Napster a pagamento, è ufficiale

Bertelsmann si decide al grande e preannunciato passo. La nuova versione di Napster dovrebbe essere rilasciata entro l'estate. Da quel momento utilizzerà il sistemone solo chi vorrà pagarlo. BMG rischia tutto

Napster a pagamento, è ufficialeRoma - Entro l'estate Napster si trasformerà, abbandonerà la sua origine di "file-sharing for all" e diventerà un sistema proprietario, accessibile solo a coloro che vorranno pagare pur di sfruttare i suoi servizi.

E il giorno venne, dunque, come anticipato da tempo, in cui la tedesca Bertelsmann, che controlla Napster attraverso la discografica BMG, ha deciso di lanciare "l'abbonamento Napster".

"Sono convinto - ha spiegato il CEO di Bertelsmann Thomas Middelhoff - che potremo introdurre il sistema a pagamento entro giugno o luglio. Inserito in un contesto efficiente di gestione del diritto d'autore. Abbiamo fatto una ricerca - ha detto Middelhoff - su 20mila utenti di Napster, scoprendo che c'è disponibilità a pagare un abbonamento".
Middelhoff ha voluto sottolineare che l'interessamento di BMG per Napster, arrivato dopo che la stessa BMG aveva brigato per portare Napster in tribunale, è dovuto alla trasformazione imposta ai modelli di business dall'avvento di Internet: "L'industria musicale non era pronta a gestire questi nuovi comportamenti da parte degli utenti. I produttori hanno minacciato di fare denunce, ma non si possono denunciare 100 milioni di clienti. Anche perché sono anche compratori assidui di musica. A loro piace la musica".

Un'affermazione clamorosa, dunque, visto che in passato tutta l'industria discografica ha imputato a Napster il calo delle vendite di Cd. Imputazioni che Middelhoff ha preferito non ricordare, spiegando invece che a causa di queste trasformazioni "abbiamo deciso di parlare con l'azienda Napster e sviluppare con loro un modello di business legale".
84 Commenti alla Notizia Napster a pagamento, è ufficiale
Ordina
  • è veramente insopportabile questa storia. Spero che crollinO!!!!
    non+autenticato
  • Che c'entrano l'ombrellaio e il maniscalco con Napster e le società discografiche? Ve lo spiego subito. Tanti anni fa (io non ero ancora nato), se avevi l'ombrello rotto ti recavi in un negozio ad hoc, quello dell'ombrellaio. Poi i tempi sono cambiati, gli ombrelli oggi costano anche 5.000 lire e se si rompono si buttano via; e per questo di negozi di ombrellai non se ne vedono proprio più. Il maniscalco? Anche lui, con l'arrivo dell'automobile ha chiuso decisamente bottega. Mi chiedo, perchè non hanno protestato, l'ombrellaio ed il maniscalco, facendo causa ai grandi produttori di ombrelli e alle società automobilistiche? La risposta è semplice: IL LORO MOMENTO ERA FINITO!
    Ed è finito oramai anche il tempo dei grandi potentati discografici, che ti vendono i cd a 40.000 lire! E' finito il tempo di chi canta non per passione ma solo per fare quattrini (vedi l'episodio dei Metallica che hanno denunciato i loro FANS che si scambiavano canzoni su Napster).
    Con la nascita di Napster la musica si ascolta e si scambia con la massima libertà! Io che non ho soldi (non io, è solo un esempio) posso anche incidere le mie canzoni e spararle in rete e sarò apprezzato per la mie qualità canore ed il mio successo deriverà dalle mie capacità; la mia ambizione di successo non sarà più finalizzata al guadagno! Un grazie di cuore a Napster e al suo ideatore Shawn Fanning, perchè ha rivoluzionato il mondo della musica! E se Napster chiude? Nessun problema! Teniamoci innanzitutto una vecchia versione del software ed accediamo ad altri servers, diversi da Napster, ma che utilizzano lo stesso programma. (questo si può sperimentare scaricando e lanciando Napigator).
    Oggi sono centinaia i servers dedicati allo scambio di musica, e non sto' parlando di Gnutella o cloni!
    Il mio messaggio, quindi è: NIENTE PAURA dell'ombrellaio e del maniscalco!
    non+autenticato
  • Post ineccepibile, non potevi scrivere cosa piu gista! sono d'accordissimo! ciao!

    PS: una buonissima alternativa a Napster+Napigator? winMX!! www.winmx.com
    Gestisce file di tutti i tipi, non solo mp3

