UE, MS accelera e denuda un pezzetto di Windows

L'azienda conta così di soddisfare tutte le richieste dell'Unione. Gli sviluppatori potranno esaminare importanti porzioni di codice ma non potranno né pubblicarle né inserirle in propri prodotti

Roma - L'ultima mossa di un caso giudiziario entrato ormai nel suo ottavo anno di vita l'ha compiuto Microsoft che nelle scorse ore ha annunciato che ricorrerà al codice sorgente per rispondere "in modo definitivo" alle richieste della Commissione Europea.

L'Antitrust continentale, che due anni fa aveva condannato l'azienda per abuso di posizione dominante, dovrà ora valutare se l'iniziativa di Microsoft è sufficiente: i produttori e sviluppatori di software che acquisiscano una licenza ad hoc potranno ora visionare il codice sorgente dei protocolli di comunicazione di Windows Server e Windows Desktop. Non si tratta di cosa di poco conto: le autorità europee si erano infatti lamentate perché, a loro dire, la precedente licenza non garantiva ai concorrenti di Microsoft l'accesso a tutte le informazioni utili per sviluppare software in grado di integrarsi perfettamente sulla piattaforma Microsoft.

"Oggi - ha spiegato il senior vice president e general counsel di Microsoft, Brad Smith - mettiamo sul tavolo la nostra proprietà intellettuale di maggior valore, così possiamo lasciarci alle spalle le questioni relative ai requisiti tecnici e andare oltre con una discussione seria sulla sostanza del caso". "Il codice sorgente di Windows - ha continuato Smith - è la documentazione completa delle tecnologie Windows Server. Con questa iniziativa intendiamo risolvere tutte le questioni relative alla completezza della documentazione tecnica".
Va detto che già prima di questa operazione, Microsoft offriva ai licenziatari interessati 12mila pagine di documentazione tecniche nonché 500 ore di supporto tecnico gratuito. Ora, senza oneri aggiuntivi, i licenziatari potranno dare un'occhiata al codice sorgente di quei protocolli, indispensabili per costruire middleware che girino al meglio su Windows, ma non potranno né pubblicare il codice né includerlo nei propri prodotti.

"Sebbene noi si sia certi di aver già oggi risposto pienamente alle richieste della Commissione, intendiamo cancellare qualsiasi idea che la documentazione tecnica fornita da Microsoft sia insufficiente", ha sottolineato Smith.

L'azienda ha anche sottolineato che negli USA è già operativo un sistema di licensing del tutto simile e che sono già una ventina le imprese che hanno utilizzato le informazioni sui protocolli per sviluppare i propri prodotti. "Per rendere armoniosi i due sistemi di licensing - si legge in una nota diffusa dall'azienda - Microsoft ha deciso di rendere disponibili per i protocolli della piattaforma desktop le stesse licenze per il codice sorgente che offre per i protocolli server".

Va detto che le decisioni assunte dalla Commissione nei riguardi di Microsoft, compresa quella relativa alla commercializzazione di un Windows leggero, ossia privo del Media Player, sono ora tutte all'attenzione del Tribunale europeo di primo grado a cui l'azienda si è appellata.

Sulle nuove licenze Microsoft ha pubblicato una pagina dedicata
TAG: mercato
175 Commenti alla Notizia UE, MS accelera e denuda un pezzetto di Windows
Ordina
  • Queste sono tutte le falle, gli advisor di NetBSD nella sua storia. Tutti.
    Alcuni riguardano più di 1 versione.
    la 3 uscita da alcuni mesi, per ora non è affetta da nulla.

    http://www.netbsd.org/Security/advisory.html

    2 non sono nemmeno vulnerabilità (infatti non vi è il link), quando segnalati non erano bug sicuri e a tutt'oggi non vi è traccia che siano bug.
    Da notare che gli advisor sono per tutta la distro NetBSD, che è stata, nella storia di NetBSD, composta sempre di mega e poi Gigabyte di sw; non il solo o.s. più utility (la vers. 3.0 ha oltre 5 Gb di sw).
    Non solo; valgono per ben più di una sola architettura di cpu: con la 3.0 si è perso il conto delle arch. sostenute da NetBSD.

    Facciamo il confronto con l'immane ciofeca windows??
    Anche se open windows rimane e rimarrebbe una ciofeca assurda!!
    non+autenticato
  • http://mail.fsfeurope.org/pipermail/press-release-...

        ieri Microsoft si è comportata come un
        rapinatore che, richiesto di deporre la
        pistola, vi lancia contro una granata.
    non+autenticato
  • lo so, è ot, ma siccome secondo me linux fa schifo perchè per ogni software che si deve installare bisogna sempre perdere almeno una giornata per correr dietro alle varie problematiche che insorgono, vediamo se mi sapete risolvere questa.
    Installando software che necessita delle tcl, facendo il configure viene inserita una riga di questo tipo nel file Makefile:
    SHLIB_LD_LIBS   = ${LIBS} -L/usr/src/tcl8.4.12/unix -ltclstub8.4 -L/usr/src/tk8.4.12/unix -ltkstub8.4
    Quando lancio il make tuttavia ottengo l'errore
    cannot find -ltkstub8.4
    cosa sono queste ltkstub8.4 visto che neppure google sa dove siano e cosa siano (librerie? di tcl? di tk? di gcc? BOHHHHH)
    Se qualcuno riesce ad aiutare... GRAZIE, altrimenti ho ragione io
    non+autenticato

  • > cannot find -ltkstub8.4
    > cosa sono queste ltkstub8.4

    Intanto -l è il comando da passare a gcc per linkare quelle librerie, quindi il nome corretto delle librerie è tkstub.

