Nuove accuse: Microsoft ha soffocato Linux

I procuratori degli stati che insistono nel processo antitrust contro Microsoft sostengono che Dell e Compaq sono state condizionate dal big di Redmond. Obiettivo: impedire il decollo del sistema operativo simbolo dell'Open Source

Nuove accuse: Microsoft ha soffocato LinuxWashington (USA) - Il lungo ed estenuante processo antitrust in corso contro Microsoft si sta facendo davvero rovente, soprattutto ora che i nove stati che ancora perseguono il colosso di Redmond hanno depositato agli atti, tramite il loro avvocato Steven Kuney, alcuni documenti che dimostrerebbero come Microsoft, in questi ultimi anni, avrebbe costretto i suoi principali partner commerciali a "lasciar perdere" Linux.

Kuney ha esibito un promemoria interno di Microsoft, risalente alla metà del 2000, che secondo l'accusa rivelerebbe le pressioni esercitate da Microsoft su Dell riguardo a Linux.

In un passo della nota di Microsoft, si legge: "E' inaccettabile che i nostri principali partner di Windows 2000 stiano portando avanti con aggressività lo sviluppo di un mercato legato ad un altro sistema operativo". "Se (i dirigenti di Dell) - conclude la nota - dovessero controbattere di non essere aggressivi (su Linux), andrebbe loro ricordato chi ha sponsorizzato il LinuxWorld quest'anno".
Nel passato Dell si è fatta spesso supporter del mondo Linux attraverso investimenti effettuati in varie aziende dell'open source, fra cui Red Hat e la defunta Eazel, e sponsorizzando diversi eventi del settore.

Come si ricorderà, circa due anni or sono Dell annunciò i propri piani per adottare Linux come alternativa a Windows in alcuni suoi modelli di computer desktop e di notebook, salvo poi abbandonare del tutto l'idea l'anno successivo. All'epoca un po' tutti interpretarono questa decisione come un ulteriore dimostrazione del fatto che Linux non fosse ancora pronto a competere con Windows sul mercato di massa.

Alla luce di queste note interne dell'azienda, Kuney punta ora il dito su Microsoft considerandola l'unica vera responsabile dell'abbandono, da parte di Dell, del sistema operativo free: una rinuncia che, secondo Kuney, si tradusse addirittura nella chiusura dell'unità Linux e di tutto lo staff, compreso il dirigente Rick Heffernan.

Citando un altro documento interno di Microsoft, Kuney ha poi affermato che il big di Redmond avrebbe velatamente minacciato anche l'altro suo grande partner OEM, Compaq, affinché "allentasse le briglie" della sua strategia Linux/Unix.

Kuney ha infine esibito al processo un ultimo memorandum appartenente a Jackson Kempin, direttore delle relazioni con gli OEM di Microsoft, e destinato all'allora CEO Bill Gates: nel documento, secondo l'avvocato dei nove stati, si troverebbero dettagli compromettenti sulle strategie anti-Linux di Microsoft.

In attesa dell'ennesima chiamata di Gates al banco dei testimoni, Microsoft si è detta pronta a ribattere punto per punto ogni nuova accusa avanzata dai nove stati. Accuse di cui, a quanto pare, i procuratori non sembrano essere a corto.
257 Commenti alla Notizia Nuove accuse: Microsoft ha soffocato Linux
Ordina
  • il monopolista microsoft continua con le sue azioni anti-competitive, prendendo di mira il movimento open source.

    Stavolta lo fa imponendo un limite all'uso degli standard CIFS: ne vuole impedire l'uso alle maestranze che lavorano con software GPL e LGPL (mezzo mondo, ormai).
    Quindi il monopolista vuole impedire che un'intera comunità di sviluppatori possa continuare a realizzare un prodotto (Samba) competitivo con quelli di microsoft sfruttando l'effetto-rete tipico di Linux (che è GPL)

    Questo è un altro caso in cui microsoft si svela per quello che è un mostro preudotecnologico volto solo a bloccare i suoi competotori sfruttando la posizione dominante ereditata da IBM nei primi degli anni '80.

    Questo è un altro motivo per ATTUARE il BOICOTTAGGIO nei confronti di microsoft: USATE tutto, ma non i prodotti del monopolista (neanche quelli copiati illegalmente)

    Battiamo il monopolio impedendo che il suo "lavoro" diventi indispensabile per noi


    Per ulteriori approfondimenti sull'ultima nefandezza di M$:

    http://www.prosa.it/philosophy/nemici/fud.shtml
    non+autenticato
  • Potrebbe essere un idea prevedere per ogni PC venduto, allegare in bundle un Linux gratuito (Mandrake, RedHat, Suse) tra le distribuzioni considerate piu' user-friendly.

    Potrebbe essere un idea chiedere all'acquirente se vuole WinXP home edition a 2-300 klire (lo so ci sono gli euro, ma non importa) oppure se vuole provare con OS gratuito.

    Se gli utenti non informatizzati hanno la possibilità di comparare alla pari vinca il migliore ... ma se gli utenti sono "costretti" a provarne uno solo ... beh, è difficile affermare che gli utenti preferiscono quell'unica possibilità.

    Il problema è: come fare per consentire agli utenti finali di poter scegliere, provare, valutare, decidere in modo piu' consapevole ?
    non+autenticato
  • Mi sembra di vivere sulla luna. Ma possibile che io sia l'unico a fornirsi da qualcuno che ti prezza a parte il software OEM da installare sul tuo PC?

    Vedere per credere: http://www.aginformpc.com/cgi-bin/negozio/shop/st_...

