GNU + Solaris = Nexenta

Un nuovo progetto open source si prefigge lo scopo di sviluppare un sistema operativo ibrido composto dal kernel di Solaris e dalla costellazione di software che fanno parte della piattaforma GNU. Già in sviluppo un prototipo

Web - Sposare le tecnologie alla base di OpenSolaris con la miriade di strumenti che fanno parte del sistema operativo GNU, gli stessi inclusi in tutte le distribuzioni di Linux. È quello che ha intenzione di fare lo sviluppatore Alex Ross con GNU/Solaris, un nuovo progetto open source che nei prossimi mesi darà alla luce un sistema operativo ibrido chiamato Nexenta.

"Si tratta delle prima distribuzione al mondo a combinare GNU e OpenSolaris", ha affermato Ross in questo messaggio. "Sarà una distribuzione completamente aperta e gratuita, facile da installare e da usare". Lo sviluppatore ha pubblicizzato la propria iniziativa in diverse mailing-list, tra cui quella di OpenSolaris e di Ubuntu, e spera di poter presto contare sull'aiuto di altri sviluppatori Unix.

Nexenta, di cui Ross sta ultimando un prototipo capace di girare sulle CPU x86 a 32 e a 64 bit, conterrà il kernel di OpenSolaris e 2.300 pacchetti con licenza GPL presi a prestito dal progetto Debian. Questa fusione è resa possibile dal fatto che, la scorsa primavera, Sun ha aperto il codice del kernel di Solaris 10 e lo ha pubblicato sotto la licenza open source CDDL: quest'ultima consente, fra le altre cose, di prendere il codice di OpenSolaris e utilizzarlo per dar vita a nuove distribuzioni.
"L'iniziativa suona davvero interessante", ha affermato Alan DuBoff, ingegnere di Sun per Solaris x86. "Non ho molte informazioni su questo progetto, ma 2.300 pacchetti Debian sono davvero un bell'extra (per OpenSolaris, NdR). Pensare che APT possa funzionare sotto Solaris è davvero entusiasmante".

APT (Advanced Packaging Tool), come molti utenti di Linux ben sanno, è un tool sviluppato da Debian che semplifica l'installazione e l'aggiornamento delle applicazioni sotto Linux: questo software viene utilizzato, oltre che da Debian, da diverse altre distribuzioni derivate (ad esempio, la celebre Ubuntu).

Ross ha già varato il sito gnusolaris.org (al momento richiede all'utente di autenticarsi) in cui renderà disponibili tutti i servizi necessari alla nascitura community GNU/Solaris: area download, repository APT, forum, database dei bug, blog e altre risorse. Il portale verrà aperto al pubblico a partire da metà novembre.
84 Commenti alla Notizia GNU + Solaris = Nexenta
Ordina
  • linux bsd o solaris?
    qual'è il più performante? il più facile da imparare? il più sicuro? il più leggero? quello con openoffice?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > linux bsd o solaris?
    > qual'è il più performante? il più facile da
    > imparare? il più sicuro? il più leggero? quello
    > con openoffice?

    Non esiste il miglior sistema operativo in assoluto.
    Solo M$ si vanta di poter conquistare il mondo con la stessa fuffa che fa tutto in modo mediocre.

    Il più performante è Linux e BSD grazie alla possibilità di ricompilare il kernel e le componenti da ottimizzare per i vari compiti.

    Il più sicuro sembrerebbe OpenBSD, ma se lo si sa ben amministrare e si scelgono servizi ben collaudati Linux, FreeBSD e Solaris si equivalgono.

    Il più leggero indubbiamente Linux dato che può scalare sia verso l'altro che verso il basso, fino ad essere installato su un Amiga 68030 a 50Mhz e su chiavi USB da 128M.

    OpenOffice.org c'è per tutti e tre.

    --
    Mr. Mechano
  • thanks! Sorride
    non+autenticato
  • Potrei provare a chiamarlo in Rueda, per vedere di nascosto l'effetto che fa Sorride
    non+autenticato
  • E' un "Setenta" con un "Dile che No" e svariati pasitos...
    Con la lingua fuoriPPPP
    non+autenticato
  • Nexenta y cinco!|
    Nexenta y ocho!
    Prima con la hermana!
    Nexenta NT!
    Policia!
    Dame DoS! Nooooo, volevo dire dos!
    (la Rueda crasha) A bocca apertaCon la lingua fuori
    non+autenticato

  • E' inutile che il mondo faccia tutti questi sforzi per creare qualcosa di alternativo al mio meraviglioso sistema operativo Windows Vista Profescional che vi metterà tutti in ginocchio!

