Dreamcast finisce sul videoregistratore

Un produttore inglese di set-top box annuncia la prima home appliance animata dal cuore del Dreamcast. Il dispositivo, un VCR digitale, consentirà di giocare secondo la filosofia pay-per-play

Londra - Detto e fatto. A pochi giorni dall'annuncio, da parte di Sega, della concessione su licenza della tecnologia del Dreamcast, si è già fatto avanti il primo produttore di home appliance interessato ad allargare i propri orizzonti sul mondo dell'intrattenimento.

Pace, produttore inglese di set-top box, utilizzerà la tecnologia del Dreamcast per rendere ancor più appetibile il suo imminente videoregistratore digitale per TV via cavo o satellite. L'azienda prevede di avviare servizi di pay-per-play con possibilità per gli utenti di fare partite multiplayer pagando il tempo di connessione.

Secondo Neil Gaydon, presidente di Pace, il motore 3D del Dreamcast, oltre che nei giochi, può essere sfruttato anche per migliorare l'aspetto dell'interfaccia utente e delle altre applicazioni.
TAG: hw