    - Scritto da: kj
    > Potrebbe essere un idea prevedere per ogni
    > PC venduto, allegare in bundle un Linux
    > gratuito (Mandrake, RedHat, Suse) tra le
    > distribuzioni considerate piu'
    > user-friendly.
    >
    > Potrebbe essere un idea chiedere
    > all'acquirente se vuole WinXP home edition a
    > 2-300 klire (lo so ci sono gli euro, ma non
    > importa) oppure se vuole provare con OS
    > gratuito.
    >
    > Se gli utenti non informatizzati hanno la
    > possibilità di comparare alla pari vinca il
    > migliore ... ma se gli utenti sono
    > "costretti" a provarne uno solo ... beh, è
    > difficile affermare che gli utenti
    > preferiscono quell'unica possibilità.
    >
    > Il problema è: come fare per consentire agli
    > utenti finali di poter scegliere, provare,
    > valutare, decidere in modo piu' consapevole
    > ?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > Mi sembra di vivere sulla luna. Ma possibile
    > che io sia l'unico a fornirsi da qualcuno
    > che ti prezza a parte il software OEM da
    > installare sul tuo PC?
    >
    > Vedere per credere:
    > http://www.aginformpc.com/cgi-bin/negozio/sho

    sei parte di una minoranza.

    Il grosso del mercato non è certo quello cui ti rivolgi tu.

    I PC dei supermercati sono sempre forniti con software precaricato.

    QUESTA barriera di mercato non è aggirabile: il mercato PC desktop ha un unico monopolista, e le pressioni esercitate da microsoft sugli OEM fanno il resto.


    non+autenticato
  • Per me, se la scelta è accessibile, allora c'è.

    Non guardare quello che vendono nei supermercati. Ti sembra che, per esempio, la carne dei supermercati sia all'altezza di quella che compri nel tuo macellaio di fiducia? O che i tortellini siano della stessa qualità di quelli che ti fai fare dal tuo pastaio? Se vuoi qualcosa di pronto e semplice (e il Windows pre-installato, checché tu ne dica, lo è) allora vai al supermercato. Se vuoi scelta e qualità allora vai nel negozio sotto casa o giri un po'.

    - Scritto da: zap
    >
    >
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Mi sembra di vivere sulla luna. Ma
    > possibile
    > > che io sia l'unico a fornirsi da qualcuno
    > > che ti prezza a parte il software OEM da
    > > installare sul tuo PC?
    > >
    > > Vedere per credere:
    > >
    > http://www.aginformpc.com/cgi-bin/negozio/sho
    >
    > sei parte di una minoranza.
    >
    > Il grosso del mercato non è certo quello cui
    > ti rivolgi tu.
    >
    > I PC dei supermercati sono sempre forniti
    > con software precaricato.
    >
    > QUESTA barriera di mercato non è aggirabile:
    > il mercato PC desktop ha un unico
    > monopolista, e le pressioni esercitate da
    > microsoft sugli OEM fanno il resto.
    >
    >
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    >
    > Non guardare quello che vendono nei
    > supermercati. Ti sembra che, per esempio, la
    > carne dei supermercati sia all'altezza di
    > quella che compri nel tuo macellaio di
    > fiducia? O che i tortellini siano della
    > stessa qualità di quelli che ti fai fare dal
    > tuo pastaio? Se vuoi qualcosa di pronto e
    > semplice (e il Windows pre-installato,
    > checché tu ne dica, lo è) allora vai al
    > supermercato. Se vuoi scelta e qualità
    > allora vai nel negozio sotto casa o giri un
    > po'.

    già, ma io che di carne non ci capisco niente, preferisco andare al supermercato piùttosto che imparare a distinguere i tagli per poi chiedere la fettina o la costoletta "personalizzata" al macellaio. e tantissima gente fa come me.

    ora sostituisci il mio stomaco col mio cervello e il macellaio con il tecnico assemblatore e ti renderai conto della parabola.

    ciao
    godz
    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > Per me, se la scelta è accessibile, allora
    > c'è.

    infatti: per TE.

    > Non guardare quello che vendono nei
    > supermercati.

    certo! dimentichiamoci del canale di maggior incidenza dei consumi! A che serve il marketing dopo tutto?

    Dimentichiamoci di come vien formata e sodisfatta la domanda della clientela!

    Dimentichiamoci anche dell'esistenza di una sentenza di COLPEVOLEZZA per ABUSO di MONOPOLIO!

    Ecco la tua ricetta contro l'ABUSO di MONOPOLIO dell'azienda di cui detieni azioni : l'oblìo.

    Scordatelo. Ora la realtà degli ABUSI del MONOPOLIO di microsoft è appurata.



    non+autenticato


  • - Scritto da: kj
    > Potrebbe essere un idea prevedere per ogni
    > PC venduto, allegare in bundle un Linux
    > gratuito (Mandrake, RedHat, Suse) tra le
    > distribuzioni considerate piu'
    > user-friendly.

    Gratuito?? Ma la smettete di scrivere queste assurdita'?

    Secondo te uno che a malapena riesce a usare win98 quante ore deve passare prima di riuscire a usare una qualsiasi distro linux?

    E i manuali? Se li stampa con cartucce da 80k al pezzo e' rovinato. Altrimenti 150k in manuali sono il minimo.

    E il tempo da dedicarci? Ma cosa credete che sono tutti universitari che stanno in casa a cazzeggiare?

    Mah..

    non+autenticato
  • > Gratuito?? Ma la smettete di scrivere queste
    > assurdita'?
    l'idea e scema ma non per il gratis...

    > Secondo te uno che a malapena riesce a usare
    > win98 quante ore deve passare prima di
    > riuscire a usare una qualsiasi distro linux?
    guarda bello che ormai le ultime versioni sono click a destra e sinistra...con la differenza che puoi anche lavorare a caratteri se lo sai fare...

    > E i manuali? Se li stampa con cartucce da
    > 80k al pezzo e' rovinato. Altrimenti 150k in
    > manuali sono il minimo.
    leggerlo sullo schermo ???? no, e troppo difficile...

    > E il tempo da dedicarci? Ma cosa credete che
    > sono tutti universitari che stanno in casa a
    > cazzeggiare?
    se non sei un cerebroleso ci metti pochissimo...se sei cerebroleso cazzi tuoi no ????
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdf
    > - Scritto da: kj
    > > Potrebbe essere un idea prevedere per ogni
    > > PC venduto, allegare in bundle un Linux
    > > gratuito (Mandrake, RedHat, Suse) tra le
    > > distribuzioni considerate piu'
    > > user-friendly.
    >
    > Gratuito?? Ma la smettete di scrivere queste
    > assurdita'?

