L'Italia sulla Luna con la Cina

La comunità scientifica italiana incontra quella cinese nella creazione di una flotta di robot, destinati all'esplorazione del nostro satellite: l'allunaggio avverrà entro 10 anni

Milano - Gli scienziati del Politecnico di Milano lavoreranno con l'Università Aeronautica di Pechino per creare un avanzatissimo sistema robotico di esplorazione spaziale. L'obiettivo è una missione esplorativa sulla superficie del nostro satellite, alla scoperta di nuove e più dettagliate informazioni sulla composizione della crosta lunare.

Il progetto, chiamato NOROS-1 (NOvel RObot for Space exploration), è stato definito dai ricercatori italiani come "un'assoluta punta di diamante nella collaborazione scientifica internazionale". L'idea alla base di NOROS-1 è il concetto di flotta robotica, costituita da un automa principale e quattro droni, più piccoli, incaricati di svolgere funzioni specifiche.

Un primo prototipo dell'automa cosiddetto ammiraglio è dotato di forma semisferica, particolarmente adatta alla conformazione irregolare del suolo lunare. Gambe meccaniche e ruote, affiancate da appositi sensori e telecamere, permettono al robot di muoversi con molta libertà.
La macchina potrà essere pilotata dalla Terra e nonostante sia ideata per l'esplorazione, all'occasione potrà diventare una piccola base lunare mobile per la gestione di comunicazioni spaziali.

Guidati dal Prof. Alberto Rovetta, direttore del dipartimento di robotica del Politecnico di Milano, gli ingegneri italiani provvederanno alla progettazione strutturale ed allo studio dei processi operativi di NOROS-1. L'equipe cinese, diretta dal Prof. Ding Xi Lun, si occuperà invece della messa in orbita, dello studio del suolo lunare e del controllo ambientale.

Italia e Cina sono quindi sempre più vicini. Tuttavia la Luna rimane ancora lontana: ci vorranno almeno 10 anni prima che la flotta NOROS-1 possa effettuare l'allunaggio. I ricercatori prevedono un tempo di realizzazione pari a quattro anni, seguiti da numerosi e minuziosi test operativi. Lo sviluppo dei robot avrà "massicce ricadute industriali per i due paesi coinvolti", sostengono i portavoce del Politecnico di Milano.

Anche la dimensione strategica del programma non è assolutamente da sottovalutare: NOROS-1 sarà una presenza stabile sulla Luna, volta alla preparazione delle future missioni lunari della Repubblica Popolare Cinese.

Tommaso Lombardi
TAG: ricerca
39 Commenti alla Notizia L'Italia sulla Luna con la Cina
Ordina
  • ...un racconto del grande Isaac Asimov, dove per l'appunto c'era un robot "master" che comandava dei robot "slave". Il titolo del racconto non me lo ricordo, ma è contenuto nella raccolta "Tutti i miei robot"
    non+autenticato
  • il tuo commento sembri tanto un filo buddista celiaco invidioso fissato con la tua superiorita' presunta in elettronica e affini.

    un partito come quello che auspichi non ti soddisfarrebbe, ma certamente non sarebbe contento di averti.
    non+autenticato
  • Vi piacciono i comunisti eh? LORO fanno le cose seriamente, mandano missioni scientifiche sulla luna
    Poi tutti a rompere i coglioni "e ma i diritti umani..."
    non+autenticato
  • comunisti? dove?

    A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > comunisti? dove?
    >
    > A bocca aperta
    In Cina quelli veri.
    In Italia solo quattro stronzi figli di papà a spararsi canne nelle cantine del centro sociale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vi piacciono i comunisti eh? LORO fanno le cose
    > seriamente

    Eh già! Quelli del politecnico servono solo a stringere viti e bulloni. Maperfavore.
  • No perche' l'utilita' di una sonda di esplorazione lunare e' pari a quella di un frigo per esquimesi.

    Dobbiamo abbandonare l'idea che tutto cio' che fa lavorare aziende e' buono a priscindere. Se lo scopo e' inutile sono soldi buttati anche se hai garantito lo stipendio a un certo numero di persone per qualche anno.
    non+autenticato
  • Sublime, se l'umanità avesse ragionato come te staremmo ancora al paleolitico
    L'esplorazione di ciò che non conosciamo è forse la più grande specificità umana, e senza fare i conti da bancarella del mercatino rionale...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > No perche' l'utilita' di una sonda di
    > esplorazione lunare e' pari a quella di un frigo
    > per esquimesi.
    >
    > Dobbiamo abbandonare l'idea che tutto cio' che fa
    > lavorare aziende e' buono a priscindere. Se lo
    > scopo e' inutile sono soldi buttati anche se hai
    > garantito lo stipendio a un certo numero di
    > persone per qualche anno.

