PA e Open Source: botta e risposta

Dopo la pubblicazione della notizia su Punto Informatico si apre la polemica politica

Roma - "Questo governo continua a stupirci per la sua tendenza reazionaria in tema di nuove tecnologie" - così si è espressa netWork, l'associazione diessina sull'innovazione tecnologica presieduta da Vincenzo Vita, in merito al bando di gara, pubblicato sul sito www.tesoro.it, per la fornitura di software al Ministero dell'Economia e delle Finanze, di cui si è parlato nelle scorse ore su Punto Informatico. Un bando che esclude tassativamente l'open source.

Sulla questione ha replicato il ministro all'Innovazione Lucio Stanca sostenendo le ragioni della scelta contenuta nel bando e spiegando che in quel caso l'adozione di sistemi operativi open source avrebbe causato un aggravio delle spese per lo Stato.

Alla risposta di Stanca hanno replicato ulteriormente esponenti diessini. Lo stesso Vita ha affermato che Stanca "dovrebbe per lo meno a spiegare ai suoi colleghi quali siano i vantaggi derivanti dall'introduzione di questo tipo di software. Se non riesce a incidere neppure su questo tipo di scelte, tutto il resto, a partire dal roboante piano dell'e-government presentato oggi, rimarrà lettera morta."
Successivamente Pietro Folena, riferendosi alla notizia di Punto Informatico, ha affermato: "Il governo proibisce esplicitamente l'utilizzo di sistemi operativi open source obbligando così le pubbliche amministrazioni ad acquistare a prezzi altissimi programmi e servizi che sono disponibili di fatto anche gratuitamente e la cui efficienza è provatissima. Per questo ho presentato un'interrogazione parlamentare al governo ricordando che in Francia e Germania la Pubblica Amministrazione si apre ai programmi non prorietari, che risultano spesso essere più sicuri ed economici di quelli commerciali, mentre in Italia si segue la strada inversa".
44 Commenti alla Notizia PA e Open Source: botta e risposta
Ordina
  • penso non leggerò più questa rivisa on-line;

    il continuo parlare di OpenSource mi indispone sul serio;

    non ho neanche più volgia di dire perchè.

    Continuate pure con il vostro OpenSource, se vi va.

    Io non ci sto.
    non+autenticato
  • Per favore mi spieghi il motivo per cui "il parlare di Open Source ti indispone"?
    Non ho mai visto altri tuoi post su PI.

    (cmq non serve che abbandoni PI del tutto, basta che leggi solo le notizie che non parlano di OS - oppure che salti i commenti dei lettori)
    non+autenticato
  • Ma, forse ho esagerato....

    sono stato troppo categorico.
    Io non sono contro l'OpenSource , anche perchè a livello tecnico-scientifico offre delle interessanti possibilità, come software molto potenti, codice sorgente da studiare e da cui imparare, grandi servizi alla portata di tutti.

    L'unica cosa che mi chiedo e sempre mi chiederò è questa: da dove viene il giusto profitto per l'ingegno del programmatore/analista ? Solo dal lavoro "orario" sul posto ?

    Saluti
    non+autenticato


  • - Scritto da: d...x
    > Ma, forse ho esagerato....
    >
    > sono stato troppo categorico.
    > Io non sono contro l'OpenSource , anche
    > perchè a livello tecnico-scientifico offre
    > delle interessanti possibilità, come
    > software molto potenti, codice sorgente da
    > studiare e da cui imparare, grandi servizi
    > alla portata di tutti.
    >
    > L'unica cosa che mi chiedo e sempre mi
    > chiederò è questa: da dove viene il giusto
    > profitto per l'ingegno del
    > programmatore/analista ? Solo dal lavoro
    > "orario" sul posto ?
    >
    > Saluti

    come programmatore dipendente io prendevo solo quello. E allora? Se avessi programmato in Open Source sarebbe stata la stessa cosa x me.
    non+autenticato
  • E' vero che il centrosinistra accolse a braccia aperte Bill Gates. E' vero anche che il centrodestra sta facendo la stessa cosa, solo piu' sfacciatamente.

    Io non credo che i nostri politici siano tutti idioti. In un contesto internazionale in cui ogni giorno aumentano gli stati che ricorrono a Linux, se due governi di segno opposto fanno la stessa cosa vuol dire che ce li hanno costretti.

