Gates: un cambiamento epocale

Il chairman Microsoft annuncia in un memo alle sue truppe: ci aspetta una trasformazione completa del business, una nuova apertura verso la rete e un mondo di nuove opportunità. I competitor? Google in testa

Redmond (USA) - Una trasformazione colossale per la maggiore softwarehouse del Mondo: così Bill Gates, fondatore e chairman di Microsoft, ha descritto in un memo interno a Microsoft le sfide, i problemi e le opportunità che si parano dinanzi all'azienda. Un "sea change", come lo ha chiamato Gates, che sposta il fronte del software dal desktop, in cui Microsoft domina da sempre, alla rete, in cui con agilità si muovono i più temibili competitor della società.

La nota distribuita ai dirigenti dell'azienda, diffusa da Associated Press, parla della necessità per Microsoft di muoversi "con velocità e decisione" nel nuovo ambiente. "Questa nuova ondata di servizi avrà un impatto formidabile - ha scritto - Abbiamo concorrenti che sfrutteranno i nuovi approcci e ci sfideranno, ma su questo l'opportunità di essere leader è pure molto chiara".

Il riferimento al "sea change" è un ponte diretto ad un'altra nota che lo stesso Gates distribuì ai suoi ormai diversi anni fa, dal titolo "The Internet Tidal Wave", con cui, pur con un certo ritardo, il big di Redmond iniziò ad orientarsi verso le tecnologie di rete, dando poi vita, tra le altre cose, al browser che si è affermato sulla stragrande maggioranza dei computer connessi ad Internet.
La nuova "affermazione strategica" di Gates, nei fatti, arriva dopoché Microsoft ha già iniziato a muoversi in nuove direzioni: nel giro di poche settimane l'azienda ha completamente ristrutturato le proprie divisioni operative e ha annunciato il varo di Windows Live a cui si aggiungono le funzionalità di "servizio" dell'ormai prossimo Windows Vista.

Di interesse segnalare come il memo del chairman dell'azienda sia accompagnato da un'ulteriore annotazione a firma di Ray Ozzie, notissimo sviluppatore e stratega da qualche tempo in forza a Microsoft, in cui si spiega come Microsoft non abbia segnato la via sul fronte dei servizi e del software Internet e che questo è il motivo per il quale oggi ha dinanzi a sé un certo numero di dinamici concorrenti come Google. La soluzione intravista da Ozzie comprende, tra le altre cose, servizi gratuiti sostenuti dalla pubblicità.
TAG: microsoft
121 Commenti alla Notizia Gates: un cambiamento epocale
Ordina
  • Oggi ho partecipato a Milano al lancio delle nuove versioni di Visual Studio, SQL server, etc.. e devo dire l'impressione è che in Microsoft si stano facendo un mazzo tanto per integrare tutto l'integrabile.
    Almeno sulla carta le prospettive per sviluppare applicativi a basso costo, mantenendo elevati standard, ci sono tutte....

    Credo che chi sviluppa ad un certo livello (tutte le piattaforme) non possa non considerare questa ondata di novità, che insieme a Vista porterà un bel po' di scossa al mercato...

    non+autenticato
  • Google ha portato una ventata di aria fresca
    fra gli applicativi Windows
    Google Earth
    Google Desktop
    Google Picasa (Photo)
    Google Talk
    ecc

    Ora Windows non deve piu preoccuparsi di Linux
    infatti secondo una recente statistica gli utenti Google
    non ci pensano proprio a passare su Linux visto e considerato che in quel cesso di OS mancano gli applicativi chiave come il Google Desktop o il favoloso Picasa.
    come al solito vincono le killer apps
    Linux non ha killer apps quindi è destinato ad un mercato
    di nicchia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Google ha portato una ventata di aria fresca
    > fra gli applicativi Windows
    > Google Earth
    > Google Desktop
    > Google Picasa (Photo)
    > Google Talk
    > ecc
    >
    > Ora Windows non deve piu preoccuparsi di Linux
    > infatti secondo una recente statistica gli utenti
    > Google
    > non ci pensano proprio a passare su Linux visto e
    > considerato che in quel cesso di OS mancano gli
    > applicativi chiave come il Google Desktop o il
    > favoloso Picasa.
    > come al solito vincono le killer apps
    > Linux non ha killer apps quindi è destinato ad un
    > mercato
    > di nicchia.


    l'importante è che lo creda tu caro il mio generatore di flame
    non+autenticato
  • Domanda: cos'è google?

