Stragi, videogiochi innocenti

Dopo gli eventi della Columbine High School, Doom ed altri games erano stati messi sotto accusa per incitamento all'omicidio. Adesso arriva la sentenza

Denver (USA) - Fu uno dei casi pi¨ dibattuti e uno di quelli che pi¨ ha portato sotto i riflettori i videogiochi violenti e quelle che secondo alcuni sono le "conseguenze possibili" del loro utilizzo. Un caso nato dopo la sanguinosa sparatoria alla Columbine High School di Denver, quando due ragazzi uccisero 12 compagni e un insegnante. Si scoprý poi che entrambi erano appassionati giocatori di Doom, il celebre sparatutto in soggettiva.

Quando si scoprý che i due ragazzini killer, Eric Harris e Dylan Klebold, avevano anche un sito dedicato a Doom, le famiglie delle vittime decisero di denunciare i produttori di videogiochi violenti. L'avvocato delle famiglie, John DeCamp aveva affermato: "Con questa denuncia si cerca di cambiare completamente la commercializzazione e distribuzione di questi videogiochi superviolenti che rendono i bambini dipendenti dalla violenza e li trasformano in killer senz'anima". Dichiarazioni e situazioni che alzarono moltissima polvere negli USA.

DoomIl caso Ŕ ora arrivato alla conclusione: il giudice distrettuale Lewis Babcock ha accettato la richiesta di archiviazione del caso provenuta da undici grandi produttori di videogiochi, tra cui Id Software (produttrice di Doom), Activision, Sony ed altri sostenuta da AOL Time Warner e Palm Pictures.
Secondo il giudice, infatti, in nessun modo i produttori di videogiochi o di film violenti avrebbero potuto prevedere che i propri prodotti sarebbero stati in qualche modo capaci di condizionare i ragazzi della Columbine. "Al di fuori del disgusto personale - ha affermato Babcock - Ŕ evidente che esiste una utilitÓ sociale nelle forme di intrattenimento espressive e fantasiose, anche quando contengono violenza".

Il tutto, comunque, potrebbe non finire qui se DeCamp, come ha giÓ preannunciato, deciderÓ davvero di andare in appello.
32 Commenti alla Notizia Stragi, videogiochi innocenti
Ordina
  • che gira in una finestra XWin con fvwm...:)

    non+autenticato
  • Stando agli ultimi risultati
    nel settore pare che sia la violenza nelle
    strade a provocare violenza nei film e non il
    contrario...
    -----------------------------
    Sti' americani, vorrebbero scaricare
    sui videogiochi la pesantissima responsabilita`
    di educare un figlio;

    e` successo con la TV,
    accade coi videogames...

    Pino Silvestre
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pino Silvestre
    > Stando agli ultimi risultati
    > nel settore pare che sia la violenza nelle
    > strade a provocare violenza nei film e non il
    > contrario...
    > -----------------------------
    > Sti' americani, vorrebbero scaricare
    > sui videogiochi la pesantissima
    > responsabilita`
    > di educare un figlio;
    >
    > e` successo con la TV,
    > accade coi videogames...
    >
    > Pino Silvestre

    Pino, voglio ricordarti che lo stesso problema ci fu anche qui proprio per Carmageddon e per quel gioco con langelo alla quale il Vaticano si oppose.
    Inutile giudicare gli americani, il mondo è paese e l'Italia che vietava Lamù non è certo meglio... arriva solo più tardi proprio come i prodotti dall'estero.
    non+autenticato
  • lamu'? che cos'è?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Optimum
    > lamu'? che cos'è?
    Quel cartone con l'aliena che le madri italiane volevano abolire. C'era un ragazzo che escogitava qualunque cosa per levarle il reggiseno.
    Il problema è che gli adulti valutano il mondo dei bambini con l'occhio, le malizia e l'ansia dei grandi.
    non+autenticato
  • forti emozioni creano scompensi nelle menti deboli....
    e questa frase mi risuona sistematicamente ogni volta che leggo queste robe....

    com`e` che funziona il paese delle liberta`????eheheeh che popolo....la cnn da` in diretta tutte le guerre a cui gli usa partecipano(a tutte..)vendono armi agli angoli delle strade...hanno ancora armi nucleari dato che il giappone nn gli e` servito da lezione...?????e poi se i loro figli nati in questo clima dove "+ ricco=migliore",sparano e ammazzano,hanno il coraggio di scandalizzarsi e dare la colpa a cosa???? ad 1videogioco....MA DAIIIIIIIII

    cmq anche se cosi` fosse...la colpa e` della societa`...nn dei genitori,xche` anch`essi sono vittime di 1modo di fare che forse nn e` cosi` perfetto come vogliono far credere....

