Patriot Act II, nessuno sconto per Internet

Il pacchetto di leggi speciali varato negli USA dopo l'11 settembre sta per scadere. L'amministrazione Bush è decisa a rinnovarlo senza abrogare le attuali limitazioni alle libertà che colpiscono gli utenti. Le intercettazioni? Un male necessario

Patriot Act II, nessuno sconto per InternetWashington (USA) - La cappa di controllo totale abbattutasi sulle risorse digitali online, innalzata nel 2001 dal Patriot Act ed apertamente denunciata da molti difensori dei diritti civili, è prossima ad estendersi fino al 2010. Una eventualità che sta sollevando un putiferio: quando fu approvata la normativa, infatti, molti parlamentari decisero di appoggiarla alla sola condizione che entro la fine del 2005 venisse rivista, corretta, modificata e limitata.

Il motivo è evidente: i 16 articoli della legge che conferiscono poteri eccezionali alle forze dell'ordine ed al governo sul traffico Internet, sono ormai prossimi alla loro scadenza, prevista per il prossimo 31 dicembre. L'attesa di questo appuntamento ha scatenato duri scontri politici, spaccando in due il Senato.

Le norme in questione riguardano la possibilità di installare sistemi d'intercettazione presso ISP ed operatori telefonici senza che l'FBI, la polizia federale, debba ottenere particolari permessi giuridici. Altre sezioni del Patriot Act, come ad esempio la 215, permettono alle forze dell'ordine di utilizzare la cosiddetta National Security Doctrine, la priorità della sicurezza nazionale, per ottenere informazioni sensibili da qualsiasi azienda o privato che opera nel trattamento dei dati personali. Non solo: all'azienda o al singolo dipendente contattato dalle forze dell'ordine può essere imposto il silenzio assoluto su qualsiasi richiesta effettuata.
L'amministrazione Bush è intenzionata a prorogare il pacchetto di leggi antiterrorismo senza apportare alcuna modifica in materia di controllo delle telecomunicazioni e delle risorse digitali. Il procuratore generale degli Stati Uniti, Alberto Gonzales, ha anzi inviato un messaggio alle Camere per consigliare di "approvare al più presto" il Patriot Act così com'è - una posizione caldeggiata con vigore dalla maggioranza repubblicana.

L'opposizione del Partito Democratico è guidata dal senatore Leahy, noto per aver creato una controversa e durissima legge antipirateria. Leahy fa parte di quella che Declan McCullagh, esperto di politica statunitense, chiama "la banda dei sei": un gruppo di senatori che ha minacciato di "far saltare l'approvazione di una legge tanto errata come l'attuale Patriot Act", con espliciti riferimenti alle ripercussioni tecnologiche di un'eventuale proroga in pleno, senza alcuna modifica.

I portavoce di EPIC, storica associazione impegnata nella difesa della privacy, sono pessimisti riguardo al futuro del Patriot Act II e temono che l'amministrazione Bush "autorizzerà nuovamente questo tipo di legge" nonostante "sia afflitta da gravi problemi strutturali e, alla luce dei fatti, attualmente inaccettabile sotto il nostro punto di vista". Il rischio che i poteri speciali temporanei diventino permanenti è ora del tutto concreto.

Tommaso Lombardi
TAG: privacy
53 Commenti alla Notizia Patriot Act II, nessuno sconto per Internet
Ordina
  • Alcuni Senatori Repubblicani sono intenzionati a votare contro e quindi non si dovrebbe raggiungere la maggioranza per il rinnovo del famigerato Patriot Act.
    Presto si saprà:
    http://www.siliconvalley.com/mld/siliconvalley/bus...
    non+autenticato
  • http://www.europarl.eu.int/news/expert/infopress_p...

