Giappone, 100 Mbps anche su coassiale

Panasonic, insieme ad altre aziende, lavora ad un giochino che permetterà di utilizzare la rete coassiale domestica (TV) per accedere a servizi broadband

Roma - Un gruppo assortito di aziende giapponesi, fra cui Panasonic ed Entropic Communications, sta collaborando per realizzare una serie di prodotti che potrebbero rivoluzionare il settore broadband. Grazie al chipset Entropic c.LINK, integrato sul receiver TZ-CLM100, sul network controller modem TZ-CLM110 e su nuove periferiche ancora in fase di implementazione, sarà possibile utilizzare il normale cavo coassiale (TV) domestico per accedere al Web con una velocità massima di 100 Mbps.

Jupiter Telecommunications, uno dei più noti operatori giapponesi di televisione digitale, sta testando le funzioni avanzate del futuro servizio, come ad esempio la distribuzione di segnali via cavo tramite un unico access point. Per ora un singolo controller - come il TZ-CLM110 - può supportare fino a 31 receiver, permettendo l'accesso Web a unità abitative multi-familiari, come i condomini. In pratica, è sufficiente far giungere il segnale digitale, magari proveniente da fibra ottica, ai controller TZ-CLM110 per poi sfruttare la normale rete coassiale. I receiver TZ-CLM100 si occupano di rendere fruibile il segnale in ogni appartamento.

La nuova tecnologia permette la comunicazione bi-direzionale attraverso le porte (splitter) coassiali; allo stesso tempo il chipset impiegato è in grado di gestire uno spettro di frequenze compreso fra gli 800 MHz e i 1500 MHz. In questo modo con l'integrazione "a cascata" di altri controller è possibile far coesistere più servizi, come quello via cavo, terrestre e satellitare.
"Il Panasonic TZ-CLM110 Network Controller è l'interfaccia che si pone tra il finale del network a fibra ottica e l'infrastruttura coassiale presente nei condomini, mentre il TZ-CLM100 è il client modem connesso alla rete coassiale di ogni appartamento", ha spiegato John Graham, vice presidente marketing presso Entropic. "Questi prodotti hanno reso il multi-servizio una realtà: televisione via cavo, broadband e telefonia".

Jupiter Telecommunications lo scorso autunno ha effettuato una serie di test in appartamenti dotati di tecnologia c.LINK: il responso è stato più che positivo. "L'utilizzo delle tecnologie Panasonic e Entropic ci ha permesso di sfruttare semplicemente la cavetteria coassiale presente nelle abitazioni; il tutto con un decisivo contenimento dei costi per attivare servizi a banda larga", ha dichiarato Kanji Kotake, vice presidente Jupiter.

Dario d'Elia
23 Commenti alla Notizia Giappone, 100 Mbps anche su coassiale
Ordina
  • ...sono le promesse di politici ed imprenditori e con un rapporto 1:50 rispetto ai 100mbit corrono invece le fregature che certe affermazioni nascondonoArrabbiato
    non+autenticato
  • Per arrivare "...dall'ultimo miglio all'ultimo centimetro",
    cioè in ogni stanza dell'edificio dotata di un presa TV,
    usando il cavo coassiale dell'impianto centralizzato TV
    già esistente (senza necessità di opere murarie per stendere un nuovo cablaggio LAN (es. Cat. 5).

    ...vedere con Google alla voce "Coax-LAN" (pagine in italiano).

    Attenzione: va collegato a monte al modem-router del
    Internet Service Provider (non riceve dall'antenna TV).
  • per maggior informazioni coax lan è presente in fiera a Padova "Casa su misura" dal 15 al 23 ottobre 2005
    non+autenticato
  • Cioè non capisco, se uno ha la fibra che arriva nel palazzo può arrivare a 100 megabit grazie a quest'invenzione?

    Be' io ho la fibra che mi arriva in casa tramite fastweb e anche se ho 10 megabit da contratto, la velocità che fastweb potrebbe far arrivare tutti i condomini è di 100 megabit...e tutto ciò da 4 anni. Quindi ole' siamo davanti ai giapponesi!!!
    non+autenticato
  • Anche a me sembra una cazzata: il problema non è certo collegare il palazzo alla cantina

    EmaNz
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cioè non capisco, se uno ha la fibra che arriva
    > nel palazzo può arrivare a 100 megabit grazie a
    > quest'invenzione?
    >
    > Be' io ho la fibra che mi arriva in casa tramite
    > fastweb e anche se ho 10 megabit da contratto, la
    > velocità che fastweb potrebbe far arrivare tutti
    > i condomini è di 100 megabit...e tutto ciò da 4
    > anni. Quindi ole' siamo davanti ai giapponesi!!!

    in pratica non devono portare la fibra in ogni appartamento, e possono comunque ottenere velocità FINO A 100mbps, il che significa che te ne daranno comunque 4 o 10 se già va bene. E pagherai lo stesso canone.
    Però loro non pagheranno installazioni e vari trapanaggi di muri..
  • anche a me viene il dubbio che siano 100MB diviso il numero dei clienti serviti. Se ho ben capito, nell'articolo si parla di 31 receiver.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > anche a me viene il dubbio che siano 100MB diviso
    > il numero dei clienti serviti. Se ho ben capito,
    > nell'articolo si parla di 31 receiver.