    Ok, pero' un accordo tra i principali distributori di Linux e gli OEM, cosi' come ha fatto MS, potrebbe consentire la vendita di PC con Linux in bundle. Inoltre le distribuzioni di Linux sono allegate a molte riviste di Informatica a 10k lire.

    > Secondo te uno che a malapena riesce a usare
    > win98 quante ore deve passare prima di
    > riuscire a usare una qualsiasi distro linux?

    Io vedo molte ersone alle prime armi che anche dopo anni hanno difficoltà ad usare Windows nelle funzioni base: in base a cosa si puo' affermare che Linux e' difficilissimo da usare rispetto a Linux. Avete provato ? Immaginiamo un desktop KDE con un tema Windows like: le differenze tra uno e l'altro sarebbero davvero minime. Come ? L' interprete comandi di Linux e' fatto per i guru ? OK ! Pero' mi chiedo quanti utenti Windows se la cavano con il prompt dell' MS DOS.

    > E i manuali? Se li stampa con cartucce da
    > 80k al pezzo e' rovinato. Altrimenti 150k in
    > manuali sono il minimo.

    E i manuali di Windows dove sono ??? Ormai e' tutto su CD, white paper e libri. Dov'e' la differenza ?

    > E il tempo da dedicarci? Ma cosa credete che
    > sono tutti universitari che stanno in casa a
    > cazzeggiare?

    Linux non è più per soli universitari grazie a KDE, GNOME e company. Il tempo necessario per un utente alle prime armi per imparare ad usare Windows rispetto a Linux credo che non sia poi molto diverso come molti credono.
    non+autenticato
  • Ogni tanto salta fuori qualcuno che mette in dubbio la realtà del MONOPOLIO MICROSOFT e dei REATI commessi contro il MERCATO (evidentemente questa REALTA' è scomoda per quel *qualcuno*, per interessi tutti personali).

    Questo è sicuramente un mercato rilevante, perché (come è noto) il MONOPOLISTA di questo mercato è la persona più rica del mondo.

    La situazione patologica di monopolio è stata trattata a fondo nel processo a microsoft.
    Lì è stata analizzata la situazione del mercato del software per pc. Si è dibattuto se la microsoft fosse monopolista in virtù della cosiddetta "barriera d'entrata" dei concorrenti di microsoft. Si è visto che la barriera d'entrata è talmente elevata che microsoft non può materialmente avere concorrenti. A questo punto è stato concluso che microsoft può agire sulla barriera d'entrata alzandola a suo piacimento, e costringere gli altri attori del mercato ai propri scopi oppure a soccombere.
    Quindi la microsoft è stata effettivamente dichiarata MONOPOLISTA di FATTO, e si è passati ad analizzare se, nel "caso Netscape", microsoft avesse abusato di quella posizione di MONOPOLIO ormai dichiarato.
    La conclusione è stata: SI', microsoft ha agito anti-concorrenzialmente sfruttando la sua posizione di monopolio per limitare il concorrente Netscape, e il giudizio è stato preso valutanto tutti i pro e i contro presentati da tutte le parti (con grande schieramento di avvocati).

    Il prodotto più importante di questo dibattimento (il cui esito è stato confermato prima dalla corte d'appello USA, e poi dalla corte Suprema), è che:

    MICROSOFT E' UN MONOPOLIO DI FATTO, E LE SUE AZIONI VANNO GIUDICATE IN BASE A QUESTO PARTICOLARE STATO.

    In particolare, è stato più volte affermato che "Microsoft enjoys monopoly power".

    Chiunque voglia negare questa tesi, sostenuta prima dal giudice del tribunale ordinario, poi dalla corte d'appello, e infine dalla corte suprema USA, come minimo dovrebbe prendere in mano i TESTI del dibattimento e discutere QUELLI, invece che parlare della solo propria circoscritta esperienza personale o delle proprie limitate impressioni o delle personali idee politiche.

    Si discuta delle TESI sostenute da questi tribunali, piuttosto che cianciare a vuoto.

    Ribadisco:

    Microsoft è monopolista nel mercato del software pe PC, e ha ABUSATO di questo monopolio per sopprimere le iniziative concorrenziali dei competitori. Per questo attende di ricevere una PENA (o correttivo)

    L'ho detto, lo confermo e lo documento.

    http://www.usdoj.gov/atr/cases/ms_index.htm

    Anzitutto c'è il testo del "Finding Of Facts",

    http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htm
    http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudge.pdf

    che verifica la condizione di monopolio di microsoft, e ne riscontra il reato di violazione della legge Sherman (Sherman Act, article 2), ovvero "abuso di posizione dominante", nel caso specifico delle manovre perpetrate da microsoft contro Netscape.
    Successivamente, qui

    msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf

    c'è il testo della corte d'appello, che CONFERMA il "Finding Of Facts", anche se rigetta i correttivi proposti da giudice che ha redatto il Finding Of Facts

    msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf

    Questo è il testo della sentenza della Corte d'Appello.

    Leggendo troverete che l'unica cosa che non è stata accettata della precedente sentenza, è la "cura" proposta, e cioè lo smembramento. La cura è stata rinviata al successivo dibattimento, ma la "malattia" è stata riconosciuta per tale: microsoft attende la PENA o CORRETTIVO.

    Se si _legge_ ci si troverà:

    "Il giudizio di primo grado è in parte accolto, in parte annullato, in parte rimesso a nuovo giudice".

    La parte confermata risulta la spina nel fianco della microsoft, e afferma che la microsoft viola l'articolo 2 dello Sherman Act (la legge antitrust USA), ovvero microsoft si trova in situazione di monopolio per quanto riguarda il mercato del software per personal computer.