    > visto che neppure
    > google sa dove siano e cosa siano (librerie? di
    > tcl? di tk? di gcc? BOHHHHH)

    Sicuro?

    http://www.google.it/linux?hl=it&safe=off&q=tkstub...=

    TAD
  • grazie, per lavoro uso altri linguaggi rispetto al c quindi non conosco la sintassi di gcc che crea in automatico il configure.
    Le tue dritte sono quindi preziose, evidentemente c'è anche qualcuno che ne capisce qualcosa, non solo sbruffoncelli incapaci come chi ha risposto dopo di te.
    Grazie ancora
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se qualcuno riesce ad aiutare... GRAZIE,
    > altrimenti ho ragione io

    Pacchetti precompilati per quello che devi installare non esistono? Che distribuzione usi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > lo so, è ot, ma siccome secondo me linux fa
    > schifo perchè per ogni software che si deve
    > installare bisogna sempre perdere almeno una
    > giornata per correr dietro alle varie
    > problematiche che insorgono, vediamo se mi sapete
    > risolvere questa.
    > Installando software che necessita delle tcl,

    'delle' tcl ?!?!?!?

    E tu vorresti compilare un programma ?

    Prova a compilare un programma per Windows che richiede librerie o altro che non hai, e vedi cosa ti risponde...

    Altrimenti prendi il precompilato e vivi felice...

    > facendo il configure viene inserita una riga di
    > questo tipo nel file Makefile:
    > SHLIB_LD_LIBS   = ${LIBS}
    > -L/usr/src/tcl8.4.12/unix -ltclstub8.4
    > -L/usr/src/tk8.4.12/unix -ltkstub8.4
    > Quando lancio il make tuttavia ottengo l'errore
    > cannot find -ltkstub8.4
    > cosa sono queste ltkstub8.4 visto che neppure
    > google sa dove siano e cosa siano (librerie? di
    > tcl? di tk? di gcc? BOHHHHH)

    ROTFL !!!!

    > Se qualcuno riesce ad aiutare... GRAZIE,
    > altrimenti ho ragione io

    ti risponderei 'man make', ma invece ti consiglio 'man mount', così monti il cervello al suo posto e magari ci arrivi senza postare queste idiozie...
    non+autenticato
  • io invece ti risponderei con un umount delle tue inutili arie visto che:
    a) non hai capito la domanda (certo, necessita di tcl e, come puoi notare dalla posizione dei sorgenti, presenti nella riga che da errore, sia tcl che tk sono stati correttamente installati)
    b) non sai assolutamente niente e lo dimostri postando frasi che non sono pertinenti con la domanda fatta
    c) non sai nemmeno l'italiano, guarda altrove (tipo 2 post sopra al tuo) ed impara come si fa a rispondere se le cose si sanno veramente
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > io invece ti risponderei con un umount delle tue
    > inutili arie visto che:

    Da che pulpito viene l'invito a "smontare" le arie!
    Ma hai letto il tuo primo post? Prima dai addosso a Linux solo perché TU non sei capace di farci qualcosa, e poi chiedi aiuto (che ti è stato gentilmente fornito)?
  • come avrai notato ho ringraziato ammettendo la mia totale estraneetà al mondo gcc chi ha perso un attimo del suo tempo per dare una risposta compiuta.
    A dir la verità mi sono preso anche il tempo per replicare alle stravaganti risposte di qualcun altro.
    Effettivamente sono stato pesante nel post iniziale, ma dopo una giornata di tentativi per fare un sftp in bakground (con windows c'è pcsp ed è davvero molto facile) e scoprire che:
    a) basta fare un certificato lato client, aggiungerlo ai certifati lato server, inglobarlo ad ssh-agent con ssh-add ed è fatto (un bel corno, cron non riesce ad utilizzare il certificato registrato perchè evidentemente non carica i .profile dell'utente sotto cui sta girando)
    b) c'è uno script in perl ma.... scaricato e testato... opps, per la mia distro manca una libreria che è indispensabile
    c) prova expect, ok, ci vogliono le tcl / tk, basta saricare, compilare.... le tcl tk le ho scaricate, le ho compilate ed ancora expect mi ruga che non trova delle.... ok, ora grazie a TAD so che -l introduce delle librerie, quindi non riesce a vedere delle librerie del tcl / tk. Perchè? Ancora non l'ho scoperto....
    Ora, mi consentirai di essere stato un po' stressato????
    non+autenticato
  • Diversamente da quanto titolato da varie fonti, fra cui persino ANSA e Slashdot, Microsoft oggi non ha offerto in licenza il codice sorgente di Windows.

