Primi masterizzatori Blu-ray entro gennaio

Pioneer ha già annunciato la produzione in volumi del suo dispositivo in grado di scrivere sui DVD di prima e seconda generazione

Tokyo (Giappone) - Dopo mesi di indiscrezioni e voci di corridoio è arrivata in questi giorni la conferma dalla stessa azienda: Pioneer presenterà a gennaio il suo primo masterizzatore Blu-ray.

Il BDR-101A verrà esibito ufficialmente durante il CES, la mostra dell'elettronica di consumo che si terrà la prossima settimana a Las Vegas. Il masterizzatore di Pioneer non sarà solo: infatti, quasi tutte le aziende del settore, facenti parte del consorzio Blu-ray, stanno lavorando da mesi per presentare al CES i propri ritrovati tecnologici e molte altre novità.

Il BDR-101A sarà capace di masterizzare dischi da 25 GB con una velocità di trasmissione dati pari a 72 Mbps. L'azienda giapponese, non volendo però azzardare a presentare un dispositivo dedicato unicamente al laser blu, e per non lasciarsi scappare fette di mercato consistenti, ha deciso di dotare il BDR-101A di piena compatibilità con lo standard DVD e DVD a doppio strato.
Infatti, il nuovo masterizzatore sarà capace di scrivere su supporti BD-R e BD-E, sui DVD ± R a 8x, sui DVD ± RW a 4x e sui DVD ± DL a 2,4 e 2x. Non sarà invece assicurata la compatibilità con gli oramai desueti CD, troppo poco capienti per restare al passo con i tempi.
L'annuncio dei nuovi masterizzatori Blu-ray, in arrivo entro i primi di gennaio, conferma la posizione predominante del nuovo standard al laser blu, della nipponica Sony, a discapito dell'oramai sempre più ritardatario HD DVD che sta incappando ultimamente in rinvii continui.
Il consorzio sembra quindi avere vita semplice senza considerare che, se il masterizzatore in questione e tutti quelli che lo seguiranno, dedicati al mercato consumer, saranno disponibili a prezzi non troppo alti contribuiranno in maniera definitiva a far volare verso l'alto la sigla Blu-ray.

Dario Panzeri
TAG: storage