    Quanto alla parte annullata, e rimessa alla decisione di una nuova corte distrettuale, si tratta di quella che riguarda i RIMEDI per ripristinare le condizioni di libera concorrenza negate dalle manovre del monopolio esistente sul mercato (microsoft).

    Quindi la legge di appello ha confermato il punto cruciale che veniva negato da microsoft:

    microsoft agisce come un monopolio, e da tale deve essere trattato in sede giuridico-economica.

    Tanto è vero che poi gli avvocati della microsoft hanno provato a far ridecidere TUTTO in sede di corte suprema USA, ma il tentativo gli è andato buco, infatti la Corte Suprema federale degli Stati Uniti ha respinto la richiesta di microsoft di rilevare il procedimento giudiziario.
    La corte suprema si è semplicemente rifiutata di rivedere la sentenza della Corte d'Appello, confermandone la validità GIURIDICA.

    A questo punto microsoft è venuta a patti con tutti gli stati che hanno sostenuto l'accusa, e ne ha convinto un bel po', ma non tutti.

    Credevano di poter dire "allora, quanto vi sgancio per mettere a tacere la cosa?"

    Ma qualche volta non si tratta solo di soldi.

    Si tratta di LIBERTA'.
    non+autenticato
  • Secondo me trombi troppo poco. Fattene una ragione.

    - Scritto da: zap
    > Ogni tanto salta fuori qualcuno che mette in
    > dubbio la realtà del MONOPOLIO MICROSOFT e
    > dei REATI commessi contro il MERCATO
    > (evidentemente questa REALTA' è scomoda per
    > quel *qualcuno*, per interessi tutti
    > personali).
    >
    > Questo è sicuramente un mercato rilevante,
    > perché (come è noto) il MONOPOLISTA di
    > questo mercato è la persona più rica del
    > mondo.
    >
    > La situazione patologica di monopolio è
    > stata trattata a fondo nel processo a
    > microsoft.
    > Lì è stata analizzata la situazione del
    > mercato del software per pc. Si è dibattuto
    > se la microsoft fosse monopolista in virtù
    > della cosiddetta "barriera d'entrata" dei
    > concorrenti di microsoft. Si è visto che la
    > barriera d'entrata è talmente elevata che
    > microsoft non può materialmente avere
    > concorrenti. A questo punto è stato concluso
    > che microsoft può agire sulla barriera
    > d'entrata alzandola a suo piacimento, e
    > costringere gli altri attori del mercato ai
    > propri scopi oppure a soccombere.
    > Quindi la microsoft è stata effettivamente
    > dichiarata MONOPOLISTA di FATTO, e si è
    > passati ad analizzare se, nel "caso
    > Netscape", microsoft avesse abusato di
    > quella posizione di MONOPOLIO ormai
    > dichiarato.
    > La conclusione è stata: SI', microsoft ha
    > agito anti-concorrenzialmente sfruttando la
    > sua posizione di monopolio per limitare il
    > concorrente Netscape, e il giudizio è stato
    > preso valutanto tutti i pro e i contro
    > presentati da tutte le parti (con grande
    > schieramento di avvocati).
    >
    > Il prodotto più importante di questo
    > dibattimento (il cui esito è stato
    > confermato prima dalla corte d'appello USA,
    > e poi dalla corte Suprema), è che:
    >
    > MICROSOFT E' UN MONOPOLIO DI FATTO, E LE SUE
    > AZIONI VANNO GIUDICATE IN BASE A QUESTO
    > PARTICOLARE STATO.
    >
    > In particolare, è stato più volte affermato
    > che "Microsoft enjoys monopoly power".
    >
    > Chiunque voglia negare questa tesi,
    > sostenuta prima dal giudice del tribunale
    > ordinario, poi dalla corte d'appello, e
    > infine dalla corte suprema USA, come minimo
    > dovrebbe prendere in mano i TESTI del
    > dibattimento e discutere QUELLI, invece che
    > parlare della solo propria circoscritta
    > esperienza personale o delle proprie
    > limitate impressioni o delle personali idee
    > politiche.
    >
    > Si discuta delle TESI sostenute da questi
    > tribunali, piuttosto che cianciare a vuoto.
    >
    > Ribadisco:
    >
    > Microsoft è monopolista nel mercato del
    > software pe PC, e ha ABUSATO di questo
    > monopolio per sopprimere le iniziative
    > concorrenziali dei competitori. Per questo
    > attende di ricevere una PENA (o correttivo)
    >
    > L'ho detto, lo confermo e lo documento.
    >
    > http://www.usdoj.gov/atr/cases/ms_index.htm
    >
    > Anzitutto c'è il testo del "Finding Of
    > Facts",
    >
    > http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex
    > http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudge.
    >
    > che verifica la condizione di monopolio di
    > microsoft, e ne riscontra il reato di
    > violazione della legge Sherman (Sherman Act,
    > article 2), ovvero "abuso di posizione
    > dominante", nel caso specifico delle manovre
    > perpetrate da microsoft contro Netscape.
    > Successivamente, qui
    >
    > msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf
    >
    > c'è il testo della corte d'appello, che
    > CONFERMA il "Finding Of Facts", anche se
    > rigetta i correttivi proposti da giudice che
    > ha redatto il Finding Of Facts
    >
    > msft.cadc.uscourts.gov/cadc/00-5212a.pdf
    >
    > Questo è il testo della sentenza della Corte
    > d'Appello.
    >
    > Leggendo troverete che l'unica cosa che non
    > è stata accettata della precedente sentenza,
    > è la "cura" proposta, e cioè lo
    > smembramento. La cura è stata rinviata al
    > successivo dibattimento, ma la "malattia" è
    > stata riconosciuta per tale: microsoft
    > attende la PENA o CORRETTIVO.
    >
    > Se si _legge_ ci si troverà:
    >
    > "Il giudizio di primo grado è in parte
    > accolto, in parte annullato, in parte
    > rimesso a nuovo giudice".
    >
    > La parte confermata risulta la spina nel
    > fianco della microsoft, e afferma che la
    > microsoft viola l'articolo 2 dello Sherman
    > Act (la legge antitrust USA), ovvero
    > microsoft si trova in situazione di
    > monopolio per quanto riguarda il mercato del
    > software per personal computer.
    >
    > Quanto alla parte annullata, e rimessa alla
    > decisione di una nuova corte distrettuale,
    > si tratta di quella che riguarda i RIMEDI
    > per ripristinare le condizioni di libera
    > concorrenza negate dalle manovre del
    > monopolio esistente sul mercato (microsoft).
    >
    > Quindi la legge di appello ha confermato il
    > punto cruciale che veniva negato da
    > microsoft:
    >
    > microsoft agisce come un monopolio, e da
    > tale deve essere trattato in sede
    > giuridico-economica.
    >
    > Tanto è vero che poi gli avvocati della
    > microsoft hanno provato a far ridecidere
    > TUTTO in sede di corte suprema USA, ma il
    > tentativo gli è andato buco, infatti la
    > Corte Suprema federale degli Stati Uniti ha
    > respinto la richiesta di microsoft di
    > rilevare il procedimento giudiziario.
    > La corte suprema si è semplicemente
    > rifiutata di rivedere la sentenza della
    > Corte d'Appello, confermandone la validità
    > GIURIDICA.
    >
    > A questo punto microsoft è venuta a patti
    > con tutti gli stati che hanno sostenuto
    > l'accusa, e ne ha convinto un bel po', ma
    > non tutti.
    >
    > Credevano di poter dire "allora, quanto vi
    > sgancio per mettere a tacere la cosa?"
    >
    > Ma qualche volta non si tratta solo di soldi.
    >
    > Si tratta di LIBERTA'.
    non+autenticato
  • Nuovo studio:
    E' un caso che i troll quotano sempre male o per niente?
    non+autenticato


