Chi cede il suo vecchio PC ci lavori sopra

Questo l'invito che arriva da esperti britannici che ribadiscono: sui PC venduti usati da privati si trovano ancora troppi dati personali. Più facile il furto di identità. Ci vuole maggiore consapevolezza

Roma - Una vecchia storia per gli smanettoni ma un concetto che deve ancora essere assorbito da una grande quantità di utenti: quando si dispone del vecchio PC, magari vendendolo a qualcuno o regalandolo, spesso e volentieri si dà via anche un pezzo importante della propria privacy. La conferma arriva dal Regno Unito, dove uno studio suona come un nuovo campanello d'allarme sulla scarsa conoscenza della macchina da parte di molti utenti.

Un team di ricercatori dell'Università di Leicester ha provveduto ad acquistare una serie di PC da privati, scoprendo che su alcuni gli hard disk contenevano ancora molti dati e su altri erano stati semplicemente formattati: una procedura del tutto insufficiente a cancellare le informazioni che, con un po' di pratica, possono essere facilmente recuperate.

Secondo il leader del progetto, il professor Martin Gil, l'ignoranza delle conseguenze in termini di privacy che può portare con sé la mancata cancellazione effettiva delle informazioni sono enormi, se si considera che oggi nel mondo, a suo dire, un computer su dodici è usato.
La questione è tanto più scottante, come indicato dal rapporto Second-Hand Computers and Identity Fraud, quanto più spesso gli utenti, oltre a conservare proprie foto e documenti, usano il PC per accedere a servizi di e-banking o ad aree riservate di siti pubblici e via dicendo: questo si traduce nella possibilità che un computer ceduto "sbadatamente", senza la cancellazione dei dati, porti a furti di identità con conseguenze potenzialmente pesantissime per l'utente.

Per non trovarsi a dar via informazioni personali occorre dunque utilizzare software specializzati capaci di distruggere definitivamente i file che si trovano su hard disk e a rendere impensabile qualsiasi operazione di recupero. Software spesso gratuiti come Eraser o DBan.
TAG: privacy
65 Commenti alla Notizia Chi cede il suo vecchio PC ci lavori sopra
Ordina
  • Chi vende magari non consoce la possibilità di recuperare i dati cancelati e non fa nulla per evitarlo, ma la stessa cosa vale per chi compra, che nel 99% dei casi non sa che è possibile recuperare i dati cancellati.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi vende magari non consoce la possibilità di
    > recuperare i dati cancelati e non fa nulla per
    > evitarlo, ma la stessa cosa vale per chi compra,
    > che nel 99% dei casi non sa che è possibile
    > recuperare i dati cancellati.

    a parte molestare qualcuno... non credo che ci si faccia granchè... tu che dici?
    non+autenticato
  • Mi e' capitato almeno in due casi.
    Nel primo, era un po' di tempo fa. Un 486/66 con DOS e win 3.11. Una ditta farmaceutica, mi pare di ricordare.
    La segretaria, come da copione, NON sapeva usare win e nemmeno word: aveva un centinaio di MB di file temporanei in C:\DOS (che rimanevano solo dopo un crash o spegnendo a "pene di segugio" il PC).

    Il secondo mi ha fatto tenerezza. Compro un PC usato a quattro soldi per un progetto... e ci trovo dentro un W98. Ho un dubbio. Apro Outlook.
    Il pirlone ha "tubato" con la sua ragazza via mail (sia del lavoro, nome.cognome@ditta che del cellulare... ero tentato di chiamarlo, poi ho pensato che poteva non prenderla bene), lasciando furbissimamente i suoi dati di connessione (e con una PW demenziale).
    Gli ho scritto, dicendogli di cambiarla SUBITO con una piu' intelligente... e buon per LUI che il PC e' finito in mano mia. Non ha mai risposto.

    Noto che i PC che le ditte di dismissione vendono alle fiere, ultimamente, vengono formattati e reinstallati (forse con ghost). Sembra che si siano accorti di 'sto errore madornale.

    Un format /autotest secondo me, paranoia a parte, dovrebbe bastare. Alla disperata, esistono sempre le utility dei produttori di HD che scrivono zeri su ogni settore (in tre ore, piu' o meno). Se chi ve lo compra ha un oscilloscopio (con cui ci fa sicuramente un sacco di cose, meno che leggere le tracce degli HD).   Occhiolino


  • > Un format /autotest secondo me, paranoia a parte,
    > dovrebbe bastare.

    eh?

