Il segreto dello Stradivari... in un computer

Un gruppo di ricercatori svedesi cerca di svelare la magia che dà vita alla leggendaria perfezione dei prestigiosi violini italiani. E prova ad emularli al computer

Sundsvall (Svezia) - Cosa si nasconde dietro i leggendari violini prodotti da Antonio Stradivari? Per scoprirlo, un gruppo di ricercatori informatici della MittUniversitet ha deciso di costruire un esemplare digitale che, a loro dire, ricalca le orme del celeberrimi strumenti italiani.

Guidati dal professore Mats Tinnsten, gli scienziati hanno analizzato accuratamente la struttura geometrica dei costosissimi violini nel tentativo di carpirne tutti i segreti.

Un lavoro veramente difficile, che inizia dalla digitalizzazione del suono: "Le frequenze prodotte dallo Stradivari non sono così difficili da catturare, spezzettare e ricreare al computer", ha dichiarato Tinnsten in un'intervista rilasciata al Washington Post. Naturalmente, questo è solo il primo passo: "Grazie alle attuali tecnologie, è possibile creare un modello virtuale dello strumento e tentare di farlo suonare in maniera simile a quello originale", aggiunge lo scienziato.
"Non si può riprodurre perfettamente questo tipo di strumenti", specifica il ricercatore Peter Carlsson, "perché sono stati fabbricati trecento anni fa con materie prime uniche, adesso introvabili". La sfida per scoprire i segreti del liutaio di Cremona, Antonio Stradivari, non è solo scientifica: va ricordato, infatti, che ciascuno dei 650 esemplari ancora in circolazione può costare anche un milione di euro.

Ben intenzionati a riprodurre la magia di questi violini, Tinnsten e Carlsson vogliono "costruire una copia in legno che si avvicini il più possibile all'autentico, nel timbro, nell'acustica e nella forma". Ci riusciranno? La strada verso il successo sembra ben spianata: "I modelli matematici messi a punto ed i grandi calcolatori che abbiamo a disposizione", conclude Tinnsten, "ci faranno sicuramente ottenere uno strumento simile ad uno Stradivari genuino".

Malgrado i buoni risultati finora ottenuti, la ricostruzione completa di uno Stradivari deve fronteggiare un problema ben più grosso di quello tecnico e tecnologico: come fare a ricreare quei 300 anni d'età che, secondo molti, costituiscono il vero segreto degli autentici violini di Antonio Stradivari? Basterà un algoritmo?

Tommaso Lombardi
TAG: ricerca
27 Commenti alla Notizia Il segreto dello Stradivari... in un computer
Ordina
  • I modelli sono fantasmi, non hanno materia, non hanno energia, pertanto non esistono (secondo le leggi della fisica), come i fantasmi.
    Se si volesse essere scientifici fino in fondo ci si dovrebbe rifiutare di credere sia a gli uni che agli altri.
    Oppure accettarli entrambi, sono i contesti che fanno la differenza, un tempo i fantasmi era concreti quanto per noi i modelli.
    Il mistero quindi c'è comuque.
    Buon pomeriggio.


    L'età della pietra è finita (come quella del bronzo e del ferro) non per mancanza di pietre.
    Adesso siamo in quella del petrolio, aspettiamo che finisca per evolverci?
    non+autenticato
  • Braccia rubate all'agricoltura ...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Braccia rubate all'agricoltura ...

    ...disse l'ingenuo che da 20 anni ascoltava ignaro musica prodotta con i computer.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Braccia rubate all'agricoltura ...

    sei un grande imprenditore eh? Occhiolino

    pensa a venderli anche solo a un DECIMO ... Sorride

    i nuovi "YAMAHADIVARII"

    per esempio .... mica fanno ricerca SOLO per divertirsi...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Braccia rubate all'agricoltura ...

    Se sei cosi bravo
    .
    .
    .
    .
    ...

    Perche non lo fai tu questo lavoro!!!!


    non+autenticato
  • io non c'ho un c@zzo da fare, ma vedo dal thread che sono in buona compagnia!
    non+autenticato
  • Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel segreto rimanga tale... e non perchè non amo il progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo Stradivari è una delle ultime, autentiche cose, che lasciano ancora il mondo a pensare... al diavolo in questo caso i modelli matematici!!

