Cracking, partita la più grande simulazione USA

L'amministrazione USA ha dato il via al Cyber Storm, una tre giorni di aggressioni telematiche virtuali che metteranno in luce le effettive capacità di risposta ad eventuali attacchi alle infrastrutture critiche

Washington (USA) - Il "cyber storm" è iniziato e quasi nessuno se n'è accorto. Il Dipartimento americano della Homeland Security (DHS) sta scatenando una battaglia virtuale - concordata per un periodo finestra che va dal 6 al 10 febbraio - che simula attacchi informatici verso infrastrutture strategiche federali e private. Insomma, un test sul campo che dovrebbe permettere di comprendere la qualità dei sistemi di difesa e le modalità di reazione.

Gli obiettivi comprendono almeno 20 aziende, situate in Australia, Canada e Regno Unito, e due agenzie governative statunitensi. Ulteriori dettagli non sono stati divulgati per evidenti esigenze di sicurezza - una aggressione telematica in contemporanea potrebbe rivelarsi un grosso problema in questi giorni.

Si tratta della prima "tempesta" internazionale, e fa parte di uno dei piani difensivi della DHS, designata al rafforzamento dei sistemi di comunicazione e al miglioramento degli standard di coordinamento internazionale. In verità i cyber attacchi erano stati programmati per lo scorso autunno ma l'avvento dell'uragano Katrina aveva fatto rimandare ogni operazione.
Gli scenari di attacco, comunque, sono limitati a contesti elettronici protetti. Non si tratta certamente di azioni in stile cinematografico, alla I signori della truffa, ma i risultati dovrebbero aiutare il National Cyber Response Coordination Group a dimostrare le proprie capacità di intervento. E agli osservatori del Dipartimento di determinare dove e come agire per raggiungere un miglior livello di efficienza.

La strategia è quella di attivare "incidenti" concatenati che possano mettere in difficoltà le infrastrutture più importanti di un paese occidentale, da quelle private a quelle energetiche e dei trasporti. Il "cyber storm", la tempesta cyber, secondo i promotori permetterà di identificare quali possano essere le contingenze che limitano le azioni di riposta e il recovery, e le migliori modalità collaborative per la condivisione di informazioni con le strutture di intervento.

Venerdì prossimo sarà organizzata una conferenza stampa per illustrare i primi risultati. Sul lungo termine, DHS mira allo sviluppo di nuovi strumenti di difesa, che possano rispondere adeguatamente agli impegni presi pubblicamente dall'amministrazione Bush. Nei giorni scorsi proprio Bush ha richiesto un aumento del 6% dei finanziamenti per la sicurezza interna. Le cifre in ballo ormai sono da capogiro: le stime indicano in 42,7 miliardi di dollari il budget complessivo per il 2007. L'ultima parola al Senato. E ovviamente all'esito della battaglia.

Dario d'Elia
TAG: sicurezza
12 Commenti alla Notizia Cracking, partita la più grande simulazione USA
Ordina
  • Servirebbe piu' consapevolezza, ma soprattutto piu' facilita' nell'uso di strumenti per sicurezza e riservatezza. Solo se tutti avranno un ottimo livello di sicurezza si potra' avere il massimo della garanzia nei punti strategici.
    La panzana dei terroristi non funziona piu', attualmente sono gli unici a saper usare certe tecniche, e a me non va giu'!
    non+autenticato
  • E` tardi per la sicurezza.
    L'abbiamo data 11 anni fa via in cambio di fuffa.

  • - Scritto da: alex.tg
    > E` tardi per la sicurezza.
    > L'abbiamo data 11 anni fa via in cambio di fuffa.

    Parli del FuffOS ? lol
  • Con speciale riferimento al mio carissimo FuffOS che sto usando in questo momento, vale a dire XP home. Ma piu` in generale di qualsiasi FuffOS la cui installazione tipica comprenda piu` di un milione di linee di codice e i cui corrispondenti binari non si possano archiviare su un floppy da 1.44 megabytes.

    Son fatto cosi`, da anni, prendere o lasciareOcchiolino

    ps.
    anzi, per specificare meglio, il problema e` piu` profondo, e non riguarda, in definitiva, cosi` tanto un FuffOS qualsiasi da 1 CD-ROM o piu`. Riguarda un nemico piu` radicato: la FuffProgrammazione.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/02/2006 0.42.26

  • - Scritto da: alex.tg
    > Con speciale riferimento al mio carissimo FuffOS
    > che sto usando in questo momento, vale a dire XP
    > home. Ma piu` in generale di qualsiasi FuffOS la
    > cui installazione tipica comprenda piu` di un
    > milione di linee di codice e i cui corrispondenti
    > binari non si possano archiviare su un floppy da
    > 1.44 megabytes.
    >
    > Son fatto cosi`, da anni, prendere o lasciareOcchiolino
    >
    > ps.
    > anzi, per specificare meglio, il problema e` piu`
    > profondo, e non riguarda, in definitiva, cosi`
    > tanto un FuffOS qualsiasi da 1 CD-ROM o piu`.
    > Riguarda un nemico piu` radicato: la
    > FuffProgrammazione.
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 09/02/2006 0.42.26

    Scusa, ma vorrei sapere in quali linguaggi sai programmare per sentenziare così. Immagino che tu sia un esperto in linguaggi object oriented, perlomeno, ma immagino anche che tu conosca bene l'assembly.
    O forse no...
    non+autenticato
  • > Scusa, ma vorrei sapere in quali linguaggi sai
    > programmare per sentenziare così.