         Il Parlamento ha fatto proprio l'accordo negoziato
         con il Consiglio in materia di conservazione dei
         dati delle comunicazioni elettroniche. L'accordo
         verte, in particolare, sui tipi di dati che possono
         essere conservati e sul periodo di conservazione
         degli stessi. I contenuti delle comunicazioni non
         potranno essere conservati e chi subirà un
         pregiudizio per l'illecito trattamento dei dati
         personali potrà chiedere il risarcimento dei danni.

    Tipi di dati conservati:
    * No alla conservazione del *contenuto* delle
       comunicazioni
    * Conservazione di tutti i dati "necessari per rintracciare
       ed identificare la fonte di una comunicazione, per
       rintracciare e identificare la destinazione di una
       comunicazione, per determinare la data, l?ora e la
       durata di una comunicazione, per determinare il tipo
       di comunicazione, per determinare le attrezzature di
       comunicazione degli utenti, per determinare
       l?ubicazione delle apparecchiature di comunicazione
       mobile". Ciò si applica alle comunicazioni effettuate
       con telefoni fissi e mobili ma anche a quelle via
       Internet (accesso, posta elettronica e telefonate),
       compresi i tentativi di comunicazione non riusciti.

    Durata della retention: minimo 6, massimo 24 mesi;
    con possibilità per le leggi nazionali di prorogare la
    conservazione in circostanze motivate.

    Lasciata alle leggi nazionali la definizione dei reati per
    perseguire i quali sono utilizzabili i dati raccolti.

    Nessun rimborso ai provider per le spese di raccolta e
    conservazione.



    http://www.gnupg.org
    http://netsukuku.freaknet.org/
    http://mixmaster.sourceforge.net
    http://www.mixminion.net/
    http://www.freenetproject.org
    http://tor.eff.org/
    http://sourceforge.net/projects/nymserv
    http://www.komite.net/laurent/soft/nymbaron/nymbar... http://www.winstonsmith.info/pbox/index.html
    https://lists.firenze.linux.it/mailman/listinfo/e-...
    http://www.winstonsmith.info/pws/index.html

    Eccetera eccetera eccetera...
    non+autenticato
  • il cui scopo finale è di condizionare i mercati del pianeta a favore dei soliti oligarchi che sfruttano da secoli il globo infischiandosene degli innocenti civili veri proprietari di questo pianeta martoriato dagli interessi patologici e dissociali.
    non+autenticato
  • Jefferson was a student of history (...) History taught him that the rich and powerful will steal and oppress if given half a chance. (...) Jefferson taught that every government degenerates when it is left to the rulers alone, because rulers - by the very act of ruling -misuse the public trust. The people themselves, he said, are the only prudent repository of power.

    But he worried that the people - and the argument goes back to Thucydides and Aristotle - are easily misled. So he advocated safeguards, insurance policies. One was the constitutional separation of powers; accordingly, various groups, some pursuing their own selfish interests, balance one another, preventing any one of them from running away with the country: the Executive, Legislative and Judicial Branches; the House and the Senate; the States and the Federal Government. He also stressed, passionately and repeatedly, that it was essential for the people to understand the risks and benefits of government, to educate themselves, and to involve themselves in the political process. Without that, he said, the wolves will take over. Here?s how he put it in Notes on Virginia, stressing how the powerful and unscrupulous find zones of vulnerability they can exploit:

    In every government on earth is some trace of human weakness, some germ of corruption and degeneracy, which cunning will discover and wickedness insensibly open, cultivate and improve. Every government degenerates when trusted to the rulers of the people alone. The people themselves therefore are its only safe depositories. And to render even them safe, their minds must be improved...

    (Carl Sagan)
    non+autenticato
  • Bravo, però non ci ho capito un cazzo, in che lingua scrivi?
    non+autenticato
  • Va bene un periodo limitato di emergenza dopo un attacco come quello dell'11 settembre. Capisco anche che si debba permettere l'attuazione di misure speciali come l'abbattimento di voli civili fuori rotta, lo shutdown della rete di comunicazione durante e subito dopo una esplosione, il conferimento di uno status giuridico a parte ai terroristi catturati che non possono essere trattati come prigionieri di guerra e rilasciati alla fine delle operazioni etc.

