Ubuntu ha il bollino di Big Blue

L'ormai celebre distribuzione Linux ha ottenuto la certificazione IBM per il database DB2, primo e importante lasciapassare per il settore enterprise

Londra - Nota e apprezzata soprattutto come distribuzione Linux consumer, Ubuntu è pronta a muovere i suoi primi passi in un mercato, quello enterprise, dove oggi Linux è sinonimo di Red Hat, SuSE e pochi altri nomi. A sciogliere le briglie alle ambizioni di Ubuntu è IBM, che ha certificato la conformità della giovane distribuzione a DB2: ciò significa che, d'ora in avanti, i clienti di IBM potranno scegliere Ubuntu come piattaforma su cui far girare il famoso database di Big Blue.

"Collaborando strettamente insieme, IBM e Ubuntu hanno dimostrato come DB2 e Ubuntu forniscano un ambiente stabile su cui far girare applicazioni business che utilizzano il database DB2", si legge in un comunicato.

La certificazione "Ready for IBM DB2 Software for Linux" appena ottenuta da Ubuntu si accompagna al recente rilascio di una versione server della distribuzione. Questo sistema operativo, che va a rivaleggiare più da vicino con le soluzioni enterprise di Red Hat e Novell, è stato progettato per far girare grossi database e applicazioni mission crtical.
Ubuntu è una distribuzione non commerciale basata su Debian e finanziata da Canonical, una piccola società fondata dall'ideatore di Ubuntu, Mark Shuttleworth. L'ultima major release di Ubuntu, la 5.10, è stata rilasciata giusto un mese fa. Della famiglia di Ubuntu fanno anche parte Kubuntu, basata su KDE, e Edubuntu, indirizzata al settore didattico.
TAG: linux
71 Commenti alla Notizia Ubuntu ha il bollino di Big Blue
Ordina
  • By nAiT

    Raga questo ubuntu sara' sempre una distro di linux ma ha la tendenza ad uccidere la filosofia di linux ed avvicinarsi sempre piu' a quella di Windows.
    Innanzitutto la cosa piu scandalosa e assurda e che in un sistema linux manchini i COMPILATORI e i
    SORGENTI del kernel. Voi direte " e va beh' tanto c'e' apt-get!". Pensate a chi ha installato Ubuntu
    cercando di attivare Wireless o Ethernet ha l'errore "SIOCSSIFLAGS:No such file or directory" cerca in giro e niente gira infiniti forum e canali mirc di ubuntu dove vede pure coem si diventa ad usare solo questa distro
    e in ogni caso e' costretto a scaricare MANUALMENTE un bordello di dipendenze etc dato che una semplice ricompilazione del kernel occuperebbe solo qualche minuto mentre cercare problema e driver ci si perde di casa.
    Ecco cosa mi dicevano gli utenti di ubuntu i quali disconoscono per il 90% la riga di comando e pensano che gnome si ala verita':
    (""ma perche usi ifconfig? Da quando esistono ste
    cose si fa tutto via gnome!" "MA ti vuoi connettere alla lan o a internet " "Non hai apt-get? Allor ainutile che provi comandi strani da terminale che in ubuntu nn si usa")
    (Risposte similari nn sono state un caso ma la certezza che ho incontrato in 1000 posti diversi come se gnome sia il gestore di linux bah).
    Che senso ha non dar subito la possibilita' di ricompilare un kernel?? Linux e' composto principalmente dal kernel e aggiorando il kernel si aggiorna tutto qui si fa come windows ne piu ne meno aggiungendo via via moduli esterni al kernel e rendendo tutto piu' pesante.
    In verita' chissa' perche sia io che molti prendendo Slackware distro molto spartana pero' in piena filosofia linux otteniamo prestazioni migliori piu sicurezza e risolviamo il problema in meno tempo (dato che anche se la riga di comando fa paura e' semplice da usare e piu logica di ubuntu).
    E cmq chi usa ubuntu non puo' dire "so usare bene linux" puo' dire al max "so usare i comandi facilitati di gnome"
    non+autenticato
  • parte della grandezza di linux sta proprio nella varietà che propone all'utente. ubuntu nasce come alternativa user friendly per chi vuole abbandonare il mondo del closed. non vedo perchè devi smerdare chi fa una scelta di questo tipo che non ha in mente di diventare un grande hacker, ma vuole scrivere i suoi fogli di calcolo o le sue letterine in un ambiente carino, free e open...

    pensaci

    NaRCoTiC
    non+autenticato
  • per installare i driver..

    li scaricate dal sito della ATI sono quelli nuovi ed escono aggiornati ogni mese, la ati si sta dando molto da fare per questi driver, strano ma vero.

