La carta stampata muove contro Google News

L'Associazione Mondiale dei Giornali si scaglia contro i motori di ricerca e richiede il pagamento di ogni singola riga di testo riportata dai servizi d'indicizzazione delle news

Londra - L'Associazione Mondiale dei Giornali, gigantesca organizzazione che rappresenta oltre 18mila testate, dichiara guerra ad Internet. Il mirino è puntato contro i motori di ricerca che propongono servizi d'indicizzazione ed aggregazione delle notizie, come ad esempio Google e Yahoo!.

"Il loro modello di business è basato sullo sfruttamento gratuito dei contenuti che produciamo", attaccano i portavoce dell'AMG. I rappresentanti dell'editoria periodica esigono il pagamento delle notizie che i motori di ricerca spesso forniscono sotto forma di deep link. "Google e Yahoo non sono affatto dei benefattori che vogliono liberare l'informazione", dice il presidente dell'AMG Gavin O'Reilly, "ma fanno alle news ciò che Napster ha fatto alla musica d'autore".

O'Reilly usa parole fortissime: "L'ironia della sorte vuole che questi motori di ricerca esistano semplicemente perché capitalizzano sui prodotti dei media tradizionali". Le preoccupazioni dell'AMG sono motivate soprattutto dal vento di crisi che sembra aver paralizzato la crescita dell'editoria stampata.
Qualcuno teme perciò che l'editoria possa seguire le orme dell'industria discografica ed inizi una gigantesca diatriba legale per ottenere compensi e risarcimenti dalle aziende online.
O'Reilly esorta gli editori e gli operatori della carta stampata a non trascurare le potenzialità della Rete: "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo", sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime opportunità di crescita da esplorare". "Non rappresentiamo un'industria morente", conclude, "e siamo confortati dal fatto che la diffusione di Internet, solitamente, indica contemporaneamente un'ottima diffusione dei quotidiani".

L'attacco contro Google e simili viene visto da molti come una contraddizione in termini, perché i motori di ricerca sono fondamentali per qualsiasi impresa online di carattere commerciale. L'indicizzazione e la ricerca dei contenuti, arricchita dall'ipertestualità del web, rappresentano il vero potenziale dei cosiddetti nuovi media, osservano alcuni analisti. Investire in Internet senza lasciare che i motori di ricerca svolgano la loro opera equivale, in ultima istanza, a non volere affatto utilizzare Internet.

L'atteggiamento ostile dei media tradizionali nei confronti della Rete non è una cosa nuova: l'assalto dell'AMG fa eco alle pretese di Agence France Presse, l'agenzia d'informazione francese che accusò Google di violare il diritto d'autore attraverso il servizio Google News. La battaglia tra editori tradizionali e aggregatori di informazione è stata paventata per anni. Ora è iniziata ufficialmente.

Tommaso Lombardi
89 Commenti alla Notizia La carta stampata muove contro Google News
Ordina

  • - Scritto da: SardinianBoy
    > Come da titolo.
    soldi soldi soldi
    non+autenticato

  • Ho realizzato per una società l'hook del loro sito per googlenews. Ora, le cose funzionano così: è la società stessa che chiede a google di essere spiderizzata ( c'è tanto di form da riempire, per dire ), ovviamente il fine è quello di avere maggiore visibilità. E in effetti le statistiche di accessi confermano il salto in avanti.

    Allora l'unica cosa che mi viene in mente è che dopo un iniziale periodo in cui i giornali stessi ( facendo cartello? mi sembra difficile logisticamente però ) hanno *chiesto* a gugle di essere indicizzati, ora che il servizio è consolidato e si è raggiunto un "punto di non ritorno" del servizio, vogliono switchare su un modello di business che li remuneri ( a questo punto, fa comodo anche a gugle tenere in piedi il servizio di news, per fattori di brand e traffico ).

    Sbaglio?

    dotF
  • Inoltre è sempre possibile realizzare pagine che non vengano indicizzate...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Inoltre è sempre possibile realizzare pagine che
    > non vengano indicizzate...

    si ma se non sei sulla grande G nessuno ti trova...o quasi
    Imbarazzato
  • "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo", sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime opportunità di crescita da esplorare".... [" e adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare causa al futuro per cercare di far sopravvivere un mondo di gerontofili"]

  • - Scritto da: mecha
    > "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo",
    > sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime
    > opportunità di crescita da esplorare".... [" e
    > adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare
    > causa al futuro per cercare di far sopravvivere
    > un mondo di gerontofili"]

    Il bello e' che stanno tuttora continuando a ignorare internet (nel suo funzionamento) pretendendo che funzioni come piace a loro (ultimi arrivati) e addossando ad altri la colpa della loro ignoranza...
    Complimenti per la tempestivita', l' acutezza, la responsabilita', l' onesta' per chi lavora nel mondo dell' informazione.
    Queste loro dichiarazioni dimostrano da sole quale sia il loro livello di credibilita'.

