Supercomputer? Ancora troppo lenti

Gli ultimi disastri meteorologici hanno evidenziato le carenze dei supercalcolatori utilizzati per applicazioni critiche: è l'opinione di molti scienziati statunitensi. La soluzione è una sola: più velocità, molta di più

Washington (USA) - Un nuovo uragano, battezzato "Rita", sta spazzando ancora una volta gli Stati Uniti. I supercomputer del National Hurricane Center sono riusciti a prevederlo con 56 ore di anticipo: quanto basta per poter evacuare con rapidità le zone a rischio. Così come è successo per Katrina ed i sistemi di telecomunicazione, anche Rita ha immediatamente "invitato" l'opinione pubblica statunitense ad una profonda riflessione sulla tecnologia.

Esponenti del mondo accademico e politico puntano adesso il dito contro la "lentezza" dei computer superveloci, incapaci di permettere previsioni meteorologiche più precise e tempestive - un'incapacità che può trasformarsi in catastrofe. Un gruppo di lavoro costituito da esperti ha portato la questione di fronte al Senato degli USA, per richiedere l'aiuto del Governo nella realizzazione di sistemi informatici più performanti. "Fino a quando i supercomputer non disporranno di maggiore potenza di calcolo, continueremo ad avere problemi nel prevedere gli uragani", sostiene Keith Blackwell, membro di un importante laboratorio meteorologico in Alabama.

Una posizione che non sembra tuttavia condivisa nell'opinione di numerosi senatori. David Vitter, rappresentante della Louisiana, è convinto che l'attuale strumentazione informatica permetta previsioni più che affidabili. "Il problema fondamentale è che non riusciamo a prevedere e calcolare la qualità dell'impatto degli uragani sulla società, sulle persone", controbatte Marc Levitan, direttore del Louisiana Hurricane Center.
Secondo l'esperto, che ha presentato le sue critiche al Senato, mancano sia i modelli matematici, fondamentali, sia la potenza di calcolo necessaria per rispondere tempestivamente alle emergenze: "Se non possiamo calcolare con precisione i danni materiali, il numero di morti, i palazzi distrutti", si chiede Levitan, "come facciamo ad organizzare i soccorsi?". I tragici disastri causati da Katrina potevano essere evitati? L'ipotesi non è stata affrontata in sede amministrativa, ma striscia tra molti esponenti della comunità scientifica degli USA.

La risposta a questa domanda sembra giungere proprio da uno dei più prestigiosi enti di ricerca tecnologica statunitensi, il Georgia Institute of Technology. Con tempismo quasi perfetto, forse non del tutto casuale, l'istituto ha installato un enorme cluster da 192 nodi, prodotto da Dell. Questo supercomputer riesce a sviluppare una potenza di calcolo pari a 2,5 teraflops, ed è stato presentato in pompa magna come strumento "per la ricerca di problemi complessi". Sarà un ombrello sufficiente per ripararsi da Rita?

Tommaso Lombardi
TAG: ricerca, hw
46 Commenti alla Notizia Supercomputer? Ancora troppo lenti
Ordina
  • Non sono molto convinto che basti una potenza di calcolo comunque grande (supponiamo pure "infinita") per prevedere i cambiamenti climatici.
    Non me ne intendo molto di previsioni meteo ma cerco di spiegarmi:
    Se fosse una cosa deterministica , del tipo ho un sistema con degli ingressi e delle uscite che esegue un certa funzione f() , aumentando la velocità di calcolo la funzione "finirebbe" prima e si avrebbero ovviamente dei vantaggi .
    Ma poichè nel meteo le condizioni possono cambiare in maniera non prevedibile (ad esempio c'è quell' esempio famoso che dice che un battito d' ali di una farfalla a Tokyo può provocare un temporale a New York; può accadere che la farfalla batta le ali ma anche che non le batta , il computer dovrebbe eseguire a questo punto due flussi di esecuzione diversi perchè non sa se la farfalla batterà le ali o meno . Alla fine produrrebbe N previsioni del tempo (con N molto grande) tutte equiprobabili ; come si fa allora a sapere qual è quella giusta ?
    Non so se sono riuscito a spiegarmi in modo sensato ...
  • ...raccoglie tempesta.

    Applicare gli accordi di Kyoto sarebbe stato troppo oneroso per l'amministrazione americana, vero?
    Certo Giorgio!
    Ora apparecchia la tavola Rita si è invitata a cena.

    E' mettere insieme un bel supercomputer per calcolare quant'è stronzo il presidente?
    Terra2
    2332
  • - Scritto da: Terra2
    > ...raccoglie tempesta.

    In questo caso direi ...raccoglie Uragano
  • ma cosa vuoi che gliene importi a lui.... intanto progetta di tagliare alberi secolari dal sequoia park cosi' "riduce il rischio di incendi"... mi ricordod un cartello.. "bombing for peace is like fucking for virginity"...
    "Nel frattempo, l?amministrazione Bush, prendendo spunto dall?uragano Kartrina, vuole tagliare 31.000 alberi, tra cui molte sequoie giganti nel parco della California ?Giant Sequoia National Park? con il progetto ?Saddle Project?.I motivi? Costruzione di spazi commerciali, vendita del legno all?industria, diminuzione dei rischi di incendio.
    Se i primi due mi sembrano del tutto veritieri, l?ultimo non mi convince, infatti le sequoie sono resistenti al fuoco, sono piante sostanzialmente ignifughe e hanno migliaia di anni." Taglia poi i fondi alla protezione civile... l'80% dei fondi ha tagliato.. cosi' che non avevano soldi per la manutenzione delle dighe.... e poi mi vengono a piangere che i "supercomputer sono troppo lenti"... ma va va'...
  • - Scritto da: xWolverinex
    > ma cosa vuoi che gliene importi a lui.... intanto
    > progetta di tagliare alberi secolari dal sequoia
    > park cosi' "riduce il rischio di incendi"...