    Per fare un paragone... come vi sentireste se fosse un computer a dirvi come comportarsi con la vostra ragazza/o?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel
    > segreto rimanga tale... e non perchè non amo il
    > progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo
    > Stradivari è una delle ultime, autentiche cose,
    > che lasciano ancora il mondo a pensare... al
    > diavolo in questo caso i modelli matematici!!
    >
    > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > fosse un computer a dirvi come comportarsi con la
    > vostra ragazza/o?

    Quoto in pieno!!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo

    > > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > > fosse un computer a dirvi come comportarsi con
    > la vostra ragazza/o?

    Ma che bel paragone calzante, complimenti vivissimi.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel
    > segreto rimanga tale... e non perchè non amo il
    > progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo
    > Stradivari è una delle ultime, autentiche cose,
    > che lasciano ancora il mondo a pensare... al
    > diavolo in questo caso i modelli matematici!!
    >
    > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > fosse un computer a dirvi come comportarsi con la
    > vostra ragazza/o?

    Anch'io quoto.Un pò di mistero non fa mai male.Abbiamo bsogno di un pò di genuità.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel
    > segreto rimanga tale... e non perchè non amo il
    > progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo
    > Stradivari è una delle ultime, autentiche cose,
    > che lasciano ancora il mondo a pensare... al
    > diavolo in questo caso i modelli matematici!!
    >
    > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > fosse un computer a dirvi come comportarsi con la
    > vostra ragazza/o?

    sarebbe fighissimo!!!
    non+autenticato

  • > > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > > fosse un computer a dirvi come comportarsi con
    > la
    > > vostra ragazza/o?
    >
    > sarebbe fighissimo!!!

    Quoto, molti meno sbattimenti!!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • a me basterebbe che la mia ragazza avesse un pulsante di reset sulla capoccia, da usare quando diventa isterica... A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > a me basterebbe che la mia ragazza avesse un
    > pulsante di reset sulla capoccia, da usare quando
    > diventa isterica... A bocca aperta

    Approvo e concordo.


  • - Scritto da: Anonimo
    > Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel
    > segreto rimanga tale... e non perchè non amo il
    > progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo
    > Stradivari è una delle ultime

    Ultime?

    > autentiche cose,
    > che lasciano ancora il mondo a pensare...

    ???

    > al
    > diavolo in questo caso i modelli matematici!!

    I modelli matematici fanno parte del mondo e fanno molto pensare.
    Se ti sembrano freddi e privi di atmosfera romantica, nessuno ti obbliga a seguirne lo sviluppo, ignorali e vivi e goditi il mistero delle cose.

    > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > fosse un computer a dirvi come comportarsi con la
    > vostra ragazza/o?

    Questo e' un paragone che manca il bersaglio di un miliardo di kilometri, anche se i polli ci cascano e lo credono azzeccato.

    Un modello matematico di un suono, non dice come va suonato uno strumento, cosi' come un modello matematico di un grave in caduta, non dice ai sassi come cadere, e infine i modelli matematici del comportamento non dicono come comportarsi con il prossimo.
    Insomma hai scritto fesserie con tutto il tuo italico cuore.
    non+autenticato
  • > Un modello matematico di un suono, non dice come
    > va suonato uno strumento, cosi' come un modello
    > matematico di un grave in caduta, non dice ai
    > sassi come cadere, e infine i modelli matematici
    > del comportamento non dicono come comportarsi con
    > il prossimo.
    > Insomma hai scritto fesserie con tutto il tuo
    > italico cuore.

    potrai anche avere ragione, ma sei diplomatico come un rinoceronte...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Spero, con tutto il mio italico cuore... che quel
    > segreto rimanga tale... e non perchè non amo il
    > progresso scientifico, ma semplicemente perchè lo
    > Stradivari è una delle ultime, autentiche cose,
    > che lasciano ancora il mondo a pensare... al
    > diavolo in questo caso i modelli matematici!!

    Anche se i modelli matematici fossero accurati rimane il problema a monte, che e' quello dell'hi-fi. Una riproduzione di uno stradivari autentico, in un impianto di alto livello, rimane pur sempre una riproduzione, ovvero una interpretazione. Vedo quindi questo esperimento come proficuo dal punto di vista della conoscenza e delle p.r. ma alla fine non so quanti perderanno tempo con il plug-in audio di uno stradivari, che sentito su un ipod non sara' poi tanto diverso da un violino qualsiasi.

    > Per fare un paragone... come vi sentireste se
    > fosse un computer a dirvi come comportarsi con la
    > vostra ragazza/o?

    MEGLIO! Adesso a dire come comportarsi lo fa il cinema, le riviste, e la de filippi! Sveglia! Con la lingua fuori