Xbox 360 tra costi, aste e crash

Mentre le scorte di Xbox 360 si assottigliano, Microsoft ammette che un esiguo numero di utenti ha sperimentato crash e blocchi di sistema. Questo non frena l'assalto ai negozi e ad eBay

Milano ? A meno di 48 ore dal lancio a stelle e strisce di Xbox 360, alcuni dei primi acquirenti della console di Microsoft hanno segnalato su Internet l'insorgere di alcuni problemi di funzionamento, tra i quali blocchi di sistema. Questi crash, dalle cause ancora incerte, sembrano verificarsi con titoli differenti.

Tra gli errori riportati su forum e gruppi di discussione vi è quello mostrato in questo video, apparso in rete poche ore dopo la commercializzazione della nuova console: il filmato mostra un blocco irreversibile della console avvenuto dopo circa 15 minuti di gioco a Project Gotham Racing 3, uno dei titoli per Xbox 360 più venduto in questi giorni. Altri utenti sostengono di aver sperimentato blocchi con altri giochi, tra cui Perfect Dark Zero e Need for Speed, o mentre utilizzavano il servizio di gaming on-line Xbox Live.

"Le console malfunzionanti sono solo una piccolissima frazione" ha assicurato ieri alla BBC il portavoce di Microsoft Molly O'Donnel, che non ha però fornito cifre. "Con un lancio di questa portata è lecito attendersi che qualcosa succeda. Se il nostro servizio clienti non riuscirà a risolvere i problemi degli utenti, questi potranno esser certi che Microsoft riparerà o sostituirà la loro console".
Vista però la penuria di Xbox 360 sul mercato, alcuni utenti hanno tentato di risolvere il problema da soli. Presumendo che i blocchi di sistema derivino dal surriscaldamento del dispositivo, c'è chi ha provato a raffreddare la propria console con ventole, ventilatori e condizionatori: qualcuno afferma che così facendo i problemi si siano ridotti o spariti del tutto, ma è una teoria ancora tutta da verificare.

Più attendibili sembrano invece i risultati cui è giunta iSuppli in uno studio sui costi di produzione di Xbox 360. La società di analisi afferma che il reale valore della nuova console di Microsoft è quasi del 40% superiore al suo prezzo al dettaglio: produrre e testare una Xbox 360 Premium costerebbe infatti al big di Redmond circa 552 dollari, oltre 150 dollari in più del prezzo a cui viene venduta in USA. iSuppli fornisce anche una stima dei costi dei singoli componenti hardware che compongono Xbox 360: il più costoso è la GPU ATI con DRAM integrata, che da sola rappresenta quasi il 27% del costo complessivo, seguita poi dal processore di IBM (20,2%) e dall'hard disk (10,1%).

Ma se Microsoft vende la propria console in perdita, sperando ovviamente di rifarsi con giochi e licenze, alcuni utenti con il pallino per gli affari hanno già messo all'asta Xbox 360 ottenendo, in qualche caso, un guadagno netto di diverse centinaia di dollari. Cercando il nome della nuova console sul sito americano di aste eBay si ottengono quasi 25.000 risultati: tra i prodotti in vendita vi sono anche dei bundle pack che, oltre alla console, comprendono accessori e giochi extra.
189 Commenti alla Notizia Xbox 360 tra costi, aste e crash
Ordina
  • Ho ricevuto in regalo (per fortuna non ho speso un euro) questa splendida macchina (quando ha prestazioni è fantastica); ho subito comprato Quake 4 e Need for Speed MW.

    I blocchi li ho sperimentati 4 volte con Need For Speed e in situazioni diverse (dal menù di scelta a momenti di gioco dopo 3 ore oppure 20 minuti), ma tutte riconducibili forse a richieste "gravose" per la CPU che l'alimentatore esterno (una cosa orribile anche da vedere) non riesce a soddisfare o peggio (come sostenuto da molti) si surriscalda e si fotte (e scusate il tecnicismo).

    Ieri ho anche avuto la prova provata !! la xbox 360 è connessa insieme ad un tv LCD e un piccolo ricevitore di segnale (che mi trasmette sky da un decoder in un altra stanza) su una ciabatta SBS (che dovrebbe ripulire il segnale .. etc etc..); naturalmente quanto a potenza assorbita sulla carta siamo a posto.

