Zombie, i provider sospenderanno gli utenti

In Australia gli ISP dovranno comunicare ai propri utenti che il loro computer si comporta da zombie. Se questi non rimedieranno alla situazione dovranno impedir loro di accedere ad internet

Zombie, i provider sospenderanno gli utentiCanberra (Australia) - Ci voleva la determinazione degli australiani per mettere in pratica un approccio anti-zombie di cui si è parlato spesso ma che non aveva mai trovato un'applicazione sistematica: il Garante delle Comunicazioni australiano ha infatti autorizzato cinque provider del paese a disconnettere quei computer sospettati di essere divenuti zombie per negligenza dei rispettivi proprietari.

L'iniziativa appena varata dal ministero delle Comunicazioni e che il Garante seguirà passo passo, denominata Australian Internet Security Initiative, prevede che l'Autorità sui nuovi media si serva di un software dedicato e già sviluppato, studiato per andare in rete a caccia di comportamenti anomali: in questo quadro rientrano, ad esempio, computer che sparano spam.

Gli IP dei computer che sembrano infettati da trojan, e quindi gestiti da cracker da remoto, verranno periodicamente comunicati ai provider. Questi potranno così procedere ad identificare gli utenti interessati e avvertirli di quanto sta avvenendo.
Da quel momento, il provider dovrà anche collaborare con l'utente affinché questi risolva i propri problemi di sicurezza: se ciò non avvenisse, il provider dovrà procedere alla sospensione dell'accesso ad internet di quegli utenti fino a quando i loro computer non saranno posti in sicurezza

Si tratta di una sperimentazione che durerà tre mesi, durante i quali si cercherà di stabilire se questo genere di approccio è funzionale. Secondo gli esperti, gli utenti i cui computer sono stati infettati e dunque vengono gestiti da remoto sono perlopiù ignari che questo possa accadere ed è assai probabile, o almeno questa è la speranza, che una volta informati vogliano applicarsi per risolvere la questione. La possibilità di venir tagliati fuori dalla rete potrebbe rivelarsi, in questo senso, un "incentivo".

Sebbene non sia chiaro quanto potrà costare agli ISP questo genere di attività, va detto che sono proprio i provider i primi a rimetterci dall'altissimo volume di traffico spesso generato dai computer divenuti zombie. Questi, infatti, finiscono per far parte di botnet, reti di computer infetti che vengono utilizzate da remoto per inviare spam in tutto il mondo o attivare attacchi distribuiti, con conseguente massiccio impiego di banda.

Lo scorso aprile proprio in Australia uno dei maggiori provider, BigPond, aveva annunciato che sei dei propri utenti erano stati disconnessi perché avevano trascurato gli avvertimenti che lo stesso operatore aveva fornito loro sui comportamenti dei propri computer. All'epoca l'ISP manovrava in una zona grigia: pur avendo notificato alle autorità le proprie decisioni, la sua iniziativa avveniva senza una "copertura regolamentare". Con l'iniziativa governativa, a cui lo stesso BigPond partecipa, l'iniziativa sporadica dell'ISP potrebbe diventare pratica comune.

C'è da sperare che i risultati della sperimentazione australiana saranno osservati con attenzione anche dai provider di altri paesi.
101 Commenti alla Notizia Zombie, i provider sospenderanno gli utenti
Ordina
  • Gli IP dei computer che sembrano infettati da trojan, e quindi gestiti da cracker da remoto, verranno periodicamente comunicati ai provide

    Una nazione è costretta a disconnettere i propri utenti per problemi di traffico generati da migliaia di sistemi infetti e voi che fate? Venite di la a rompere per un worm di php che agiva su una falla tappata a inizio estate che agisce solo se i pianeti sono allineati dal rituale dei klingoniani?


    Wow ancora una volta mi congratulo con i guerrieri di windows avete coraggio!
  • Ringraziali per il loro fantastico sistema che si compromette in 12 minuti trasformandosi in zombie e contagiando range di ip a fiumi.

    Dove sono i winari che dicevano che per usare linux c'è bisogno di imparare o che è difficile.

    Un utente alle prime armi dovrà cimentarsi in sicurezza informatica, firewall, antivirus, aggiornamenti. Adesso chi è macchinoso? Chi è una perdita di tempo?

    O fanno tutte queste cose o in rete non vanno


    Complimnti vivissimi a tutti i sostenitori di sistemi windows avete un gran coraggio a chiacchierare ancora!
    non+autenticato
  • sei proprio ridicolo...vuoi sapere le differenze??

    visto ke windows ha il 90% del mercato, ha ovviamente anche molti piu idioti che lo usano

    Risultato? windows firewall disattivato (anche linux ha dei firewall ma nessuno li disabilita) windows upgrade disabilitato (su linux nessuno non aggiorna) tutti utenti amministratori (su linux nessuno usa root)

    capito la differenza adesso?
  • "La possibilità di venir tagliati fuori dalla rete potrebbe rivelarsi, in questo senso, un "incentivo"."

    incentivo è un sinonimo di minaccia? non penso che sul contratto gli utenti abbiano firmato per poter essere disconnessi nel caso diventino zombie.