    Ma mantenere le leggi speciali che limitano pesantemente liberta' e diritti personali diventa a tutti gli effetti una vittoria del terrorismo islamico!! Se con 2 attacchi in america e 2 attacchi in europa riescono a cambiare la vita di 800 milioni di persone ed indirettamente a privarci di liberta' fondamentali... beh allora hanno ottenuto in parte quello che volevano... se i nostri governi ci tolgono quello che le nostre costituzioni ci garantirebbero, allora stiamo scivolando tutti verso la loro idea di stato Triste

    Non diamogliela vinta, dobiamo rimanere liberi, sono le loro teocrazie che devono cadere!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Va bene un periodo limitato di emergenza dopo un
    > attacco come quello dell'11 settembre. Capisco
    > anche che si debba permettere l'attuazione di
    > misure speciali come l'abbattimento di voli
    > civili fuori rotta, lo shutdown della rete di
    > comunicazione durante e subito dopo una
    > esplosione, il conferimento di uno status
    > giuridico a parte ai terroristi catturati che non
    > possono essere trattati come prigionieri di
    > guerra e rilasciati alla fine delle operazioni
    > etc.
    >
    > Ma mantenere le leggi speciali che limitano
    > pesantemente liberta' e diritti personali diventa
    > a tutti gli effetti una vittoria del terrorismo
    > islamico!! Se con 2 attacchi in america e 2
    > attacchi in europa riescono a cambiare la vita di
    > 800 milioni di persone ed indirettamente a
    > privarci di liberta' fondamentali... beh allora
    > hanno ottenuto in parte quello che volevano... se
    > i nostri governi ci tolgono quello che le nostre
    > costituzioni ci garantirebbero, allora stiamo
    > scivolando tutti verso la loro idea di stato Triste
    >
    > Non diamogliela vinta, dobiamo rimanere liberi,
    > sono le loro teocrazie che devono cadere!

    Tu non hai capito una cosa: i terroristi islamici sono semplicemente delle pedine nelle mani di poteri molto più forti e pericolosi, e che di certo non parlano arabo.
    Ai vertici del sistema non gliene frega niente di darla vinta al terrorismo ( anche perchè è controllato da loro ), ma ciò che gli interessa è perseguire il disfacimento della democrazia e l'insturazione di nuove misure atte a prevenire il granda caos che si svilupperà in seguito allo spaventoso crack del sistema capitalistico.Loro lo hanno capito da tempo che la pacchia è finita.
    non+autenticato
  • > Tu non hai capito una cosa: i terroristi islamici
    > sono semplicemente delle pedine nelle mani di
    > poteri molto più forti e pericolosi, e che di
    > certo non parlano arabo.
    > Ai vertici del sistema non gliene frega niente di
    > darla vinta al terrorismo ( anche perchè è
    > controllato da loro ), ma ciò che gli interessa è
    > perseguire il disfacimento della democrazia e
    > l'insturazione di nuove misure atte a prevenire
    > il granda caos che si svilupperà in seguito allo
    > spaventoso crack del sistema capitalistico.Loro
    > lo hanno capito da tempo che la pacchia è finita.

    quoto.
    è tutto tristemente vero...
    per chi non ci crede, chiedete alla CIA cos'è Al Qaida...
    http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/i...
    non+autenticato
  • Avete ragione entrambi:

    - Scritto da: Anonimo

    > Tu non hai capito una cosa: i terroristi islamici
    > sono semplicemente delle pedine nelle mani di
    > poteri molto più forti e pericolosi, e che di
    > certo non parlano arabo.
    > Ai vertici del sistema non gliene frega niente di
    > darla vinta al terrorismo ( anche perchè è
    > controllato da loro ), ma ciò che gli interessa è
    > perseguire il disfacimento della democrazia e
    > l'insturazione di nuove misure atte a prevenire
    > il granda caos che si svilupperà in seguito allo
    > spaventoso crack del sistema capitalistico.Loro
    > lo hanno capito da tempo che la pacchia è finita.