    Risposta: google è 100 milioni di utenti che ogni giorno si collegano per fare ricerche, leggere news, pagare adword (che ultimamente son soldi persi), leggere email e poco più.

    Fan Windows

    Obiezioni?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Obiezioni?

    Google è una tecnologia che "it's just works"
    al contrario di Microsoft....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Domanda: cos'è google?
    >
    > Risposta: google è 100 milioni di utenti che ogni
    > giorno si collegano per fare ricerche, leggere
    > news, pagare adword (che ultimamente son soldi
    > persi), leggere email e poco più.
    >
    > Fan Windows
    >
    > Obiezioni?

    No.
    Ottima argomentazione.
    Mi hai convinto.
    non+autenticato
  • io dico che è una società fantasma, una scatola vuota dietro cui si celano le losche figure di Oracle, Sun, IBM e Computer Associates.
    Insomma sempre i soliti noti che ogni giorno, ogni ora, ogni secondo vorrebbero fare le scarpe a Zio Bill.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Domanda: cos'è google?
    >
    > Risposta: google è 100 milioni di utenti che ogni
    > giorno si collegano per fare ricerche, leggere
    > news, pagare adword (che ultimamente son soldi
    > persi), leggere email e poco più.
    >
    > Fan Windows
    >
    > Obiezioni?

    Se per "fumo" intendi tutta l' Information Technology...
    allora nessuna obiezione.

    Però dovresti notare che proprio questo immateriale è sempre più centrale...
    "indispensabile" oserei dire.

    Ed in questa sfera Google è tra i primissimi a livello di numeri e di ricerca.

    Obiezioni ?

    ;)

  • - Scritto da: Kama
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Domanda: cos'è google?
    > >
    > > Risposta: google è 100 milioni di utenti che
    > ogni
    > > giorno si collegano per fare ricerche, leggere
    > > news, pagare adword (che ultimamente son soldi
    > > persi), leggere email e poco più.
    > >
    > > Fan Windows
    > >
    > > Obiezioni?
    >
    > Se per "fumo" intendi tutta l' Information
    > Technology...
    > allora nessuna obiezione.
    >
    > Però dovresti notare che proprio questo
    > immateriale è sempre più centrale...
    > "indispensabile" oserei dire.
    >
    > Ed in questa sfera Google è tra i primissimi a
    > livello di numeri e di ricerca.
    >
    > Obiezioni ?
    >
    >Occhiolino

    Quindi i servizi "fumo" di google al centro del grande business del futuro. Quindi anche quelle fuffe-tecnologie di podcasting e blog, specie quest'ultimo che sta rovinando un intera generazione di giovani.
    Complimenti ancora e vedremo chi avrà la meglio
    non+autenticato
  • > Quindi i servizi "fumo" di google al centro del
    > grande business del futuro. Quindi anche quelle
    > fuffe-tecnologie di podcasting e blog, specie
    > quest'ultimo che sta rovinando un intera
    > generazione di giovani.

    Questa è la realtà ed io qui mi limitavo a leggerla.
    Poi ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni ed esporre le proprie idee etiche a riguardo.
    Ma far finta che non esista non "risolve" un bel niente...

    > Complimenti ancora e vedremo chi avrà la meglio

    Punto 1 . Spero che tu stia facendo qualcosa di concreto per, come tu dici, "salvare questa generazione di giovani".
    I complimenti, i telavevodetto, i signorimieicosinonva non servono a nessuno.

    Punto 2 . Qui il topic E' PROPRIO quel "fumo" di cui parli. I servizi.
    Se il topic fosse "come cambia la scrittura coi blog" il tuo commento avrebbe senso. Se fosse "I problemi di questa generazione di giovani", beh...ce ne sarebbero ben altri prima.