    FORSE le responsabilità a monte stanno da altre parti...dalle parti di Redmond...(non voglio essere troll anti-ms con questa affermazione..riconosco a MS anche i pochi meriti che ha tipo............................................ -.- bho seriamente qualkuno ne ha..solo ke al momento non mi viene in mente..)
    FORSE non si fa cosa si potrebbe realmente fare...per trovare da dove arriva una mail di un impiegato che scrive male della sua zienda ci si impiegano 2 minuti..e per trovare chi gestisce una botnet illegale?
    FORSE i provvedimenti andrebbero presi in una maniera + seria, + consona a ciò che ci si può aspettare da un governo. Questi metodi da santa inquisizione non porteranno grandi risultati..



    non+autenticato

  • Spam, dos attack, furti di identità, intrusioni di cracker non sono solo cose spiacevoli, ma anche molto costose.

    Si calcola che ormai lo spam è vicino ad eguagliare (se non l'ha già superata) la posta elettronica lecita per quantità di messaggi e quindi di banda utilizzata.
    Pensate ben metà della preziosa banda di fibre ottiche e cablaggi sottomarini o trasmissioni satellitari finisce sprecata per messaggi di catente di S.Antonio, pubblciitià di pornografia e materiale pirata, pillole per allargare il pene, Cialis, Viagra e porcherie varie.

    I computer con Windows trasformati in zombie vengono utilizzati per ricattare di attacchi DOS tante grandi aziende che basano il proprio business su Internet.

    Furti di identità e conseguenti truffe e intrusioni.
    E infocrimini ormai molto diffusi e remunerativi (per chi li commette).

    E tutto ciò a causa di tre fenomeni:

    la commercializzazione di sistemi operativi e programmi in condizioni beta o poco testati, e con ritardi negli aggiornamenti;

    struttura semplicistica, attenzione non semplice, del software che non permette agli utenti il pieno controllo, ed anzi tende a celare il reale funzionamento della macchina e delle tecnologie di comunicazione nelle reti telematiche;

    campagne di marketing spregiudicato che dietro all'obbiettivo degli utili provenienti dall'informatizzazione di massa, nasconde qualsiasi insidia, problema e difficoltà insita nel possesso ed uso di un sistema informatico.
    Proprio come accade nella pubblicità di qualsiasi oggetto mostrato in condizioni ideali e sicuramente lontane dalla realtà e senza citare alcuno dei problemi pratici con cui l'utente si dovrà scontrare quando avrà quell'oggetto tra le mani.

    Tutto ciò moltiplicato per i milioni di utilizzatori di questi sistemi inadeguati e senza alcun controllo o cognizione tecnica sul loro uso e sulla messa in sicurezza, comporta per un sistema economico di un paese una spesa enorme per i danni causati.

    Perdite ai danni delle aziende di telecomunicazioni con un'effettiva disponibilità di banda che è quasi la metà di quella potenziale della struttura trasmissiva.

    Danni agli istituti di credito e di quelle aziende colpite da truffe telematiche e intrusioni a causa del furto di identitià e di chiavi di accesso.

    Danni per gli utenti che si trovano a spendere cifre maggiori software aggiuntivo per la sola protezione e siscurezza. Oltre ai fermi macchina e le reinstallazioni con relative spese di assistenza tecnica.

    Danni e/o compromissioni dei sistemi informatici della pubblica amministrazione.

    In Australia per quanto siano off topic altre discussioni su libertà e diritti civili, devono aver fatto dei conti su questi costi e stanno prendendo contromisure per arginare questo fenomeno.
    Una cosa che dovrebbe fare qualsiasi paese.

    --
    Mr. Mechano
  • Dagli zombi a chiudere la strada al mulo ci vorra' poco.A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Dagli zombi a chiudere la strada al mulo ci
    > vorra' poco.A bocca aperta

    Speriamo ... almeno Telecom comincerà a pensare a portare la connettività dove non c'è invece che ad aumentare la banda agli sbafatori ...

  • - Scritto da: eymerich
    > > Dagli zombi a chiudere la strada al mulo ci
    > > vorra' poco.A bocca aperta
    >
    > Speriamo ... almeno Telecom comincerà a pensare a
    > portare la connettività dove non c'è invece che
    > ad aumentare la banda agli sbafatori ...

    Forse su qualche film fantascientifico. Fanno prima a coprire con ADSL+ che pensare a noi digital divided.
  • :D A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca apertaA bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca apertaA bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca apertaA bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: eymerich
    > > Dagli zombi a chiudere la strada al mulo ci
    > > vorra' poco.A bocca aperta
    >
    > Speriamo ... almeno Telecom comincerà a pensare a
    > portare la connettività dove non c'è invece che
    > ad aumentare la banda agli sbafatori ...

    certo, certo.... vogliamo tornare a qualche anno fa, quando non si scaricava, e una connessione adsl costava quanto un mutuo per la casa??
  • ERA ORA
    non e che sono contro ma si esagera
    l'adsl viene pensata SOLO per scaricare ma tutto il resto nn conta
    Magari pure qui in ITALIA dovrebbero fare la stessa cosa e aumentare la banda
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Dagli zombi a chiudere la strada al mulo ci
    > vorra' poco.A bocca aperta

    non ci avevo pensato a quest'aspetto, magari con la scusa di boccare pc infetti si allenano
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)