Il toolkit del piccolo migratore

Basta con le fatiche della migrazione da Windows a Linux: due sviluppatori mettono a punto una suite che gestisce il trasferimento comprensiva di piattaforma per far girare le applicazioni Windows sotto Linux

Santa Barbara (USA) - Migrare da Windows a Linux è faticoso quanto volare dal Polo Nord all'Equatore? Se la risposta è sì, e se si desidera disporre in ambito Linux di un desktop simile e familiare a quello già usato sotto Windows, due softwarehouse open source, Versora e Win4Lin, propongono una soluzione commerciale che promette di semplificare drasticamente il cambio di piattaforma.

Al costo di 99 dollari a licenza, il The Complete Linux Desktop Migration and Virtualization Toolkit include il programma Progression Desktop di Versora, che aiuta a copiare da Windows a Linux dati e impostazioni, e il software di virtualizzazione Win4Lin Pro, in grado di far girare sotto Linux i sistemi operativi Windows 2000/XP e le relative applicazioni. I due software girano sulle principali distribuzioni Linux.

"Un toolkit per la migrazione e la virtualizzazione è particolarmente utile per quegli individui o quelle aziende che, pur desiderando lasciare Windows per passare a Linux, temono l'impatto con il nuovo ambiente", ha affermato Mike Sheffey, CEO di Versora. "Ora potete migrare tutti i vostri dati e impostazioni da Windows a Linux e, nel contempo, continuare ad utilizzare le applicazioni per Windows che non sono supportate da Linux".
Progression Desktop è in grado di esportare verso Linux una vasta gamma di dati, tra cui configurazioni e impostazioni delle applicazioni, e-mail, documenti, sfondi, suoni, segnalibri, rubriche, appuntamenti, ed altro ancora. Un tool simile viene venduto anche da Resolvo Systems, che ne distribuisce altresì una versione "lite" gratuita.

Win4Lin Pro è invece simile a prodotti come VMWare e Virtual PC e, al pari di questi, è in grado di far girare Windows all'interno di una macchina virtuale che emula l'hardware di un PC.
TAG: linux
45 Commenti alla Notizia Il toolkit del piccolo migratore
Ordina
  • 99$ per emulare windows??ma a questo punto tenetevi windows e state tranquilli

    l'unica volta che ho preso virus con windows è stato con l'xp prima di mettere il service pack 1,poi tutto apposto

    vi assicuro che ho provato decine di distribuzioni linux ma ogni volta che cerchi di portarti un pò + avanti (un aggiornamento,un cambio di configurazione) arrivano i problemi..ma poi vogliamo scherzare,ancora ad installare i programmi scrivendo via shell,usabilità = 0 e volete cercare di adescare i niubbi,se siete così geni pensate a riscrivere linux in modo + usabile per niubbi e non per programmatori e poi ne riparliamo
    ogni volta che devi fare qualcosa su linux,chessò usare filezilla per uppare un file,perdi una giornata per installare filezilla e configurarlo e perdi di vista il tuo obbiettivo (uppare il file) che poi capisco un pò di + di come funziona il pc non me ne sbatte nè a me nè a molte altre persone che apprezzano il software libero ma che non vogliono perdere giornate intere per capire una cosa quando hanno la concorrenza di windows che è molto + immediato
    ci vediamo

  • - Scritto da: marcio
    > 99$ per emulare windows??ma a questo punto
    > tenetevi windows e state tranquilli

    ...quoto...

    > l'unica volta che ho preso virus con windows è
    > stato con l'xp prima di mettere il service pack
    > 1,poi tutto apposto

    io dovevo anche aggiungere la patch per evitare l'RPC reset (solo ora so che basta chiudere alcune porte ed e` possibile annullare il reset con il comando "shutdown -a")

    > vi assicuro che ho provato decine di
    > distribuzioni linux ma ogni volta che cerchi di
    > portarti un pò + avanti (un aggiornamento,un
    > cambio di configurazione) arrivano i problemi..

    ...quoto...

    >ma
    > poi vogliamo scherzare,ancora ad installare i
    > programmi scrivendo via shell,usabilità = 0 e
    > volete cercare di adescare i niubbi,se siete così
    > geni pensate a riscrivere linux in modo + usabile
    > per niubbi e non per programmatori

    Linux non e` esclusivamente per programmatori ma per programmatori appassionati e per appassionati Sorride

    > e poi ne riparliamo
    > ogni volta che devi fare qualcosa su linux,chessò
    > usare filezilla per uppare un file,perdi una
    > giornata per installare filezilla e configurarlo
    > e perdi di vista il tuo obbiettivo (uppare il
    > file)

    non sapevo che su windows FileZilla funzionasse al primo colpo...comunque se hai avuto problemi con quello pensa a cambiare driver per la scheda grafica (specialmente se la vuoi 3D accellerata)