    La ricerca per l'esplorazione spaziale ha sempre portato ritorni tecnologici che hanno abbondantemente ripagato i costi, ovviamente non a brevissimo termine.
    Se si punta il dito alla luna e si guarda il dito e non la luna è ovvio che possono sembrare soldi buttati via, fortunatamente c'è ancora qualcuno, nonostante i disastri fatti dall'attuale governo, che continua a fare ricerca in italia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se si punta il dito alla luna e si guarda il dito
    > e non la luna è ovvio che possono sembrare soldi
    > buttati via, fortunatamente c'è ancora qualcuno,
    > nonostante i disastri fatti dall'attuale governo,
    > che continua a fare ricerca in italia

    Mentre invece coi governi precedenti l'Italia era al top della tecnologia mondiale, esportava tonnellate di prodotti ad altissima tecnologia e fiumi di latte e miele (e magari pomodori Cirio) scorrevano per le strade.

    Ma niente paura. Coi no global al governo alla ricerca sara' data la massima priorita' e colossali finanziamenti saranno stanziati in ricerche strategiche di capitale importanza per il futuro di questo Paese: vogliamo aprire piu' case del popolo a Cuba o no? E che ca##o, e' da quello che dipende il futuro dell'Italia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Se si punta il dito alla luna e si guarda il
    > dito
    > > e non la luna è ovvio che possono sembrare soldi
    > > buttati via, fortunatamente c'è ancora qualcuno,
    > > nonostante i disastri fatti dall'attuale
    > governo,
    > > che continua a fare ricerca in italia
    >
    > Mentre invece coi governi precedenti l'Italia era
    > al top della tecnologia mondiale, esportava
    > tonnellate di prodotti ad altissima tecnologia e
    > fiumi di latte e miele (e magari pomodori Cirio)
    > scorrevano per le strade.
    >
    > Ma niente paura. Coi no global al governo alla
    > ricerca sara' data la massima priorita' e
    > colossali finanziamenti saranno stanziati in
    > ricerche strategiche di capitale importanza per
    > il futuro di questo Paese: vogliamo aprire piu'
    > case del popolo a Cuba o no? E che ca##o, e' da
    > quello che dipende il futuro dell'Italia.

    Con il governo berlusconi l'italia ha raggiunto il minimo della percentuale del pil investita in ricerca, portandoci a livello delle nazioni sudamericane.
    L'osservazione che ciò lo pageremo tra anni, lasciando le nostre industrie arretrate rispetto alle altre, non è della sinistra italiana ma è bensì condivisa da tutti i governi mondiali.
    Si è pensato semplicemente col governo attuale di fare cassa tagliando fondi che non danno risultati (e voti) immediati, lasciando poi i problemi tra 15-20 anni
    Ovviamente riguardo questo le argomentazioni che portano gli uomini della destra italiana sono banalizzazioni tipo "a cuba" "i comunisti". Una discussione approffondita sul fatto che forse sarebbe utile per l'italia incrementare i fondi in ricerca è un'assurdo, perchè c'è chi ragiona sui problemi, e chi urla propaganda, minacce, polemiche senza parlare dei problemi giusto per prendere voti. e purtroppo ce chi ci casca e lo vota.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Se si punta il dito alla luna e si guarda il
    > dito
    > > e non la luna è ovvio che possono sembrare soldi
    > > buttati via, fortunatamente c'è ancora qualcuno,
    > > nonostante i disastri fatti dall'attuale
    > governo,
    > > che continua a fare ricerca in italia
    >
    > Mentre invece coi governi precedenti l'Italia era
    > al top della tecnologia mondiale, esportava
    > tonnellate di prodotti ad altissima tecnologia e
    > fiumi di latte e miele (e magari pomodori Cirio)
    > scorrevano per le strade.
    >
    > Ma niente paura. Coi no global al governo alla
    > ricerca sara' data la massima priorita' e
    > colossali finanziamenti saranno stanziati in
    > ricerche strategiche di capitale importanza per
    > il futuro di questo Paese: vogliamo aprire piu'
    > case del popolo a Cuba o no? E che ca##o, e' da
    > quello che dipende il futuro dell'Italia.

