Quando il monitor fa male

Ne parla uno studio di alcuni ricercatori americani secondo cui l'atto di socchiudere gli occhi, praticato da molti utenti per vedere meglio i particolari visualizzati a schermo, può far male

Los Angeles (USA) - Che l'uso intensivo di monitor e schermi possa affaticare gli occhi è cosa risaputa e ben sperimentata da milioni di utenti di personal computer. Ora pare che un utilizzo "distratto" del monitor possa portare a qualche antipatica conseguenza.

Ad affermarlo sono alcuni scienziati della Ohio State University secondo cui le persone che socchiudono gli occhi mentre lavorano al computer rischiano di appesantire i propri organi e pervenire ad una condizione che viene definita di "occhi asciutti".

L'azione del socchiudere gli occhi sarebbe molto diffusa, secondo i ricercatori, soprattutto in quegli utenti che si trovano spesso a che fare con grafiche particolari, modelli tridimensionali ed altri elementi che richiedono una grande attenzione visiva: l'atto consente infatti spesso di mettere più facilmente a fuoco particolari e oggetti di dimensioni ridotte.
L'occhio asciutto, che deriva da un calo drastico della frequenza di chiusura della palpebra, da 15 volte al minuto fino a 7,5, in sé non è una patologia ma può portare ad irritazioni e sensazioni di fastidio. Protratta nel tempo, questa condizione può evidentemente portare a delle conseguenze sulla salute, sebbene siano ancora tutte da determinare.

Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi hanno analizzato un campione di 10 volontari. A questi è stato chiesto di focalizzare l'attenzione su un punto nero sullo schermo, provocando la reazione istintiva dell'occhio socchiuso: chi vi ha fatto ricorso più intensamente ha visto scendere il "refresh" delle palpebre fino a quattro volte al minuto.
TAG: monitor
30 Commenti alla Notizia Quando il monitor fa male
Ordina
  • la frattura dell'alluce sinistro.
    Mi è caduto sopra il piede un 19" con tubo catodico che stavo spostando da una scrivania all'altra.
    Mi ha fatto mooooolto male.
    Non c'è nessuno studio americano al riguardo ???
    non+autenticato
  • Provalo su te stesso e potrai essere l'undicesima persona che verifica questo test.
    non+autenticato
  • Ma una cosa del genere succederebbe (o forse meglio dire succedeva) anche quando lavori del genere si facevano su carta?

    Anche quando si sta concentrati a fare un progetto su carta dovrebbe succedere la stessa cosa

    o vi e' una particolare differenza tra monitor e carta?
  • > o vi e' una particolare differenza tra monitor e
    > carta?

    No, disegnare sulla carta' e molto diverso e piu' riposante inoltre l'occhio si muove spazia su tutti gli strumenti del tecnigrafo.

    Comunque per quelli che "tirano" gli occhi su monitor per vedere i particolari in piccolo occorre dire che esiste in molti software una funzione chiamata zoom usatela e starete meglio.

    Per i testi di "design" dei siti web, ovvero quelli a carattere grigetto chiaro su sfondo bianco con font microscopico, se non riuscite ad ingrandirli con le funzioni del browser, fate un bel "copia ed incolla" e leggeteli attraverso un altro software.

    non+autenticato
  • Si ma dimentichi che siamo nell'era della velocità...
    Se lavori su un computer per 8-10 ore al giorno voglio proprio vedere dove trovi il tempo di zoommare o fare copia-incolla...
    Ciao

    Max
    non+autenticato
  • Ottima osservazione!
    non+autenticato
  • Se siete su mac vi basta la tastiera per zoomare Sorride

    (E' uno zoom integrato nel o.s., non uno zoom interno di qualche programma, quindi lo potete usare ovunque)

    Mela + Alt + 8 per attivare la possibilità di zoom (da fare solo una volta)

    Mela + Alt + ì zoom in
    Mela + Alt + ' zoom out

    Nelle Preferenze di sistema potete pure impostare di quanto 'zoomma' al primo zoom in... che si può volere id più?
    non+autenticato
  • io uso una combinazione di colori diversa da quella standard ovvero:

    Sfondo "Blu Scuro" e caratteri "Bianchi".
    Ho settato windows e tutti i programmi che uso (compreso Firefox) con questa combinazione.
    Questa combinazione e come quella dei vecchi programmi come il WordStart sotto DOS.
    Da quando la uso ho gli occhi molto più riposati.
    Penso sia dovuto al fatto che il troppo bianco(usato di default come sfondo tenda ad affaticare di più la vista xchè da all'occhio un impatto di luminosità molto forte, e se si sta davanti al monitor più di 10 ore al giorno lo si sente parecchio).

    Uso un monitor 19" 1280x1024 100Hz.