    Non c'è più TRIPPA per GATTI per Linux/Solaris e l'opensorcio!!!

    Dominerò solo e solamente io, il vostro amato DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!

    AAAAAAAAAAAAAAHAHAHHAHAHA!!!!!
  • - Scritto da: Il DRAGA
    >
    > E' inutile che il mondo faccia tutti questi
    > sforzi per creare qualcosa di alternativo al mio
    > meraviglioso sistema operativo Windows Vista
    > Profescional che vi metterà tutti in ginocchio!


    tuooo???????????????????ma hai letto la licenza Microsoft?non puoi farci niente,non puoi cambiare neanche il nome al pulsantino start,quindi tutto è tranne che tuo!

    > Non c'è più TRIPPA per GATTI per Linux/Solaris e
    > l'opensorcio!!!
    >
    > Dominerò solo e solamente io, il vostro amato
    > DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!

    tuo amato

    >
    > AAAAAAAAAAAAAAHAHAHHAHAHA!!!!!


    in ogni caso da un che ha come nick draga non posso aspettarmi altro:un troll che mira a fare flame ... ed io che rispondo anche

    ==================================
    Modificato dall'autore il 05/11/2005 11.16.44
  • prima i tentativi di creare uno freebsd facile da usare ed amichevole
    poi open solaris
    nel frattempo hurd. che avranno installato in 2 al mondo
    ora l'unione tra strumenti gnu e solaris (farsi tutto da soli alla sun si vede che gli dava noia)
    stanno facendo una corsa a chi tira fuori uno unix userfriendly lo chiude , lo imbottisce di drm e ci lucra l'impossibile. avessero l'onestà culturale di dire che se se mac osx non fosse della apple sarebbe lo standard di fatto....
    non+autenticato

  • > stanno facendo una corsa a chi tira fuori uno
    > unix userfriendly lo chiude

    Non lo chiudi certo usando i pacchetti debian come fa nexenta, che andrebbe infatti chiamato Debian GNU/SolarisSorride
    La GPL lo proibisce.

  • Un altro progetto interessante:

    http://belenix.sarovar.org/belenix_home.html

    Belenix è un'altra distro basata su opensolaris. Ci porta le GTK e XFCE per avere un server con un'interfaccia grafica leggera.

    Solaris è un sistema operativo per server molto robusto. Ma necessita di una sana cura dimagrante e soprattutto una massiccia ottimizzazione per renderlo leggero e rapido per un uso desktop.

    --
    Mr. Mechano
  • Immagino che gli sviluppatori non siano zeneizi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Immagino che gli sviluppatori non siano zeneizi.

    Di quali sviluppatori parli quelli della Sun che lavoravano a Solaris o quelli opensource che si stanno buttando su OpenSolaris?

    Perché quelli della Sun erano certamente limitati dalle direttive aziendali, ma soprattutto Solaris aveva solo pochi targhet ed era pensato essenzialmente per i server con CPU Sparc che hanno pochissima varietà di hardware e schede prodotte appositamente per Sun.

    Non appena ci si sposta nel mondo PC il parco hardware si allarga in maniera impressionante ed avere driver per qualsiasi periferica è impossibile.

    Gli stessi *BSD attingono a molto di ciò che viene fatto per Linux.

    Gli sviluppatori che si sono buttati su OpenSolaris poi avranno un gran bel lavoro da fare per snellirlo ed aggiungere caratteristiche come il Preemptible per renderlo più reattivo nell'uso come workstation/desktop. Senza parlare della sensazione di pesantezza che da ad ogni comando da shell.

    Poi una volta avviate attività di I/O ed elaborazioni varie va senza battere ciglio anche con un carico notevole.

    Se solo avesse la possibilità di snellirlo come avviene per il kernel di Linux che lo puoi adattare a qualsiasi hardware esistente togliendo o aggiungendo qualsiasi funzione del kernel.

    --
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Immagino che gli sviluppatori non siano zeneizi.
    >
    > Di quali sviluppatori parli quelli della Sun che
    > lavoravano a Solaris o quelli opensource che si
    > stanno buttando su OpenSolaris?
    >
    Era una battutaccia: se gli sviluppatori fossero stati genovesi non l'avrebbero chiamato Belenix, oppure, volendo fare i goliardi, l'avrebbero chiamato piuttosto Belinex Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)