Il Vaticano: la Scienza sia con voi

Il capo del Consiglio pontificio della Cultura ha ricordato non solo che i pregiudizi sono nocivi e portano all'integralismo ma anche che la scienza moderna ha molto da offrire

Roma - Potrà suonare come una stranezza per qualcuno ma la dottrina della Chiesa Cattolica sulla Scienza è, almeno a parole, sempre più chiara. A specificare la necessità di valutare quanto la scienza moderna ha da offrire è stato in questi giorni il cardinale francese Paul Poupard, che guida il Consiglio pontificio per la Cultura.

Poupard ha auspicato che si superi quello che ha definito "mutuo pregiudizio" tra Scienza e Religione partendo dalla dichiarazione con cui nel 1992 Giovanni Paolo II ammise gli errori della Chiesa nel caso di Galileo Galilei, perseguito e condannato per le proprie scoperte. "La lezione permanente del caso Galileo - ha affermato il cardinale - ci spinge a tener vivo il dialogo tra le diverse discipline e in particolare quello tra la teologia e le scienze naturali, se vogliamo impedire che altri episodi del genere si ripetano in futuro". Va detto che oggi la Chiesa condanna una lunga serie di pratiche scientifiche, ma è una condanna che non provoca restrizioni delle libertà personali, o peggio, per i ricercatori coinvolti.

Secondo Poupard, però, è necessario che anche la Scienza sappia ascoltare: "Noi sappiamo dove può portare la razionalità scientifica: alla bomba atomica o alla possibilità di clonare esseri umani, scoperte che sono frutto di una ragione che vuole liberarsi da qualsiasi connessione etica o religiosa".
Il cardinale ha specificato anche l'inverso, ovvero che una religione che taglia i ponti con la ragione "diventa preda del fondamentalismo": da qui l'obbligo per i fedeli di ascoltare quello che la scienza moderna può offrire "proprio come noi chiediamo che la conoscenza della fede sia presa in considerazione come una voce di esperienza per l'umanità".
TAG: 
152 Commenti alla Notizia Il Vaticano: la Scienza sia con voi
Ordina
  • Fausto Bertinotti non è più ateo. Seppur confondendo san Paolo con una citazione della Lettera a Diogneto (non è grave, ad alcuni teologi capita di peggio), ha confessato in un'intervista a Panorama (ma giá a Otto e mezzo e a Famiglia cristiana aveva detto le stesse cose) che non vuole più definirsi ateo perchè "non vuole negarsi la ricerca". Il leader del Partito della Rifondazione comunista manifesta la sua ammirazione per i cattolici, specialmente per questo Papa e aggiunge: "frequento le cerimonie religiose e non senza un coinvolgimento emotivo".

    Qualunque cosa se ne pensi, il "caso Bertinotti" conferma la tendenza della societá italiana da 25 anni a questa parte. Nell' accuratissima ricerca di Loredana Sciolla, La sfida dei valori, pubblicata dal Mulino, si rileva infatti che dal 1981 al 1999 in Italia è crollata la percentuale di coloro che si dicono "non credenti": dal 12,1 per cento al 6,6 per cento. Ed il crollo è ancora più marcato fra i giovani di etá 18-30 anni, dove i "non credenti" passano dal 17,2 al 5,8 per cento. Questi dati si accompagnano a una crescita di coloro che si definiscono "praticanti", dal 32 al 43 per cento (la crescita maggiore è fra i giovani e le donne del nord). Inoltre l'indice di fiducia nella Chiesa è passato in venti anni dal 57 al 67 per cento.
    non+autenticato
  • Mi sembra di capire che la maggior parte dei partecipanti a questo forum non ha dubbi: le religioni (tutte) sono un cumulo di sciocchezze e la scienza sta per spiegare in modo perfetto tutta la realtà e la sua origine e il suo senso.
    Un ipotetico osservatore esterno (esempio: un extraterrestre) troverebbe però strano in questa teoria il fatto che anche dopo secoli di progresso scientifico la maggior parte degli uomini ha delle credenze religiose e società civili in cui la religione si è totalmente estinta a favore di una etica civile basata sulla scienza (che forse non esiste neppure) non se ne sono ancora viste.
    Forse la teoria della inutilità e infondatezza della religione ha qualche lacuna, o le persone intelligenti del mondo sono troppo poche (magari si trovano tutte in questo forum)? E se sì come mai l'umanità ha comunque fatto dei progressi?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi sembra di capire che la maggior parte dei
    > partecipanti a questo forum non ha dubbi: le
    > religioni (tutte)

    Tutte no, per esempio la mia non lo e'. Ma per sapere la verita', mi devi sganciare 100.000 euro

