GTA, grosso guaio per TakeTwo

L'amministrazione di Los Angeles fa causa ai produttori del videogioco più discusso degli ultimi tempi, accusati di aver venduto ai minorenni un prodotto destinato ai soli adulti. Chieste scuse e danni formato monster

Los Angeles (USA) - Città degli Angeli vs Take2Interactive: l'amministrazione di L.A. si scaglia contro i produttori di Grand Theft Auto, il pluripremiato videogioco creato da Rockstar Games. L'ultimo episodio della serie di sfortunati eventi abbattutisi sul titolo, forte di un successo da record, è una ingentissima richiesta danni: i procuratori della città di Los Angeles pretendono 10 milioni di dollari, il blocco totale delle vendite del titolo e soprattutto le scuse dei responsabili di Take2.

Il capo d'accusa impugnato dall'avvocato Rocky Delgadillo, concorrenza sleale, è collegato direttamente allo scandalo che ha incendiato Take2 la scorsa estate, quando i programmatori di Rockstar Games sono stati tacciati di aver inserito contenuti pornografici all'interno del gioco.

"I signori della Take2 hanno ingannato i consumatori", sostiene Delgadillo, "rilasciando un videogioco con contenuti proibiti sapientemente nascosti". Tutto questo, naturalmente, all'insaputa dell'agenzia ESRB, che si occupa di applicare censure su tutti i prodotti multimediali per l'intrattenimento digitale. "Essere ingannevoli e meschini fa parte dei personaggi di Grand Theft Auto San Andreas", ha dichiarato Delgadillo in un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa Reuters, "ed alla Take2 hanno dimostrato di assomigliare ai protagonisti dei loro stessi videogiochi".
Inizialmente venduto senza alcuna limitazione di sorta, GTA è stato recentemente proibito ai minori grazie ad un nuovo rating emesso da ESRB. La denuncia esposta dalla città di Los Angeles richiede la confisca dei profitti creati dalla vendita di GTA, in base ad una stima sul numero di copie vendute durante il periodo precedente al cambio di rating.

Inoltre, aggiunge Delgadillo, "vogliamo che l'azienda presenti le proprie scuse a tutti coloro che hanno acquistato incautamente un videogioco proibito e pornografico", attraverso "l'invio di lettere a tutti coloro che hanno posseduto GTA prima del divieto".

La vendita ai minorenni di materiale considerato "proibito" è considerato un fatto molto grave negli Stati Uniti, specialmente se c'è di mezzo la pornografia. La gravità di questa vicenda, temono in molti, potrà avere forti ripercussioni sull'intero assetto economico ed aziendale di Take2Interactive: sarà l'inizio di una spirale discendente fatta di denunce e class-action più disparate? Qualcuno è già convinto di sì.

Tommaso Lombardi
TAG: censura
37 Commenti alla Notizia GTA, grosso guaio per TakeTwo
Ordina
  • Ma prendiamoci un po' le nostre responsabilità: se quelli di Rockstar fanno un videogame e lo danno alla censura che lo fa passare x buono poi non gli devono rompere i coglioni.

    Poi chi ha detto che deve essere x forza tutto educativo?? e' un gioco e io onnitanto non voglio la lezioncina di vita alemeno dai giochi.. mah..
    non+autenticato
  • La multa gliela devono chiedere ancora più alta in realtà. Ma come...metti una scena di sesso e la metti pure nascosta? che oltretutto per vederla devi andarti a cercare la pacth? Oh! Eccheè? e questo, e quello!
    Dopo tutto l'impegno che ci mettono i rappresentanti d'armi che vanno nelle scuole americane per educare i bambini, voi mi mettete una scena di sesso nascosta? Ma stiamo scherzando? E poi che mi fanno sti bambini quando crescono? Scopano? così poi si sfogano e non coltivano quella rabbia necessaria all'economia delle multinazionali che costruiscono fucili, pistole, etc?
    Ma va, va!
    Cerchiamo di essere seri!
    non+autenticato
  • Tanta gente se scopasse un po' di piu' farebbe e direbbe meno stronzate !!!
    non+autenticato
  • Anche per lo stesso articolo, sinceramente, visto che non si fa alcuna menzione al fatto che questo contenuto è visibile solo ed esclusivamente andandosi a cercare l'apposita patch e installandola secondo istruzioni...