  • - Scritto da: zdp
    > Nuovo studio:
    > E' un caso che i troll quotano sempre male o
    > per niente?

    questo caso è più semplice: ricade tra quelli riguardanti i nulla-argomentanti.


    non+autenticato


  • - Scritto da: Darth Vader
    > Secondo me trombi troppo poco. Fattene una
    > ragione.
    >

    come dicevo nel mio messaggio (che hai così dottamente argomentato), è difficile per i win-maniac (soprattutto se coinvolti economicamente come tu ammetti di essere) mettere una pezza al disastro monopolistico che appoggiano. E' difficile, dopo la condanna di Microsoft, riconosciuta anzitutto (ed era ora) come MONOPOLISTA, e successivamente come azienda distruttrice del BENE prezioso che va sempre preservato: la CONCORRENZA.



    non+autenticato

  • - Scritto da: Darth Vader
    > Secondo me trombi troppo poco. Fattene una
    > ragione.


    come dicevo nel mio messaggio (che hai così dottamente argomentato), è difficile per i win-maniac (soprattutto se coinvolti economicamente come tu ammetti di essere) mettere una pezza al disastro monopolistico che appoggiano. E' difficile, dopo la condanna di Microsoft, riconosciuta anzitutto (era ora) come MONOPOLISTA, e successivamente come azienda distruttrice del BENE prezioso che va sempre preservato: la CONCORRENZA.



    non+autenticato
  • Linux nel mercato desktop non e' una alternativa a nulla, fatevene una ragione. Magari tra 6 o 7 anni, ma windows andra' a comandi vocali per allora.
    Get a life.

    Se poi volessimo parlare di portatili..........

    - Scritto da: zap
    >
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Secondo me trombi troppo poco. Fattene una
    > > ragione.
    >
    >
    > come dicevo nel mio messaggio (che hai così
    > dottamente argomentato), è difficile per i
    > win-maniac (soprattutto se coinvolti
    > economicamente come tu ammetti di essere)
    > mettere una pezza al disastro monopolistico
    > che appoggiano. E' difficile, dopo la
    > condanna di Microsoft, riconosciuta
    > anzitutto (era ora) come MONOPOLISTA, e
    > successivamente come azienda distruttrice
    > del BENE prezioso che va sempre preservato:
    > la CONCORRENZA.
    >
    >
    >
    non+autenticato
  • > Linux nel mercato desktop non e' una
    > alternativa a nulla, fatevene una ragione.
    un'altra prova che non l'hai mai provato...

    > Magari tra 6 o 7 anni, ma windows andra' a
    > comandi vocali per allora.
    che DIO ci salvi...

    > Get a life.
    e tu impegnati di piu...c'hai solo il life pare...

    > Se poi volessimo parlare di
    > portatili..........
    che sono fatte con prodotti proprietari e pensando di risparmiare il piu possibile...ah si bello...chi vende i portatili adatta uindows al portatile...se lo facesse anche per linux sarebbe uguale, ma non lo fanno...

    non+autenticato


  • - Scritto da: asdf
    > Linux nel mercato desktop non e' una
    > alternativa a nulla, fatevene una ragione.

    Linux nel mercato desktop è un'alternativa proprio al monopolista.

    Le manovre scorrette attuate dal monopolio lo dimostra: microsoft è padrona del mercato solo in virtù del suo potere di monopolio.

    Questa è la realtà decretata (ed era ora) nel processo che ha visto microsoft condannata per aver abudato della posizione di monopolio che occupa.

    microsoft è un monopolio, quindi, e come TUTTI i monopoli nel mondo LIBERO, vanno CONTROLLATI e LIMITATI.

    Il RE è nudo, fattene una ragione.

    > Get a life.

    senza monopoli come quello di microsoft, grazie

    > Se poi volessimo parlare di
    > portatili..........

    ...parleresti di un potere monopolistico che viene esercitato anche sul mercato del portatile. Parleresti solo di un regime monopolistico che riesce a auto-garantirsi.
    Tutto qui.