    > che poi capisco un pò di + di come funziona
    > il pc non me ne sbatte nè a me nè a molte altre
    > persone che apprezzano il software libero ma che
    > non vogliono perdere giornate intere per capire
    > una cosa quando hanno la concorrenza di windows
    > che è molto + immediato

    Giusto, proprio come non mi frega di come funzia una automobile basta che mi porti in giro (anche se puo' sempre capitare di rimanere a piedi in mezzo al deserto Deluso ).
    Il software libero e` di tutti oltre che del suo autore, questo gli conferisce un gran valore perche` e` un patrimonio culturale pubblico, come un'opera d'arte!!! Sorpresa
    E` vero, windows e` immediato (ce anche la versione da salotto per l'intrattenimento Perplesso ), ma ha quel non so che di commerciale che mi da fastidio (abbasso lo strapotere delle multinazionali!!! peace&love), e nonostante cio` continuo (e continuero`) ad usarlo per stare al passo (da bravo programmatore multipiattaforma).

    > ci vediamo

    saluti

    non+autenticato
  • Non sono le applicazioni a dare problemi, ma la compatiblità dei driver. E' inutile far girare windows Xp dentro linux per scrivere una lettera, quando ci vogliono 2 giorni per imparare ad usare openoffice. Sarebbe meglio cominciare a studiare un modo per portare i driver per windows dentro linux o un modo per avere dei driver "standard" per tutti. E anche fare in modo di evitare che ad ogni aggiornamento tutto l'hw vada a p......ane sarebbe una bella cosa.
    non+autenticato
  • > E' inutile far girare
    > windows Xp dentro linux per scrivere una lettera,
    > quando ci vogliono 2 giorni per imparare ad usare
    > openoffice.

    mi permetto di contraddirti, ci vogliono 2 minuti!

    (intendo, per scrivere una lettera, se poi vuoi metterci come sfondo animato "coriandoli" (nota nella nota: ma esiste ancora???) beh, allora meglio che ti tieni msoffice!!!)

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non sono le applicazioni a dare problemi, ma la
    > compatiblità dei driver. E' inutile far girare
    > windows Xp dentro linux per scrivere una lettera,

    Vero!!!!!!!!

    > quando ci vogliono 2 giorni per imparare ad usare
    > openoffice.

    Beh questo mi spiace x te ma nn è ass vero!!!In generale è vero che il software libero è meno immediato di quello proprietario (specialmente MS) ma nel caso di OpenOffice nn è vero. E' di una semplicità incredibile sia nell'installazione che nell'utilizzo!!

    Sarebbe meglio cominciare a studiare
    > un modo per portare i driver per windows dentro
    > linux o un modo per avere dei driver "standard"
    > per tutti.

    Ma che bagianata!!!!ma che senso ha fare il porting dei driver???Anche xkè se fai il porting di tutto allora alla fine che senso ha usare un sistema operativo diverso???

    E anche fare in modo di evitare che ad
    > ogni aggiornamento tutto l'hw vada a p......ane
    > sarebbe una bella cosa.

    Questo è vero...anche se nei vari aggiornamenti con Suse questo problema nn l'ho mai riscontrato!
    non+autenticato
  • Soldi buttati , se si migra bisogna farlo con cognizione di causa , un azienda che ha licenze microsoft ecc , non puo pensare di migrare con virtualizzazioni , ho si migra x' si conosce l'ambiente o nisba , si rischia solo di restare attaccati alle vecchie abitudini , cercando sempre la versione di software che emula o virtualizza meglio.


    Penso che alla fine non c'è motivo di fare la migrazione , questo tool costa 99 dollari , conviene tenersi windows.
    non+autenticato
  • Infatti, per migrare a GNU bisogna proprio migrare il cervello, e pensare con la popria testa è notoriamente più difficile che risolvere i problemi andando in portafoglio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Infatti, per migrare a GNU bisogna proprio
    > migrare il cervello, e pensare con la popria
    > testa è notoriamente più difficile che risolvere
    > i problemi andando in portafoglio.
    torna quando lavori in una azienda seria e vuoi che le cose funzionino tutti i giorni , che il tuo capo non ti chieda ogni due minuti dove siano le cose e continui a chiederti se root è un gruppo musicale o il nome della cartella .


    Questo è il mondo aziendale , non sono tutti geni dell'informatica che ogni mattina aprono shell unix sono per svegliarsi .
    Anzi ti dirò che per molti la shell è sono un posto dove fare benzina.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Infatti, per migrare a GNU bisogna proprio
    > > migrare il cervello, e pensare con la popria
    > > testa è notoriamente più difficile che
    > > risolvere i problemi andando in portafoglio.
    > torna quando lavori in una azienda seria e
    > vuoi che le cose funzionino tutti i giorni , che
    > il tuo capo non ti chieda ogni due minuti
    > dove siano le cose e continui a chiederti se
    > root è un gruppo musicale o il nome della
    > cartella .

