NetBSD 3.0 debutta su 57 architetture

La nuova release del noto sistema operativo Unix open source introduce numerose novità, e aggiunge tra le molte piattaforme hardware supportate anche due nuove architetture

Roma - Ennesima pietra miliare di un percorso iniziato oltre 12 anni fa, NetBSD 3.0 è la nuova major release di un sistema operativo open source particolarmente apprezzato per le sue doti di sicurezza e affidabilità.

La sua comunità di sviluppatori definisce NetBSD il sistema operativo più portabile al mondo: con la nuova versione 3.0 il software è in grado di girare su ben 57 architetture di sistema e 17 distinte famiglie di CPU: i sistemi supportati spaziano dai più piccoli dispositivi embedded ai più grossi server.

L'ultima release di NetBSD fornisce un nutrito numero di miglioramenti e nuove funzionalità, tra cui l'integrazione del software di virtualizzazione Xen 2.0 (capace di girare con o senza privilegi), il supporto alla tecnologia di power management Enhanced SpeedStep di Intel, la capacità di gestire file-system più grandi di 2 terabyte, l'aggiunta del framework PAM (Pluggable Authentication Modules) per la gestione degli utenti, e l'inclusione dell'OpenBSD Packet Filter come soluzione di packet filtering alternativa a quella di default.
Il team di sviluppo afferma poi di aver semplificato gli strumenti di gestione e di configurazione del sistema, incrementato le performance di rete e del kernel e aggiunto il supporto ad una lunga lista di periferiche e dispositivi hardware.

In questa pagina è possibile consultare l'elenco completo delle novità di NetBSD 3.0 e scaricare le immagini ISO del sistema operativo.
192 Commenti alla Notizia NetBSD 3.0 debutta su 57 architetture
Ordina
  • è che è stato installato con successo anche sul DreamcastA bocca aperta

    ah che mitica consolle...
    non+autenticato
  • Ecco perchè linux dc è stato lasciato al suo destino Occhiolino
    non+autenticato
  • Tutte le maggiori innovazioni dal punto di vista della security e del networking che ha oggi Linux, derivano da codice preso dai sistemi BSD.

    Mi vengono in mente: systrace,ipsec a livello di kernel,
    supporto per crittografia hardware, pfsync e carp per la
    ridondanza dei firewall (su linux e' stato fatto un porting
    userland per carp, e stanno cercando di far funzionare
    netfilter-ha, ma sono ancora anni luce indietro rispetto
    al packetfilter dei sistemi BSD). La tecnologia W^X di OpenBSD, le swap cifrate. I sistemi di cifratura di dischi (Linux ha un'implementazione che se confrontata
    anche con quella piu' schifosa dei BSD (che credo sia
    la GBDE di FreeBSD) fa venire la diarrea)).
    L'autentication gateway per creare ACL a livello di
    firewall, anziche' in base all'indirizzo IP, in base al nome utente (avete presente CheckPoint Fw-1?).

    Per non parlare ovviamente della differente filosofia di
    sviluppo dei sistemi BSD rispetto a Linux, che li rendera' sempre e cmq piu' sicuri e ordinati.

    Mi piacerebbe intavolare una seria discussione su
    questo argomento. Purtroppo vorrei che la controparte, oltre ad essere totalmente imparziale,
    conoscesse abbastanza tutti questi sistemi, per
    poter reggere una discussione ad alto livelo. Il problema e' che mi pare che di queste "controparti",
    la maggior parte siano solo dei seguaci di Linux, che
    credono che l'unico OS OpenSource sia Linux, e che
    quando vedono l'IPSEC a livello di kernel, credono
    che Linux sia innovativo, quando invece i sistemi BSD
    ce l'hanno da almeno 4 anni....e questo mi fa tristezza, perche' si perdono un sacco di opensource.

    non+autenticato
  • Allora hai sbagliato forum qua il trollaggio è disciplina olimpica mentre il confronto serio sta altrove
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Allora hai sbagliato forum qua il trollaggio è
    > disciplina olimpica mentre il confronto serio sta
    > altrove

    quoto
    non+autenticato
  • Io sarei curioso di saperne di più su bsd però non ho molta esperienza nel mondo unix. Galleggio con linux ma senza particolari prodezze. Tanto per cominciare passare da linux a bsd è molto difficile ?
    non+autenticato
  • > Tanto per cominciare passare da linux a bsd è molto
    > difficile ?