  • - Scritto da: mecha
    > "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo",
    > sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime
    > opportunità di crescita da esplorare".... [" e
    > adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare
    > causa al futuro per cercare di far sopravvivere
    > un mondo di gerontofili"]
    lol
  • I siti che aggregano le notizie saranno fuori gioco e così sarà finalmente il momento degli aggregatori di news personali come "La Graffetta" ( www.lagraffetta.it )

    NESSUN PROBLEMA LEGALE
    NIENTE PUBBLICITA'
    SOLO LE NOTIZIE DALLE FONTI MIGLIORI, PRONTE DA STAMPARE IN FORMATO PDF

    PaoloG
    www.lagraffetta.it
    non+autenticato
  • Disinteressato? Mabaff......
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I siti che aggregano le notizie saranno fuori
    > gioco e così sarà finalmente il momento degli
    > aggregatori di news personali come "La Graffetta"
    > ( www.lagraffetta.it )
    >
    > NESSUN PROBLEMA LEGALE
    > NIENTE PUBBLICITA'
    > SOLO LE NOTIZIE DALLE FONTI MIGLIORI, PRONTE DA
    > STAMPARE IN FORMATO PDF
    >
    > PaoloG
    > www.lagraffetta.it


    e vaiA bocca aperta
  • Purtroppo non riesco a trovare il mio messaggio di ormai anni fa in cui qui avevo segnalato tutti i problemi che un motere di ricerca deve stare attento tra cui:

    1) fare attenzione a non farsi pagare con adwords su parole chiave che sono marchi registrati;

    2) fare attenzione al servizio di ricerca immagini perche' viola il copyright;

    3) fare attenzione al servizio news che un motore fornisce perche' viola i diritti di autore.

    Direi ottimo, ho avuto ragione in tutti e tre i punti, altrimenti sarebbe facile far soldi alle spalle degli altri.

    MEDITATE!!!
    non+autenticato
  • > 3) fare attenzione al servizio news che un motore
    > fornisce perche' viola i diritti di autore.
    >
    > Direi ottimo, ho avuto ragione in tutti e tre i
    > punti, altrimenti sarebbe facile far soldi alle
    > spalle degli altri.
    >
    > MEDITATE!!!

    Intanto per le notizie vale il diritto di citazione prima ancora del diritto d'autore
    secondo su google news e' riportata solo una rapida descrizione della notizia e per leggere la notizia nella sua interezza bisogna andare sul sito originale.

    Se fossi google(o altri motori) a chi rompe, lo" cancellerei" dal database completamente poi voglio vedere di quanto gli crollano le visite
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Intanto per le notizie vale il diritto di
    > citazione prima ancora del diritto d'autore
    > secondo su google news e' riportata solo una
    > rapida descrizione della notizia e per leggere la
    > notizia nella sua interezza bisogna andare sul
    > sito originale.
    >
    > Se fossi google(o altri motori) a chi rompe, lo"
    > cancellerei" dal database completamente poi
    > voglio vedere di quanto gli crollano le visite

    Assolutamente no, il diritto di citazione e' una conseguenza del diritto di autore.

    Poi la citazione e' una cosa e lo scopiazzamento e ed il deep-link un altra Sorride)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Poi la citazione e' una cosa e lo scopiazzamento
    > e ed il deep-link un altra Sorride)

    A me risulta che il deep-link sia accettato da tutta la giurispudenza.
    Anche perche' e' una cosa caratteristica del web, nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato inventato il web.

    Chi non e' d'accordo basta che non utilizzi il web. Anziche' usare il www utilizzi un'interfaccia di altro tipo. Mi pare che tuttora le agenzie forniscano a pagamento le notizie con altre tecniche e proprio uno dei motivi e' per evitare che vengano lette da altri.


  • - Scritto da: AnyFile
    > A me risulta che il deep-link sia accettato da
    > tutta la giurispudenza.

    Ti risulta male.

    > Anche perche' e' una cosa caratteristica del web,
    > nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato
    > inventato il web.

    Quindi siccome e' stato inventata la pistola io sono libero di sparare chiunque?

    ahahahhahahahahhhaha
    non+autenticato
  • sei un povero cerebroleso..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > - Scritto da: AnyFile
    > > A me risulta che il deep-link sia accettato da
    > > tutta la giurispudenza.

    > Ti risulta male.

    > > Anche perche' e' una cosa caratteristica del
    > web,
    > > nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato
    > > inventato il web.