    Alla luce di questo fatto vi sembra logico andare a dichiarare "la take2 vende giochi pedopornografici ai bambini"? Il gioco che si vende è quello che si trova nei negozi, e quello che si trova nei negozi è completamente censurato...un bambino di 7 anni ci arrivava a fare questo ragionamento..evidentemente i signori di cui sopra sono troppo impegnati ad indignarsi per ste cazzate, piuttosto che usare quei due neuroni che hanno nel cervello..

    Che tristezza, non so cos'altro aggiungere..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Anche per lo stesso articolo, sinceramente, visto
    > che non si fa alcuna menzione al fatto che questo
    > contenuto è visibile solo ed esclusivamente
    > andandosi a cercare l'apposita patch e
    > installandola secondo istruzioni...

    No infatti ma ci sono tutti i link che ricostruiscono la storia della patch ecc. Chiaro che e' solo un appiglio per farsi dare soldi e dar contro al porno
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Anche per lo stesso articolo, sinceramente, visto
    > che non si fa alcuna menzione al fatto che questo
    > contenuto è visibile solo ed esclusivamente
    > andandosi a cercare l'apposita patch e
    > installandola secondo istruzioni...
    >

    Se tu sapessi usare internet, sapresti che esiste una funzione chiamata IPERTESTUALITA'. L'articolo ha tutto cio' che serve per ricostruire la faccenda... gli accenni non servono, quando hai l'ipertestoA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Anche per lo stesso articolo, sinceramente,
    > visto
    > > che non si fa alcuna menzione al fatto che
    > questo
    > > contenuto è visibile solo ed esclusivamente
    > > andandosi a cercare l'apposita patch e
    > > installandola secondo istruzioni...
    > >
    >
    > Se tu sapessi usare internet, sapresti che esiste
    > una funzione chiamata IPERTESTUALITA'. L'articolo
    > ha tutto cio' che serve per ricostruire la
    > faccenda... gli accenni non servono, quando hai
    > l'ipertestoA bocca aperta

    -_-...
    E invece almeno un accenno servirebbe, visto che moltissimi utenti leggono semplicemente l'articolo singolo..se non altro per chiarezza verso questi ultimi, visto che una volta finita la lettura restano convinti che la T2 vada in giro a vendere games per ragazzi con contenuti pornografici...
    CItandoti: se sapessi usare qualcos'altro, oltre agli ipertesti, magari eviteresti certe uscite ^_^
    non+autenticato
  • > la lettura restano convinti che la T2 vada in
    > giro a vendere games per ragazzi con contenuti
    > pornografici...

    Che e' esattamente quello che hanno fatto. La roba porno stava dentro il gioco
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > la lettura restano convinti che la T2 vada in
    > > giro a vendere games per ragazzi con contenuti
    > > pornografici...
    >
    > Che e' esattamente quello che hanno fatto. La
    > roba porno stava dentro il gioco

    Non lo dire che ora ti criticheranno dicendo che non e' vero quando e' ovvio che e' cosi'
    non+autenticato
  • Che bel modo di far soldi che si sono inventati.eh!
    Negli usa sono ancora piu' agressivi che nel resto del mondo quando sopratutto quando si tratta di spolpare $$
    non+autenticato
  • "Troppi guadagni, in qualche modo bisogna appropriarsene": è quello che devono aver pensato gli accusatori....

    Occhiolino

    Ma allora perché non tassiamo il nano pelato?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)