    Questo e' vero ma e' anche vero quella di proteggerci dal terrorismo e' la scusa che viene accampata per giustificare un regime dittatoriale oltre al fatto che i regimi tipici delle nazioni islamiche vengono criticati proprio per la loro mancanza di liberta' e democrazia...

    Alla luce di questo le vostre osservazioni, solo apparentemente antitetiche, convergono in una:

    semplicemente le ragioni/scuse accampate per limitare in modo cosi' forte e drastico la nostra liberta' e la democraziacontraddicono i motivi stessi che le hanno introdotte...

    Se per proteggerci da chi vorrebbe distruggere i nostri principi democratici, siamo i primi a sacrificarli e' chiaro che abbiamo perso in partenza ed e' evidente che questa soluzione e' peggiore del male che dovrebbe curare, di conseguenza siamo autorizzati a pensare che chi prende tali decisioni o e' un' incapace o e' in malafede.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 14/12/2005 16.16.19

  • - Scritto da: Anonimo
    > Va bene un periodo limitato di emergenza dopo un
    > attacco come quello dell'11 settembre. Capisco
    > anche che si debba permettere l'attuazione di
    > misure speciali come l'abbattimento di voli
    > civili fuori rotta, lo shutdown della rete di
    > comunicazione durante e subito dopo una
    > esplosione, il conferimento di uno status
    > giuridico a parte ai terroristi catturati che non
    > possono essere trattati come prigionieri di
    > guerra e rilasciati alla fine delle operazioni
    > etc.
    >
    > Ma mantenere le leggi speciali che limitano
    > pesantemente liberta' e diritti personali diventa
    > a tutti gli effetti una vittoria del terrorismo
    > islamico!! Se con 2 attacchi in america e 2
    > attacchi in europa riescono a cambiare la vita di
    > 800 milioni di persone ed indirettamente a
    > privarci di liberta' fondamentali... beh allora
    > hanno ottenuto in parte quello che volevano... se
    > i nostri governi ci tolgono quello che le nostre
    > costituzioni ci garantirebbero, allora stiamo
    > scivolando tutti verso la loro idea di stato Triste
    >
    > Non diamogliela vinta, dobiamo rimanere liberi,
    > sono le loro teocrazie che devono cadere!
    >


    Ma non l' hai ancora capita che i veri TERRORISTI sono Bush&Blair e loe loro amministrazioni.
    non+autenticato
  • No "Ma cosi' la diamo vinta ai terroristi...", l'hanno già vinta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Va bene un periodo limitato di emergenza dopo un
    > attacco come quello dell'11 settembre. Capisco
    > anche che si debba permettere l'attuazione di
    > misure speciali come l'abbattimento di voli
    > civili fuori rotta, lo shutdown della rete di
    > comunicazione durante e subito dopo una
    > esplosione, il conferimento di uno status
    > giuridico a parte ai terroristi catturati che non
    > possono essere trattati come prigionieri di
    > guerra e rilasciati alla fine delle operazioni
    > etc.
    >
    > Ma mantenere le leggi speciali che limitano
    > pesantemente liberta' e diritti personali diventa
    > a tutti gli effetti una vittoria del terrorismo
    > islamico!! Se con 2 attacchi in america e 2
    > attacchi in europa riescono a cambiare la vita di
    > 800 milioni di persone ed indirettamente a
    > privarci di liberta' fondamentali... beh allora
    > hanno ottenuto in parte quello che volevano... se
    > i nostri governi ci tolgono quello che le nostre
    > costituzioni ci garantirebbero, allora stiamo
    > scivolando tutti verso la loro idea di stato Triste
    >
    > Non diamogliela vinta, dobiamo rimanere liberi,
    > sono le loro teocrazie che devono cadere!
    >
    Si a nache questo "Stato Canaglia" http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=169
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)