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quindi anche quelle
    > fuffe-tecnologie di podcasting e blog, specie
    > quest'ultimo che sta rovinando un intera
    > generazione di giovani.

    Qui l'unica cosa che rovina intere generazioni (e non solo di giovani) sono i reality dei quali tu, suppongo, sarai un assiduo spettatoreSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Domanda: cos'è google?
    >
    > Risposta: google è 100 milioni di utenti che ogni
    > giorno si collegano per fare ricerche, leggere
    > news, pagare adword (che ultimamente son soldi
    > persi), leggere email e poco più.
    >
    > Fan Windows
    >
    > Obiezioni?


    eh si, 100.000.000 di utenti ......
    non e' fumo e' potere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Domanda: cos'è google?
    > >
    > > Risposta: google è 100 milioni di utenti che
    > ogni
    > > giorno si collegano per fare ricerche, leggere
    > > news, pagare adword (che ultimamente son soldi
    > > persi), leggere email e poco più.
    > >
    > > Fan Windows
    > >
    > > Obiezioni?
    >
    >
    > eh si, 100.000.000 di utenti ......
    > non e' fumo e' potere.

    già... 100mln di utenti, non clienti
    non+autenticato
  • Detta così la fai sembrare la gioiosa macchina da guerra di Occhetto o la bicicletta, pardon, il tir di Prodi.
    non+autenticato
  • Pensare che ci sono poveri stupidi (come me) che si fa i conti con le statistiche ed i log di squid per vedere se è possibile ottimizzare il trasferimento di dati da/verso internet.

    E questi che ti fanno? Ti chiedono di aprire i documenti da akamai?!? Kamai!!!

    Iniziano a sembrare lenti i fileserver? Vorreste comprare dischi più veloci? NO! Spostate i dati su internet! Saranno una scheggia!

    Già office ci mette una vita ad aprire i file di excel o di powerpoint da una rete locale media: quanto pensate che possa metterci ad aprire una presentazione ricca di immagini che risiede all'altro capo del mondo?

    Mah...

    E per quelli che viaggiano: meglio il vostro portatile con i dati sopra oppure il vostro portatile attaccato ad internet (con costose tariffe a traffico) che scarica i dati dagli States?
  • Legge di Gilder: la banda trasmissiva triplicherà ogni anno per i prossimi 25 anni

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Legge di Gilder: la banda trasmissiva triplicherà
    > ogni anno per i prossimi 25 anni
    >

    Legge di radel (cioè me). Il tempo di trasmissione non dipende (solo) dalla banda.

    I dischi no triplicano la loro velocità di tre volte in un anno.
    Tantomeno il tempo di seek medio, visto che è poco probabile che utenti diversi nel pianeta usino i miei file personali (si spera!).
    Se ci metti gli hop tra qui e l'america dovrai spendere del tempo di latenza che non si abbasserà di un terzo ogni anno (non vedo la gente che gioca online triplicare ogni anno;)
    Le applicazioni microsoft non sono sempre state così "real time" come vorremmo. E sprecano tanto nell'accesso al disco. Se adesso il disco lo metti in rete... E questo (a meno di grandi strigliate in casa M$) non lo migliori ogni anno!
    Non mi sembra fattibile avere connessioni affidabili (a livello aziendale) paragonabili ai 100 (o 1000) mbit/s nel prossimo futuro: perchè dovrei tornare indietro?

    Tanto altro che non mi viene in mente, e che non triplica ogni anno nemmeno se lo paghi caro (come sarà per il "servizio" che ci stanno per rifilare).


    La verità è che hanno dimenticato una cosa: più lontani sono i dati e più ci vuole per raggiungerli.
    A meno di aprire passaggi subspaziali nel pianeta...

  • Che Microsoft abbia bisogno di una boccata d'aria è ormai noto, negli ultimi anni è andata avanti solo grazie all'inerzia dei suoi utenti e delle aziende che hanno investito nelle sue tecnologie, l'unica cosa che ha creato è il .NET, che è più che altro una mossa strategica più che di innovazione, dato che è moooolto simile a un famoso linguaggio multipiattaforma... Oggi però le alternative ci sono, i competitor pure, insomma Microsoft deve tornare a competere davvero, vedremo se ne è capace o se è ormai solo in grado di fare pubblicità, fud e di vivere della dipendenza dei suoi utenti.