    Moltissimi cervelli sono scappati dall'Italia infatti è compreso il premio Nobel Rubbia (secondo te uno scemotto!).


    ==================================
    Modificato dall'autore il 01/02/2006 15.12.24
    mda
    783
  • Paga Silvio, dice che poi vuol lanciare il Digitale Lunare... A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > No perche' l'utilita' di una sonda di
    > esplorazione lunare e' pari a quella di un frigo
    > per esquimesi.
    >
    > Dobbiamo abbandonare l'idea che tutto cio' che fa
    > lavorare aziende e' buono a priscindere. Se lo
    > scopo e' inutile sono soldi buttati anche se hai
    > garantito lo stipendio a un certo numero di
    > persone per qualche anno.

    ti piace il tuo cellulare piccolo piccolo? ringrazia le tecnologie di miniaturizzazione derivate dalle ricerce per lo spazio

    hai qualche amico o parente con leghe ceramiche nelle ossa a causa di fratture o malattie? derivano dalla ricerca spaziale

    agricoltura idroponica? e' ancora in fase sperimentale, certo, ma quando sara' operativa ptrai coltivare insalata nel sahara, grazie agli esperimenti per far crescere verdura nella stazione spaziale

    e si potrebbe continuare ancora per molto...
    non+autenticato
  • Se 'ste sonde le spediscono tra 10 anni, e tra 11 vanno su i cinesi (http://punto-informatico.it/p.asp?i=56866), cioè nel 2017, mi dite che senso ha?
    Soldi buttati!
    Anche perché la composizione del suolo lunare si conosce da quasi 40 anni... kreep = potassio(k), rare earth elements(ree) e fosforo(p).
    Un mucchio di soldi per divertirsi da terra a telecomandare due macchinine sulla luna. Che faranno un metro all'ora... che bella esplorazione!
    Quando 36 anni fa si dice che siamo andati su col lunar rover a fare vari chilometri di scampagnata con due uomini a bordo.... e ora a malapena ci mettiamo 10 anni per progettare 5 robottini..... suona un po' inverosimile, non vi pare? E' per quello che ho dei dubbi sul fatto che siamo andati su... tra l'altro con dei computer meno potenti di un cellulare moderno..... mah.......



    non+autenticato
  • Eccone un altro. 36 anni fa siamo andati, col cazzo! gli americani ci sono andati non noi
    questa cosa prescinde dal denaro che ci si spende, non stiamo comprando la provola al mercato
    non+autenticato
  • Per me ci mettono più euri i cinesi che gli italiani, e basta anche poco per capirlo. E' la Cina che ha interesse a entrare nel campo dell' "esplorazione" spaziale, non l'Italia. E' la Cina che ha tanti, tanti soldi più di noi.
  • sulla luna ci son andati e come. non credi che ai tempi della guerra fredda la Russia avrebbe fatto di tutto per sbugiardare l'America? non ti chiedi perchè nulla fu mai messo in discussione?
    è veropoi che i mezzi che abbiamo ora sono potenzialmente assai superiori a quelli degli anni 60...ma sono i budget che son diversi...1 milardo di dollari negli anni 60 era una cifra assurda....oggi bè...sempre meno...

    morale...i tempi cambiano...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sulla luna ci son andati e come. non credi che ai
    > tempi della guerra fredda la Russia avrebbe fatto
    > di tutto per sbugiardare l'America?

    Magari perche' ai russi serviva andare d'accordo con lo Zio Sam, per papparsi (tra l'altro) l'Ungheria e la Cecoslovacchia, come hanno allegramente fatto.

  • - Scritto da: LockOne

    > Magari perche' ai russi serviva andare d'accordo
    > con lo Zio Sam, per papparsi (tra l'altro)
    > l'Ungheria e la Cecoslovacchia, come hanno
    > allegramente fatto.

    Sei uno che si immagina la storia invece di studiarla ?

    L'URSS si era *gia* pappata Ungheria e
    Cecoslovacchia dopo la Seconda Guerra Mondiale.

    Quando i governi locali "sgarrarono un pochino" e
    furono rovesciati dall'esercito sovietico, facevano
    ancora parte del Patto di Varsavia ed avevano un
    fottio di basi militari sovietiche nel loro territorio.

    Cosa caXXo pensi che potessero fare gli USA ?
    Rischiare un conflitto atomico per "liberare" dei paesi *ancora* alleati con l'URSS ?