    > Quindi siccome e' stato inventata la pistola io
    > sono libero di sparare chiunque?

    No, siccome e' stata inventata la Pistola se la usi senza sapere come si fa' e ti fai male sono caxxi tuoii

    > ahahahhahahahahhhaha

    Hahaha un corno.... scusa...

    Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini) secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?

    I modi per proteggere i propri contenuti ci sono:

    1) Robot.txt
    2) Accesso con user+password
    3) Stare fuori dalla rete

    Cioe'
    Il minimo da sapere per voler mettere piede su internet ...

    Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o meno complessi.... (javascript per generare codice che include testi e immagini, inserire la pubblicita' sempre nella stessa pagina dei contenuti ecc.)

    In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa, soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di essere persone di cultura&informazione...


  • - Scritto da: Alessandrox
    > Hahaha un corno.... scusa...
    >
    > Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini)
    > secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?

    Lo vuol rendere pubblico, ma non che altri sfruttino il suo lavoro che e' diverso. Ce la fai?

    > I modi per proteggere i propri contenuti ci sono:
    >
    > 1) Robot.txt
    > 2) Accesso con user+password
    > 3) Stare fuori dalla rete
    >
    > Cioe'
    > Il minimo da sapere per voler mettere piede su
    > internet ...
    >
    > Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o meno
    > complessi.... (javascript per generare codice
    > che include testi e immagini, inserire la
    > pubblicita' sempre nella stessa pagina dei
    > contenuti ecc.)
    >
    > In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa,
    > soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di
    > essere persone di cultura&informazione...

    E mica uno i contenuti li deve mettere sotto chiave. Solo che se uno sfrutta il mio lavoro e' normale che deve essere punitoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Alessandrox
    > > Hahaha un corno.... scusa...
    > > Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini)
    > > secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?

    > Lo vuol rendere pubblico, ma non che altri
    > sfruttino il suo lavoro che e' diverso. Ce la
    > fai?

    Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile, se non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXT

    Nessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa? Della Strada??? Delle auto che passano???

    Cosa non ti e' chiero di:
    **"I modi per proteggere i propri contenuti (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?
    No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare qualche ripetizione della lingua italiana....

    > > I modi per proteggere i propri contenuti ci
    > sono:

    > > 1) Robot.txt
    > > 2) Accesso con user+password
    > > 3) Stare fuori dalla rete

    > > Cioe'
    > > Il minimo da sapere per voler mettere piede su
    > > internet ...

    > > Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o
    > meno
    > > complessi.... (javascript per generare codice
    > > che include testi e immagini, inserire la
    > > pubblicita' sempre nella stessa pagina dei
    > > contenuti ecc.)

    > > In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa,
    > > soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di
    > > essere persone di cultura&informazione...

    > E mica uno i contenuti li deve mettere sotto
    > chiave. Solo che se uno sfrutta il mio lavoro e'
    > normale che deve essere punitoA bocca aperta

    Non ho detto che l' unico mopdo e' mettere sotto chiave i contenuti, ho detto che l' unico modo e' CONOSCERE, INFORMARSI su come funziona la rete, Oppure starne FUORI
    A che serve la patente per chi vuole guidare l' auto per le strade pubbliche?
    Ci ARRIVI?


    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/02/2006 15.22.36


  • - Scritto da: Alessandrox
    > Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile, se
    > non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXT
    >
    > Nessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla
    > strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa?
    > Della Strada??? Delle auto che passano???
    >
    > Cosa non ti e' chiero di:
    > **"I modi per proteggere i propri contenuti
    > (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?
    > No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare
    > qualche ripetizione della lingua italiana....
    >   

    Ecco bravo, a nessuno impedisce di sfruttare il lavoro degli altri, pero' poi lui ne paga le conseguenze e lo struttamento delle opere dell'ingegno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Alessandrox
    > > Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile,
    > se
    > > non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXT
    > >
    > > Nessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla
    > > strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa?
    > > Della Strada??? Delle auto che passano???
    > >
    > > Cosa non ti e' chiero di:
    > > **"I modi per proteggere i propri contenuti
    > > (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?
    > > No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare
    > > qualche ripetizione della lingua italiana....

    > Ecco bravo, a nessuno impedisce di sfruttare il
    > lavoro degli altri, pero' poi lui ne paga le
    > conseguenze e lo struttamento delle opere
    > dell'ingegno.

    Sono IO STESSO che, conosocendo come funziona la rete, impedisco che altri si approprino illegittimamente del mio lavoro, non ci sono AUTOMATISMI che lo fanno per me e del resto basta veramente poco per tutelarmi, esattamente come non ci sono sistemi che mi impediscono di stare in mezzo ad una strada mente passano le auto.
    Lui paga le conseguenze della propria ignoranza.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)