    > sono un cumulo di sciocchezze e
    > la scienza sta per spiegare in modo perfetto
    > tutta la realtà e la sua origine e il suo senso.
    > Un ipotetico osservatore esterno (esempio: un
    > extraterrestre) troverebbe però strano in questa
    > teoria il fatto che anche dopo secoli di
    > progresso scientifico la maggior parte degli
    > uomini ha delle credenze religiose

    Maggior parte? Ma scherzi?
    http://www.uaar.it/ateismo/statistiche/quanti_catt.../

    "Franco Garelli, che insieme ad altri sociologi ha curato una voluminosa indagine per la conferenza episcopale, prova a delimitare l’area di quanti possano dirsi veramente cattolici nell’Italia di oggi. «I credenti militanti» - spiega - «coloro che fanno parte di gruppi, associazioni, movimenti e danno grande rilevanza all’esperienza comunitaria della fede sono circa un 10 per cento. I praticanti assidui, che però non avvertono l’esigenza di una vita religiosa collettiva e di una visibilità, sono un altro 15-20 per cento. Sommando entrambi i gruppi si arriva ad un 30 per cento di credenti regolari». E la stessa cifra riferibile ai praticanti abituali della messa domenicale che rappresenta il centro del culto cristiano. Fra i giovani la partecipazione è naturalmente al ribasso: solo il 20-22 percento, dice Garelli, frequenta la chiesa la domenica."

    E mi dira, "30% non son pochi". No, ma non sono la maggioranza.

    E poi sappiamo che e' certo piu' facile credere che studiare, se il 30% della popolazione, indottrinata sin da bambina, crede, beh, direi che e' quasi fisiologico se sommi indottrinamento e mancanza di altre fonti/pigrizia/paura della morte/voglia si sentirsi piu' importanti di un semplice mortale.

    > e società
    > civili in cui la religione si è totalmente
    > estinta a favore di una etica civile basata sulla
    > scienza (che forse non esiste neppure)

    In effetti una simile etica deve ancora nascere (se mai nascera').

    > se ne
    > sono ancora viste.

    Forse pero' non hai visto le societa' non religiose basate sull'etica laica, sull'illuminismo e sull'umanesimo.
    La stessa Italia ha principi laici, ci vivono pacificamente milioni di individuoi che non sono, dichiaratamente, di nessuna religione.
    Lo stesso avviene in molti paesi del mondo ed e' avvenuto anche nei secoli addietro.

    Ma in parte hai ragione. Societa' prive di religiosi pedanti e saccenti che fanno osservazioni che rivelano tutta la loro miopia, non si sono ancora viste.

    > Forse la teoria della inutilità e infondatezza
    > della religione ha qualche lacuna

    Aspetta non mesoclare le carte, vediamo assieme. Inutilità no, la religione e' utile, lo sanno tutti, senno' come convici un soldato a morire e un poveraccio che si spacca la schiena e ha famiglia a versare i suoi sodini ad un gruppo di persone senza famiglia che non lavora?
    La religione e' utilissima, ma non a tutti. Dipende come la vediamo

    In quanto alla infondatezza, non si dimostra certo osservando una societa'. Se io faccio comizi e dico che le mucche parlano portoghese e tre sciocchi mi credono e mi seguono, se guardi il mio gruppo cosa puoi dimostrare? Forse ne ricavi molto sul mio carisma/ascendente, sulla credulita' e sulle dinamiche sociali, ma nulla imparerai sulla fondatezza o meno del dogma della mucca ciarliera portoghese.

    > o le persone
    > intelligenti del mondo sono troppo poche

    Non saprei, ma dalle tue considerazioni cosi' convincenti ed attinenti, in quale gruppo sei tu adesso agli occhi dei lettori?

    > (magari
    > si trovano tutte in questo forum)?

    Magari i credenti sono una minoranza, come dimostrano le statistiche del Vaticano, e per cui qui le percentuali del paese si rispecchiano, e gli interventi direi che sono nelle corrette proporzioni.

    > E se sì come
    > mai l'umanità ha comunque fatto dei progressi?