    E QUI SO` CHE MI SI DARA` DEL COMUNISTA SINISTRORSO MANGIA BAMBINI.....

    ma tant`e` che se i genitori invece di lavorare tutta la settima passasero +tempo cn i propri figli,forse crescerebbero +equilibrati!!!!1soluzione sarebbe lavorare meno ore(comunista...)
    1altra soluzione sarebbe insegnare il rispetto x la vita umana(se 1stato vende armi ed ha la pena di morte...nn ne ha granche`..)
    poi saro` io comunista e bla bla ma sta` di fatto che nelle famiglie italiane ed inglesi dove(apparte alcuni casi...)nn girano armi e dove la cultura nn e` solo 1mezzo x far soldi..ste` robe nn succedono....

    adesso e` stato 1videogioco..se eliminassero i videogiochi sarebbe qualcos`altro...insomma e` sempre colpa di qualcos`altro.."dopotutto mio figlio e` 1bravo ragazzo che studia"...gia` l`importante....
    ora potete darmi pure del comunista

    non+autenticato
  • NO, Approvo e appoggio gran parte di quello che hai detto...e dico questo anche perche' io ci sono stato per 4 mesi negli States..e li la vita fa schifo!

    ciao
    W L'italia...W Quake III
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dambro
    > NO, Approvo e appoggio gran parte di quello
    > che hai detto...e dico questo anche perche'
    > io ci sono stato per 4 mesi negli States..e
    > li la vita fa schifo!
    >
    > ciao
    > W L'italia...W Quake III

    Tranquillo, che adesso stanno lavorando per portarti gli states in ItaliaSorride Cmq io non generalizzerei in questo modo: ci sono cose buone e cose cattive negli USA, così come in tutti i paesi...
    non+autenticato
  • ....anche i giudici USA prendono una decisino giusta.

    Mi chiedo solo se a determinarla sia stata la giustizia, oppure il peso di AOL, Sony & c.
    non+autenticato
  • I giochi sono ritenuti pericolosi. La distribuzione libera di pistole, fucili, lanciamissili no. Ogni buon americano deve avere un arsenale in casa. Se pio i figli le usano per fare una strage è colpa dei videogiochi.
    Viva l'America.
    non+autenticato


  • - Scritto da: pippero
    > I giochi sono ritenuti pericolosi. La
    > distribuzione libera di pistole, fucili,
    > lanciamissili no. Ogni buon americano deve
    > avere un arsenale in casa. Se pio i figli le
    > usano per fare una strage è colpa dei
    > videogiochi.
    > Viva l'America.

    Concordo amico. Non ha senso colpevolizzare i videogiochi o i film violenti, se un idiota si compra un uzi e ci fa fuori una scolaresca ! Il bello dei videogiochi è proprio che puoi sfogare i tuoi istinti repressi, che sono in ognuno di noi, senza far male a nessuno. E poi i giochi "violenti" sono sempre esistiti, una volta non c'erano i computers, questa è l'unica differenza. Sono molti altri i motivi di gesti assurdi. Prima di tutto, quello che dici tu, e cioè che in America, per via di assurde marchette pagate da tutti i presidenti alle lobby delle armi, chiunque può comprarsi liberamente delle armi e tenersele nel frigo.
    E' la violenza reale, non quella virtuale, a generare altra violenza: smettiamola di colpevolizzare la fantasia, di azioni che solo la realtà può commettere.