    Questa è la mia opinione.

    ciao.
    Rei
    76

  • - Scritto da: Rei
    > Penso sia dovuto al fatto che il troppo
    > bianco(usato di default come sfondo tenda ad
    > affaticare di più la vista xchè da all'occhio un
    > impatto di luminosità molto forte, e se si sta
    > davanti al monitor più di 10 ore al giorno lo si
    > sente parecchio).

    Io invece ho un'altra teoria: i recettori del blu sono in quantitativo inferiore a quello degli altri colori, quindi la retina è attivata di meno dal blu che non da altri colori.
    non+autenticato
  • Tempo fa ho letto che la combinazione di colori che fa affaticare di meno durante la lettura prevede caratteri neri su sfondo giallo (immagino non giallo FFFF00, ma tipo un bianco sporco).

    Più che la risoluzione o il colore secondo me è importante settare il valore di refresh. Non al più alto possibile (100hz è quattro volte la velocità dell'occhio umano.. forse è un po' eccessivo...) ma al valore che la coppia monitor/scheda-video rende la lettura più riposante. Io ora sono a 85Hz solo perchè a refresh più bassi, ma anche più alti, la lettura è più stancante.

    Poi un consiglio a chi come me è miope... non usate i normali occhiali anche a computer, ma tenetene un paio di più deboli. Da quando uso un paio che usavo da più giovane (quando ero meno miope), mi stanco molto meno. Come riferimento, diciamo che alla distanza di circa un metro vedo già sfocato, così che guardando lo schermo la messa a fuoco avviene più o meno come guardare all'infinito (meno stancante).
    non+autenticato
  • Ci sono studi che tenevano presente alla apple e magari gia' alla xerox (i padri delle interfaccie grafiche), che consigliavano di usare caratteri neri su sfondo chiaro per avere piu' luminanza e quindi migliorare la leggibilita'. E' lo stesso discorso che si e' fatto quando si sono invertiti i colori delle targhe. Per i piu' giovani ricordo che le targhe italiane fino agli anni 80 erano caratteri bianchi su sfondo nero.

    Pero' non escludo che tu abbia ragione, una cosa è avere piu' leggibilita', ovvero piu' facilita' nel cogliere particolari minuti, un'altra e' avere percezione piu' riposante. I linari possono provare a vedere su themes.org, qualche tema a colori invertiti c'e'.
  • Una base statistica della Madonna!
    Sorride
    non+autenticato
  • Ahime' vedo articoli scientifici con campioni molto minori.

    Hanno spacciato per cosa grandiosa e mastodontica uno studio fatto al San Raffaele con risonanza magnetica (dove la parte piu' difficile dell'esperimento era avere l'apparecchio per la risonanza magnetica, ma questo non c'entrava con l'esperimento, visto che hanno utilizzato l'apparecchiatura dell'ospedale) in cui erano state anlizzate cosa cambiava nell'immagine presa dall'apparecchiatura in non mi ricordo piu' quale circostanza.

    Il numero del campione era di una decina di persone o giu' di li'.

    Visto che di certo non e' che tenevano li' una persona per piu' di un giorno (inoltre non e' che lo studio su ogni singola persona fosse una cosa cosi' commplicata)

    posso concludere che per la parte sperimentale (cioe' esclusa l'analisi dei dati) non sia servito piu' di un mese (o meglio che sarebbe bastato un mese)

    Una cosa del genere non basta neanche per una tesi di laurea (in posti seri) altro che ricerca megagalattica.
  • >
    > Il numero del campione era di una decina di
    > persone o giu' di li'.
    >
    > Visto che di certo non e' che tenevano li' una
    > persona per piu' di un giorno (inoltre non e' che
    > lo studio su ogni singola persona fosse una cosa
    > cosi' commplicata)
    >

    scusa ma le persone erano soggetti del posto (leggi studenti "volontari") oppure persone esterne renumerate?
    Sai quanto costa renumerare un soggetto per fare un esperimento con risonanza? E lascia stare che persone come me (o te) lo farebbero gratis pur di avere una MR di se stessi, ma altri invece sono l'esatto opposto.

    ciao

    non+autenticato
  • > Ahime' vedo articoli scientifici con campioni molto minori.

    0?
    non+autenticato
  • Lo sapete che hanno fatto un sondaggio da cui risulta che l'intera umanità è morta due giorni fa? La base di campione era 6...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Lo sapete che hanno fatto un sondaggio da cui
    > risulta che l'intera umanità è morta due giorni
    > fa? La base di campione era 6...

    Una bella grattatina ci sta bene, dopo questo post
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Ahime' vedo articoli scientifici con campioni
    > molto minori.
    >
    > 0?

    beh ... ad essere onesti esistono anche "esperimenti ideali" ... in cui si dice se tu facessi un esperiemnto vedresti che (lo ha fatto anche Galileo ....)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)