    Nah, io non stavo esattamente sentenziando: forse suonava cosi`, ma in realta` esprimo un'opinione strettamente personale. Borbotto come un vecchietto, piu` che urlare nel megafono con tono da dittatore, ma nel messaggio non posso rendere il tono usato.

    Se sai programmare, ovvero principalmente, sequenziare operazioni semplici per rappresentare operazioni piu` complesse, sai programmare e basta. Un qualsiasi linguaggio lo "impari" a usare in un mese al massimo, tipicamente molto meno. Se ti ci affezioni, poi, l'apprendimento dei dettagli specifici di quel linguaggio lo rifinisci con calma.

    > Immagino che tu
    > sia un esperto in linguaggi object oriented,
    > perlomeno, ma immagino anche che tu conosca bene
    > l'assembly.
    > O forse no...

    Mah, non riesco a figurarmi i requisiti per essere classificati "esperti" di un particolare modello di programmazione... assumo siano l'avere molta esperienza nell'usare linguaggi che applicano quel modello, presumibilmente nell'implementazione specifica di quel modello in un dato linguaggio. Voglio dire: uno che programma in Java avra` comunque bisogno di un certo periodo di tempo per impratichirsi a tradurre gli stessi concetti in C++, se col C++ non ha mai avuto esperienze, a dispetto del fatto che entrambi implementano la OOP. Ugualmente, se uno conosce bene l'assembly della "famiglia" Intel, avra` ugualmente bisogno di un po' di tempo per capire come funzioni un processore della "famiglia" Motorola. Ma non significa che sia "esperto assoluto" di assembly.

    Comunque e` tutto off-topic.
    La FuffProgrammazione e`.... boh? Sai che non saprei come definirla? O forse la definizione descrittiva sarebbe lunghissima da scrivere. Ma non dipende assolutamente dal linguaggio usato: direi che si puo` FuffProgrammare in qualsiasi linguaggio. E`... la programmazione orientata a... alla fretta, alla mancanza di planning accurato, alle modifiche dettate da esigenze di mercato piu` che considerazioni sull'efficenza del codice.

  • - Scritto da: alex.tg
    > Con speciale riferimento al mio carissimo FuffOS
    > che sto usando in questo momento, vale a dire XP
    > home. Ma piu` in generale di qualsiasi FuffOS la
    > cui installazione tipica comprenda piu` di un
    > milione di linee di codice e i cui corrispondenti
    > binari non si possano archiviare su un floppy da
    > 1.44 megabytes.
    >
    > Son fatto cosi`, da anni, prendere o lasciareOcchiolino
    >
    > ps.
    > anzi, per specificare meglio, il problema e` piu`
    > profondo, e non riguarda, in definitiva, cosi`
    > tanto un FuffOS qualsiasi da 1 CD-ROM o piu`.
    > Riguarda un nemico piu` radicato: la
    > FuffProgrammazione.
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 09/02/2006 0.42.26

    Mhuuahhuahuahuahua bellissima disquisizione Occhiolino

  • - Scritto da: alex.tg

    > Riguarda un nemico piu` radicato: la
    > FuffProgrammazione.

    La quale ha una relazione diretta con i FuffProgrammatori, strani individui auto-promossi a livello di "programmatori" per il solo fatto di saper usare dei FuffVisualToolsTriste

    E' una strana bestia, quella con il prefisso "Fuff". Una bestia che si auto-alimenta cibandosi degli scarti da essa stessa generati. Il risultato e' sotto gli occhi di tutti, in bella Vista ...
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da: alex.tg
    >
    > > Riguarda un nemico piu` radicato: la
    > > FuffProgrammazione.
    >
    > La quale ha una relazione diretta con i
    > FuffProgrammatori, strani individui auto-promossi
    > a livello di "programmatori" per il solo fatto di
    > saper usare dei FuffVisualToolsTriste
    >
    > E' una strana bestia, quella con il prefisso
    > "Fuff". Una bestia che si auto-alimenta cibandosi
    > degli scarti da essa stessa generati. Il
    > risultato e' sotto gli occhi di tutti, in bella
    > Vista ...


    in bella Vista.... muhahuahuahuhuahuahua


  • - Scritto da: Anonimo
    > Servirebbe piu' consapevolezza

    Ma non c'e'.

    > ma soprattutto
    > piu' facilita' nell'uso di strumenti per
    > sicurezza e riservatezza.

    Anche questa manca.

    > Solo se tutti avranno
    > un ottimo livello di sicurezza

    "se"...

    > si potra' avere il
    > massimo della garanzia nei punti strategici.

    Ma non e' cosi'.

    > La panzana dei terroristi non funziona piu',

    Funziona sempre, vedrai che funzinera' ancora a lungo.

    > attualmente sono gli unici a saper usare certe
    > tecniche, e a me non va giu'!

    Studia.
    non+autenticato
  • In soli 4 giorni che vuoi fare.....
    Se il test lo avessero esteso a 356 giorni e a tutta la popolazione del mondo secondo me avrebbero visto veramente se i loro sistemi sono sicuro o no.
    Ovviamente avrebbero anche dovuto lanciare spot televisivi e sui giornali di tutte le nazioni del mondo, in modo tale da richiamare il maggior numero di persone per essere attaccati.
    Io la penso cosi' poi boh non saprei Newbie, inesperto