    p.s. Secondo il ragionamento di quei visionari che credono che sia la violenza virtuale a creare gli episodi di violenza reale, dovremmo essere un po' tutti criminali, visto che moltissima gente guarda film d'azione in tv, oppure gioca a Quake....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hakkar
    >
    >
    > - Scritto da: pippero
    > > I giochi sono ritenuti pericolosi. La
    > > distribuzione libera di pistole, fucili,
    > > lanciamissili no. Ogni buon americano deve
    > > avere un arsenale in casa. Se pio i figli
    > le
    > > usano per fare una strage è colpa dei
    > > videogiochi.
    > > Viva l'America.
    >
    > Concordo amico. Non ha senso colpevolizzare
    > i videogiochi o i film violenti, se un
    > idiota si compra un uzi e ci fa fuori una
    > scolaresca ! Il bello dei videogiochi è
    > proprio che puoi sfogare i tuoi istinti
    > repressi, che sono in ognuno di noi, senza
    > far male a nessuno. E poi i giochi
    > "violenti" sono sempre esistiti, una volta
    > non c'erano i computers, questa è l'unica
    > differenza. Sono molti altri i motivi di
    > gesti assurdi. Prima di tutto, quello che
    > dici tu, e cioè che in America, per via di
    > assurde marchette pagate da tutti i
    > presidenti alle lobby delle armi, chiunque
    > può comprarsi liberamente delle armi e
    > tenersele nel frigo.
    > E' la violenza reale, non quella virtuale, a
    > generare altra violenza: smettiamola di
    > colpevolizzare la fantasia, di azioni che
    > solo la realtà può commettere.
    >
    > p.s. Secondo il ragionamento di quei
    > visionari che credono che sia la violenza
    > virtuale a creare gli episodi di violenza
    > reale, dovremmo essere un po' tutti
    > criminali, visto che moltissima gente guarda
    > film d'azione in tv, oppure gioca a
    > Quake....
    Poi, insomma c'è l'età per il gioco dell'ape Maia e quella per Armageddon... bisogna educare i bambini a saper giocare. invece il gioco è qualcosa che viene identificato con l'eesere bambino indipendentemente dalla tipologia del gioco. Ricordo che cercavo un gioco ritenuto violento... non ricordo come si chiama ma riguardava un angelo che si impadroniva dei corpi... uscì solo per PC (non per Mac ne per la Play) ma l'assistente del mio negoziante di fiducia non voleva vendermelo perché inadatto ad una ragazza. Ok, forse così è troppo ma ci vuole educazione!

    Da Hydra, la guerriera del Mac e della Play
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anna
    > Poi, insomma c'è l'età per il gioco dell'ape
    > Maia e quella per Armageddon... bisogna
    > educare i bambini a saper giocare. invece il
    > gioco è qualcosa che viene identificato con
    > l'eesere bambino indipendentemente dalla
    > tipologia del gioco. Ricordo che cercavo un
    > gioco ritenuto violento... non ricordo come
    > si chiama ma riguardava un angelo che si
    > impadroniva dei corpi... uscì solo per PC
    > (non per Mac ne per la Play) ma l'assistente
    > del mio negoziante di fiducia non voleva
    > vendermelo perché inadatto ad una ragazza.
    > Ok, forse così è troppo ma ci vuole
    > educazione!
    >
    > Da Hydra, la guerriera del Mac e della Play

    Hai ragione, e ricadiamo sempre lì: non mi sembra giusto che tutto il mondo viva in funzione dei bambini. La tv non può trasmettere film d'azione se non alle 3 di notte, i videogiochi violenti non si possono vendere, il telegiornale deve stare attento a quello che dice...insomma, è giusto tutelare i minori, ma bisogna anche pensare agli adulti. Dove sono i genitori mentre il bambino gioca o guarda la TV ? Non ci sono, è questo il vero problema. I bambini di oggi sono ricoperti di regali (vedi il ragazzino tipo, con telefonino, motorino, vesiti griffati e 200 euro in tasca!!!), perchè i genitori pensano così di rifarsi delle ore non passate con i figli...e invece fanno solo peggio. Non si può condizionare il commercio a solo uso e consumo di una fascia di utenti, come dici tu, bisogna educare le persone.

    Ciao guerriera ! Se ti serve un mago, fai un fischio !
    non+autenticato
  • Ecco, così Burp non brontola!