    I paesi dell'ex-PAtto di Varsavia sono riusciti a sganciarsi dall'URSS solo piu di 20 anni dopo, quando ormai stava per disgregarsi ed aveva troppe rogne interne per cercare di trattenerli; negli anni '60 era tutto un altro paio di maniche, sarebbero volate le atomiche se gli USA avessero provato ad interferire in quello che l'URSS considerava "roba sua".

    Inoltre la vittoria degli USA nella "corsa alla Luna" fu uno smacco enorme per l'URSS, se avessero avuto anche solo un sospetto abbastanza fondato avrebbero fatto di tutto sputtanare gli USA.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    [...]
    > Anche perché la composizione del suolo lunare si
    > conosce da quasi 40 anni... kreep = potassio(k),
    > rare earth elements(ree) e fosforo(p).
    [...]
    Anche la Terra.. acqua , sabbia e roccia. tutto il resto non esiste.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Anche perché la composizione del suolo lunare si
    > conosce da quasi 40 anni... kreep = potassio(k),
    > rare earth elements(ree) e fosforo(p).

    (Hai dimenticato il formaggio.)

    Sai vero che il lato della luna opposto alla terra non e' stato neanche mappato ??

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Anche perché la composizione del suolo lunare si
    > > conosce da quasi 40 anni... kreep = potassio(k),
    > > rare earth elements(ree) e fosforo(p).
    >
    > (Hai dimenticato il formaggio.)
    >
    > Sai vero che il lato della luna opposto alla
    > terra non e' stato neanche mappato ??

    No aspetta un attimo... come sarebbe?
    Ti posso citare a memoria che verso il centro dell'emisfero opposto c'e` un cratere col fondo scuro che risalta molto e si chiama "Grimaldi". Tanto per tirare qualcosa fuori dalla memoria. Ma basta comprare un'atlante moderno e la mappa c'e`. A meno che tu non intenda qualcosa di diverso per "mappato".

    Sul fatto che ci siano andati io qualche dubbio tendenzialmente ce l'avrei, ma e` proprio un'ombra di dubbio e diciamo che sono convinto al 95% che ci siano andati. Oddio, poi forse sono tornati con foto da buttare per via degli sbalzi di temperatura, e magari hanno dovuto ricostruire zitti zitti alcune parti in appositi studi, ma per andarci, almeno tecnicamente, potevano.
  • - Scritto da: alex.tg
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Anche perché la composizione del
    > > > suolo lunare si conosce da quasi
    > > > 40 anni... kreep = potassio(k),
    > > > rare earth elements(ree) e fosforo(p).
    > > (Hai dimenticato il formaggio.)

    > > Sai vero che il lato della luna opposto alla
    > > terra non e' stato neanche mappato ??

    > No aspetta un attimo... come sarebbe?
    > Ti posso citare a memoria che verso il centro
    > dell'emisfero opposto c'e` un cratere col
    > fondo scuro che risalta molto e si chiama
    > "Grimaldi".

    Esattu tutto quello che abbiamo sono foto a bassa risoluzione e nessuna scansione radar del suolo.

    > Tanto per tirare qualcosa fuori dalla
    > memoria. Ma basta comprare un'atlante
    > moderno e la mappa c'e`. A meno che tu
    > non intenda qualcosa di diverso per
    > "mappato".

    Intendo almeno quello che sappiamo di marte.

    > Sul fatto che ci siano andati io qualche
    > dubbio tendenzialmente ce l'avrei, ma e`
    > proprio un'ombra di dubbio e diciamo che
    > sono convinto al 95% che ci siano andati.

    La migliore prova al rigardo sono le scie di polvere alzate della rover: impossibili da riprodurre in ambiente con gravita' o senza computer grafica moderna.

    > Oddio, poi forse sono tornati con foto da
    > buttare per via degli sbalzi di temperatura,
    > e magari hanno dovuto ricostruire
    > zitti zitti alcune parti in appositi studi, ma
    > per andarci, almeno tecnicamente, potevano.

    Anche i campioni di terra lunare sono andati a male: leggiti tuttoscienze di oggi, ne parla.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Se 'ste sonde le spediscono tra 10 anni, e tra 11
    > vanno su i cinesi
    > (http://punto-informatico.it/p.asp?i=56866), cioè
    > nel 2017, mi dite che senso ha?

    Vanno su a riprendere le sonde.
    2678
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)