    In Giappone ci sono gia' contratti da100MB (non divisi con altri clienti) solo che devi proprio avere la fibra sotto casa. Adesso non serve piu', basta che il coassiale della TV sia nei pressi della fibra.
    non+autenticato
  • possibile che in japone ogni oggetto) abbia 100 mb/s minimo, mentre da noi parlano ancora di 4mb, ma alla realtà la media credo sia 1.2 (tipo ioA bocca storta   )

    uff, dovevo nascere nel paese dei manga, non della barilla ^__^
    :p

    viv' l'italie!    Rotola dal ridere
  • Io volele tua pasta, tloppo buona pel mio palato.
    Volele nascele in tuo paese. Arrabbiato
    non+autenticato

  • - Scritto da: CamperOfDuty

    > uff, dovevo nascere nel paese dei manga, non

    invece sei nato in un paese del menga..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: CamperOfDuty
    >
    > > uff, dovevo nascere nel paese dei manga, non
    >
    > invece sei nato in un paese del menga..

    Io sono stato in giappone, bello da visitare, ma non ci vivrei mai per tutta la vita.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: CamperOfDuty
    > >
    > > > uff, dovevo nascere nel paese dei manga, non
    > >
    > > invece sei nato in un paese del menga..
    >
    > Io sono stato in giappone, bello da visitare, ma
    > non ci vivrei mai per tutta la vita.

    E' vero. I giapponesi sono creativi, ma sono molto molto rigidi in quanto a morale. In giappone se scoprono che sei un otaku ti licenziano. E non lo dico per scherzo.
    non+autenticato
  • ma guarda che in Giappone gli otaku non sono come quelli italiani quelli giapponesi sono dei veri e propri disadattati fuori di testa
  • - Scritto da: Anonimo

    > E' vero. I giapponesi sono creativi, ma sono
    > molto molto rigidi in quanto a morale.

    Dipende chi ti trovi, e' un paese di 120 milioni di persone, per cui c'e' anche una bella varieta' di modi di pensare. C'e' il bigotto e quello piu' aperto di idee.

    > in giappone se scoprono che sei un otaku ti
    > licenziano. E non lo dico per scherzo.

    Se il contratto di lavoro non prevede stretti e motivati codici di comportamento fuori dall'orario di lavoro e viene licenziato perche' otaku, fanatismo deprecato ma non illegale, ecco che anche il lavoratore giapponese puo' far ricorso a quelle cose chiamate ufficio del lavoro, avvocato e causa di lavoro.
    non+autenticato
  • io ci andrei anche subito ci resterei volentieri per tutta la vita rinnegherei in seguito volentieri la mia origine italiana sposerei volentieri una bella giapponesetta invecchierei volentieri in una bella casetta non troppo distante da Tokyo cambierei volentieri anche il mio nome con uno giapponese

  • - Scritto da: Neptune
    > io ci andrei anche subito ci resterei volentieri
    > per tutta la vita rinnegherei in seguito
    > volentieri la mia origine italiana sposerei
    > volentieri una bella giapponesetta invecchierei
    > volentieri in una bella casetta non troppo
    > distante da Tokyo cambierei volentieri anche il
    > mio nome con uno giapponese

    A parole, bisogna vedere poi quando vai a vivere lì se dopo un paio di anni rimani della stessa opinione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Neptune
    > io ci andrei anche subito ci resterei volentieri
    > per tutta la vita rinnegherei in seguito
    > volentieri la mia origine italiana sposerei
    > volentieri una bella giapponesetta invecchierei
    > volentieri in una bella casetta non troppo
    > distante da Tokyo cambierei volentieri anche il
    > mio nome con uno giapponese

    Ancora qui?


  • - Scritto da: matcion
    >
    > - Scritto da: Neptune
    > > io ci andrei anche subito ci resterei volentieri
    > > per tutta la vita rinnegherei in seguito
    > > volentieri la mia origine italiana sposerei
    > > volentieri una bella giapponesetta invecchierei
    > > volentieri in una bella casetta non troppo
    > > distante da Tokyo cambierei volentieri anche il
    > > mio nome con uno giapponese
    >
    > Ancora qui?

    E questo invece non e' OT, vero saggio moderatore?Con la lingua fuori
    non+autenticato