    - Scritto da: Sergio
    > Che c'entrano l'ombrellaio e il maniscalco
    > con Napster e le società discografiche? Ve
    > lo spiego subito. Tanti anni fa (io non ero
    > ancora nato), se avevi l'ombrello rotto ti
    > recavi in un negozio ad hoc, quello
    > dell'ombrellaio. Poi i tempi sono cambiati,
    > gli ombrelli oggi costano anche 5.000 lire e
    > se si rompono si buttano via; e per questo
    > di negozi di ombrellai non se ne vedono
    > proprio più. Il maniscalco? Anche lui, con
    > l'arrivo dell'automobile ha chiuso
    > decisamente bottega. Mi chiedo, perchè non
    > hanno protestato, l'ombrellaio ed il
    > maniscalco, facendo causa ai grandi
    > produttori di ombrelli e alle società
    > automobilistiche? La risposta è semplice: IL
    > LORO MOMENTO ERA FINITO!
    > Ed è finito oramai anche il tempo dei grandi
    > potentati discografici, che ti vendono i cd
    > a 40.000 lire! E' finito il tempo di chi
    > canta non per passione ma solo per fare
    > quattrini (vedi l'episodio dei Metallica che
    > hanno denunciato i loro FANS che si
    > scambiavano canzoni su Napster).
    > Con la nascita di Napster la musica si
    > ascolta e si scambia con la massima libertà!
    > Io che non ho soldi (non io, è solo un
    > esempio) posso anche incidere le mie canzoni
    > e spararle in rete e sarò apprezzato per la
    > mie qualità canore ed il mio successo
    > deriverà dalle mie capacità; la mia
    > ambizione di successo non sarà più
    > finalizzata al guadagno! Un grazie di cuore
    > a Napster e al suo ideatore Shawn Fanning,
    > perchè ha rivoluzionato il mondo della
    > musica! E se Napster chiude? Nessun
    > problema! Teniamoci innanzitutto una vecchia
    > versione del software ed accediamo ad altri
    > servers, diversi da Napster, ma che
    > utilizzano lo stesso programma. (questo si
    > può sperimentare scaricando e lanciando
    > Napigator).
    > Oggi sono centinaia i servers dedicati allo
    > scambio di musica, e non sto' parlando di
    > Gnutella o cloni!
    > Il mio messaggio, quindi è: NIENTE PAURA
    > dell'ombrellaio e del maniscalco!
    non+autenticato
  • Bravi furbacchiotti, e qualcuno mi spiega dove prederanno i soldi per fare registrazioni professionali i nuovi artisti? e come CAZZO farò a sapere che musica c'è se non la sento in radio o tv? Col passaparola? A casa di amici? Ascoltando gli oE le radio credete sopravviveranno senza i soldi di pubblicità che incassano dalle case discografiche.
    O qualcuno crede ancora che beccandosi un po' di pubblicità riceverà tutto gratis, la new economy è una gran stronzata esattamente come le catene di S.Antonio, e si sta sgonfiando esattamente allo stesso modo, se tutti ti pagano in pubblicità prima o poi occorrerà qualcuno alla fine della catena che cacci la pilla, no?


    Alla fine sarà peggio, ci toccherà a sentirci solo gli spot/Jingle della cocacola (sta già succedendo).....
    non+autenticato
  • Non capisco. Tutto questo non lo comcepisco. Se napster sara' a pagamento, di sicuro non sara' come ora. L'unica via, secondo me per rendere napster a pagamento in modo SENSATO è che le case discografiche metteranno su dei server pieni di file mp3 (o il loro formato) fatti da LORO con qualita PROFESSIONALE (ora capita di trovare degli mp3 fatti anche da vinili... o a 64 kbit/sec).
    In questo modo viene a cadere anche il discorso del file sharing, in pratica un client che ricerca le canzoni si sti server e te le scarica. Basta. Perche sarebbe stupido mettere in piedi un sistema a pagamento dove IO abbonato se voglio rinomino tutti i miei file con nome falso e mi diverto a immaginare l'incazzatura di chi scarica un file credendo che sia un altro. E PAGA PER QUESTO. Non puo funzionare. non ha senso. Il file sharing cosi come è stato messo su dal protocollo napster non morira' ormai è troppo diffuso non riusciranno mai a far chiudere tutte le reti napster indipendenti. Se ne creeranno sempre di nuove. Ditemi la vostra! ciao!
    non+autenticato
  • Quanto pensate che duri???Quanto tempo ci vorrà per trovare una porta sul server, un sistema per crakkare il tutto???...Considerando la velocità dell'informazione credo che persone come noi abbiano già un PORTONE su Napster.....byezzzzz


    The Dark Side Of The Lights
    non+autenticato
  • Siccome le case discografiche, o meglio il "sistema musica", tengono i prezzi dei CD troppo elevati per la capacita' di spesa di molti dei loro potenziali clienti (giovani dai 15 ai 25 anni, allora questi trovano un modo per ascoltarla e scambiarla gratis, contro la volonta' di chi questa musica l'ha scritta e di chi la produce e vende.

    Direi che e' una titanica e interessante lotta tra degli speculatori e dei ladri.

    Lasciamo perdere, please, la liberta' e altri concetti simili che non si difende rubando la musica.

    Saluti
    Paolo
    non+autenticato


  • - Scritto da: Paolo
    > Siccome le case discografiche, o meglio il
    > "sistema musica", tengono i prezzi dei CD
    > troppo elevati per la capacita' di spesa di
    > molti dei loro potenziali clienti (giovani
    > dai 15 ai 25 anni, allora questi trovano un
    > modo per ascoltarla e scambiarla gratis,
    > contro la volonta' di chi questa musica l'ha
    > scritta e di chi la produce e vende.
    >
    > Direi che e' una titanica e interessante
    > lotta tra degli speculatori e dei ladri.
    >
    > Lasciamo perdere, please, la liberta' e
    > altri concetti simili che non si difende
    > rubando la musica.
    >

    Non sono tanto d'accordo con te.
    Non riesco a capire il perchè lo scambiarsi files attraverso Internet è una sorta di furto.
    E' la stessa cosa che tu compri un cd e un tuo amico ti chiede di prestarglielo per registrarselo. Non si sta commettendo un reato in questo modo ? il tuo amico sta forse pagando qualcosa per ascoltare quella musica ?
    Allora perchè criticare Napster solo perchè lo scambio avviene attraverso Internet e quindi in una maniera accessibile a tanti... accetteresti allora in maniera passiva un altro aumento dei prezzi dei cd ? magari un bel 45 mila o 50 !?!?!?
    non è fantasia, ci arriveremo di questo passo !
    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 35 discussioni)