Blue Gene si supera (ancora)

Il mostro di calcolo di IBM torna a stabilire un nuovo primato nel supercomputing fermando la lancetta delle perfomance a poche tacche dai 300 teraflops. Solo poco tempo fa appariva un traguardo lontano

Armonk (USA) - "Non ce n'è più per nessuno". Questo devono aver pensato i dirigenti di IBM quando, lo scorso fine settimana, hanno annunciato al Mondo il nuovo e impressionante record di calcolo raggiunto dal loro supercomputer Blue Gene/L: 280,6 trilioni di calcoli in virgola mobile al secondo (teraflops). Una performance che, raddoppiando il primato precedente, rende il distacco tra Blue Gene e gli avversari ormai imbarazzante: basti pensare che il rivale più diretto, il Columbia di SGI, non supera i 52 teraflops.

Il nuovo monster di calcolo dal gene blu è stato assemblato dagli ingegneri di IBM presso il Lawrence Livermore National Laboratory (LLNL), un importante centro di ricerca governativo americano che utilizza Blue Gene/L in congiunzione con il cugino ASC Purple per simulare l'esplosione di ordigni nucleari e testare l'affidabilità dell'armamento atomico degli USA. La potenza di calcolo combinata dei due supercomputer IBM è di circa 400 teraflops, ossia quasi mezzo petaflops: Big Blue potrebbe così essere la prima, nei prossimi due anni, ad abbattere anche la barriera del petaflops.

Per dare ai profani un'idea della potenza di calcolo del suo nuovo supercomputer, IBM ha spiegato che se tutti gli abitanti del pianeta possedessero un computer palmare, e la loro potenza venisse aggregata, ci vorrebbero comunque decenni per eseguire il numero di calcoli che Blue Gene compie in un solo secondo.
Il nuovo Blue Gene/L da 280 teraflops si candida a conquistare la prima posizione nella classifica Top500 dei supercomputer più veloci al mondo, classifica che vede già al vertice due sistemi Blue Gene.

La forsennata corsa di IBM nello spingere le performance dei propri supercomputer non è solo un modo per accrescere il proprio prestigio o per assicurarsi ricche commesse governative: Big Blue è infatti alla costante ricerca di soluzioni che le permettano di utilizzare le proprie tecnologie di supercomputing anche in ambito commerciale. Le ultime quattro applicazioni commerciali della tecnologia Blue Gene sono state annunciate proprio negli scorsi giorni, e consistono in una soluzione per l'ottimizzazione della supply chain, un servizio di computing on-demand per il rendering 3D, una suite di strumenti per la ricerca farmacologica e biologica e un ambiente CAE (computer-aided engineering) per le simulazioni.
TAG: ricerca, hw
42 Commenti alla Notizia Blue Gene si supera (ancora)
Ordina
  • Secondo voi , invece che usarlo per la sicurezza degli armamenti nucleari USA, non si potrebbe usarlo ANCHE per altri scopi (magari a divisione di tempo) ?

  • No.
    non+autenticato

  • - Scritto da: pacionet
    > Secondo voi , invece che usarlo per la sicurezza
    > degli armamenti nucleari USA, non si potrebbe
    > usarlo ANCHE per altri scopi (magari a divisione
    > di tempo) ?
    >

    Tipo comprimere pornazzi?
  • fanno simulazioni nucleari che altrimenti farebbero fisicamente nell'atollo delle azzorre
    non+autenticato
  • Possibile che si debba continuare a leggere traduzioni del genere?
    non+autenticato
  • se non sbaglio...
    un trilione = 1.000.000 miliardi
    un teraflop = 1.000 miliardi di flop

    Se è così andrebbe fatta una piccola correzione
    non+autenticato
  • Qui trovi la definizione tratta dal dizionario De Mauro:
    http://www.demauroparavia.it/123134

    Un saluto.

    - Scritto da: Anonimo
    > se non sbaglio...
    > un trilione = 1.000.000 miliardi
    > un teraflop = 1.000 miliardi di flop
    >
    > Se è così andrebbe fatta una piccola correzione
  • Ciao Anonimo, si', credo sia possibile, visto che il termine appare su ogni dizionario di italiano Occhiolino
    Un saluto.

    - Scritto da: Anonimo
    > Possibile che si debba continuare a leggere
    > traduzioni del genere?

  • - Scritto da: La redazione
    > Ciao Anonimo, si', credo sia possibile, visto che
    > il termine appare su ogni dizionario di italiano
    > Occhiolino
    > Un saluto.

    Si, però nessun tecnico/scienziato li usa. Li vedo usare solo dai giornalisti quando parlano del debito italiano alla casalinga di voghera.Occhiolino
    E confondono solo chi legge gli articoli di PI, se non è anche un abituale lettore di topolino.

