Database, Oracle fa acquisti nell'open source

Il gigante dei database Oracle ha acquisito la società che sviluppa InnoDB, un noto motore di database open source progettato per integrarsi con MySQL. Oracle diventa così partner di MySQL AB

Redwood Shores (USA) - Oracle fa una piccola incursione in territorio open source con l'acquisto di Innobase Oy, società finlandese che sviluppa il motore di database open source InnoDB. Con questa operazione Oracle non eredita soltanto il codice e la tecnologia di quella tecnologia ma anche i rapporti contrattuali che legano Innobase a MySQL AB, la società che commercializza l'omonimo database open source.

InnoDB non è un'applicazione autonoma, ma una sorta di estensione per MySQL che aggiunge al famoso database open source un certo numero di caratteristiche di classe enterprise, quali tabelle transazionali, avanzate funzionalità di recovering e integrità dei dati, multiversioned concurrency control. Grazie ad un accordo con MySQL AB, Innobase può distribuire il proprio software come parte del noto database open.

Il contratto tra le due società scadrà il prossimo anno, ed Oracle ha già anticipato che non solo ha intenzione di rinnovarlo, ma anche di estenderlo. In nome degli affari, dunque, anche le rivalità vengono messe da parte.
"Oracle è da lungo tempo un grande sostenitore del software open source come Linux e Apache", ha affermato Charles Rozwat, executive vice president in charge della Database and Middleware Technology di Oracle. "È nostra intenzione continuare a sviluppare la tecnologia InnoDB ed espandere il suo impegno verso il software open source. Oracle ha già sviluppato e donato alla comunità un file-system clustered per Linux. Per il futuro prevediamo di fornire altri contributi".

L'acquisizione di InnoDB da parte di Oracle sembra sia stata accolta favorevolmente da MySQL AB, il cui CEO, Marten Mickos, ha dichiarato che "gli sviluppatori di database potranno beneficiare di una maggiore flessibilità nell'uso di MySQL ed Oracle nello stesso ambiente". Mickos ha tuttavia ricordato che il proprio database consente di utilizzare diversi altri motori oltre a InnoDB, tra cui MyISAM, Memory, Merge e Cluster.

Se i rapporti di facciata sembrano idilliaci, in realtà fra Oracle e la comunità di sviluppatori di MySQL non è mai corso buon sangue. Proprio di recente, ad esempio, uno dei manager del gigante americano ha proclamato "l'inadeguatezza di MySQL" nel settore enterprise.
17 Commenti alla Notizia Database, Oracle fa acquisti nell'open source
Ordina
  • Spiega nel dettaglio la situazione, e i possibili risvolti futuri

    http://radar.oreilly.com/archives/2005/10/your_mon...
    non+autenticato
  • l'antitrust verso Oracle no eh? solo verso zio bill?

    Alla faccia dell'imparzialità....a me sembra che la cricca Sun-Google-Oracle-cassamortari ex netscape la stiano passano un pò troppo liscia
    non+autenticato
  • E' open source.
    E' GPL.
    E' possibile fare un fork di InnoDB e proseguire senza Oracle?
    non+autenticato
  • Me lo auguro....

    Sono veramente stanco di queste "rapine" operate dai monopolisti del settore (Oracle,IBM).
    non+autenticato
  • Un fork della versione GPL si puo' fare ma tutto cio' che ne uscirebbe sarebbe GPL.
    Attualmente MySQL AB offre anche una versione a pagamento (che comprende InnoDB) che puoi usare per applicazioni commerciali senza i vincoli della GPL.
    Dopo il fork non potrebbe piu' farlo, almeno per InnoDB.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Dopo il fork non potrebbe piu' farlo, almeno per
    > InnoDB.

    *Leggi* *meglio* sul sito di MySQL, per piacere, e controlal effettivamente cosa è che vendono, e con quale licenza...

    non+autenticato
  • Oracle vuole evidentemente distruggere il mercato di MySQL.

    Se viene scaricato da Internet, MySQL è sotto GPL, e può essere usato solamente con software GPL. Lo stesso vale per InnoDB.

    MySQL AB, perà, commercializza una versione a pagamento di MySQL+InnoDB, che può essere utilizzata anche con applicazioni proprietarie. Questo è possibile grazie a un accordo commerciale tra MySQL AB e Innobase OY. Buona parte dei guadagni di MySQL AB viene dalla vendita di licenze. Senza InnoDB, però, MySQL diventa un giocattolo senza transazioni e integrità referenziale, e sicuramente non vale l'acquisto.