    > - Scritto da: zap
    > >
    > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > Secondo me trombi troppo poco. Fattene
    > una
    > > > ragione.
    > >
    > >
    > > come dicevo nel mio messaggio (che hai
    > così
    > > dottamente argomentato), è difficile per i
    > > win-maniac (soprattutto se coinvolti
    > > economicamente come tu ammetti di essere)
    > > mettere una pezza al disastro
    > monopolistico
    > > che appoggiano. E' difficile, dopo la
    > > condanna di Microsoft, riconosciuta
    > > anzitutto (era ora) come MONOPOLISTA, e
    > > successivamente come azienda distruttrice
    > > del BENE prezioso che va sempre
    > preservato:
    > > la CONCORRENZA.
    > >
    > >
    > >
    non+autenticato
  • Possibile che si debba perder tempo con queste stupidaggini? E' chiaro che fra le parti in causa vi sia un unico obiettivo commerciale, e cerchiamo di ammetterlo la lotta è su questo punto. Come al solito poi si cerca di far appogiare i propri interessi per mezzo di ideologie più o meno libertarie etc. ma è solo fumo.
    Eppoi: è inutile continaure ad affermare che Linux è meglio di quello o di quell'altro.
    Io francamente con tutta la buona volontà ho provato diverse installazioni Linux "workstation" e le ho trovate piene di bachi e mi spiace dirlo inutilizzabili ai fini di un ambiente "mission critical".
    Ben diverso è il lato server, su questo siamo d'accordo, ma come desktop siamo lontani anni luce dall'affidabilità di un Windows 2000 professional. E' vero uno costa tanto e l'altro no, ma lasciamo che sia il pubblico a scegliere il prodotto che trova più confacente.
    Tra l'altro tutte le parole sull'open source e sul freeware che idealmente son molto belle, pronunciate dai vari esponenti politici mi fanno ridere. Vorrei tanto fare un blitz e vedere che software hanno installato sui propri portatili questi signori, e credo che molti avrebbero una brutta sorpresa.
    E'un discorso purtroppo difficile da digerire anche a livello ideologico ma purtroppo come la storia dimostra, la qualità ha il suo prezzo, e non solo nell'ICT.
    E' inutile che continuiamo a pensare di avere tutto gratis e che funzioni alla perfezione: è un modello che non funziona, non può funzionare.
    Questo non vuol dire che iniziative come linux, open source freeware etc, non siano lodevoli, però smettiamola di presentarle come la panacea di tutti i problemi.

    Un tecnico che si occupa di ICT da 17 anni.
    non+autenticato
  • Fa i prodotti peggiori del mercato, ha un monopolio grazie a questi. ha fatto morire aziende... e tu pari di cavolate?
    M$ dovrebbe essere smantellata e dovrebbe essere vietato adoperare i suoi prodotti da noi come in Giappone e Germania!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anna
    > Fa i prodotti peggiori del mercato, ha un
    > monopolio grazie a questi. ha fatto morire
    > aziende... e tu pari di cavolate?

    Scusa ma di che prodotti parli? In 17 anni ne ho visti di prodotti dai mainframe ai mini e ai personal e non mi pare che sia così.
    Microsoft che piaccia o no, è riuscita quasi sempre a conquistare leadership di settore anche dove non si cimentava, anche se iniziando in ritardo e partendo da zero.
    Chi non si ricorda di Borland quando realizzava i suoi prodotti di sviluppo software che aveva il monopolio del mercato e di come lentamente Microsoft ha conquistato il settore per indubbia superiorità dei suoi prodotti?
    Guardiamo a quello che è successo con Apple e il suo OS classic.....un'idea geniale (tra l'altro non inventata da loro, Xerox rulez) rivoluzionaria, una GUI e un topo per il puntamento.... e poi che è successo? Sono stati lì a guardare per anni senza riuscire a migliorare un prodotto che continuava e tuttoggi continua ad essere pieno di bachi, limitazioni e contraddizioni (non parlo di OSX ovviamente). Nel frattempo Microsoft che partiva da quella schifezza di MS-DOS, piano piano è risucita a produrre un OS solido, robusto, flessibile, scalabile, in una parola, migliore.
    Ricordi di un prodotto che si chiamava Wordperfect oppure di Lotus 1-2-3? Io li usavo erano dei gran prodotti, ma poi col tempo quelli di Microsoft si sono dimostrati migliori, può piacere o no ma è così. E questo non perchè abbiano più soldi, che certo fanno la loro parte, ma perchè OGGI sono i più bravi, e domani chissà; ed il mercato premia Microsoft per questo.
    Ed il mercato che tu citi lo facciamo noi utenti, non in quanto zombie ipnotizzati da coccoBill, ma in virtù delle qualità di un prodotto rispetto ad un altro. Saranno i cicli economici a determinare il declino di Microsoft, come è sempre stato. Quando inizieranno a collezionare insuccessi, strategie sbagliate, allora ci sarà qualcuno più bravo che riuscirà a fare meglio di loro, e stai certa che questo prima o poi succederà magari fra 10 anni, ma succederà.
    Nel frattempo non me la sento di picconare Microsoft aprioristicamente!

    > M$ dovrebbe essere smantellata e dovrebbe
    > essere vietato adoperare i suoi prodotti da
    > noi come in Giappone e Germania!!!

    Mi pare una posizione un pò forte!
    non+autenticato


  • > Guardiamo a quello che è successo con Apple
    > e il suo OS classic.....un'idea geniale (tra
    > l'altro non inventata da loro, Xerox rulez)
    > rivoluzionaria, una GUI e un topo per il
    > puntamento.... e poi che è successo? Sono
    > stati lì a guardare per anni senza riuscire
    > a migliorare un prodotto che continuava e
    > tuttoggi continua ad essere pieno di bachi,
    > limitazioni e contraddizioni (non parlo di
    > OSX ovviamente

    mai usato un mac vero?
    piccolo esempio: il mac non ha i registri, ti piacerebbe se fosse cosi` anche con windows? quanti problemi in meno, e di esempi cosi` se ne possono fare a decine.

