grado, se lo vorrà, di far girare sulla propria piattaforma solo le applicazioni dotate di una firma digitale valida: questo potrebbe anche servire per scoraggiare i virus writer dal modificare i propri codicilli per PC e portarli, con poco sforzo, sui sistemi Mactel.
TAG: apple
332 Commenti alla Notizia Apple blinda le applicazioni x86
Ordina
  • http://www.tevac.com/article.php/20050921185308328

    Dopo oltre 15 anni di PC, un mio amico si è deciso a switchare. Ha sempre programmato su Windows (e prima DOS) ed è decisamente un "manico".
    Recentemente si è messo in proprio e lavora per clienti di una certa levatura (anche per la F1), in ambienti Java based.
    Ha cominciato con un Mac Mini e un iBook, per sondare le acque...
    Ecco parte di cosa mi ha scritto oggi.

    "...Nel frattempo, sto godendo Sorride Oggi, dal cliente, ci ho messo un minuto per stampare un documento su una stampante aziendale non configurata prima. Con Bonjour ho trovato in due secondi una sessantina di stampanti (alla M******M*****i manco pensavano di averne tante).

    Normalmente, con Windows, la procedura era la seguente (so che lo sai benissimo, ma mi piace scriverlo per mio compiacimento Sorride:

    - provi a browsare
    - dopo cinque minuti di clessidra capisci che non ci riesci
    - ti fai dire l'IP della stampante / server
    - dopo qualche tentativo ti connetti
    - ti chiede username e password e a questo punto ti f*tti
    - in rari casi non te li chiede - ora però bisogna installare i driver
    - tipicamente devi fare reboot
    - a quel punto stampi, ma il documento si perde da qualche parte
    - oppure lo spooler di stampa lo fa vedere, ma "bloccato"
    - tipicamente non riesci a cancellarlo dallo spooler di stampa
    - quando poi riesci a stamparlo, i margini non sono corretti

    Ora è tutto un altro vivere Sorride"


    ...Piccole soddisfazioni (e un "sono anni che te lo dicevo o no?" nel mio reply)...


    ----

    non posso far altro che quotare in pieno
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • E' incredibile, per una volta che la Apple ha l'occasione di conquistae una discreta quota di mercato con il suo OS, la butta al vento! Sì, d'accordo, vuole vendere anche l'hardware (a prezzi doppi rispetto ad un PC), ma così non faranno molta strada.

    Per me possono pure sparire, uso molto OSX per lavoro e devo dire che tutta questa novità rispetto a XP non ce la vedo, a parte le cazzatine colorate e animate.

    Un sistema operativo come un altro, anzi OSX ha pure dei problemi nella gestione della memoria, oltre ad un parco software molto limitato rispetto a quello per PC.

    Certo, se vi piacciono i cartoni animati, allora è il SO perfetto! A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' incredibile, per una volta che la Apple ha
    > l'occasione di conquistae una discreta quota di
    > mercato con il suo OS, la butta al vento! Sì,
    > d'accordo, vuole vendere anche l'hardware (a
    > prezzi doppi rispetto ad un PC), ma così non
    > faranno molta strada.

    non è l'obiettivo di apple diventare solo swhouse...almeno non per ora. Non mi pare complesso il concetto.
    è dall'84 che si sente dire che non faranno strada....sono passati almeno 20anni ed apple è ancora li finanziariamente + solida di ieri.....ma le oscure previsioni di taluni sono sempre le stesse.


    >
    > Per me possono pure sparire, uso molto OSX per
    > lavoro e devo dire che tutta questa novità
    > rispetto a XP non ce la vedo, a parte le
    > cazzatine colorate e animate.
    >

    come possono sparire i tuoi commenti....ehm visto che os x preesisteva a Xp e che non ci vedi differenze....chiediti come mai XP assomiglia a qualcosa che c'è da prima.


