DTT? Perché no?

di Pietro Bianchi - La volontà di perseguire l'innovazione a tutti i costi sta facendo dimenticare cosa piace alle persone del digitale terrestre: vedere meglio la TV. L'interattività interessa il T-Gov, forse ancora non i cittadini

Roma - Ho letto negli ultimi tempi molte critiche relative alla marcia forzata verso il passaggio al Digitale Terrestre per la televisione italiana. Tutte o quasi si basano sulla mancanza di una reale interattività o sull'assenza di servizi innovativi forniti tramite televisione (ad esempio dalle pubbliche amministrazioni). A me però sembra che i vari commentatori abbiano perso di vista ciò che interessa realmente gli utenti televisivi del DTT.

Innanzi tutto, quanti sono oggi gli utenti del DTT? E' difficile fare i conti di quanti vedono la TV digitalmente, ma sicuramente sono molti di più di quanto riportano le cifre dei contributi statali. Coloro che hanno beneficiato del contributo statale per l'acquisto di un decoder sono circa tre milioni e mezzo, ma la cifra di coloro che vedono la TV sul digitale è più elevata, infatti ci sono coloro che hanno acquistato il decoder senza contributo statale (sia che abbiano preso un decoder non interattivo, che ne abbiano acquistato più di uno o che sia stato loro regalato tramite varie promozioni) e soprattutto ci sono quelli che vedono la TV sul PC tramite scheda televisiva. Il numero totale è sicuramente superiore a coloro che guardano, ad esempio, la TV satellitare (che è a pagamento).

Tutte queste persone che hanno in casa uno o più decoder, cosa vogliono dalla TV digitale? Che cosa le attira, facendo preferire la visione del digitale terrestre a quella della TV "normale"? La risposta può apparire quasi banale, ma sentendo le persone che oggi la usano, ciò che li spinge ad utilizzare il digitale non sono i servizi interattivi (la maggior parte non ha collegato il decoder al telefono, né intende farlo) e nemmeno i programmi a pagamento, ma è la miglior qualità delle trasmissioni ed il numero più ampio di canali che si riesce a vedere.
In pratica, ciò che si vuole è vedere meglio la TV, ed avere una maggior rosa di canali tra cui scegliere. Ciò è vero anche per la TV satellitare, ma necessita di attrezzature adatte difficili in molti casi da collocare (parabola) e soprattutto è percepita come un servizio a pagamento, e ritenuto anche caro.

Il maggior interesse verso i programmi del DTT rispetto a quelli della TV satellitare è un aspetto ancora non molto considerato nelle analisi sul pubblico televisivo. Ciò risulta evidente, per esempio, dal fatto che su molti quotidiani o riviste si trova, accanto all'elenco dei programmi della TV tradizionale, una parte di quelli della TV satellitare (cosa non necessaria, perché chi è abbonato alla TV satellitare già riceve una rivista con i programmi), ma non si trova praticamente mai la programmazione dei canali specifici ricevibili sul DTT (che hanno più utenti).

La migliore qualità percepita dei canali digitali rispetto agli analogici è soprattutto la molla che spinge chi ha un decoder a vedere i canali sempre digitalmente, senza i disturbi che in molti casi colpiscono i canali analogici. E' esperienza comune che, chi ha un decoder, smetta lentamente di usare la sintonia analogica, usando il televisore come un monitor. Anche per questo risulta incomprensibile, per chi vuole comprare un televisore, come mai quasi non si trovino apparecchi con il decoder digitale incorporato, cosa che frena molti nell'acquisto ("Che me ne faccio di un TV nuovo se tra poco lo devo usare solo con il decoder? Aspetto che escano quelli completi!" - frase che ultimamente ho sentito spesso). Ecco, l'obbligo di porre in vendita televisori che ricevano direttamente il segnale digitale era sicuramente una cosa che il legislatore doveva imporre con un ragionevole anticipo, rispetto a quando è prevista la cessazione delle trasmissioni in analogico.