    Perche' mai il capo dovrebbe chiedere di root ??? Tanto non ci puo' neanche entrare...

    Qui con il cambio non e' cambiato nulla : prima salvavano in cartelle in rete e ora continuano a farlo, ho gente che non si e' neanche accorda che gli abbiamo messo un linux uinvece di un windows, al massimo si chiedevano perche' non ci fossero le nuvolette di sfondo.


    > Questo è il mondo aziendale , non sono tutti
    > geni
    > dell'informatica che ogni mattina aprono shell
    > unix sono per svegliarsi .
    > Anzi ti dirò che per molti la shell è sono un
    > posto dove fare benzina.
    >
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > torna quando lavori in una azienda seria e vuoi
    > che le cose funzionino tutti i giorni , che il
    > tuo capo non ti chieda ogni due minuti dove siano
    > le cose e continui a chiederti se root è un
    > gruppo musicale o il nome della cartella .
    >

    Perche' con Windows non lo fanno?

    Ti chiedono perfino dove hanno salvato loro un certo file. Ti tocca fargli fare la ricerca sotto i loro occhi (e ci impieghi piu' di dieci minuti, perche' Windows non ha sistemi tipo locate!!!!!)

  • -> Penso che alla fine non c'è motivo di fare la
    > migrazione , questo tool costa 99 dollari ,
    > conviene tenersi windows.

    Sono d'accordo.
  • Una precisazione semplice e dovuta:
    VMWaree' un software studiato per permettere lo sharing delle risorse hardware di un PC creando un ambiente virtuale "vergine", detto 'macchina virtuale', nel quale e' possibile installare un sitema operativo. La macchina virtuale permette di far "girare" sia il sitema ospitante che quello ospitato quasi contemporaneamente... in pratica e' come se il sitema operativo ospitato venisse visto come una semplice applicazione....

    Anche Win4Lin "penso" (perche' non lo ho mai provato, ma ne ho letto con attenzione le descrizioni) e' un software di virtualizzazione del PC e qundi non e' un emulatore.

    Un Emulatore emula l'hardware (l'intero hardware a cominciare dalla CPU) di un computer permettendo ad computer di far "girare" applicazioni binarie progettate anche per hardware completamente diversi.... Si veda PearPC, WinUAE, mame, VICE, CCS64, ePSXe ...)

    Un software di virtualizzazione dell'hardware permette di far girare solo sofware compatibile con l'hardware del sistema ospitante: se ho un PC virtualizza un PC, se avessi un Mac virtualizzo un MAC.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una precisazione semplice e dovuta:
    > VMWaree' un software studiato per permettere lo
    > sharing delle risorse hardware di un PC creando
    > un ambiente virtuale "vergine", detto 'macchina
    > virtuale', nel quale e' possibile installare un
    > sitema operativo. La macchina virtuale permette
    > di far "girare" sia il sitema ospitante che
    > quello ospitato quasi contemporaneamente... in
    > pratica e' come se il sitema operativo ospitato
    > venisse visto come una semplice applicazione....
    >
    > Anche Win4Lin "penso" (perche' non lo ho mai
    > provato, ma ne ho letto con attenzione le
    > descrizioni) e' un software di virtualizzazione
    > del PC e qundi non e' un emulatore.
    >
    > Un Emulatore emula l'hardware (l'intero hardware
    > a cominciare dalla CPU) di un computer
    > permettendo ad computer di far "girare"
    > applicazioni binarie progettate anche per
    > hardware completamente diversi.... Si veda
    > PearPC, WinUAE, mame, VICE, CCS64, ePSXe ...)
    >
    > Un software di virtualizzazione dell'hardware
    > permette di far girare solo sofware compatibile
    > con l'hardware del sistema ospitante: se ho un PC
    > virtualizza un PC, se avessi un Mac virtualizzo
    > un MAC.

    Ma virtualPC per mac emula un PC x86 su PowerPC, quindi è un emulatore -,-
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    Si, vmware emula l'hardware. Per esempio la scheda di rete emulata e' una AMD PCNET.
    11237
  • Credo sia solo una questione di tempo, l'ormai superiorità di Linux nei confronti di Windows in materia di sicurezza , usabilità (si proprio lei), scalabilità, etc..è sotto gli occhi di tutti.

    Qualcuno si chiede come mai invece non esistono migrazioni al contrario? Un utente Linux che migra a Windows?