    Esistono i prefissi internazionali: kilo, mega, tera, peto, nano, micro etc etc che sono molto più pratici da usare, valgono in qualunque lingua, non confondono le persone e dovrebbero essere il pane quotidiano per chi vi legge.
    non+autenticato
  • Beh su quello di Zio Paperone c'e' di sicuro.
    Assieme ai fantastiliardi.

    - Scritto da: La redazione
    > Ciao Anonimo, si', credo sia possibile, visto che
    > il termine appare su ogni dizionario di italiano
    > Occhiolino
    > Un saluto.
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Possibile che si debba continuare a leggere
    > > traduzioni del genere?
    non+autenticato
  • Diretto da :
    http://www.top500.org/


    System:
        BlueGene/L - eServer Blue Gene Solution
    System Type:
        eServer Blue Gene Solution
    System Model:
        eServer Blue Gene Solution
    System Family:
        IBM BlueGene/L
    Manufacturer:
        IBM
    System URL:
        http://www.research.ibm.com/bluegene/
    Application area:
        Not Specified
    Installation Year:
        2005
    System Details
    Processor:
        PowerPC 440 700 MHz (2.8 GFlops)
    Topology/Interconnect:
        Proprietary
    Operating System:
        CNK/Linux
    Linpack
    Processors:
        65536 (Sorpresa )
    Rpeak (GFlops):
        183500 (Sorpresa Sorpresa )
    Rmax (GFlops):
        136800 (Sorpresa Sorpresa Sorpresa )
    Nmax:
        1277951
    NHalf:
        0
    Added:
        2005-06-10


    !!WOW!!
    Ficoso

    ne voglio uno!
    non+autenticato
  • >Per dare ai profani un'idea della potenza di calcolo >del suo nuovo supercomputer, IBM ha spiegato che se
    >tutti gli abitanti del pianeta possedessero un computer >palmare, e la loro potenza venisse aggregata, ci >vorrebbero comunque decenni per eseguire il numero> di calcoli che Blue Gene compie in un solo secondo.


    ...mi sa di sparata, infatti facendo due conti: due decenni sono 630 milioni di secondi, per 5 miliardi di popolazione fanno la potenza di 3,1 x 10^18 palmari.

    Supponendo che un PC odierno sia mille volte più' potente di un palmare (ne dubito, visto che i palmari arrivano a 600 mhz...), per difetto il mostro di IBm dovrebbe avere la potenza di 3*10^15 computers desktop?

    Visto che questi mostri montano comunque processori da PC (opteron, xeon ecc..) in numero di quache centinaio di migliaia, gli ordini di grandezza non tornano proprio...
    non+autenticato
  • Prima di te credevo in babbonatale. Mi hai distrutto la favola! In lacrime Non volevo fare i conti, mi sono detto: "voglio crederci!". Poi leggo il tuo commento e mi crolla tutto il mondo In lacrime In lacrime
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prima di te credevo in babbonatale. Mi hai
    > distrutto la favola! In lacrime Non volevo fare i conti,
    > mi sono detto: "voglio crederci!". Poi leggo il
    > tuo commento e mi crolla tutto il mondo In lacrime In lacrime

    ah... ha fatto al "battuta"...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Prima di te credevo in babbonatale. Mi hai
    > > distrutto la favola! In lacrime Non volevo fare i
    > conti,
    > > mi sono detto: "voglio crederci!". Poi leggo il
    > > tuo commento e mi crolla tutto il mondo In lacrime In lacrime
    >
    > ah... ha fatto al "battuta"...

    No, sul serio. Volevo crederci Triste
    non+autenticato
  • dubito che la IMB faccia sparate ... e cmq la tecnologia che usano non è in commercio ... quindi può essere più che vero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dubito che la IMB faccia sparate ... e cmq la
    > tecnologia che usano non è in commercio ...
    > quindi può essere più che vero

    usa la testa invece di dubitare sulle "sparate di IBM"...

    ...è realistico che abbia una potenza (per difetto) dichiarata (da IBM o da PI poi..?Sorride) di un milione di miliardi di PC desktop? non ti sembra un "tantino" superiore ai 700 Tera dichiarati?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > >Per dare ai profani un'idea della potenza di
    > calcolo >del suo nuovo supercomputer, IBM ha
    > spiegato che se
    > >tutti gli abitanti del pianeta possedessero un
    > computer >palmare, e la loro potenza venisse
    > aggregata, ci >vorrebbero comunque decenni per
    > eseguire il numero> di calcoli che Blue Gene
    > compie in un solo secondo.
    >
    >
    > ...mi sa di sparata, infatti facendo due conti:
    > due decenni sono 630 milioni di secondi, per 5
    > miliardi di popolazione fanno la potenza di 3,1 x
    > 10^18 palmari.
    >
    > Supponendo che un PC odierno sia mille volte più'
    > potente di un palmare (ne dubito, visto che i
    > palmari arrivano a 600 mhz...), per difetto il
    > mostro di IBm dovrebbe avere la potenza di
    > 3*10^15 computers desktop?
    >
    > Visto che questi mostri montano comunque
    > processori da PC (opteron, xeon ecc..) in numero
    > di quache centinaio di migliaia, gli ordini di
    > grandezza non tornano proprio...