    Quindi la domanda diventa: come fa la Microsoft ad essere cosi' potente (e, soprattutto, perche' in Italia e' piu' potente che altrove?)
    non+autenticato
  • Guarda, come fa ad essere così potente
    lo puoi capire dai suoi bilanci.
    non+autenticato
  • Innanzitutto precisiamo che non è vero che Bill Gates sia stato accolto festosamente nella sua visita a Roma. Credo anzi che, da parte del Governo di allora, vi sia stata un'accoglienza decisamente freddina (c'ero). In secondo luogo non mi sembra che oggi vi siano privilegi per alcuni prodotti o pressioni da parte di Microsoft sulla PA italiana (forse perché sono ancora pochi i soldi in ballo). Per quanto ne so tutte le maggiori istituzioni pubbliche utilizzano o per lo meno stanno sperimentando soluzioni open source. Le questioni sugli appalti sono legate alle aziende fornitrici e non ai prodotti.
    Se è solo un problema di comunicati stampa allora è vero, questo governo sbaglia perché non l'ha ancora fatto.
    non+autenticato
  • Mi ripeto, in parte, sostenendo ancora che l'affermazione di una presunta soggezione della PA ai poteri forti dell'informatica è sbagliata. E' una sciocchezza sostenere che si voglia politicizzare l'informatica così come ipotizzare che un governo voglia o possa penalizzare sistemi open source. C'è sicuramente ignoranza, diffidenza, un'errata valutazione dei costi da parte di chi è preposto a suggerire come realizzare le gare di appalto, ma non è nelle strutture politiche nè tanto meno nei ministri la responsabilità di fornire le specifiche tecniche. Si guardino invece a strutture come l'AIPA, il Formez etc.
    non+autenticato
  • Stranezze della vita
    Il governo pare voglia evitare Linux a tutti i costi eppure
    www.forza-italia.it è su Linux Red Hat con Apache 1.3.20
    Distrazione ? O altro ?
    Saluti
    pac
    non+autenticato
  • Forse è perché volevano risparmiare loro.
    Ma quando si tratta dello Stato, cioé dei soldi degli altri, la cosa è diversa.
    non+autenticato


  • - Scritto da: pacmo
    > Stranezze della vita
    > Il governo pare voglia evitare Linux a tutti
    > i costi eppure
    > www.forza-italia.it è su Linux Red Hat con
    > Apache 1.3.20
    > Distrazione ? O altro ?
    > Saluti
    > pac

    Che si tratti di un server?Sorride
    Sui desktop non lo metteranno mai.
    non+autenticato
  • e se fosse che anche i ministri del berlusca (non mi stupirei) pensassero: open source = comunismo?

    Probabilmente temono che un giorno il pinguino si trasformi in un mostro divoratore di bambini.

    ciauz
    non+autenticato


  • "Sulla questione ha replicato il ministro all'Innovazione Lucio Stanca sostenendo le ragioni della scelta contenuta nel bando e spiegando che in quel caso l'adozione di sistemi operativi open source avrebbe causato un aggravio delle spese per lo Stato."


    come INIZIO di motivazione mi pare coerente.
    ma la spiegazione?
    in che modo aggraverebbe?

    non si fanno forse dei bandi di concorso?
    non si fanno forse in modo che TUTTI possano partecipare?




    "disponibili di fatto anche gratuitamente e la cui efficienza è privatissima."

    che cavolo vuol dire che l'efficienza è "privatissima" ?????????????



    credo che da qui in poi ci saranno battaglie campali perché adesso si sono veramente mescolate informatica e politica ... qui da noi non ha molta importanza (in community) ... ma in parlamenteo ... diventa grave.

    e diventa grave allora anche ciò che ricordava mantellini nel suo articolo di ieri o l'altro ieri ... se non ci sono VERI rappresentanti dell'utenza internet e dell'utenza informatica allora ... siamo fritti!

    Dovrebbe essere una quantità di esponenti di "associazioni utenti" generica, utile in tutti i casi. (consumatori).

    Per qualsiasi cosa ... così le divisioni sono predenti in ogni caso, sia che si parli di olio di oliva, che si parli di hard disk, di linux, della benzina verde, delle assicurazioni.


    La politica deve riflettere la vita quotidiana.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)