    E' evidente che questo è solo l'inizio della morta annunciata dell'impero di Redmond.

    M$ R.I.P
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno si chiede come mai invece non esistono
    > migrazioni al contrario? Un utente Linux che
    > migra a Windows?

    La risposta è che su Linux non è riuscito a farci un fico secco e quindi non ha niente da migrare.

    > E' evidente che questo è solo l'inizio della
    > morta annunciata dell'impero di Redmond.
    >
    > M$ R.I.P

    Si evidente, yeah yeah bang! bang!
    non+autenticato
  • > La risposta è che su Linux non è riuscito a farci
    > un fico secco e quindi non ha niente da migrare.

    Che scherzi ? guarda che con bash fai miracoli: mio cuggino guarda i DVD all'interno della shell.

    > > E' evidente che questo è solo l'inizio della
    > > morta annunciata dell'impero di Redmond.
    > >
    > > M$ R.I.P
    >
    > Si evidente, yeah yeah bang! bang!

    Calore mei dei !
    CA come carne ai ferri
    LO come l'osso buco
    RE come recitelle alle cime di repe
    CA-LO-RE !
    (grande banfi...)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > La risposta è che su Linux non è riuscito a
    > farci
    > > un fico secco e quindi non ha niente da migrare.
    >
    > Che scherzi ? guarda che con bash fai miracoli:
    > mio cuggino guarda i DVD all'interno della shell.

    Anche lui usa aa-xine? http://xinehq.de/images/releases/aaxine.jpg

    > > > E' evidente che questo è solo l'inizio della
    > > > morta annunciata dell'impero di Redmond.
    > > >
    > > > M$ R.I.P
    > >
    > > Si evidente, yeah yeah bang! bang!
    >
    > Calore mei dei !
    > CA come carne ai ferri
    > LO come l'osso buco
    > RE come recitelle alle cime di repe
    > CA-LO-RE !
    > (grande banfi...)


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > La risposta è che su Linux non è riuscito a
    > > farci
    > > > un fico secco e quindi non ha niente da
    > migrare.
    > >
    > > Che scherzi ? guarda che con bash fai miracoli:
    > > mio cuggino guarda i DVD all'interno della
    > shell.
    >
    > Anche lui usa aa-xine?
    > http://xinehq.de/images/releases/aaxine.jpg
    >

    Io uso mplayer piu' libcaca: http://sam.zoy.org/libcaca/

    Oh, il logo e' fantastico, sono pronto a scommettere che l'hanno grabbato da Arale e Dr. Slump...
    non+autenticato
  • L' autore della libreria è un genio! Lo stimo immensamente: dal nome della libreria fino al fatto che ne ammette l' assoluta inutilità, cosa che la rende il principale motivo per cui passerei a linux, a meno che non funzioni anche su CygWin!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > La risposta è che su Linux non è riuscito a
    > farci
    > > un fico secco e quindi non ha niente da migrare.
    >
    > Che scherzi ? guarda che con bash fai miracoli:
    > mio cuggino guarda i DVD all'interno della shell.

    Scherzi a parte la bash da usare con mplayer è veramente stupefacente, posso far girare il video in slow motion oppure velocissimo tipo Benny hill. Oppure posso far salvare delle foto quando voglio. Oppure far partire un video in bianco e nero flippato orizzontalmente a partire dal frame che voglio io. Oppure posso salvare lo streaming di un video o di una canzone su disco.
    non+autenticato
  • ok, mi hai convinto, passo a linucs.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Credo sia solo una questione di tempo, l'ormai
    > superiorità di Linux nei confronti di Windows in
    > materia di sicurezza , usabilità (si proprio
    > lei), scalabilità, etc..è sotto gli occhi di
    > tutti.

    Dimentichi che se è vero che Linux è superiore a Windows sotto certi punti di vista è anche vero che Windows è superiore a Linux sotto altri punti di vista è per questo motivo che per ora la maggior parte delle persone che utilizzano un PC lo fanno servendosi di Windows.
    non+autenticato
  • >è per questo motivo
    eri partito bene, poi hai sfondato il muro dei psicolesi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eye
    > Dimentichi che se è vero che Linux è superiore a
    > Windows sotto certi punti di vista è anche vero
    > che Windows è superiore a Linux sotto altri punti
    > di vista è per questo motivo che per ora la
    > maggior parte delle persone che utilizzano un PC
    > lo fanno servendosi di Windows.

    Trovo particolarmente divertente questa parte del tuo discorso: "è per questo motivo che per ora la maggior parte delle persone che utilizzano un PC lo fanno servendosi di Windows."

    Il fatto che sulla quasi totalità (diciamo 99%?) dei PC venduti hanno preinstallato Windows non ti fa venire in mente nulla?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)