    citami un po` di contraddizioni per piacere.. cosi` le confrontiamo con quelle di windows



    non+autenticato
  • > mai usato un mac vero?
    > piccolo esempio: il mac non ha i registri,
    > ti piacerebbe se fosse cosi` anche con
    > windows? quanti problemi in meno, e di
    > esempi cosi` se ne possono fare a decine.
    >
    > citami un po` di contraddizioni per
    > piacere.. cosi` le confrontiamo con quelle
    > di windows

    Caro Pietro, ho sviluppato applicazioni per Mac per più di due anni, e ti confesso che già allora si capiva che la piattaforma di Microsoft aveva altri numeri. Erano i tempi di Windows NT 3.5 che già dimostrava di avere capacità ben diverse da quelle del Mac.
    Sì il Mac aveva le icone più belle, un look & feel notevolmente superiore, rispetto al Windows di quei tempi (fenomeno che oggi trovo più limitato) però ricordo tristemente le continue "bombe" per non parlare dei blocchi di sistema per colpa di applicazioni mal progettate e per la mancanza di un vero multithreading di sistema.
    Potrei continuare con un lungo sterile elenco di pro e contro dei due sistemi, ma è molto più semplice farti notare che l'abbandono di quella piattaforma per un sistema "Unix/Linux-based" la dice lunga sulle capacità progettuali di casa Apple e sulla fruibilità dell'OS classic.


    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Caro Pietro, ho sviluppato applicazioni per
    > Mac per più di due anni, e ti confesso che
    > già allora si capiva che la piattaforma di
    > Microsoft aveva altri numeri. Erano i tempi
    > di Windows NT 3.5 che già dimostrava di
    > avere capacità ben diverse da quelle del
    > Mac.

    Questo puo` essere vero. Pero` ti faccio presente che Microsoft fino a qualche mese fa ha dominato il mercato vendendo win95, win98 e winme, non derivati di winnt. E gli win9x non sono proprio il massimo per architettura interna. Anche il multithreading di win9x faceva pena. E anche le applicazioni win9x riuscivano a scavalcare il sistema operativo per poter poi crashare tirando giu` tutto.

    non+autenticato

  • >
    > Scusa ma di che prodotti parli? In 17 anni
    > ne ho visti di prodotti dai mainframe ai
    > mini e ai personal e non mi pare che sia
    > così.
    > Microsoft che piaccia o no, è riuscita quasi
    > sempre a conquistare leadership di settore
    > anche dove non si cimentava, anche se
    > iniziando in ritardo e partendo da zero.
    > Chi non si ricorda di Borland quando
    > realizzava i suoi prodotti di sviluppo
    > software che aveva il monopolio del mercato
    > e di come lentamente Microsoft ha
    > conquistato il settore per indubbia
    > superiorità dei suoi prodotti?

    Indubbia superiorità dei prodotti, Ma non farmi ridere...

    > Guardiamo a quello che è successo con Apple
    > e il suo OS classic.....un'idea geniale (tra
    > l'altro non inventata da loro, Xerox rulez)

    Per tua norma Apple ha acquistato da Xerox i diritti..ACQUISTATO...NON COPIATO come fa Microsoft...

    > rivoluzionaria, una GUI e un topo per il
    > puntamento.... e poi che è successo? Sono
    > stati lì a guardare per anni senza riuscire
    > a migliorare un prodotto che continuava e
    > tuttoggi continua ad essere pieno di bachi,

    Certo anche il MAc non é perfetto ma se parmliamo di bachi Windows regna su tutti

    > limitazioni e contraddizioni (non parlo di
    > OSX ovviamente)
    X é un'altra storia

    . Nel frattempo Microsoft che
    > partiva da quella schifezza di MS-DOS, piano
    > piano è risucita a produrre un OS solido,
    > robusto, flessibile, scalabile, in una
    > parola, migliore.

    Parole grosse...migliore...ma dove? Se tu dici a priori che MS ha i migliore sistema operativo sei fuori strada...

    > Ricordi di un prodotto che si chiamava
    > Wordperfect oppure di Lotus 1-2-3? Io li
    > usavo erano dei gran prodotti, ma poi col
    > tempo quelli di Microsoft si sono dimostrati
    > migliori, può piacere o no ma è così.
    Certo Office (che comunque ha i suoi bachetti...) é un bel programma... nella versione per OS X sembra si pure migliore della versione Win

    > questo non perchè abbiano più soldi, che
    > certo fanno la loro parte, ma perchè OGGI
    > sono i più bravi, e domani chissà; ed il
    > mercato premia Microsoft per questo.

    Ma che CAXXO dici? La tua é disinformazione!!!Microsoft é abilissima nell'imporre i suoi prodotti grazie a strategie commerciali (subdole e sleali a volte).


    > Ed il mercato che tu citi lo facciamo noi
    > utenti, non in quanto zombie ipnotizzati da
    > coccoBill, ma in virtù delle qualità di un
    > prodotto rispetto ad un altro. Saranno i
    > cicli economici a determinare il declino di
    > Microsoft, come è sempre stato.

    Che prima o poi arriverà stanne certo...

    Quando
    > inizieranno a collezionare insuccessi,
    > strategie sbagliate, allora ci sarà
    > qualcuno più bravo che riuscirà a fare
    > meglio di loro, e stai certa che questo
    > prima o poi succederà magari fra 10 anni, ma
    > succederà.
    > Nel frattempo non me la sento di picconare
    > Microsoft aprioristicamente!

    Allora vedo che anche tu parli di strategie...non di qualita dei prodotti

    >
    > > M$ dovrebbe essere smantellata e dovrebbe
    > > essere vietato adoperare i suoi prodotti
    > da
    > > noi come in Giappone e Germania!!!
    >
    > Mi pare una posizione un pò forte!