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=45...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Diversamente da quanto titolato da varie fonti,
    > fra cui persino ANSA e Slashdot, Microsoft oggi
    > non ha offerto in licenza il codice sorgente di
    > Windows.

    E' un modo pessimo di fare pubblicita' al tuo sito, che post del cavolo. Ma non conoscete neppure la netiquette su zeusnew?
    non+autenticato

  • Ma dai che ti frega? A me fa ridere che siano proprio loro a segnalare gli errori degli altri
    non+autenticato
  • è interessante notare come l'UE si faccia sempre più notare per le sue marxiste tendenze all'ammutolimento del mercato e alla censura bolscevica

    è ancora più curioso leggere commenti di chi si appella sempre più all'unione europea per vedere affossati i personali nemici di sempre: google, apple, microsoft, sony, ibm, fiat, general motors, nike, industrie tessili, fabbriche in generali, ecc...

    PI, nei suoi articoli e nei forum, da' una buona dimostrazione delle mei teorie
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > è interessante notare come l'UE si faccia sempre
    > più notare per le sue marxiste tendenze
    > all'ammutolimento del mercato e alla censura
    > bolscevica
    >
    > è ancora più curioso leggere commenti di chi si
    > appella sempre più all'unione europea per vedere
    > affossati i personali nemici di sempre: google,
    > apple, microsoft, sony, ibm, fiat, general
    > motors, nike, industrie tessili, fabbriche in
    > generali, ecc...
    >
    > PI, nei suoi articoli e nei forum, da' una buona
    > dimostrazione delle mei teorie

    http://punto-informatico.it/cerca.asp?s=inchiesta+...

    in effetti il termine UE ormai lo si associa solo con parole tipo "condanna" "restrinzioni" "direttive" "obblighi" "multe", ecc... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > è interessante notare come l'UE si faccia sempre
    > più notare per le sue marxiste tendenze
    > all'ammutolimento del mercato e alla censura
    > bolscevica

    > è ancora più curioso leggere commenti di chi
    > si appella sempre più all'unione europea per
    > vedere affossati i personali nemici di sempre:
    > google, apple, microsoft, sony, ibm, fiat, general
    > motors, nike, industrie tessili, fabbriche in
    > generali, ecc...

    > PI, nei suoi articoli e nei forum, da' una buona
    > dimostrazione delle mei teorie

    Strano e' notare come e' cambiato anche il comportamento degli USA negli ultimi anni : confronta il caso del monopolio microsoft con il caso di monopolio di AT&T e le conseguenze per le 2 soceta'.
    non+autenticato
  • >l'UE si faccia sempre più notare per le sue >marxiste tendenze

    altrimenti dette difesa della concorrenza leale
    tra le imprese e condanna delle posizioni di
    abuso di posizione

    nella tua madre russia, invece, per ogni settore esiste solo UNO: purtroppo finché avrai tra i
    piedi paesi civili come francia, germania e
    scandinavi, dovrai sottostare a regole
    altrettanto civili
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > >l'UE si faccia sempre più notare per le sue
    > >marxiste tendenze

    > altrimenti dette difesa della concorrenza leale
    > tra le imprese e condanna delle posizioni di
    > abuso di posizione

    Vogliamo ricordare cosa hanno fatto gli usa ad AT&T ???

    > nella tua madre russia, invece, per ogni settore
    > esiste solo UNO: purtroppo finché avrai tra i
    > piedi paesi civili come francia, germania e
    > scandinavi, dovrai sottostare a regole
    > altrettanto civili
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > >l'UE si faccia sempre più notare per le sue
    > > >marxiste tendenze
    >
    > > altrimenti dette difesa della concorrenza leale
    > > tra le imprese e condanna delle posizioni di
    > > abuso di posizione
    >
    > Vogliamo ricordare cosa hanno fatto gli usa ad
    > AT&T ???

    Vogliamo ricordare cosa NON hanno fatto gli usa a MS? USA del menga.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > l'UE si faccia sempre più notare per
    > > > > le suemarxiste tendenze altrimenti
    > > > > dette difesa della concorrenza
    > > > > leale tra le imprese e condanna delle
    > > > > posizioni di abuso di posizione

    > > Vogliamo ricordare cosa hanno fatto gli usa ad
    > > AT&T ???

    > Vogliamo ricordare cosa NON hanno fatto gli
    > usa a MS? USA del menga.

    Vogliamo ricordare cisa NON hanno fatto i marxixti a hiroshima e nagasaki.

    Certo che e' proprio una bella discussione delirante questaA bocca aperta Come ogni volta che si butta la politica la' dove non centraA bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma perche',tu ancora credi nel libero mercato e nel neoliberismo? povero illuso! (a meno che tu non faccia parte della piccola parte agiata della societa' che schiaccia la maggioranza, come il neoliberismo alla fine implica sempre. Ma in quel caso,+ che credere direi che ti conviene)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)