    Non riuscendo più a ricevere il segnale SAT (disturbatissimo) e dopo aver cambiato ogni frequenza, spento ogni apparato ed insultato il vicino per uso improprio di frequenze .... ho disconnesso il cavo della consolle M$ (beta test per solo 399 euri !) e voilà !!! TUTTO ANDAVA A MERAVIGLIA E HO AVUTO LA PROVA CHE L'ALIMENTATORE OLTRE ESSERE OSCENO ALLA VISTA PRODUCE DISTURBI SULLA LINEA PEGGIO DI UN FORNO ELETTRICO DEL 1918 !!
    Se MicroSHIT non cambia sta monnezza farà una figura orrenda che se non fosse perchè è un regalo non avrei mai comprato IN VERSIONE BETA sapendo che l'azienda di Bill ha sempre fatto i primi test sui clienti !!!
    non+autenticato
  • :(
    AGGIUNGO:

    1) il pavimento sul quale poggia l'alimentatore è di pietra (bello freddo) non legno e SUPER AREATO(ho anche letto che una XBOX vecchia ha incendiato una casa !!!); anche per lavoro conosco bene cosa vuol dire surriscaldamento e non solo di cazzatelle da gioco...
    L'unica cosa è che è poggiato orizzontalmente (come da manuale per idioti allegato) e questo probabilmente non aiuta un dispositivo progettato male e realizzato peggio....

    2) i disturbi provocati dall'alimentatore monnezza avvengono ANCHE A MACCHINA SPENTA ( Perplesso   !!) E TERMINANO SOLO QUANDO SI DISCONNETTE

    3) PROVERO' la tecnica AMERICANA (alimentatore in verticale o "sospeso" su cartone APPROVATO DAI LABORATORI esselunga con supervisione diretta di BillFuck ) e vi farò sapere se funziona in ATTESA che Minkia$oftZ decida di ritirare questi componenti marci e fatti dai bambini cinesi (a 1 euro al mese) dal mercato !!

    Per il resto Need For Speed MW è una cosa da orgasmo ed è per quello che dispiace vederlo frizzare come un WinZoz !!
    Insomma una consolle che si blocca è UNO SCANDALO ANCHE SE L'HANNO PROGETTATA A redmond (quella di prima NON SI E' MAI BLOCCATA NEPPURE DOPO 8 ore) !!

    Le si compra proprio per non avere più a che fare con sistemi depurativi, MinkiaFIX, SuperSchede, IperCPU e tutte le altre amenità da lobotomizzati del SUperPICCI a 3000 euro (che durano poi 6/8 mesi e non vanno con il giochino del natale seguente ...!!)
    non+autenticato
  • :@ purroppa come dice la grande M chi mette il trasformatore in posti con poca eria rischia di fallo surriscaldare così facndo passa meno eletricità e provoca il blocco della sceda grafica ( strano che suceda con l'ati perche a me non ha mai dato problemi
    mentre l'invidia 660... mi si è blocccata un casino di volte!) Arrabbiato
    non+autenticato
  • LOL
    non+autenticato
  • Si preannuncia un inverno rigidissimo!
    Che male c'è nell'avere una stufetta in più in casaA bocca aperta

    ==================================
    Modificato dall'autore il 27/11/2005 21.59.24
    Terra2
    2332
  • "A GAMER fed up with his new Xbox 360 crashing every 20 minutes has fixed the problem by raising the power supply off the ground with some string."

    http://www.theinquirer.net/?article=27930

    Ma è possibile che una console studiata
    per anni con un dispendio enorme di
    denaro in R&D (ops, scusate, marketing
    e convention), dia questi problemi ?

    non+autenticato
  • >
    > Ma è possibile che una console studiata
    > per anni con un dispendio enorme di
    > denaro in R&D (ops, scusate, marketing
    > e convention), dia questi problemi ?
    >
    Ti sei risposto da solo ma consolati non è la prima e non sarà l'ultima, così fan tutte...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "A GAMER fed up with his new Xbox 360 crashing
    > every 20 minutes has fixed the problem by raising
    > the power supply off the ground with some
    > string."
    >
    > http://www.theinquirer.net/?article=27930
    >
    > Ma è possibile che una console studiata
    > per anni con un dispendio enorme di
    > denaro in R&D (ops, scusate, marketing
    > e convention), dia questi problemi ?
    >
    Se il rimedio è così semplice, MS ha un'ottima occasione di dimostrare che tratta bene i clienti, sostituendo rapidamente, accolandosi tutte le spese, eventuali spedizioni comprese, e senza fare storie gli alimentatori difettosi.
    Voglio sperare per il loro bene che non vogliano fare la pessima figura che fece intel coi pentium bacati e che non contenta ripeté coi chipset bacati (mi sembra gli i820), in quei casi intel fece di tutto per non sostituire i pezzi difettosi, arrivando all'incredibile faccia tosta di pretendere che il cliente dimostrasse che i difetti pregiudicavano l'uso che faceva del pentium, mentre nel caso dei chipset cercò di scaricare tutti gli oneri sui fabbricanti di mainboard e Asus fece un'analoga figura da peracottari comportandosi come intel coi clienti.
    Alla fine hanno ceduto entrambi e mi meraviglio che il danno d'immagine non sia stato maggiore, forse perché la stampa specializzata ha dedicato a questi fatti meno spazio possibile (al tempo del baco del pentium ci furono articoli che oltrepassavano ampiamente il limite del ridicolo nel tentativo di aiutare intel a frenare la massa di clienti insoddisfatti che pretendevano la sostituzione o il rimborso)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 29 discussioni)