    Secondo me, nel primo caso vedremo di che pasta è veramente fatta e forse potrà recuperare un po' di immagine, nel secondo caso si assisterà solo a un lunghissimo declino.

    TAD

  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    > Che Microsoft abbia bisogno di una boccata d'aria
    > è ormai noto, negli ultimi anni è andata avanti
    > solo grazie all'inerzia dei suoi utenti e delle
    > aziende che hanno investito nelle sue tecnologie,
    > l'unica cosa che ha creato è il .NET, che è più
    > che altro una mossa strategica più che di
    > innovazione, dato che è moooolto simile a un
    > famoso linguaggio multipiattaforma...


    ahhahah

    evidentemente non sei un programmatore...perche' altrimenti non spareresti queste bombe.

    Se sei un programmatore invece...c'e' da preoccuparsi.
    non+autenticato
  • Che finissima analisi tecnico/finanziaria !!!

    Questi discorsi li sento dai tempi di Windows 95, sinceramente non vedo grossi problemi se non quelli che devono affrontare tutte le maggiori aziende IT.

    Riprova ???

    - Niente migrazioni/rinnegazioni architetturali massicce tipo quella di SUN su Intel.

    - Chiusura di accordi strategici di incredibile importanza come la chiusura della causa con SUN che porterà ad importanti benefici di integrazione/interoperabilità tra Java e .NET

    - Il rilascio di una serie imponente di prodotti fondamentali come SQL 2005, Biztalk 2006, Visual Studio 2005, XBOX 360.

    - I fatturati non sono più in crescita ai ritmi degli annoi 80-90, cioè del 500% l'anno, ma comunque incrementi del 10-15% sono comunque rispettabili visto la situazione globale del mercato

    - Che io sappia, M$ continua ad assumere personale, anche in Italia, e non licenzia il 10% della forza lavoro come hanno fatto CISCO, SONY ed IBM.

    Non sono azionista M$, ma lavoro (proficuamente) sulla loro tecnologia e se qualcuno mette un pò di pepe al culo ai ragazzacci di Redmond la cosa non può che farmi piacere.

    Di quì a sparare le solite trollate su M$ ce ne corre però...
    non+autenticato

  • - > Di quì a sparare le solite trollate su M$ ce ne
    > corre però...

    ma infatti....loro appena vedono il nome microsoft
    iniziano a scrivere minchiate in nome del dio no global...paladino dei poveri e dei proletari.


    quella su .net poi la batte tutti...visto che .net e' considerato (anche chi sta dall'altra parte) una delle piu' grandi innovazioni che la ms abbia fatto (a livello di programmazione ovviamente)

    ma il tipo probabilmente fa come le altre pecore....
    il problema e' che lo fa dal 1995...




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - > Di quì a sparare le solite trollate su M$ ce
    > ne
    > > corre però...
    >
    > ma infatti....loro appena vedono il nome microsoft
    > iniziano a scrivere minchiate in nome del dio no
    > global...paladino dei poveri e dei proletari.
    >
    >
    > quella su .net poi la batte tutti...visto che
    > .net e' considerato (anche chi sta dall'altra
    > parte) una delle piu' grandi innovazioni che la
    > ms abbia fatto (a livello di programmazione
    > ovviamente)
    >
    > ma il tipo probabilmente fa come le altre
    > pecore....
    > il problema e' che lo fa dal 1995...
    mah io dal 95 (almeno la rev c che supportava le usb però eh!) di pecore ne ho viste tante

  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    >
    > Secondo me, nel primo caso vedremo di che pasta è
    > veramente fatta e forse potrà recuperare un po'
    > di immagine, nel secondo caso si assisterà solo a
    > un lunghissimo declino.
    >
    > TAD

    Propendo per il declino.Anche perche' la gente "che lavora proficuamente sulla tecnologia" di MS, ormai non riesce nemmeno a commentare su un forum, figurati innovare

    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)