    Tu usi Linux solo lato desktop? Perche' se e' affermativo,
    in questo caso ti coviene rimanere su linux o passare a
    Windows XP:
    non+autenticato
  • L'obiettivo è passare al lato server di linux ma un passo alla volta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'obiettivo è passare al lato server di linux ma
    > un passo alla volta

    Questo forum ti aiuterà, ci sono esperti
    http://www.codiceaperto.org/forum/viewtopic.php?t=...
    non+autenticato
  • thx a lot
    non+autenticato
  • Mentre Windows è ritenuto il sistema più insicuro, the US-CERT found four times as many vulnerabilities specifically related to Unix and Linux. Of 5,198 reported flaws, 812 were for the Windows, 2,328 for Unix and Linux, and 2,058 more affected more than one operating system.

    SI PARLA DI VULNERABILITA' SCOPERTE DURANTE L'ANNO 2005, QUINDI INCLUDONO ANCHE QUELLE NON CORRETTE, A WINDOWS NE VA AGGIUNTA UNA QUELLA RIGUARDANTE I WINDOWS METAFILE

    FONTE: http://www.us-cert.gov/cas/bulletins/SB2005.html

    NOTARE CHE CONTENGONO ANCHE LE VULNERABILITA' APPARTENENTI ANCHE AI PROGRAMMI CHE GIRANO SU WINDOWS, Quicktime, RealPlayer, Norton ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mentre Windows è ritenuto il sistema più
    > insicuro, the US-CERT found four times as many
    > vulnerabilities specifically related to Unix and
    > Linux. Of 5,198 reported flaws, 812 were for the
    > Windows, 2,328 for Unix and Linux, and 2,058 more
    > affected more than one operating system.
    >
    > SI PARLA DI VULNERABILITA' SCOPERTE DURANTE
    > L'ANNO 2005, QUINDI INCLUDONO ANCHE QUELLE NON
    > CORRETTE, A WINDOWS NE VA AGGIUNTA UNA QUELLA
    > RIGUARDANTE I WINDOWS METAFILE
    >
    > FONTE:
    > http://www.us-cert.gov/cas/bulletins/SB2005.html
    >
    > NOTARE CHE CONTENGONO ANCHE LE VULNERABILITA'
    > APPARTENENTI ANCHE AI PROGRAMMI CHE GIRANO SU
    > WINDOWS, Quicktime, RealPlayer, Norton ....


    scusa amico,ma a te mancano diverse nozioni per parlare....
    1)codice aperto--> maggiormente possibile trovar buchi
    2)sul kernel linux(e già linux è solo il kernel)ci girano molti più desktop ed applicazioni rispetto a win(certo,molti doppioni,vero,ma sicuramente più appli rispetto a win)
    3)la pagina è fatta malissimo!è allucinante come non sono riportate vulnerabilità
  • > 1)codice aperto--> maggiormente possibile trovar
    > buchi

    Quindi meglio avere il closed source? interessante.
    Ci sono pensieri discordanti a riguardo.

    > 2)sul kernel linux(e già linux è solo il
    > kernel)ci girano molti più desktop ed
    > applicazioni rispetto a win

    AhahahaSorride che hai fumato?

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > 1)codice aperto--> maggiormente possibile trovar
    > > buchi
    >
    > Quindi meglio avere il closed source?
    > interessante.
    > Ci sono pensieri discordanti a riguardo.

    Assolutamente no! Meglio l'open source PROPRIO perché, una volta individuato un bug, c'è più gente in grado di individuarlo e correggerlo. E soprattutto non si deve attendere i comodi di una sola azienda, che potrebbe fregarsene dei suoi clienti (non utenti, bada bene) e non rilasciare patch in breve tempo.
    Aggiungo: ho fatto click a caso sulle vulnerabilità legate strettamente a Microsoft (non quelli delle aziende esterne), e molti bug erano ancora senza soluzione nonostante fossero noti exploit o proof of concept per lo sfruttamento del bug. La mia analisi non ha molto valore, visto che ho cliccato a casaccio, ma tu non ti preoccupi del fatto che molte di quelle vulnerabilità sono ancora aperte?

    > > 2)sul kernel linux(e già linux è solo il
    > > kernel)ci girano molti più desktop ed
    > > applicazioni rispetto a win
    >
    > AhahahaSorride che hai fumato?

    E tu? Oppure sei un geniaccio che è riuscito a far funzionare un diverso desktop manager su Windows?
  • se e' vero che senza la gpl i sistemi bsd non avrebbero
    un compilatore, e' altrettanto vero che senza il team di
    openbsd i sistemi unixlike non avrebbero l'openssh (che e'
    sviluppata dal team di openbsd). Cosi' come se non
    esistesse la gnu/gpl, linux sarebbe un kernel e basta,
    senza programmi da linea di comando, senza niente
    di niente. Quindi basta con queste inutili frasi con io ce
    l'ho piu' lungo di te etc. La verita' e' che sia i BSD che Linux sono ottimi sistemi operativi. In certi ambiti sono
    meglio i bsd, in altri meglio Linux.

    Tutto il resto sono chiacchere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > se e' vero che senza la gpl i sistemi bsd non
    > avrebbero
    > un compilatore, e' altrettanto vero che senza il
    > team di
    > openbsd i sistemi unixlike non avrebbero
    > l'openssh (che e'
    > sviluppata dal team di openbsd). Cosi' come se
    > non
    > esistesse la gnu/gpl, linux sarebbe un kernel e
    > basta,
    > senza programmi da linea di comando, senza niente
    > di niente.

    Non ti è venuto in mente che comunque qualcuno avrebbe potuto fare "programmi a linea di comando" per linux, se quelli della gnu non fossero già stati disponibili?
    Vorrei ricordarti che i programmi gnu non possono fare niente da soli, senza un kernel sotto, e hurd non è ancora pronto. Quindi le esigenze di Linux e GNU si sono incontrate.
    Per fortuna, non tutti devono fare tutto da zero, ricordatelo.

    > Quindi basta con queste inutili frasi
    > con io ce
    > l'ho piu' lungo di te etc. La verita' e' che sia
    > i BSD che Linux sono ottimi sistemi operativi. In
    > certi ambiti sono
    > meglio i bsd, in altri meglio Linux.

    Su questo hai completamente e assolutamente ragione!
    non+autenticato
  • > Non ti è venuto in mente che comunque qualcuno
    > avrebbe potuto fare "programmi a linea di
    > comando" per linux, se quelli della gnu non
    > fossero già stati disponibili?

    E a chi dice che senza il gcc i bsd non esisterebbero,
    non e' venuta mai in mente la stessa cosa? Voglio
    dire, il 386BSD o il 4.4BSD non si compilavano certo
    con il gcc...a quei tempi nemmeno esisteva.

    > Vorrei ricordarti che i programmi gnu non possono
    > fare niente da soli, senza un kernel sotto, e
    > hurd non è ancora pronto.

    Questo lo so.

    > Quindi le esigenze di
    > Linux e GNU si sono incontrate.

    E quindi?

    > Per fortuna, non tutti devono fare tutto da zero,
    > ricordatelo.

    E quindi? non capisco.

    non+autenticato
  • > E a chi dice che senza il gcc i bsd non
    > esisterebbero,
    > non e' venuta mai in mente la stessa cosa? Voglio
    > dire, il 386BSD o il 4.4BSD non si compilavano
    > certo
    > con il gcc...a quei tempi nemmeno esisteva.

    E infatti chi sostiene che senza GCC i BSD non esisterebbero sbaglia.

    >
    > > Vorrei ricordarti che i programmi gnu non
    > possono
    > > fare niente da soli, senza un kernel sotto, e
    > > hurd non è ancora pronto.
    >
    > Questo lo so.
    >
    > > Quindi le esigenze di
    > > Linux e GNU si sono incontrate.
    >
    > E quindi?

    E quindi sbagli di brutto quando dici che senza i tool gnu Linux non sarebbe niente.

    > > Per fortuna, non tutti devono fare tutto da
    > zero,
    > > ricordatelo.
    >
    > E quindi? non capisco.
    >

    vedi su
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > E a chi dice che senza il gcc i bsd non
    > > esisterebbero,
    > > non e' venuta mai in mente la stessa cosa?
    > Voglio
    > > dire, il 386BSD o il 4.4BSD non si compilavano
    > > certo
    > > con il gcc...a quei tempi nemmeno esisteva.
    >
    > E infatti chi sostiene che senza GCC i BSD non
    > esisterebbero sbaglia.

    Sbaglia chi sostiene che sarebbero la stessa cosa.Se *BSD sono sistemi utilizzabili è solo perchè esiste la gpl.Basta prendere i cd di Freebsd e guardare cosa c'è dentro a cominciare dal compilatore ed un OS senza un suo compilatore di fatto non esiste come OS autonomo..