    I tuoi conti dovresti rifarli... 600 MHz (cioè velocità) non significa X flops (cioè potenza)...

    A titolo esemplificativo, un processore da 400 MHz può essere più potente da uno di 500 MHz

    Se il primo riesce a fare 3 calcoli per clock, significa che fa (3 x 400.000.000) = 1.200.000.000 di calcoli al secondo, cioè 1,2 GFlops

    Se il secondo riesce a fare 2 calcoli per clock, significa che fa (2 x 500.000.000) = 1.000.000.000 di calcoli al secondo, cioè 1 GFlop.

    Inoltre, IBM non usa processori Intel o AMD, ma IBM, ovvero PowerPC 970 (i famosi G5) oppure altri processori basati su Power5, che hanno capacità di calcolo ben superiori ai normali PC.

    Tieni presente che l'ultimo Power Mac G5 di Apple (http://www.apple.com/it/powermac/dualcore.html), il modello da 2 processori dual-core IBM da 2,5 GHz, ha una potenza di calcolo di 76,6 GFlops, e ha solo 4 processori (e costa solo 3400 euro, neanche tanto caro), mentre un computer con Pentium 4 da 3,6 GHz ha una potenza di circa 7 GFlops...

    E questi sono i veri dati sulla potenza di un computer, i valori dei flops (calcoli al secondo) e non i hertz (che esprime soltanto la frequenza elettrica).

    Infatti, non noti che nel mondo PC si faccia riferimento solo ai MHz dei processori, e mai alla vera capacità di calcolo? E non noti che i computer Apple sono più potenti dei PC, anche se lavorano a frequenze minori?

    Quindi penso che ciò che ha dichiarato IBM non sia poi tanto esagerato...

    E poi, non credo useranno Blue Gene con Windows...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    [...]
    > Inoltre, IBM non usa processori Intel o AMD, ma
    > IBM, ovvero PowerPC 970 (i famosi G5) oppure
    > altri processori basati su Power5, che hanno
    > capacità di calcolo ben superiori ai normali PC.
    >
    > Tieni presente che l'ultimo Power Mac G5 di Apple
    > (http://www.apple.com/it/powermac/dualcore.html),
    > il modello da 2 processori dual-core IBM da 2,5
    > GHz, ha una potenza di calcolo di 76,6 GFlops, e
    > ha solo 4 processori (e costa solo 3400 euro,
    > neanche tanto caro), mentre un computer con
    > Pentium 4 da 3,6 GHz ha una potenza di circa 7
    > GFlops...
    >
    > E questi sono i veri dati sulla potenza di un
    > computer, i valori dei flops (calcoli al secondo)
    > e non i hertz (che esprime soltanto la frequenza
    > elettrica).
    >
    > Infatti, non noti che nel mondo PC si faccia
    > riferimento solo ai MHz dei processori, e mai
    > alla vera capacità di calcolo? E non noti che i
    > computer Apple sono più potenti dei PC, anche se
    > lavorano a frequenze minori?
    >
    > Quindi penso che ciò che ha dichiarato IBM non
    > sia poi tanto esagerato...
    I conti li sai fare, ma il conto da fare effettivamente è semplice e non implica i MHz o GHz:
    allora, come hai detto, un P4 a 3,6 GHz fa 7 GFlops, Blue Gene può arrivare a 700 TFlops, cioè 700.000 GFlops, vale a dire 100.000 volte la potenza di un buon desktop, non miliardi di volte.
    >
    > E poi, non credo useranno Blue Gene con Windows...
    Perché no? Così diventerebbe blu di nome e di fatto.
    non+autenticato
  • Per quelli della redazione: 1 teraflops sono un bilione di operazioni in virgola mobile, non un trilione. Il prefisso di trilione e' exa. Da non confondere con l'americano bilion che significa miliardo.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Bilione
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per quelli della redazione: 1 teraflops sono un
    > bilione di operazioni in virgola mobile, non un
    > trilione. Il prefisso di trilione e' exa. Da non
    > confondere con l'americano bilion che significa
    > miliardo.
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Bilione

    Perché parlare di bilioni, trilioni e fantastilioni di operazioni? Ogni volta che li leggo mi viene in mente zio paperone. Esistono i prefissi standard apposta per non confondersi (kil, mega, tera...). mah
    non+autenticato
  • si però PETA è veramente molto bruttino...
    non+autenticato
  • Io scrissi tempo fa un post sull' ideazione di nuovi prefissi per le grandezze sopra il giga, molta gente mi prese per deficiente ...   :(

  • - Scritto da: Anonimo
    > si però PETA è veramente molto bruttino...

    Aspetta che vengano fuori gli harddisk da qulche petabyte...

    "Mi dia un disco rigido da 3 peti"

    "Ecco qua: PROT PROOOT PROOOOOOOOOOOOOOT"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)