Scuola, videogiochi contro l'obesità

Curiosa iniziativa del Governo della West Virginia: in tutte le scuole i bimbi dovranno giocare a Dance Dance Revolution della Konami. Per perdere peso

Charleston (USA) - La West Virginia ha il triste primato di essere uno degli stati con il tasso di obesità infantile più alto negli Stati Uniti ma da domani, al ritmo di Dance Dance Revolution, qualcosa potrebbe cambiare.

Il Governo locale ha deciso fornire alle 765 scuole pubbliche, dislocate sul territorio, console Microsoft Xbox, copie di DDR Extreme 2 della Konami e tappetini elettronici. Il videogioco in questione - che impazza in Giappone - è un vero proprio strumento di fitness. Il giocatore deve cercare di eseguire delle coreografie di ballo - sul tappetino elettronico - indicate dal gioco. Ovviamente il tutto rispettando il ritmo musicale e tutte le indicazioni per guadagnare dei punti. Il tappeto, infatti, è sensibile al tocco e trasmette alla console i passi compiuti. L'avvio è semplice, ma dopo pochi minuti il ritmo diventa incalzante e come in un vero ballo ci si ritrova a muoversi come dannati.

Secondo Linda Carson, docente presso il Motor Development Center della West Virginia University, i suoi studi confermerebbero che l'attività fisica e mentale dovuta al gioco si dimostra un ottimo strumento di cura per i bambini. "Stavamo cercando qualcosa che facesse bene alla salute e che stimolasse il coinvolgimento. In questo modo si divertono e fanno attività fisica", ha confermato David Bailey, portavoce della Public Employees Insurance Agency dello Stato della West Virginia. "L'obesità infantile è un problema che ha bisogno di attenzione".
La scelta di affidarsi ad un titolo come DDR è dovuta non solo al suo successo fra i più giovani, ma anche alla sua diffusione in alcune palestre, come metodo fitness alternativo. Tanto più che nello scorso ottobre Konami ha annunciato una partnership con 24 Hour Fitness - una catena di palestre - per realizzare programmi specifici per bambini da utilizzare nelle sue strutture.

Il progetto partirà inizialmente in 103 scuole medie, in seguito verrà diffuso in tutte le contee.
Ogni struttura scolastica riceverà, nello specifico, una console, una copia del gioco e due tappetini in modo che sia possibile realizzare delle sfide e mini-tornei. La supervisione dell'iniziativa sarà affidata al Dipartimento Statale dell'Educazione, Mountain State Blue Cross, Blue Shield, e la stessa Konami.

Dario d'Elia
TAG: normativa
27 Commenti alla Notizia Scuola, videogiochi contro l'obesità
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)