    > Un sistema operativo come un altro, anzi OSX ha
    > pure dei problemi nella gestione della memoria,
    > oltre ad un parco software molto limitato
    > rispetto a quello per PC.
    >

    ah si e quali sono i problemi nella gestione della memoria?
    perche se uno *nix ha problemi in questo...quelli di win XP che a lungo termine si impalla e va riavviato cosa sarebbero?
    il parco se limitato rispetto al pc? vero, ma non tutti lo sfruttano al 100% eppoi non perchè non ci sono le applicazioni con lo stesso nome non significa che non ve ne siano di valide

    > Certo, se vi piacciono i cartoni animati, allora
    > è il SO perfetto! A bocca aperta

    infatti quando vogli guardare i cartoni....sto in ufficio a rimirare le iconcine e i wizard di XP

    vivi di luoghi comuni...o sei un troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > vivi di luoghi comuni...o sei un troll

    oppure una combinazione lineare delle due cose
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > vivi di luoghi comuni...o sei un troll
    >
    > oppure una combinazione lineare delle due cose

    effettivamente non ci avevo pensato...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' incredibile, per una volta che la Apple ha
    > l'occasione di conquistae una discreta quota di
    > mercato con il suo OS, la butta al vento!

    Ti rammento che il nome completo di Apple è "Apple Computers", e non "Apple Software".
    La quote di mercato non si conquistano mettendo in vendita un OS in diretta concorrenza con Win.

    > Sì,
    > d'accordo, vuole vendere anche l'hardware (a
    > prezzi doppi rispetto ad un PC), ma così non
    > faranno molta strada.

    Ah certo... invece se fanno come dici tu ci sono tutte le sw-house pronte a realizzare per MacOSX tutto ciò che manca e che fa si che Windows rappresenti di fatto un monopolio.

    > Per me possono pure sparire, uso molto OSX per
    > lavoro e devo dire che tutta questa novità
    > rispetto a XP non ce la vedo, a parte le
    > cazzatine colorate e animate.

    Peccato che OSX sia arrivato "prima" di XP... ma questo è un altro discorso... se non vedi le differenze fai bene ad usare Windows... MacOSX, per te, è sprecato.

    > Un sistema operativo come un altro, anzi OSX ha
    > pure dei problemi nella gestione della memoria,

    ROTFL...

    > oltre ad un parco software molto limitato
    > rispetto a quello per PC.

    Sicuramente diverso... più limitato mi pare scontato, visto che Win ha il 90% del mercato.
    In ogni caso io non uso certo "tutto il parco sw esistente"... l'importante è che esistano le applicazioni che mi servono.

    > Certo, se vi piacciono i cartoni animati, allora
    > è il SO perfetto! A bocca aperta

    Certo, e se vi piacciono i luoghi comuni scrivete post come questo
    non+autenticato
  • E' piuttosto sorprendente vedere come, appena si parla di Macintosh, partano dei thread chilometrici alimentati da pro-Apple che controbattono a persone che "disprezzano" le macchine della mela.

    Il fatto pero' e' che spesso gli argomenti di questi ultimi riguardano fatti nebulosi vissuti da amici e conoscenti, problemi letti in siti riguardanti schede logiche, critiche all'atteggiamento dei sostenitori di Apple, fantomatici problemi riguardanti i blocchi messi dalla casa di Cupertino per impedire l'utilizzo di hw differenti da quelli Apple...

    Insomma: nel 90% dei casi le critiche vengono da persone che in realta' non hanno mai usato un Mac, o che lo hanno visto da un amico, da persone che sono smanettoni programmatori che intendono il computer come un oggetto su cui passare le ore a sperimentare e cercare il modo di andare oltre i giusti blocchi messi da aziende che nascono per guadagnare, non per regalare le cose.