    > Alla disperata, esistono sempre
    > le utility dei produttori di HD che scrivono zeri
    > su ogni settore (in tre ore, piu' o meno).

    sicuro?

    maxtor?
    seagate?
    samsung?

    stessa utility per tutti?

    da cosa si avvia?
    oggi non si usa più il floppy, da dove parte?

    e per i portatili?

    mi interessa molto molto molto

    >Se chi
    > ve lo compra ha un oscilloscopio (con cui ci fa
    > sicuramente un sacco di cose, meno che leggere le
    > tracce degli HD)

    eh.
    se chi lo compra ha un oscilloscopio? cosa?

    ora sono curiosoooooooooooo!!!!! O__o
    non+autenticato

  • > > Un format /autotest secondo me, paranoia a
    > parte, dovrebbe bastare.
    > eh?

    Comando del DOS non documentato ufficialmente. Non permette di recuperare ("facilmente") il formattone.
    Sottolineo: "paranoia a parte".

    > > Alla disperata, esistono sempre
    > > le utility dei produttori di HD che scrivono
    > zeri su ogni settore (in tre ore, piu' o meno).
    > sicuro?

    Le ho usate per dei dischi Western Digital. Si trovano a fatica sul loro sito. Sono specifiche per QUEL disco (al massimo, per una ristretta famiglia di dischi) e servono per testare la bonta'... ma incidentalmente, distruggono anche il contenuto "soffice".
    A scelta, la versione veloce, consistente nello scrivere zeri nei primi 63 settori... o quella luuuuunga.

    > stessa utility per tutti?

    Quelle specifiche no, ogni caaaasa produttrice "sforna" i propri. Se non ne trovi, comunque, esistono utility generiche che lo fanno comunque (ed allora a che servono quelle specifiche? Beh, se un HD vuole funzionare in ultraDMA66 ed il chipset non va oltre i 33, puoi fare il downgrade, risolvendo una montagna di problemi di accesso al disco di W98. Fatto anni fa. Ci avessi pensato prima...)
    Cosi', mi torna in mente ZAP, utility per DOS.
    Ce ne saranno sicuramente una montagna (ce ne sono due citate nell'articolo. Non le ho provate, ma sicuramente funzionano)
    Per i dischi WD:
    http://support.wdc.com/download/index.asp
    (Popular downloads. Notare le versioni DOS e windows)

    > da cosa si avvia?

    Generalmente, da floppy DOS. Recentemente, via win.
    Ma e' una seccatura: se un floppy DOS si avvia in poco tempo, per arrivare a win, campa cavallo!
    E se hai piu' di due HD, l'orchite e' dietro l'angolo!

    > oggi non si usa più il floppy, da dove parte?

    Io ce l'ho ancora in tutti i PC. E suppongo si possa montare con poca spesa.
    Ma, alla disperata, si puo' sempre fare un CD avviante col DOS le varie utility. Ci sono varie informazioni in Rete su come fare (almeno, c'erano quando ho guardato). www.bootdisk.com ad esempio.

    > e per i portatili?

    Sempre "alla disperata", lo SMONTI e lo monti su una macchina col floppy... e con l'adattatore per dischi da 2,5 pollici.
    Se non l'hai, lo compri (fiera dell'elettronica, ebay, ecc)
    Manca la macchina "test"?
    Una fiera dell'elettronica e ti porti a casa per pochi euro un vecchio PC. Ricordo un PII350, 64MB RAM, case desktop, un HD da un paio di giga... a 19 euro.

    > mi interessa molto molto molto

    Oh, le utility non fanno miracoli. Non recuperano un HD spacciato.
    Ma, almeno, te lo dicono claro claro e senza appello.

    > eh.
    > se chi lo compra ha un oscilloscopio? cosa?

    Facevo sarcasmo su chi "mitizza" un oscilloscopio.
    E' uno strumento utilissimo, in elettronica, fai una montagna di misure, maaaa... leggere le tracce degli HD? Molto spiritosi!

    > ora sono curiosoooooooooooo!!!!! O__o

    Sto notando che su bootdisk.com c'e' un link ad un CD che fa una montagna di cose... incluso scrivere zeri su disco. Puo' essere utile, per chi non ha iniziato col DOS.
    Oppure, il newsgroup it.comp.os.dos e' a basso indice di trolling ed alto tasso di risposte. Piu' o meno.
    Sorride
  • La vecchia guardia dei tecnici IBM mi rileggeva i dischi rotti con un oscilloscopio, ma immagino che i dischi negli anni '80 fosero di tecnologia un po' diversa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > La vecchia guardia dei tecnici IBM mi rileggeva i
    > dischi rotti con un oscilloscopio, ma immagino
    > che i dischi negli anni '80 fosero di tecnologia
    > un po' diversa...