    potremmo tagliargli i cog%%ni e dire che l'abbiamo fatto per ridurgli il pericolo di cancro ai testicoli!A bocca aperta

    ==================================
    Modificato dall'autore il 22/09/2005 13.42.11
    Terra2
    2332
  • Qui mi sa che c'è un errore.....
    altrimenti con una PlayStation 3 si risolve tutto! (2Tflops!)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Qui mi sa che c'è un errore.....
    > altrimenti con una PlayStation 3 si risolve
    > tutto! (2Tflops!)

    no infatti
    la cpu della PS3 pare che arrivi a 218 MegaFlops. La GPU arriva a 1,8 TeraFlops secondo le cifre di Sony, ma
    a) la cosa mi sembra perfino troppo notevole
    b) non so se sia la stessa cosa (ok sempre operazioni in floating point sono... ma non so se sia proprio lo stesso)

    diciamo che mi pare strano che un cluster con 192 nodi vada poco + veloce di una PS3Sorride
    non+autenticato
  • Invece di preoccuparsi di applicare il protocollo di Kyoto e di salvaguardare di più l'ambiente, si lamentano dei computer lenti.
    Mi verrebbe quasi vogli di dirgli: VE LO SIETE MERITATI!!!!!!.

    Saluti.
    Un ecologista fondamentalista ed incazzato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Invece di preoccuparsi di applicare il protocollo
    > di Kyoto e di salvaguardare di più l'ambiente, si
    > lamentano dei computer lenti.
    > Mi verrebbe quasi vogli di dirgli: VE LO SIETE
    > MERITATI!!!!!!.
    >
    > Saluti.
    > Un ecologista fondamentalista ed incazzato.

    Mah, il Protocollo di Kyoto fa ben poco per ridurre il problema a monte. E' un palliativo e persino Giovanni Sartori (uno dei pochi intellettuali italiani con i piedi per terra e le p***e di piombo) ha più volte sottolineato l'inutilità del Protocollo... è un proforma.

    Come fare per questi uragani sempre piu' frequenti?

    L'unica cosa possibile è fare i conti con la natura. Ma senza adeguate disponibilità tecnologiche, i conti con la natura non si possono proprio fareA bocca aperta
    E' il caso di dirlo.


    non+autenticato
  • Riguardo il protocollo di kyoto, penso questo:

    Finchè tutte le nazioni più potenti al mondo dovranno sottostare a tecnologie e soluzioni basate sullo sfruttamento del petrolio, non ne usciremo mai fuori.
    Purtroppo, finchè non saranno finite le riserve di petrolio, di certo non vedremo mai le soluzioni alternative che potrebbero benissimo diffondere ad oggi.
    Perciò, non saremo usciti da questo circolo vizioso prima di 30-40 anni (fine delle riserve di petrolio). E sinceramente, credo siano troppi anni ancora.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Invece di preoccuparsi di applicare il protocollo
    > di Kyoto e di salvaguardare di più l'ambiente, si
    > lamentano dei computer lenti.

    Io sono uno di quelli che apprezza la salvaguardia dell' ambiente.Ma attenzione, pur rimanendo una cosa giustissima, non e' provato che il cosidetto effetto serra, sia causato dall' inquinamento.Anzi c'e' chi dice l' esatto contrario, e cioe' che i particolato presenti per esempio dalla combustione del carbone(oggi poco usato nell' industria) favoriscono il formarsi di nebbie, che contribuiscono a mantenere freddo l' ambiente.Addirittura alcuni studi (per pieta' non mi chiedere la fonte........era una rivista!!!) hanno dimostrato che i residui dei detersivi attuali (quelli "ecologici") aiutano il ridursi delle alghe nei fiumi, consentendo l' ecosistema a non soffocare.
    Cio non toglie che la salvaguardia dell' ambiente vada coltivata per il rispetto di persone e soprattutto animali, ma non dimentichiamo che il clima sulla terra cambia ciclicamente, inquinamento o no.

    > Mi verrebbe quasi vogli di dirgli: VE LO SIETE
    > MERITATI!!!!!!.

    Questo per altre questioni
    >
    > Saluti.
    > Un ecologista fondamentalista ed incazzato.
    Spero che "fondamentalista" fosse ironico.Perche' quelli veramente fondamentalisti, qui da me hanno fatto chiudere delle strade perche le auto le inquinavano.Adesso la strada di fianco e' inquinata il doppio.....ma pare che sia una grande vittoria Deluso
    frog
    455
  • Uno dei pochi in mezzo ad una massa di deficienti che continuano a dire e scrivere meteREOlogico   :|   che sa come si scrive correttamente meteOROlogico   O)   per ricordarselo è sufficiente notare che vengono chiamate previsioni meteO non previsioni meteREO.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Eye
    > Uno dei pochi in mezzo ad una massa di deficienti
    > che continuano a dire e scrivere meteREOlogico
    >Deluso   che sa come si scrive correttamente
    > meteOROlogico Angioletto   per ricordarselo è
    > sufficiente notare che vengono chiamate
    > previsioni meteO non previsioni meteREO.

    infatti c'è chi scrive metereologico.. Deluso guarda chi altro l'ha scritto.. http://www.meteoam.it/ Ficoso e guarda tutti gli altri che hanno sbagliato.. http://www.google.it/search?q=metereologico In lacrime In lacrime
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)