    Io credo di essere un utilizzatore equilibrato nella conoscenza dei sistemi. Uso ed ho utilizzato hardware e sw di ogni tipo, da Sun nel lontano '92 alle prime Sgi con Irix, a tutte le versioni di Win con macchine tipo Intergraph a tutte le versioni di Mac a partire dal primo, agli Amiga. Il mio primo computer personale fu uno Spectrum 48k... In questo momento sto usando un mio vecchio Titanium 667mhz con installato Tiger. Questo me lo tengo normalmente a casa come computer da "guerra". Lo uso per accedere ad internet a domicilio usando un dongle bluetooth collegato ad un telefonino UMTS, e nel frattempo ascolto la mia musica spedita wi-fi ad una base Airport Express, collegata al mio stereo. Per lavorare in giro uso un Alu 17", e per diletto personale (non posso rassegnarmi a diventare un passacarte...) uso un biproc G5 2.7ghz. In studio, per i vari usi, ho (le pago personalmente insieme al mio socio, so cosa compro...) 4 workstation HP biprocessore, 1 workstation dedicata a DS Nitris, 4 macchine di render Win, una Tezro, una Octane, due G5 biproc, e vari altri win tra server internet, rete e ftp.

    Ho sbrodolato giu' questa caterva di fortuna per far capire che so di cosa parlo.

    E posso dire: mai, nella mia ormai piu' che ventennale carriera di utilizzatore di computers ho trovato macchine "normali" come sono i mac che abbiamo in studio (si possono comprare da FNAC esattamente come le ho io... inclusi i sw) mai, dicevo, ho trovato macchine con meno problemi e piu' produttive.
    Certo, anche i Mac hanno problemi, per carita': si puo' rompere una scheda logica, una tantum... grazie al cavolo, per come e' fatto un mac mi pare la cosa piu' ovvia IN CASO DI PROBLEMA HW... avete mai aperto un G5 alluminio? Non ha un cavo in vista, o volante. Ho avuto un problema su un masterizzatore dvd. Quello che ho letto sulla Nikon mi fa sorridere. Ho una D100, una Canon Ixus, e collego spesso macchine professionali di altri per scaricare i contributi che mi servono: iPhoto mi legge sia la macchina direttamente, sia la scheda di memoria usando un lettore di card. La cosa buffa e' che mi dice anche dalla scheda da dove arriva... riconosce la formattazione. Chi ha detto che un suo amico ha avuto problemi con una Nikon non ha detto nulla. Possibile che il problema fosse ovunque... non necessariamente su mac.

    Per quanto riguarda le proteste sui blocchi, sono solo pretestuose,e sappiamo tutti il perche': tanti che pensavano di avere un'alternativa a Win si fregavano le mani sperando che i blocchi non funzionassero, per poter installare copie pirata dell'OS su qualsiasi scatola grigia...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Ho sbrodolato giu' questa caterva di fortuna per
    > far capire che so di cosa parlo.

    Scusa, ma l'idea che dai e' esattamente opposta...

    > Per quanto riguarda le proteste sui blocchi, sono
    > solo pretestuose,e sappiamo tutti il perche':
    > tanti che pensavano di avere un'alternativa a Win
    > si fregavano le mani sperando che i blocchi non
    > funzionassero, per poter installare copie pirata
    > dell'OS su qualsiasi scatola grigia...

    L'importante e' crederci.
    Ti do' un suggerimento: visto che i nuovi Mac avranno il TCPA implementato in HW, perche' mai dovrebbero limitarsi a verificare il SO?
    Voglio dire, le major farebbero le capriole da macaco se trovassero una piattaforma che garantisse la distribuzione della spazzatura che producono secondo le loro regole, non trovi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ho sbrodolato giu' questa caterva di fortuna per
    > > far capire che so di cosa parlo.
    >
    > Scusa, ma l'idea che dai e' esattamente opposta...
    >
    > > Per quanto riguarda le proteste sui blocchi,
    > sono
    > > solo pretestuose,e sappiamo tutti il perche':
    > > tanti che pensavano di avere un'alternativa a
    > Win
    > > si fregavano le mani sperando che i blocchi non
    > > funzionassero, per poter installare copie pirata
    > > dell'OS su qualsiasi scatola grigia...
    >
    > L'importante e' crederci.
    > Ti do' un suggerimento: visto che i nuovi Mac
    > avranno il TCPA implementato in HW, perche' mai
    > dovrebbero limitarsi a verificare il SO?

    perche sinora non ci sono dichiarazioni che danno da pensare altro.