Pietro Bianchi
TAG: dtt
161 Commenti alla Notizia DTT? Perché no?
Ordina
  • L'articolo dice che gli utenti del DTT sono sono "molti di più di quanto riportano le cifre dei contributi statali".
    Non mi risulta proprio:

    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=446892&r=PI

    http://www.tvdigit.net/archives/consumatori/
    non+autenticato
  • ...formalmente il DDT in Italia è ancora in "test"; se fosse invece una tecnologia "non-test" allora esisterebbero TV con DDT ma il "capo" non avrebbe però potuto dare contributi per (s)vendere il DDT...
    non+autenticato
  • Questo articolo è veramente il più scadente e superficiale che abbia mail letto su questo grande e ottimo sito.
    Il tempo libero a mia disposizione è veramente poco, ma provo a dedicarne pochi minuti per mettere in luce alcune delle nefandezze contenute in questo articolo.


    Arrabbiato " sentendo le persone che oggi la usano ciò che li spinge ad utilizzare il digitale è la miglior qualità delle trasmissioni ed il numero più ampio di canali che si riesce a vedere "
    Sarebbe utile fare un sondaggio in merito allora. Io ad esmpio non sono per nulla d'accordo. In assenza di dati, spacciare una tua congettura per verità non è giornalisticamente corretto.



    Arrabbiato "Il numero totale è sicuramente superiore a coloro che guardano, ad esempio, la TV satellitare (che è a pagamento)"
    Come sopra (in assenza di dati le tue sono congetture) con l'aggravante che sostieni che la tv satellitare è a pagamento. Chissà cosa ho visto io negli ultimi 5 anni con decoder satellitare free.


    Arrabbiato "non si trova praticamente mai la programmazione dei canali specifici ricevibili sul DTT (che hanno più utenti)"
    Si continua impunitamente con il "quello che mi passa per la testa è verità assoluta" sia sul "non si trova la programmazione" che sul "hanno più utenti"

    Arrabbiato "La migliore qualità percepita dei canali digitali rispetto agli analogici è soprattutto la molla che spinge chi ha un decoder a vedere i canali sempre digitalmente, senza i disturbi che in molti casi colpiscono i canali analogici"
    Per quanto mi riguarda è vero il contrario (ho più problemi di ricezione con il dtt che in analogico), comunque, come sempre, se lo dice Pietro sarà vero.

    Arrabbiato "Anche per questo risulta incomprensibile, per chi vuole comprare un televisore, come mai quasi non si trovino apparecchi con il decoder digitale incorporato cosa che frena molti nell'acquisto "
    Evidentemente tutte le multinazionali del settore hanno una gran voglia di perdere soldi...


    Arrabbiato "Ecco, l'obbligo di porre in vendita televisori che ricevano direttamente il segnale digitale era sicuramente una cosa che il legislatore doveva imporre con un ragionevole anticipo, rispetto a quando è prevista la cessazione delle trasmissioni in analogico."
    Certo, così chi si trovava in un comune non coperto, poteva usare una tv con ricezione dtt integrata come uno stupendo soprammobile....
    non+autenticato
  • d'accordo
    non+autenticato
  • C'è solo un motivo per preferire il satellite:
    i pornazzi in chiaro da mezzanotte alle 4 su XXL
    ..tutte le notti.. precisi come orologi svizzeriSorpresa
    e per chi ama i preliminari, prima ci son due o tre filmetti "soft"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > C'è solo un motivo per preferire il satellite:
    > i pornazzi in chiaro da mezzanotte alle 4 su XXL
    > ..tutte le notti.. precisi come orologi svizzeri
    >Sorpresa
    > e per chi ama i preliminari, prima ci son due o
    > tre filmetti
    > "soft"



    Su Internet sono 24h su 24.
    non+autenticato
  • Io ho il decoder. lo davano gratis alla COOP (!!!) con i soldi del contributo statale, e io ne ho approfittato (sono uno di quei "poveri scemi" che si ostinano a pagare il canone, indipendentemente da chi comanda in RAI...).
    Canali in più che ricevo: forse 5 (BBC World, LCI, i tre di SportItalia. La RAI non sivede, e nemmeno il MUX di Canale 5).

    trovo il DTT un sistema interessante e valido. Sono disgustato dal come - quando - e - perchè sia stato introdotto in Italia.
    Lsciamo perdere le discusisoni politiche su cui molto si è già detto.