    Che succederà ora? Oracle non ha bisogno di InnoDB, una tecnologia già obsoleta anche nel settore open source (date un'occhiata a http://www.postgresql.org/ per rendervene conto). Non ha neanche bisogno di accordi commerciali, visto quanto fattura. Oracle potrebbe quindi decidere di far morire InnoDB, rendendo inutile MySQL (specie nella versione a pagamento) e distruggendo il mercato di un suo concorrente.

    MySQL AB ha però stretto un accordo commerciale con SAP (che alcuni mesi fa rese GPL il suo database), e potrebbe decidere di investire maggiormente in questa direzione, con il prodotto MaxDB.

    Un bel riassunto della situazione in questo articolo:
    http://jeremy.zawodny.com/blog/archives/005490.htm...
    non+autenticato
  • Non so se davvero MySQL AB avrà problemi. Dopotutto MySQL AB non è InnoDB. Nel mondo dell'open source, "morto un papa, se ne fa un altro", e potrebbero (e l'hanno già fatto!) allearsi con qualcun altro per portare avanti il loro progetto. Oppure potrebbero creare un fork di InnoDB e crearsi un InnoDB2 (boh!).

    La situazione mi sembra fluida. Di sicuro MySQL AB dovrà stare attenta a non farsi soffocare dall'abbraccio interessato di Oracle...

    Adirittura anche se Oracle comprasse anche MySQL AB, per far morire MySQL, qualcun altro potrebbe prendersi i sorgenti e fare un MySQL2.

    Che ne dite???

    ciao, iced
    iced
    188

  • MySQL senza transazioni non lo puoi utilizzare in applicazioni "serie" cioe' di classe enterprise, dove Oracle regna sovrana. Considerando che InnoDB e' l'unico DB engine per MySQL che le supporta ......
    Mi domando quale interesse possa avere Oracle nel continuare lo sviluppo di InnoDB visto che e' gratis e nutre la concorrenza.
    non+autenticato
  • Chi ti dice che abbia voglia di rinnovare il contratto?
    Forse esprime l'intenzione di rinnovarlo per evitare che mysql in quest'anno sviluppi un nuovo motore transazioni.
    E' un mondo di squali...

    Oppure visto che mysql non serve a niente senza innodb se questo diventa a pagamento gli utenti mysql saranno obbligati a comprarlo oppure a migrare ad un altro db .. ad esempio .. oracle.

    Insomma oracle tiene per le palle mysql.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi domando quale interesse possa avere Oracle nel
    > continuare lo sviluppo di InnoDB visto che e'
    > gratis e nutre la concorrenza.

    La licenza Oracle è decisamente onerosa e x kuesto le pikkole aziende preferiskono appoggiarsi a SqlServer d Mikro$oft (o a MySql).

    Mi pare ovvio ke spingere MySql implicitamente serva a rosikkiare kuote d merkato a Bill Ficoso
    KC
    91

  • - Scritto da: KC

    > Mi pare ovvio ke spingere MySql implicitamente
    > serva a rosikkiare kuote d merkato a Bill Ficoso

    A parte le k che violentano l'italiano, a naso direi che c'hai preso in pieno. Visto che MS è un polipo che si allarga su tutto, e visto che con il prossimo SQL Server tenteranno l'attacco ad alto livello ad Oracle, questi contrattaccano cercando di entrare nel segmento più florido di MSSQL, ovvero la media impresa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > MySQL senza transazioni non lo puoi utilizzare in
    > applicazioni "serie" cioe' di classe enterprise,
    > dove Oracle regna sovrana. Considerando che
    > InnoDB e' l'unico DB engine per MySQL che le
    > supporta ......

    Non è vero, a memoria mi vengono in mente almeno gli engine BDB e NDBCLUSTER che supportano transazioni.

    non+autenticato
  • > Non è vero, a memoria mi vengono in mente almeno
    > gli engine BDB e NDBCLUSTER che supportano
    > transazioni.

    Io li ho provati, e non c'è paragone. I motori sono proprio diversi, e sono incompatibili anche per la sintassi SQL riconosciuta.

    Su un blog legato a MySQL avevo poi letto che BDB, viste le sue carenze, sarà presto abbandonato in favore di InnoDB. Ma questo lo si diceva prima dell'acqisto di InnoDB da parte di Oracle......purtroppo ora non trovo più il link...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)