    // nn fate:
    // sudo apt-get install fglrx-driver

    ma usate l'installer della ATI.

    poi finito di installare:
    sudo fglrxconfig

    // nn fate:
    // sudo dpkg-reconfigure xserver-xorg
    // a volte nn funziona e nn riuscite a modificare la
    // risoluzione, neppure editando manualmente.


    vi dico con una ati radeon 9800 pro e un P42600
    faccio 76 fps spaccati con enemy territory a 1024x768 a dettagli elevati.
    perfetto per giocare.

    e 125 fissi con Quake 3




    Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • non commento sul livello intellettivo dell'autore del post di Matumbo, anche perchè non avrei niente su cui commentare, ma volevo sapere se per Matumbo s'intende in realta Dikembe Mutombo, il giocatore di basket africano in forza a varie squadre NBA negli anni scorsi (non so se gioca ancora), famoso sopratutto per essere un grande stoppatore.
    non+autenticato
  • Una delle migliori che ho visto in questi anni insieme a slackware.
    A chi dice che è un fork di debian, beh io dico che hanno fatto bene a prenderne le distanze, Debian è un SO stabilissimo, ma è cmq un SO generico, capace di lavorare sia in campo desktop, che in campo server, ma mentre in campo server fa veramente bene il suo lavoro, lo stsso non si può dire in ambito desktop, i manutentori sono troppo conservatori, i pacchetti restano troppo vecchi, e viene rilasciata soltanto "when it's ready" per un server la stabilità va bene, per il desktop no
    A chi dice che ha dei difetti, beh tutti i SO li hanno (basta vedere win Sorride a volte ben peggiori, vedi fedora core 2 ad esempio,breezy ha sicuramente sofferto di alcuni dfetti, ma sono stati risolti velocemente, e ora è veramente molto stabile

    NB uso correntemente tutte e 3 le distribuzioni citate
  • Asus A7n8x-x
    Ati 9600pro
    Athlonxp 2800+

    ... ubuntu non tenta nemmeno l'installazione.

    (suse, mandriva, fedora, debian e dsl si avviano che è un piacere)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Asus A7n8x-x
    > Ati 9600pro
    > Athlonxp 2800+
    >
    > ... ubuntu non tenta nemmeno l'installazione.
    >
    > (suse, mandriva, fedora, debian e dsl si avviano
    > che è un piacere)

    hai dimenticato il controller CD, il problema è lì
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Asus A7n8x-x
    > > Ati 9600pro
    > > Athlonxp 2800+
    > >
    > > ... ubuntu non tenta nemmeno l'installazione.
    > >
    > > (suse, mandriva, fedora, debian e dsl si avviano
    > > che è un piacere)
    >
    > hai dimenticato il controller CD, il problema è lì
    E' quello che penso anch'ioRotola dal ridere
    Anche mia nonna semiparalizzata è riuscita a installare Ubuntu.
  • scusate, cos'è il controller cd? Anche a me l'installazione si ferma quasi immediatamente...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > scusate, cos'è il controller cd? Anche a me
    > l'installazione si ferma quasi immediatamente...

    mmm prova co gli switch al boot tipo noapci o apci=off fai F1 al boot di grub
    non+autenticato
  • a me si è installato heasy su 2 PC diversi
    cmq io ho optato per kubuntu, ne parlano tutti male, ma a parte qualche applicazione che crasha, dopo un mese che lo uso posso dire che la distro più amichevole che abbia mai usato.




