In arrivo una superpotenza asiatica dei chip?

Diverse aziende giapponesi sono in ballo per la realizzazione di una nuova società capace di fornire un grande numero di prodotti semiconduttori

Tokyo (Giappone) ? Hitachi, Toshiba e Renesas si stanno mobilitando per formare una join-venture all'insegna dei chip. Per rivaleggiare con le grandi aziende come Samsung e Intel, le tre società stanno negoziando un possibile accordo che creerebbe un altro polo di importanza mondiale nel campo dei semiconduttori.

La scelta di voler creare una join-venture è stata dettata dal bisogno di ottenere chipset a prezzi sempre più bassi per continuare a rimanere concorrenziali sul mercato. Infatti, nonostante che le spese per la creazione della nuova società potrebbero risultare abbastanza alte, vi sarebbe comunque il guadagno di non dover più importare nulla, eliminando così tutti i costi legati ai fornitori.

Indiscrezioni in Rete parlano di una possibile fabbrica in comune che sarà operativa già dal 2007 ma, su queste notizie, non vi sono state ancora conferme ufficiali. Quello che sembrerebbe sicuro, invece, è il fatto che altre due aziende giapponesi, quali NEC e Matsushita, si stiano interessando a collaborare all'iniziativa offrendo nuovi capitali. La mega-azienda che si verrebbe a creare sarebbe impiegata per la costruzione di chip con processo produttivo da 45 nanometri.
Dario Panzeri
TAG: