Yahoo e nazismo, rimane la condanna francese

A sorpresa una Corte d'Appello americana decide che le scelte dei tribunali parigini non possono essere messe in discussione, nemmeno se ad essere colpita è una società americana. In ballo le aste web di oggetti nazisti

San Francisco (USA) - Le memorabilia di stampo nazista sono ancora protagoniste nei tribunali statunitensi a causa di un'annosa querelle che vede implicata Yahoo. U.S. 9th Circuit Court of Appeals, la Corte di Appello di Portland, si è espressa con una revisione sostanziale della sentenza del novembre 2001 che aveva sollevato Yahoo dall'obbligo di sottostare alle richieste di un tribunale parigino sulla pubblicazione di aste online di oggetti nazisti.

La Ligue Contre Le Racisme et L'Antisemitisme (LICRA) e l'Union des Etudiants Juifs de France (UEJF), due associazioni francesi anti-naziste, nel 2000 avevano denunciato il noto portale perché ospitava sulla sua piattaforma di aste online oggetti del Terzo Reich, con link a pagine Web naziste e a documenti come i famigerati "Protocolli di Sion". Una violazione per le leggi transalpine, confermata poi dal tribunale di Parigi e sanzionata con un'ammenda - per ogni giorno di permanenza online degli oggetti incriminanti - di 18.500 dollari.

Yahoo, in seguito, si era rivolta ad un tribunale californiano e, a distanza di quasi cinque anni, la U.S. 9th Circuit Court of Appeals ha rimesso in discussione gli assunti della sentenza emessa da Fogel, sottolineando che le Corti federali statunitensi non possono intervenire giuridicamente su un caso riguardante la Legge francese.
Sei giudici, sugli undici della Corte, hanno votato per l'annullamento della precedente sentenza. Tre di questi hanno giustificato la loro presa di posizione dichiarando che il "caso" non riguarderebbe la giurisdizione statunitense. Gli alti tre, invece, hanno confermato che la Corte statunitense non avrebbe giurisdizione sulle due organizzazioni anti-naziste francesi.

Secondo i giudici, inoltre, gli argomenti utilizzati da Yahoo per difendere la sua posizione si sarebbero dimostrati "vaghi". "Anche se Yahoo ha deciso di bloccare l'accesso alle aste con oggetti nazisti questo non riguarda i suoi riferimenti al Primo Emendamento. Per sua ammissione è stata una scelta autonoma", ha aggiunto un giudice della Corte. "Al centro della questione non è il Primo Emendamento, ma il fatto che le Corti statunitensi non possono entrare in conflitto con multe o condanne inflitte da Corti straniere".

La sentenza della U.S. 9th Circuit Court of Appeals, in un certo senso, secondo numerosi specialisti, ridà valore al diritto internazionale applicato al Web. Mary Catherine Worth, dirigente Yahoo, nel 2001 dichiarò, in linea con le indicazioni del giudice Fogel, che "le leggi degli Stati Uniti non ammettono che un altro paese regoli la libertà di impresa di un soggetto americano all'interno dei confini americani". Pericolo scampato, almeno per ora.

Dario d'Elia
18 Commenti alla Notizia Yahoo e nazismo, rimane la condanna francese
Ordina
  • munizioni ancora in imballo originale. Telefonare ore pasti.
  • A che ora mangi tu?
    non+autenticato
  • Ovvero: se si tratta di chinare il capo e calare le braghe per aiutare il governo ( criminale) cinese a catturare qualche pericolosa mente sovversiva, tutto ok.
    Se si tratta di ascoltare le legittime richieste di altrettanto legittime associazioni francesi , si va al processo...

    Eh si', sono grandi questi di yahoo..Imbarazzato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ovvero: se si tratta di chinare il capo e calare
    > le braghe per aiutare il governo ( criminale)
    > cinese a catturare qualche pericolosa mente
    > sovversiva, tutto ok.
    > Se si tratta di ascoltare le legittime richieste
    > di altrettanto legittime associazioni francesi ,
    > si va al processo...
    >
    > Eh si', sono grandi questi di yahoo..Imbarazzato

    mi pare che la questione sia la stessa... solo che con la cina si sta zitti, mentre con il fantasma del Nazismo si muovono fior di associazioni che hanno solo voglia di farsi pubblicità.


  • - Scritto da: soulista
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ovvero: se si tratta di chinare il capo e calare
    > > le braghe per aiutare il governo ( criminale)
    > > cinese a catturare qualche pericolosa mente
    > > sovversiva, tutto ok.
    > > Se si tratta di ascoltare le legittime richieste
    > > di altrettanto legittime associazioni francesi ,
    > > si va al processo...
    > >
    > > Eh si', sono grandi questi di yahoo..Imbarazzato
    >
    > mi pare che la questione sia la stessa... solo
    > che con la cina si sta zitti, mentre con il
    > fantasma del Nazismo si muovono fior di
    > associazioni che hanno solo voglia di farsi
    > pubblicità.

    Contro innoqui dei cimeli storici poi...
    non+autenticato
  • > Contro innoqui dei cimeli storici poi...

    Appunto. Io, per esempio, sono fortemente contrario e disprezzo ogni forma di dittatura, però mi piace collezionare cimeli della IIWW, non credo ci sia qualcosa di male nel collezionare oggetti storici e non credo che avere un elmetto tedesco o una spilletta russa possano riportare in vita Hitler o Stalin Deluso
    I veri nazisti sono loro, non solo limitano la nostra libertà, ma ci trattano anche come dei deficienti e sono codardi perché hanno paura di affrontare la storia e i relativi dibattiti. Forse il loro bell'impianto formativo non è in grado di far capire alle persone il dolore e gli errori del passato, per cui è più comodo buttare la cenere sotto il tappeto. Bah.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > > Contro innoqui dei cimeli storici poi...
    >
    > Appunto. Io, per esempio, sono fortemente
    > contrario e disprezzo ogni forma di dittatura,
    > però mi piace collezionare cimeli della IIWW, non
    > credo ci sia qualcosa di male nel collezionare
    > oggetti storici e non credo che avere un elmetto
    > tedesco o una spilletta russa possano riportare
    > in vita Hitler o Stalin Deluso
    > I veri nazisti sono loro, non solo limitano la
    > nostra libertà, ma ci trattano anche come dei
    > deficienti e sono codardi perché hanno paura di
    > affrontare la storia e i relativi dibattiti.
    > Forse il loro bell'impianto formativo non è in
    > grado di far capire alle persone il dolore e gli
    > errori del passato, per cui è più comodo buttare
    > la cenere sotto il tappeto. Bah.

    D'accordissimo su tutto. Non dimentichiamo pero' che le leggi francesi, come quelle italiane o tedesche che bandiscono simboli e gruppi del passato, vennero scritte nel dopoguerra, per cui oggi ci suonano illiberali - e in effetti lo sono - ma all'epoca rappresentarono strumenti di tutela della liberta' sentiti come necessari.
    Dovra' passare ancora tempo prima che si vedano i fatti nella loor pura prospettiva storica, senza coinvolgimenti, un paio di 50 anni forse basteranno a iniziare, ma 1000 saranno necessari.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Contro innoqui dei cimeli storici poi...
    >
    > Appunto. Io, per esempio, sono fortemente
    > contrario e disprezzo ogni forma di dittatura,
    > però mi piace collezionare cimeli della IIWW, non
    > credo ci sia qualcosa di male nel collezionare
    > oggetti storici e non credo che avere un elmetto
    > tedesco o una spilletta russa possano riportare
    > in vita Hitler o Stalin Deluso
    > I veri nazisti sono loro, non solo limitano la
    > nostra libertà, ma ci trattano anche come dei
    > deficienti e sono codardi perché hanno paura di
    > affrontare la storia e i relativi dibattiti.
    > Forse il loro bell'impianto formativo non è in
    > grado di far capire alle persone il dolore e gli
    > errori del passato, per cui è più comodo buttare
    > la cenere sotto il tappeto. Bah.
    I francesi più aperti non hanno paura di affrontare la storia, ma quando lo fanno ne saltano fuori delle belle che sicuramente agli sciovinisti non piacciono.
    Due fra tutte:
    Prima del 1943, quando ancora non erano asserviti alla Germania, nella Francia di Vichy i gerarchi fascisti riuscirono a mettere in salvo molti ebrei, beffando non solo i nazisti, ma la polizia francese che se si trattava di deportare gli ebrei collaborava zelantemente.
    Durante tutta la resistenza i partigiani francesi stalinisti si distinsero per lasciar cadere nelle mani dei nazisti, a volte non solo rifiutandosi di aiutarli a nascondersi, ma addirittura con la delazione, i partigiani di altre fazioni, soprattutto i trotzkisti.
    non+autenticato

  • > Durante tutta la resistenza i partigiani francesi
    > stalinisti si distinsero per lasciar cadere nelle
    > mani dei nazisti, a volte non solo rifiutandosi
    > di aiutarli a nascondersi, ma addirittura con la
    > delazione, i partigiani di altre fazioni,
    > soprattutto i trotzkisti.

    Gia', i partigiani francesi stalinisti erano terribili davveroTriste
    non+autenticato
  • Il punto di tutto non e' che sia muoversi contro il mercato di cimeli storici o che altro, potevano anche essere bambole gonfiabili con la faccia di Chirac(:| ) , per quanto mi riguarda.
    Il punto e' che , quando ci sono in ballo interessi economici per yahoo, subito pronti a scendere in campo con gli avvocati.
    Ma quando si trattava di nascondere l'identita di in cittadino cinese, che venendo rivelata alle autorita' rischiava carcere , torture e la vita stessa... niente processi , ecco pronti su un piatto d'argento nome e cognome del "sospettato"...

    Mica hanno aperto un processo, o anche solo un indagine, per decidere come comportarsi...
    Nazisti non sono i cimeli in questione, ma le teste di m****a di yahoo!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Il punto di tutto non e' che sia muoversi contro
    > il mercato di cimeli storici o che altro,
    > potevano anche essere bambole gonfiabili con la
    > faccia di Chirac(:| ) , per quanto mi riguarda.
    > Il punto e' che , quando ci sono in ballo
    > interessi economici per yahoo, subito pronti a
    > scendere in campo con gli avvocati.
    > Ma quando si trattava di nascondere l'identita di
    > in cittadino cinese, che venendo rivelata alle
    > autorita' rischiava carcere , torture e la vita
    > stessa... niente processi , ecco pronti su un
    > piatto d'argento nome e cognome del
    > "sospettato"...
    >
    > Mica hanno aperto un processo, o anche solo un
    > indagine, per decidere come comportarsi...
    > Nazisti non sono i cimeli in questione, ma le
    > teste di m****a di yahoo!

    Si combatte dove c'e' spazio per muoversi.
    non+autenticato
  • "...con link a pagine Web naziste e a documenti come i famigerati "Protocolli di Zion"..."

    Ma non erano i "Protocolli dei Savi di Sion", una volta?
    Zion era quella di Matrix, altro che persecuzione nazista.
    Sinceramente, non ce la faccio più a vedere banalità accumulate su banalità in queste pagine. Quand'è che prenderete qualcuno per fare le revisioni grammaticali dei vostri articoli, posso venirci io se proprio siete a corto di personale!
    non+autenticato
  • צִיּוֹן, Tziyyon, Tsiyyôn o صهيون.
    Sempre Sion/Zion è!

    E se vogliamo essere precisi il titolo originale è o Протоколы Сионских мудрецов o Сионские Протоколы.

    P.S.
    Da Wikipedia e coperto da GFDL.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > צִיּוֹן,
    > Sempre Sion/Zion è!

    Ma allora i Protocolli parlano di Matrix??!?
    Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • Sì, hai indovinato, è implicato pure Paperino A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
    non+autenticato
  • Sion e Zion è la stessa cosa; si tratta solo di una traslitterazione diversa.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sion e Zion è la stessa cosa; si tratta solo di
    > una traslitterazione diversa.

    Inchinatevi agli Illuminati pezzenti!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Sion e Zion è la stessa cosa

    Quindi anche a Sion fanno i rave party prima di inviare l'Eletto a combattere le macchine?
    non+autenticato