    >
    > >
    > > > Vorrei ricordarti che i programmi gnu non
    > > possono
    > > > fare niente da soli, senza un kernel sotto, e
    > > > hurd non è ancora pronto.
    > >
    > > Questo lo so.
    > >
    > > > Quindi le esigenze di
    > > > Linux e GNU si sono incontrate.
    > >
    > > E quindi?
    >
    > E quindi sbagli di brutto quando dici che senza i
    > tool gnu Linux non sarebbe niente.
    >

    Vale lo stesso discorso che per *BSD sarebbe un kernel
    e poco più... Per quanto Stallmann alle volte esageri la rivoluzione vera l'ha fatta lui.


    non+autenticato
  • > Se *BSD sono sistemi utilizzabili è solo
    > perchè esiste la gpl.Basta prendere i cd di
    > Freebsd e guardare cosa c'è dentro a cominciare
    > dal compilatore ed un OS senza un suo compilatore
    > di fatto non esiste come OS autonomo..

    Guarda che di GPL i sistemi BSD usano solo il compilatore. Tutti gli altri binari del sistema base,
    non sono roba GNU. E sono anche abbastanza
    convinto, che se la GPl non esistesse, di sicuro
    qualcun'altro si sarebbe preso la briga di scrivere
    un compilatore C opensource. Chiaramente oggi
    sarebbe stupido da parte di questi sistemi non
    utilizzare questo compilatore, visto che e' disponibile.
    Ma da qui a dire che senza la gpl i bsd non esisterebbero ce ne passa di acqua sotto i ponti.
    Anche perche', i BSD non sono nati dal nulla, ma
    derivano da codice BSD Unix scritto e compilato ancor prima che esistesse il gcc. Quindi, magari una piccola
    rilettura di come sono nati i sistemi BSD, in questi
    casi non farebbe male.

    > Per quanto Stallmann alle volte
    > esageri la rivoluzione vera l'ha fatta lui.

    Questione di punti di vista.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Se *BSD sono sistemi utilizzabili è solo
    > > perchè esiste la gpl.Basta prendere i cd di
    > > Freebsd e guardare cosa c'è dentro a cominciare
    > > dal compilatore ed un OS senza un suo
    > compilatore
    > > di fatto non esiste come OS autonomo..
    >
    > Guarda che di GPL i sistemi BSD usano solo il
    > compilatore. Tutti gli altri binari del sistema
    > base,
    > non sono roba GNU.

    Gnome KDE XFCE etc.... E' tutto GPL



    >E sono anche abbastanza
    > convinto, che se la GPl non esistesse, di sicuro
    > qualcun'altro si sarebbe preso la briga di
    > scrivere
    > un compilatore C opensource. Chiaramente oggi
    > sarebbe stupido da parte di questi sistemi non
    > utilizzare questo compilatore, visto che e'
    > disponibile.

    Intanto qualcuno la briga non se l'è presa e sotto BSD non esiste.


    > Ma da qui a dire che senza la gpl i bsd non
    > esisterebbero ce ne passa di acqua sotto i ponti.

    Ne passa poca dal momento che di quello che trovi in una distro BSD di non GPL in proporzione trovi poco. Certo monowall è carina ma siamo sui 5 M.....





    > Anche perche', i BSD non sono nati dal nulla, ma
    > derivano da codice BSD Unix scritto e compilato
    > ancor prima che esistesse il gcc. Quindi, magari
    > una piccola
    > rilettura di come sono nati i sistemi BSD, in
    > questi
    > casi non farebbe male.

    Di storie di unix sotto GPL ne trovi quante ne vuoiOcchiolino , la riletturina andrebbe data alle licenze di freebsd non ci vuol molto a rendersi conto di chi fa la parte del leone. Un analogo di gnome o kde sotto licenza BSD ?!!!



    >
    > > Per quanto Stallmann alle volte
    > > esageri la rivoluzione vera l'ha fatta lui.
    >
    > Questione di punti di vista.

    Questione di fatti e codice pubblicato.
    non+autenticato
  • > Gnome KDE XFCE etc.... E' tutto GPL

    Non dire scemenze. Questa roba non fa parte del
    sistema operativo FreeBSD. Questi sono package
    esterni.

    > Intanto qualcuno la briga non se l'è presa e
    > sotto BSD non esiste.

    per forza. c'e' il gcc. Perche' sprecare risorse per fare
    un qualcosa che gia' esiste, e che gia' si puo' utilizzare.
    Mica e' scema la gente.

