Bufera sui film per cellulari

TRE non avrà la prima visione per The Interpreter. E forse nemmeno per altre pellicole

Roma - Era prevista per oggi, sui videofonini TRE la prima visione del film "The Interpreter" (di Sidney Pollack, con Nicole Kidman). E invece la "prima" è saltata: Eagle Pictures, attraverso un comunicato, ha dichiarato di aver ufficialmente sospeso la distribuzione della pellicola per la trasmissione sui videotelefonini TRE.

Inizialmente prevista come uscita contemporanea su grande schermo (al cinema) e microdisplay (sul videofonino), la proiezione di "The Interpreter" doveva essere il primo di una serie di film, come previsto dall'accordo tra il distributore e l'operatore UMTS.

Ma i gestori delle sale cinematografiche, manifestando tutta la loro preoccupazione per l'iniziativa, hanno minacciato di non proiettare il film. Detto, fatto: meno 161 sale, rispetto alla settimana precedente, è il risultato della concretizzata minaccia degli esercenti. E nella classifica dei film più visti il film è crollato. Dopo tutto questo, TRE ha annunciato il rinvio della visione su "piccolissimo schermo".
La preoccupazione di chi gestisce i grandi schermi sembra allinearsi alle affermazioni di Roberto Benigni, presente ieri al primo giorno del decimo congresso di Agiscuola: "Vedere un film sul telefonino è una contraddizione quasi blasfema. La bellezza del cinema è proprio la grandezza dello schermo. Sul telefonino si può vedere solo un assaggino".

Ma se l'accoglienza delle sale italiane è questa, ai videofonini del cinema non resteranno nemmeno le briciole.

Dario Bonacina
2 Commenti alla Notizia Bufera sui film per cellulari
Ordina
  • Ma, razionalmente, come si può vedere un film su uno schermo da 2 pollici, ma facciamo anche 3...?

    Ridicolo pensare che questa idea sia geniale.
    Ma chi sono i markettari che l'hanno pensata?

    Secondo me i gestori delle sale cinematografiche avrebbero dovuto contiuare la proiezione, quanti clienti gli farebbe davvero perdere la "prima visione" di TRE?

    non+autenticato
  • Nulla a che vedere col cinema, assolutamente! però avere per esempio qualchre puntata di Voyager o dei simpsons sul cellulare da poter vedere in momenti di coda o mentre aspetti la morosa in macchina è comodo.

    Senza contare poi che non serve avere un videofonino e tanti soldi nella usim... basta un 6600 e una mmc capiente (e ovviamente i film da caricare).

    Mi sta sulle palle tutto questo: ci appioppano un sacco di servizi letaminosi spacciandoli come rivoluzionari: io non sono molto spesso in casa, ma con un po' di ingegno riesco a fare quasi tutto quello che farei a casa.

    l'email? altro che Imode! basta un programma symbian serio
    Icq? idem
    le foto agli amici? a che servon gli mms quando puoi mandarle per email e icq a un prezzo mostruosamente inferiore?
    I film in streaming?Li carichi, programma e via.

    Perchè ci dobbiam far dare tutto precotto e masticato?Se uno le cose le sa fare se le fa, altrimenti il telefono lo usa per telefonare.
    non+autenticato