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Asus A7n8x-x
    > Ati 9600pro
    > Athlonxp 2800+
    >
    > ... ubuntu non tenta nemmeno l'installazione.
    >
    > (suse, mandriva, fedora, debian e dsl si avviano
    > che è un piacere)

    Asus A6770K
    nVidia GeForce 6200 Go
    Turion 64 MT-32

    ... funziona alla perfezione
    non+autenticato
  • bravi, fermatevi al nome.

    K/Ubuntu è la miglior distro linux mai vista, almeno per i desktop; la 5.10 installata in 10 minuti sul mio notebook, vede tutto, wi-fi, bluetooth...
    Mark Shuttleworth il filantropo miliardario che ha finanziato l'iniziativa dando 10 milioni di $ a fondo perduto alla comunità Debian per l'implementazione di Ubuntu (con uscite a scadenze semestrali) è una persona che ha una visione ben diversa dell'accesso ai sistemi informatici; altro che Cancelli e Lavori....

    Fermatevi al nome, mentre chi non si ferma guarda almeno qual'e' la distro più utilizzata (distrowatch).

    Per PI: ma allora quando un articolo esaustivo su questa distro?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > bravi, fermatevi al nome.
    >
    > K/Ubuntu è la miglior distro linux mai vista,
    > almeno per i desktop; la 5.10 installata in 10
    > minuti sul mio notebook, vede tutto, wi-fi,
    > bluetooth...

    Confermo.
    È l'unica distribuzione fa funzionare bene tutte le componenti dei portatili recenti con chipset Intel 915GM Sonoma (Centrino 2).

    E X.org supporta le risoluzioni wide come gli schermi 1680x1005 e 1900x1200.

    Certo non è una distribuzione server oriented, e spesso i pacchetti sono troppo recenti senza neppure dargli il tempo di testarli un pò, ma svolge egregiamente il suo lavoro e ci si riesce a fare perfino dei serverini "casalinghi".

    --
    Mr. Mechano
  • Smentisco, sul riconoscimento hardware niente da dire ma per stabilità, dotazione software e facilità di manutenzione la SuSE le è di molto superiore ed ora che c'è openSuSE, nel confronto ad armi pari (ossia gratis entrambe), io le preferisco quest'ultima (anche perchè preferisco KDE a GNOME e la kubunto è sempre un po' più in dietro)
    non+autenticato
  • ... le guerre di religione, please.

    - Scritto da: Anonimo
    > (...) anche perchè preferisco
    > KDE a GNOME e la kubunto è sempre un po' più in
    > dietro)

    P.S.: io comunque preferisco Gnome, KDE mi ricorda di più la filosofia Windows (senza offesa per KDE, sia chiaro). Occhiolino

  • - Scritto da: BillTorvalds
    > ... le guerre di religione, please.


    A parte i gusti personali, non sono guerre se si dice di preferire un altro programma o un altro ambiente desktop o un'altra distribuzione.
    Se si argomentano i motivi magari l'altro interlocutore può scoprire delle cose che magari non conosceva.

    > P.S.: io comunque preferisco Gnome, KDE mi
    > ricorda di più la filosofia Windows (senza offesa
    > per KDE, sia chiaro). Occhiolino

    Io sono sempre ideciso...
    Mi piace KDE per la sua completezza e la ricchezza di tools integrati.
    Non mi piace l'essere un pò troppo squadrato nell'organizzazione grafica e una tale completezza a volte porta inevitabilmente un pò di confusione.

    Mi piace anche Gnome per un pò più di pulizia e per la ricchezza di temi e personalizzazioni, ma per essere completo ha bisogno di molti tool differenti. Per esempio in KDE il file manager è anche un ottimo client ftp, quello di Gnome no ed obbliga ad usare tools come gftp.
    Il requester per l'apertura di file in KDE è più potente con completamento dei nomi e possibilità di creare file, cartelle ed eliminare nel caso si necessiti di organizzare un pò la cartella dove si sta per salvare un qualcosa o dalla quale si sta caricando. In Gnome invece è spartano e limitato e assolve al solo compito di apertura o salvataggio.

    E altre piccole cose che mi fanno preferire Gnome a casa su una macchina che uso un pò meno e KDE al lavoro dove voglio avere più flessibilità e potenza.

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)