    > Voglio dire, le major farebbero le capriole da
    > macaco se trovassero una piattaforma che
    > garantisse la distribuzione della spazzatura che
    > producono secondo le loro regole, non trovi?

    si infatti poi chi gioca il gioco con le major si permette di andare in giro a dire che sono ingorde....

    ma finiscila con delle supposizioni che per ora non trovano riscontri....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ho sbrodolato giu' questa caterva di fortuna per
    > > far capire che so di cosa parlo.
    >
    > Scusa, ma l'idea che dai e' esattamente opposta...

    Puoi crederci o meno. Io invece dubito fortemente che tu possa aver usato gli hw che ho usato io. Posso dimostrarlo, e tu?

    >
    > > Per quanto riguarda le proteste sui blocchi,
    > sono
    > > solo pretestuose,e sappiamo tutti il perche':
    > > tanti che pensavano di avere un'alternativa a
    > Win
    > > si fregavano le mani sperando che i blocchi non
    > > funzionassero, per poter installare copie pirata
    > > dell'OS su qualsiasi scatola grigia...
    >
    > L'importante e' crederci.
    > Ti do' un suggerimento: visto che i nuovi Mac
    > avranno il TCPA implementato in HW, perche' mai
    > dovrebbero limitarsi a verificare il SO?
    > Voglio dire, le major farebbero le capriole da
    > macaco se trovassero una piattaforma che
    > garantisse la distribuzione della spazzatura che
    > producono secondo le loro regole, non trovi?

    La "spazzatura" che citi è fatta nel 99% dei casi da ingegneri ed operatori che vivono di quello che scrivono. Di conseguenza le software house ti fanno pagare il prodotto. Le regole in parte sono influenzate dai pirla che pensano che quello che c'è su un dischetto sia senza valore e decidono di piazzarlo dovunque vogliono, spesso (spesso, non sempre) costringendo le SH ad aumentare i prezzi per compensare l'invenduto legato alla pirateria.
    Chi protesta contro i DRM è essenzialmente un "anarchico" che non dà valore al lavoro di altri, e che gioca il più possibile sulla pirateria. Questo mi fa incazzare e molto, perchè io le cose le compro per forza (se mi facessero un controllo sarei nella palta se facessi il contrario) e sono spesso in concorrenza con cantinari che non spendono una fava per i sw.


    non+autenticato
  • A ribaltare certi luoghi comuni che da sempre girano attorno agli utenti dei sistemi Mac di Apple c'ha pensato nelle scorse ore Nielsen/Netratings. L'autorevole società di ricerca in uno studio segnala infatti che l'utente Mac è più attento alle opportunità del web, conosce la rete da più tempo, guadagna di più e ha una formazione mediamente migliore di quella dell'utente medio di PC non-Mac.

    Gli autori dello studio insistono sul fatto che lo studio non solo non è stato commissionato da Apple, che pure è cliente Nielsen/Netratings, ma anche che Apple nulla sapeva dei risultati di questo lavoro prima del loro annuncio ufficiale. Ma andiamo ai dati.

    Tra gli utenti internet che utilizzano il Mac, secondo il rapporto, capita più frequentemente di imbattersi in persone di livello di educazione e formazione più elevato e capaci di guadagnare di più dell'utente medio di PC. Non solo, l'utente Mac è generalmente online da più tempo di un utente PC, almeno cinque anni per metà di loro; è più incline a creare proprie pagine web; tende ad utilizzare di più il commercio elettronico. In particolare, il 70,2 per cento degli utenti Mac ha una laurea, contro il 54,2 per cento del rimanente, e ben l'8,2 per cento degli americani che si collega al web lo fa utilizzando un Mac.

    Fan Apple

    Fonte PI:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=40933
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > A ribaltare certi luoghi comuni che da sempre
    > girano attorno agli utenti dei sistemi Mac di
    > Apple c'ha pensato nelle scorse ore
    > Nielsen/Netratings. L'autorevole società di
    > ricerca in uno studio segnala infatti che
    > l'utente Mac è più attento alle opportunità del
    > web, conosce la rete da più tempo, guadagna di
    > più e ha una formazione mediamente migliore di
    > quella dell'utente medio di PC non-Mac.