    Concordo quando dici della necessità di obbligare i produttori a vendere fin d'ora le TV col doppio decoder integrato (ora van tanto di moda gli LCD da 40', ma perchè non lo mettono dentro? ai produttori un decoder costa una manciata di ?, e su un prezzo che supera i 1000 ? al consumatore cambierebbe poco...).

    A proposito di TV satellitare, bhe, io ero tentato di mettere un padellone con decoder "free-to-air" (ossia senza pagar nulla a SKY): mi pare si possano ricevere lo stesso praticamente tutti i canali principali, e decine di canali italiani e stranieri, il tutto gratis. Inoltre installare una parabolica costa meno che un impianto tradizionale: padelle e ricevitori si trovano al supermercato per meno di 200?, se uno se la cava col bricolage può far tutto da se...

    Sulla qualità di ricezione del DTT: prima si vedevano i canali con le "formiche", ora si vedono a quadrettoni e a scatti: c'è ancpra moooolto da fare.

    Un annotazione:
    Perchè non obbligare chi fa l'abbonamento a SKY a presentare regolare ricevuta di pagamento del canone di abbonamento TV?
    chi paga più di mezzo milione delle vecchie lire (abbonamento minimo annuale...) per il satellite può benissimo permettersi anche i 90 ? di canone che è DOVUTO, e non SCELTO come invece x SKY. Le altre son tutte scuse per autoassolversi...


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io ho il decoder. lo davano gratis alla COOP
    > (!!!) con i soldi del contributo statale, e io ne
    > ho approfittato (sono uno di quei "poveri scemi"
    > che si ostinano a pagare il canone,
    > indipendentemente da chi comanda in RAI...).
    > Canali in più che ricevo: forse 5 (BBC World,
    > LCI, i tre di SportItalia. La RAI non sivede, e
    > nemmeno il MUX di Canale 5).

    Dipende dalla copertura.

    > Concordo quando dici della necessità di obbligare
    > i produttori a vendere fin d'ora le TV col doppio
    > decoder integrato (ora van tanto di moda gli LCD
    > da 40', ma perchè non lo mettono dentro? ai
    > produttori un decoder costa una manciata di ?, e
    > su un prezzo che supera i 1000 ? al consumatore
    > cambierebbe poco...).

    Se pensi che tanti non li comprano proprio perche aspettano di averli col decoder incorporato la cosa è ancora più incomprensibile.

    > Sulla qualità di ricezione del DTT: prima si
    > vedevano i canali con le "formiche", ora si
    > vedono a quadrettoni e a scatti: c'è ancpra
    > moooolto da fare.

    Io praticamente non vedevo LA7, adesso mi registro Star Trek sul PC con una qualita ottima (senza quadrettoni ne scatti).

    > Un annotazione:
    > Perchè non obbligare chi fa l'abbonamento a SKY a
    > presentare regolare ricevuta di pagamento del
    > canone di abbonamento TV?
    > chi paga più di mezzo milione delle vecchie lire
    > (abbonamento minimo annuale...) per il satellite
    > può benissimo permettersi anche i 90 ? di canone
    > che è DOVUTO, e non SCELTO come invece x SKY.

    Ottima idea. Dovrebbe essere obbligatorio.
    Se non fosse che SKY è un'azienda privata, ed ha come obbiettivo di fare soldi, e non di far pagare le tasse ai cittadini...
    Ciao
    Pietro

    pjt
    378
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 31 discussioni)