    No funziona ancora, e' solo aumentata la precisione dell'oscilloscopio, sembra che riescano a leggere 7 strati di formattazione.
    non+autenticato
  • Ho una fifa terribile che possano vedere i dati contenuti nei miei HD.
    Ho due Maxtor da 80 GB pieni zeppi, quando venderò il mio PC perchè avrò bisogno di maggiori prestazioni, metterò questi HD in una buca con una piccola carica nucleare.
    Se rimarranno residui li dividerò (tramite i criteri ottenuti con un algoritmo efficientissimo creato appositamente) e li spedirò nello spazio in almeno 36 direzioni differenti (ovviamente con navicelle che viaggiano a differenti velocità) e con partenze distanziate temporalmente (calcolate tramite l' algoritmo di prima).

    Spero che il mio peggior nemico ed i suoi scagnozzi non riescano mai a trafugare dati dagli HD, e che se ci riescono tra 1000 anni e tornano indietro per sfruttare i dati a me rubati, anche io (sempre se fossi ancora in vita) possegga una macchina del tempo per contrastare i loro loschi scopi.

    Se avete idee migliori o suggerimenti contattatemi (aiuterete il Bene)
    alex@tin.it

    (user: alex - pwd: gigetto)

    Alessandro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se avete idee migliori o suggerimenti
    > contattatemi (aiuterete il Bene)
    > alex@tin.it
    >
    > (user: alex - pwd: gigetto)

    Un grande!A bocca aperta
    Bel post.
    non+autenticato
  • Alex non peroccuparti, dei tuoi dati (mp3 3 foto porno) non frega un cazzo a nessuni!
    non+autenticato
  • quando spedisci i frammenti nello spazio cerca di utilizzare anche dimensioni parallele utilizzando la teoria delle superstringhe (siamo arrivati a una ventina di dimensioni, se non sbaglio)
    questo ti garantirà di spargere i frammenti nello spazio-tempo e non solo nello spazio
  • tsk... ma vuoi mettere con un bel pentacolo di protezione intorno all'harddisk?
  • Maledizione !
    Hai scoperto l'ulteriore "trucco" che avrei adottato (e che avevo evitato apposta di menzionare !).
    (Troverò le microspie robotizzate che hai messo nella mia base dentro il vulcano Ivgauoòeth)

    Anni fa lessi un libro sull' argomento, mi pare che fossero "almeno" 40: 32 definite bosoniche e le altre ?!? (non ricordo), almeno secondo certe teorie ...

    Alessandro
    non+autenticato
  • 40 e 32?
    Avevo sentito dire "solo" 10 o 26!
    Ma a questo punto ho una quaterna!

    Vado a giocarmela su tutte le ruote, fatelo anche voi, se no se poi vinco c'e` da sentirvi protestare...
  • Ti consiglio anche di mettere una bomba che si avvia quando si tenta il recupero di file cancelati.
    non+autenticato
  • Il libro a cui mi riferivo "potrebbe" essere "Il giardino delle particelle" (... molti anni fa).
    Dai miei ricordi le 32 erano date per "scontate" (ovvero più "fisicamente rilevabili") e le altre (fermioniche) non propio "certe" ("concettualmente non necessarie"),
    Invece è il contrario ...
    ... ma è anche vero che una piccola ricerca sul web porta più facilmente a 26/10 dimensioni.

    Ma ho trovato anche questo stralcio ...
    http://ernesto.gastaldi.tripod.com/sisto_1.htm
    [cut]
    Nulla si muove realmente, sono i granuli dello spazio che si caricano e si scaricano di quell'energia concentrata che ai nostri occhi sembra materia: proprio come su un tabellone di lampadine si ha l'illusione di una scritta che scorre mentre niente scorre, le lampadine sono ferme, e si spengono e si accendono dando questa illusione di movimento. Le mie equazioni dicono che quella che percepiamo come realtà, è solo uno degli infiniti flussi di energia, o di informazione che i granuli dell'universo si comunicano l'un l'altro come sinapsi neuronali. Per le equazioni della traslazione le dimensioni devono essere 43: nove bosoniche (di cui tre euclidee e sei collassate), trentadue fermioniche (tutte collassate) e due temporali con segno negativo: una legata allo spazio dalle formule di Einstein, l'altra variabile soggettiva di correlazione della traslazione.-
    - Ma dài, che vuol dire 43 dimensioni! Le dimensioni sono tre, più il tempo, se proprio vuoi! Il largo, il lungo e l'alto li misuro col metro e il tempo con l'orologio. Non ci può essere altro. -

    Fiammetta ammicca in cerca di approvazione per il suo buon senso e il suo fascino femminile.