    > Ciao guerriera ! Se ti serve un mago, fai un
    > fischio !
    Ok, malgrado la mia età adoro i videogames e trovo che gli "adulti" siano sempre più depressi perché non riescono (e non sanno) più giocare, calarsi in parti che non siano le solite.
    Trovo il gioco un'arte terapeutica contro lo stress.
    Come appassionata di Fantascienza la mia tendenza e verso Parasite Eve, Alone in The Dark e soci... ma no per questo vado in giro a sparare alla gente.
    Poi si cade nell'ipocrisia: vietare la vendita di Carmageddon perché diseducativo per poi permetterla dopo che la SW House sostituì le persone con gli alieni... e questo non è diseducativo per i bambini più del gioco? Imparano che le persone sono importanti mentre il resto può essere ucciso!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anna
    > Ok, malgrado la mia età adoro i videogames e
    > trovo che gli "adulti" siano sempre più
    > depressi perché non riescono (e non sanno)
    > più giocare, calarsi in parti che non siano
    > le solite.

    Concordo ! Io leggo libri fantasy e di fantascienza, scrivo racconti fantasy, gioco ai videogiochi (anche se sempre più raramente, per via di impegni univ), qualche volta gioco a qualche gioco di ruolo....
    Hai ragione nel dire che gli adulti dovrebbero imparare di nuovo a sognare...invece stanno (stiamo, non è che ho 2 anni!!!) lì a guardare solo al massimo profitto, e chi se ne frega dei figli, salvo poi impressionarci quando succede qualcosa, quando scopriamo che il nostro bel figlioletto è magari un bullo...oppure quando si stampa su un palo perchè era così bravo da impasticcarsi....

    > Trovo il gioco un'arte terapeutica contro lo
    > stress.

    Esatto

    > Come appassionata di Fantascienza la mia
    > tendenza e verso Parasite Eve, Alone in The
    > Dark e soci... ma no per questo vado in giro
    > a sparare alla gente.

    Beh...ma sei un'assassina in potenza (come diceva il vecchio prof di filosofia anni fa...)

    > Poi si cade nell'ipocrisia: vietare la
    > vendita di Carmageddon perché diseducativo
    > per poi permetterla dopo che la SW House
    > sostituì le persone con gli alieni... e
    > questo non è diseducativo per i bambini più
    > del gioco? Imparano che le persone sono
    > importanti mentre il resto può essere
    > ucciso!

    Infatti, si insegna così che il "diverso" va eliminato. Molto peggio. Ma tanto, ormai siamo in un paese in cui gli extracomunitari saranno presto giustiziati tutti, solo per il fatto che hanno sperato in una vita migliore....
    Ciao !
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anna

    > Trovo il gioco un'arte terapeutica contro lo
    > stress.
    > Come appassionata di Fantascienza la mia
    > tendenza e verso Parasite Eve, Alone in The
    > Dark e soci... ma no per questo vado in giro
    > a sparare alla gente.

    LOL
    Anche io ho ammazzato un sacco di gente sui server di Unreal ........
    da quando e' uscito serpentine e infiltration
    faccio delle stragi peggio di rambo
    Ho 35 anni ...
    ..e nella vita reale non mi incazzo mai !
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anna
    >
    > Da Hydra, la guerriera del Mac e della Play

    ... nemica dello spazio su disco, del quoting raziocinante, fedele alleata della barra di scorrimento e dei mouse con rotella.

    http://www.google.com/search?q=come+quotare+netiqu...

    Leggine un po'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Burp
    >
    >
    > - Scritto da: Anna
    > >
    > > Da Hydra, la guerriera del Mac e della
    > Play
    >
    > ... nemica dello spazio su disco, del
    > quoting raziocinante, fedele alleata della
    > barra di scorrimento e dei mouse con
    > rotella.
    >
    > http://www.google.com/search?q=come+quotare+n
    >
    > Leggine un po'.
    Spazio su disco? Ma cos'hai un comp vecchio di 1 anno?
    Sono in ufficio è non ho tempo di stare attenta a 'ste frignacce!
    Tu non dai importanza ai discorsi?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)