    Perche' per fortuna, abbiamo dato ascolto a Galileo, Copernico, Newtone, Darwin e molti altri che ci hanno detto IL CONTRARIO di quello che ci ha spacciato la religione.
    Progressi NONOSTANTE la religione, oppressiva e conservatrice, non dimenticarlo mai.
    Sei bello, ben pasciuto, sano, colto, per cui ringrazia gli uomini di scienza se non lavori in un mulino vestito di pelli credendo che la terra sia al centro del cosmo. Probabile che come molti sei in vita per i vaccini.
    non+autenticato
  • con voi"!!!
    IL VERO VATICANO NON HA MAI CAMBIATO IDEA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    MEDITATE GENTE MEDITATE..............
  • la chiesa cattolica del terzo millennio e' al fianco delle industrie occidentali, pronta a sostenere la tesi che una maggior durata della vita si tradurra' per piu' tempo da dedicare a lavoro e preghiera, pronta a chiudere un'occhio sul depauperamento delle risorse naturali mondiali per contrapposizione al cosiddetto neopaganesimo, il cui significato nella visione asfittica di questi retrogradi si sta lentamente sovrapponendo con quella di ecologismo, alla casta cattolica fa comodo che l'acqua dei fiumi venga avvelenata, cosi un caritatevole sacerdote potra' dar da bere agli assetati, dopo averli convertiti naturalmente.
    eppure sulla bibbia c'e' scritto chiaramente :
    la principale opera del maligno durante il suo regno terreno e' quella di confondere le menti far apparire buono ed onesto cio' che e' edificato sullo sterco del diavolo, per trarre in inganno i puri di spirito.
    quali vantaggi avranno per se questi signori combattendo la NUOVA RELIGIONE TRASVERSALE EMERGENTE, il culto di gaia.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > la chiesa cattolica del terzo millennio e' al
    > fianco delle industrie occidentali,

    ohibo'!

    > pronta a
    > sostenere la tesi che una maggior durata della
    > vita si tradurra' per piu' tempo da dedicare a
    > lavoro e preghiera, pronta a chiudere un'occhio
    > sul depauperamento delle risorse naturali
    > mondiali per contrapposizione al cosiddetto
    > neopaganesimo,


    Cattivoni!

    > il cui significato nella visione
    > asfittica di questi retrogradi si sta lentamente
    > sovrapponendo con quella di ecologismo, alla
    > casta cattolica fa comodo che l'acqua dei fiumi
    > venga avvelenata, cosi un caritatevole sacerdote
    > potra' dar da bere agli assetati, dopo averli
    > convertiti naturalmente.

    Allora ci servono delle guardie ai fiumi!

    > eppure sulla bibbia c'e' scritto chiaramente :
    > la principale opera del maligno durante il suo
    > regno terreno e' quella di confondere le menti
    > far apparire buono ed onesto cio' che e'
    > edificato sullo sterco del diavolo, per trarre in
    > inganno i puri di spirito.

    Beh se c'e scritto chiaramente su un libro scritto 2000 anni e piu' che raccoglie leggende di ogni tipo, chi mai siamo noi per mettere in dubbio quelle cose COSI' CHIARE?

    > quali vantaggi avranno per se questi signori
    > combattendo la NUOVA RELIGIONE TRASVERSALE
    > EMERGENTE, il culto di gaia.

    Ovviamente avranno la gaiezza.
    non+autenticato
  • W le antiche sinfonie di un tempo!!!
    Proprio quando ero daccordo con la Chiesa Giovanni Paolo II ammise gli "errori".........ma quali errori???
    Andate a leggere cosa pensavano nell'antico Egitto a proposito del Sole e della Terra............


  • - Scritto da: EverythingYouKn
    > W le antiche sinfonie di un tempo!!!

    Si evviva, come no.

    > Proprio quando ero daccordo con la Chiesa
    > Giovanni Paolo II ammise gli "errori".........ma
    > quali errori???

    Per esempio la tua educazione scolastica, un lungo madornale errore.

    > Andate a leggere cosa pensavano nell'antico
    > Egitto a proposito del Sole e della
    > Terra............

    Hai proprio voglia di divagare un pochetto fuori tema, eh?
    Ma e' un binario morto, cosa pensassero gli egizi, tutto sommato, non frega piu' a nessuno, forse avresti piu' successo incitando a discutere dei celti e delle religioni druidriche, sono piu' di moda. Tempo perso per tempo perso, almeno avresti piu' pubblico.
    non+autenticato
  • Non credere troppo a quello che dicono gli scienziati, perchè la realtà è molto molto molto molto molto molto molto diversa da come (quasi) tutti credono!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • - Scritto da: EverythingYouKn
    > Non credere troppo a quello che dicono gli
    > scienziati, perchè la realtà è molto molto molto
    > molto molto molto molto diversa da come (quasi)
    > tutti
    > credono!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ahahaha
    non+autenticato

  • - Scritto da: EverythingYouKn
    > Non credere troppo a quello che dicono gli
    > scienziati, perchè la realtà è molto molto molto
    > molto molto molto molto diversa da come (quasi)
    > tutti
    > credono!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


    BRAVO !!!!

    E diciamolo una volta per tutte che la Terra è piatta e che se superi le Colonne d'Ercole cadi nel vuoto...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)