    > Ne passa poca dal momento che di quello che trovi
    > in una distro BSD di non GPL in proporzione trovi
    > poco.

    Ti ripeto prima. Tu installa un sistema BSD pulito,senza
    package esterni, e vedrai che l'unica cosa di GPL che
    c'e' e' il gcc.

    > Un analogo di
    > gnome o kde sotto licenza BSD ?!!!

    E perche' scusa. Questi sono programmi applicativi.
    Qui si parla di sistemi operativi. La cosa e' ben diversa.
    Eppure non mi sembra cosi' difficile da capire.

    > Questione di fatti e codice pubblicato.

    Beh certo. Se lo dici tu.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Gnome KDE XFCE etc.... E' tutto GPL
    >
    > Non dire scemenze. Questa roba non fa parte del
    > sistema operativo FreeBSD. Questi sono package
    > esterni.
    >

    A Freebsd nessuno l'ha comunicato se poi ti vuoi ridurre al kernel basta un floppy o poco più ....

    > > Intanto qualcuno la briga non se l'è presa e
    > > sotto BSD non esiste.
    >
    > per forza. c'e' il gcc. Perche' sprecare risorse
    > per fare
    > un qualcosa che gia' esiste, e che gia' si puo'
    > utilizzare.
    > Mica e' scema la gente.

    Esiste solo perchè esiste la GPL ....

    >
    > > Ne passa poca dal momento che di quello che
    > trovi
    > > in una distro BSD di non GPL in proporzione
    > trovi
    > > poco.
    >
    > Ti ripeto prima. Tu installa un sistema BSD
    > pulito,senza
    > package esterni, e vedrai che l'unica cosa di GPL
    > che
    > c'e' e' il gcc.

    Mi sa che devi comunicarlo alla comunità BSD e a chi mette insieme distro BSD based. Puoi iniziare da Freebsd e FreeSBIE per passare poi a quelle un po' più server oriented. Di solo BSd non esiste praticamente nulla eccettuato qualche firewall software....



    >
    > > Un analogo di
    > > gnome o kde sotto licenza BSD ?!!!
    >
    > E perche' scusa. Questi sono programmi
    > applicativi.
    > Qui si parla di sistemi operativi. La cosa e' ben
    > diversa.
    > Eppure non mi sembra cosi' difficile da capire.

    Si parla di OS o di kernel ? Se parli di OS non mi sembra difficile da capire neanche a me....



    >
    > > Questione di fatti e codice pubblicato.
    >
    > Beh certo. Se lo dici tu.

    E qualche altro milione di persone.
    non+autenticato
  • > A Freebsd nessuno l'ha comunicato se poi ti vuoi
    > ridurre al kernel basta un floppy o poco più ....

    Nessuno l'ha comunicato cosa?

    > Esiste solo perchè esiste la GPL ....

    Errato. Esiste solo perche' qualcuno a suo tempo
    ha deciso di scrivere un compilatore C opensource.

    > Mi sa che devi comunicarlo alla comunità BSD e a
    > chi mette insieme distro BSD based.

    Mi sa che tu forse dovresti scaricarti una iso di freebsd, e installarlo. Perche' da come parli, mi sa che sei uno
    dei tanti che parla per sentito dire.

    > Puoi iniziare da Freebsd e FreeSBIE per passare poi

    Sai quanti server freebsd ho che non hanno software
    gpl al loro interno? Una marea.

    > Di solo BSd non esiste praticamente nulla eccettuato >qualche firewall software....

    E nmila software proprietari derivati, che proprio grazie
    alla licenza BSD, permettono a progetti del genere di
    vivere.
    non+autenticato
  • Vorrei chiedere ad un guru come funziona la community Nel senso che io lo userei prevalentemente in ambito desktop e la mia preoccupazione principale è "Troverò i repository di software tipo apt-get, urpmi?" e "Come posso compilarmi un D.E. tipo kde, xfce?" e "supporta apache, java, php, mysql?"

    Grazie delle eventuali risposte
    non+autenticato
  • > preoccupazione principale è "Troverò i repository
    > di software tipo apt-get, urpmi?"

    Certo. Con nomi e funzionamento diverso, ma con lo
    stesso identico scopo.

    > e "Come posso
    > compilarmi un D.E. tipo kde, xfce?"

    Con gli stessi comandi di come lo compili su altri
    sistemi.

    > e "supporta
    > apache, java, php, mysql?"

    Ovvio.


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)