    Qui sono d'accordo con te...certo non dovrebbe essere smantellata (anche se non mi dispiacerebbe, eh eh).
    Una bella ridimensionata però ci vorrebbe...ci vorrebbe pure meno disinformazione da parte di qualcuno...
    non+autenticato
  • I prodotti M$ non sono pieni di bachi?
    Allora facciamo un esempio, confrontiamo i bug di iis con Apache; dal 96 ad oggi iis oltre 60 bug, Apache dal 96 ad oggi 6 bug.
    Sono tecnicamente superiori i prodotti M$? Allora notificaglielo a M$, perchè ad Hotmail utilizzano FreeBSD come firewalls e per altri servizi (tra cui la posta), vi utilizzano Solaris per i cluster ad alta disponibilità; la società che si occupa dei server DNS di M$ lo fà con Linux o FreeBSD, e ci sono altri siti e relativi servizi legati direttamente/indirettamente a M$, che utilizzano i *BSD.
    Notificagli anche di togliere il codice BSD dai loro sw a cominciare da win (che cosi neanche booterebbe, fermandosi al DOS nel boot), visto che sono tecnicamente superiori ne possono fare a meno.
    Notificagli anche di fare a meno delle tecnologie nate sui BSD (70% delle tecnologie hw/sw degli attuali o.s.) a Berkeley, tanto sono superiori.
    Poi, vorrei sapere dove sono questi bug sul sw desktop che ne impediscono l'uso come tale, visto che io uso solo UNIX anche per il cosidetto uso desktop e riesco a farlo. Anche a vedere la TV con la scheda TV.
    Già, i c.v. che ho consegnato/consegno alle ditte sono nati su UNIX e con Star Office; lavoro con i vari prodotti Office quando mi servono, pensa riesco a farci pure delle relazioni ed altro, senza contare che oggettivamente per un sistemista l'uso dei prodotti su Linux/UNIX, riesce ad agevolargli il compito anche con usi da desktop per tale scopo.


    Un sistemista UNIX
    non+autenticato
  • - Scritto da: BSD_like
    > I prodotti M$ non sono pieni di bachi?

    Certo che hanno i loro bachi, ma ritengo che complessivamente molti prodotti Microsoft siano superiori ai loro corrispettivi rivali; tutto qua.

    > Allora facciamo un esempio, confrontiamo i
    > bug di iis con Apache; dal 96 ad oggi iis
    > oltre 60 bug, Apache dal 96 ad oggi 6 bug.
    > Sono tecnicamente superiori i prodotti M$?
    > Allora notificaglielo a M$, perchè ad
    > Hotmail utilizzano FreeBSD come firewalls e
    > per altri servizi (tra cui la posta), vi
    > utilizzano Solaris per i cluster ad alta
    > disponibilità; la società che si occupa dei
    > server DNS di M$ lo fà con Linux o FreeBSD,
    > e ci sono altri siti e relativi servizi
    > legati direttamente/indirettamente a M$, che
    > utilizzano i *BSD.
    > Notificagli anche di togliere il codice BSD
    > dai loro sw a cominciare da win (che cosi
    > neanche booterebbe, fermandosi al DOS nel
    > boot), visto che sono tecnicamente superiori
    > ne possono fare a meno.
    > Notificagli anche di fare a meno delle
    > tecnologie nate sui BSD (70% delle
    > tecnologie hw/sw degli attuali o.s.) a
    > Berkeley, tanto sono superiori.

    Forse ti è sfuggito il mio riferimento al desktop rispetto al server: ribadisco che il lato server è un'altra cosa.

    > Poi, vorrei sapere dove sono questi bug sul
    > sw desktop che ne impediscono l'uso come
    > tale, visto che io uso solo UNIX anche per
    > il cosidetto uso desktop e riesco a farlo.
    > Anche a vedere la TV con la scheda TV.
    > Già, i c.v. che ho consegnato/consegno alle
    > ditte sono nati su UNIX e con Star Office;
    > lavoro con i vari prodotti Office quando mi
    > servono, pensa riesco a farci pure delle
    > relazioni ed altro, senza contare che
    > oggettivamente per un sistemista l'uso dei
    > prodotti su Linux/UNIX, riesce ad
    > agevolargli il compito anche con usi da
    > desktop per tale scopo.
    >
    >
    > Un sistemista UNIX

    Probabilmente tu sei sei stato più bravo di me, in virtù del lavoro che fai, di configurare la tua desktop in modo che funzionasse ma ti confermo la difficoltà di configurazione di un sistema basato su Mandrake 8, che perdonami, giunto a questa release denotava ancora problemi di Kernel per gestire periferiche SCSI come un banalissimo AHA-2940UW oppure una SoundBlaster AWE-64. Non parliamo poi dell'utilizzo, instabilità della GUI, risorse di rete (Stampanti) non riconosciute etc.
    Allora mi domando cosa dovrebbe fare un utente poco evoluto che dovesse usare un sistema simile?
    Quando si dice che un sistema è "migliore" di un altro si parla anche della "amichevolezza" complessiva e nel caso mio, sarò stato sfortunato non l'ho trovata.
    Non ti preoccupare sarò disposto a ricredermi.
    non+autenticato
  • P.S. sei rimasto indietro, da quella versione linux ha fatto passi giganteschi.

    P.P.S. molti dei problemi che sgnali sono dovuti al fatto che molti moduli/driver vengono fatte a manina dalla comunita' open source, causa produttori hardware che giocano a nasconderello con le specifiche dell'hardware.

    P.P.P.S. la filosofia di linux e' qualla di darsi da fare perche' di cose c'e' ne una marea in giro per internet (sforzandoti avresti trovato che per molte stampanti basta scaricarsi e installarsi cups e relativi driver).

    P.P.P.P.S. al filosofia di linux e' di lasciare la massima liberta' di scelta di cosa usare, e non di dare un ambiente pronto e configuraro per tutto e tutti (che di solito vuol dire malino per tutti).
    non+autenticato
  • Penso che Linus Thorvalds, e tutti gli amici che contribuiscono alla comunità dell'open source, GNU, etc stiano facendo un lavoro ENCOMIABILE.
    Questo però non vuol dire che in virtù dello straordinario lavoro fatto da queste persone, allora Microsoft sia il demone da eliminare e l'origine di tutti i mali. Dico questo!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)