    Ci credo, il Mac è da fighetti figli di papà...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > A ribaltare certi luoghi comuni che da sempre
    > > girano attorno agli utenti dei sistemi Mac di
    > > Apple c'ha pensato nelle scorse ore
    > > Nielsen/Netratings. L'autorevole società di
    > > ricerca in uno studio segnala infatti che
    > > l'utente Mac è più attento alle opportunità del
    > > web, conosce la rete da più tempo, guadagna di
    > > più e ha una formazione mediamente migliore di
    > > quella dell'utente medio di PC non-Mac.
    >
    > Ci credo, il Mac è da fighetti figli di papà...

    il Mac è da professionisti seri, quelli che fanno i soldi con il loro lavoro, non quelli che scrivono professionista sul biglietto da visita per poi lamentarsi stile "non faccio una mazza, tanto non mi pagano abbastanza qui"...

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=6834...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > A ribaltare certi luoghi comuni che da sempre
    > > girano attorno agli utenti dei sistemi Mac di
    > > Apple c'ha pensato nelle scorse ore
    > > Nielsen/Netratings. L'autorevole società di
    > > ricerca in uno studio segnala infatti che
    > > l'utente Mac è più attento alle opportunità del
    > > web, conosce la rete da più tempo, guadagna di
    > > più e ha una formazione mediamente migliore di
    > > quella dell'utente medio di PC non-Mac.
    >
    > Ci credo, il Mac è da fighetti figli di papà...


    mentre il raccontar panzane... è da stolti, indipendentemente dall'estrazione sociale.

    psst devono esserci in giro tanti fighetti con pc win che usano quel player da fighetti che fa successo...ne sai nulla?

    Troll occhi di fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > basta leggere le liste delle camere
    > > compatibili....e leggere sulle confezioni dei
    > > prodotti
    >
    > che sciocchino che sei...

    ah beh questa è una controargomentazione seria

    >
    > > > Non raccontate palle.
    > > ma non raccontarle tu va....
    >
    > sopravvoliamo

    altra argomentazione seria...

    >
    > > ma ciccio guarda che sei tu ad intervenire in un
    > > 3ad mac gettando discredito e raccontando che ci
    > > sono solo problemi...
    >
    > no, veramente questo lo fai tu con windows (che
    > tra l'altro non è che mi stia particolarmente a
    > cuore) io ti faccio notare che qualcosina che non
    > va c'é pure su Mac.
    >


    altra argomentazione poco seria....i bug e/o difetti hw ci sono per tutti, ma da qui a dire che i prodotti non sono di qualità per qualche difettuccio è un po presuntuoso eh....

    se poi il problema è la nikon...ripeto informati sulla compatibilità delle cose prima di comprarle.


    che modello di nikon era? che versione di os?

    > > quindi se ti infastidisce come ti
    > > rispondono....non intervenire che è + semplice
    >
    > Scordatelo
    >

    allora continua con le tue argomentazioni pregnanti


    > > comprati una rivista di pc con win e vedrai che
    > > ce ne sono molti ma molti di + di problemi.
    >
    > forse perché l'hardware fra cui scegliere (che
    > tra l'altro mi sta particolarmente a cuore) é
    > molto, ma molto di più.
    >

    si certo....come le incompatibilità

    ma questo non c'azzecca con la tua argomentazione di prima.

    hai la scelta di non scegliere un mac, + libero di così.


    io ho la scelta di metterci un masterizzatore dvr rw della liteon che il produttore non riconosce funzionante su mac...e guardacaso funziona a dovere...ma sicuramente la nikon è problematica eh

    > > e se tu tacessi?
    >
    > Scordatelo
    >

    perche non ti scordi di scrivere panzane?

    > > dato che sei pratico non posso che crederti
    > sulla
    > > parola
    >
    > Non te la cavi male neanche tu a trollate, vai
    > tranquillo!

    altro argomento convincente...hai mai avuto a che fare con dei mac e os x prima di sparlarne sui forum?

    adios Troll occhi di fuori
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)