    - Non è così. Le tre dimensioni spaziali si sono dilatate mentre le altre sono rimaste ipermicroscopiche, arricciate su se stesse. ?
    - E chi le sostiene queste stronzate?-

    - Alcuni fisici. Occorrono almeno 11 dimensioni perché i conti tornino.
    [/cut]

    Almeno puoi tentare la cinquina o il 6.

    Alessandro
    non+autenticato
  • Io non capisco... ma spero di non essere il solo a pensare che non ha molto senso inventarsi dimensioni extra, tentando di riscrivere la realta`, "per far quadrare i conti". Va be', non c'e` verso di fare misurazioni abbastanza precise e bisognera` andare per supposizioni, ma anche alle supposizioni ci dovrebbe essere un limite... specie quando sono per definizione non verificabili perche` le dimensioni extra sono "arrotolate". Qui tutte le volte che hanno un parametro nuovo in un'equazione postulano una dimensione extra? mah... non so cosa pensare.

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ho una fifa terribile che possano vedere i dati
    > contenuti nei miei HD.

    Bel post!

    Tutti gli altri che seguono aggiungendo precisazioni o varianti tentando di agganciarsi al carro del vincitore sono post inutili.

    Burp


    non+autenticato
  • così si spiana tutto l'hard disk...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > così si spiana tutto l'hard disk...

    pero' devi selezionare l'opzione che ti formatti l'hard-disk .. altrimenti ...
  • - Scritto da: AnyFile
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > così si spiana tutto l'hard disk...
    >
    > pero' devi selezionare l'opzione che ti formatti
    > l'hard-disk .. altrimenti ...

    ... formattazione che deve essere completa, e verificare sempre e comunque lo schema di partizionamento proposto
    non+autenticato

  • - Scritto da: AnyFile
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > così si spiana tutto l'hard disk...
    >
    > pero' devi selezionare l'opzione che ti formatti
    > l'hard-disk .. altrimenti ...

    E comunque non è sufficiente una formattazione sola per cancellare tutti i dati.
    Però se stai installando un nuovo sistema operativo, qualunque esso sia, si spera che poi i dati vecchi diventeranno man mano irrecuperabili con l'uso del disco.
    non+autenticato
  • ah ah ah ah ah che vi imposrta se un fesso lascia i suoi dati in liberta?? Troll chiacchierone
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > ah ah ah ah ah che vi imposrta se un fesso lascia
    > i suoi dati in liberta?? Troll chiacchierone

    Hai mai pagato in hotel con carta di credito ? Io ho rottamato alcuni Pc di un hotel e non ti dico le CC che c'erano dentro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > così si spiana tutto l'hard disk...

    Non basta, ci sono SW che riscono a recuperare dati anche dopo 5-6 formattazioni con sovrascritture utilizzando il magnetismo residuo
    non+autenticato
  • > Non basta, ci sono SW che riscono a recuperare
    > dati anche dopo 5-6 formattazioni con
    > sovrascritture utilizzando il magnetismo residuo

    Aspè, fammi capire... il magnetismo residuo di cosa? Della prima scrittura o dell'ultima? O di entrambe?
    Vuoi dire che ci sono software in grado di leggere una robetta come il magnetismo residuo di un settore ignorando quello prevalente dei dati correnti?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Non basta, ci sono SW che riscono a recuperare
    > > dati anche dopo 5-6 formattazioni con
    > > sovrascritture utilizzando il magnetismo residuo
    >
    > Aspè, fammi capire... il magnetismo residuo di
    > cosa? Della prima scrittura o dell'ultima? O di
    > entrambe?
    > Vuoi dire che ci sono software in grado di
    > leggere una robetta come il magnetismo residuo di
    > un settore ignorando quello prevalente dei dati
    > correnti?

    La risposta qui e nel resto del thread linkato:
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1296...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Non basta, ci sono SW che riscono a recuperare

    gettiamo gli hard disk nella lava del monte fato!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)