EFF: non installate Google Desktop Search

Polemiche sulla nuova versione del software di BigG. EFF chiede agli utenti di fuggirlo come la peste: archivia gli indici dei file locali sui server di Mountain View

San Francisco (USA) - Gli esperti di EFF lanciano un allarme rosso per la privacy: la nuova versione di Google Desktop Search offre una funzione di ricerca che indicizza i file locali e ne invia una lista ai server di Mountain View.

La funzione nel mirino delle critiche è il cuore di una nuovo servizio offerto da BigG, chiamato Search Across Computers: se abilitata, il software archivia sui server di Google ogni tipo di documento testuale in formato semplice, Word, Excel, PDF e molti altri. Tra le informazioni archiviate c'è anche la cronologia delle visite sul web. Tutti i dati vengono mantenuti per un periodo massimo di 30 giorni, si apprende da fonti ufficiali.

"Molte persone utilizzano contemporaneamente più computer e lavorano da più postazioni", ha riferito il vicepresendente Marissa Meyer al quotidiano USA Today, "e questo nuovo strumento semplifica drasticamente la vita di questi utenti".
I membri di EFF non sembrano condividere questo stesso ottimismo: "Se non si configura questo software con molta attenzione, come molto probabilmente accade alla maggior parte degli utenti", sostiene il giurista di EFF Keving Bankston, "Google Desktop avrà una mole impressionante di dati personali: lettere d'amore, ricevute, note riservate e qualsiasi altro tipo di materiale testuale che il motore di ricerca può indicizzare".

Il rischio più grave per la privacy, secondo il parere di alcuni esponenti del Center for Democracy & Technology, sta nel fatto che "le informazioni in possesso del motore di ricerca possono essere consultate dalle autorità anche senza mandato di perquisizione, ma semplicemente con un'ingiunzione del tribunale", definita subpoena dal lessico giuridico statunitense. Una situazione già attuale, visto quanto sta accadendo proprio in queste settimane, in cui Google le cerca tutte per non dover consegnare certi dati dei propri utenti.

Gli attivisti del network italiano Autistici.org hanno definito l'ultima trovata raccoglitutto di Google come qualcosa d'oscuro, dal significato insondabile e foriero di preoccupazioni. A quando, si chiede qualcun altro, la comparsa di un favoloso servizio per cancellare completamente le proprie tracce dai mastodontici archivi di BigG?

Tommaso Lombardi
TAG: google
82 Commenti alla Notizia EFF: non installate Google Desktop Search
Ordina
  • OK, fatemi capire: (1) come si fa a sapere quale versione di GDS si ha? Io, sulla mia, non trovo alcun version number. (2) su quale versione è la funzione in oggetto e come si disabilita? Non vedo nulla del genere nelle preferenze del mio GDS.

    Grazie.
  • Google deve rilasciare i sorgenti di sta roba, in modo che possiamo installarci l'archiviatutto dove ci pare e gestirci i nostri dati da noi. la funzione di "disco unico" in rete è utilissima ed è il futuro, ma è impensabile che venga gestita da terzi.
    non+autenticato
  • ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la nostra corrispondenza risiede stabilmente sui "loro" server, mica solo un "indice".

    Come? Perché nessuno si è incazzato per questo?

    Ah, be'...
  • - Scritto da: afiorillo
    > ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la
    > nostra corrispondenza risiede stabilmente sui
    > "loro" server, mica solo un "indice".

    > Come? Perché nessuno si è incazzato per
    > questo?
    > Ah, be'...

    Dimentichiamo che le compagnie telefoniche sanno esattamente a chi stiamo telefinando e quando...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: afiorillo
    > > ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la
    > > nostra corrispondenza risiede stabilmente sui
    > > "loro" server, mica solo un "indice".
    >
    > > Come? Perché nessuno si è incazzato per
    > > questo?
    > > Ah, be'...
    >
    > Dimentichiamo che le compagnie telefoniche sanno
    > esattamente a chi stiamo telefinando e quando...
    E questa dove l'hai sentita?Deluso
    Comunque questa é solo una tua supposizione, che le e-mail risiedano su un server é un dato di fatto!
    E poi non é che io "telefino" tutti i giorni!
    non+autenticato

  • - Scritto da: afiorillo
    > ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la
    > nostra corrispondenza risiede stabilmente sui
    > "loro" server, mica solo un "indice".
    >
    > Come? Perché nessuno si è incazzato per questo?
    >
    > Ah, be'...
    E' quello che dico anch'io!
    Certo che se qualche volta la gente usasse il cervello prima di postare...


























    .....questo non sarebbe più punto-informatico!A bocca aperta
    non+autenticato


  • - Scritto da: afiorillo
    > ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la
    > nostra corrispondenza risiede stabilmente sui
    > "loro" server, mica solo un "indice".
    >
    > Come? Perché nessuno si è incazzato per questo?
    >
    > Ah, be'...

    Questo lo dici tu, infatti io non lo uso, mica son scemo. Lascio questo onore a tutti quelli che si affrettano a tutte le cavolate che le net company introducono ahahahhahahah
    non+autenticato
  • - Scritto da: afiorillo
    > ...al bando le WebMail:

    Certo, se usi il protocollo SMTP sei al riparo, eh?
    In entrambi i casi, si può usare GPG per un po' di protezione.

  • - Scritto da: afiorillo
    > ...al bando le WebMail: là addirittura tutta la
    > nostra corrispondenza risiede stabilmente sui
    > "loro" server, mica solo un "indice".

    ROTFL... sì già perché nel caso delle e-mail "non webmail" non succede eh? Ma per favore. Connetti il cervello prima di postare.
    non+autenticato
  • Scusate, ma a che cavolo gli servono i nostri files a Google?! Se ho ben capito, GD *invia* non solo i metadati dei files, ma i files stessi... Ma a che minchia di scopo?!?!
    non+autenticato
  • Secondo me Internet è un'arma a doppio taglio. Da un lato consente a chiunque di interagire nell'ambito di una grande comunità di utenti e quindi riesce a dare voce anche a chi normalmente non l'avrebbe, dall'altro è una sorta di Grande Fratello che tiene sotto controllo tutte le tue attività e quindi ti rende come una delle tante pedine del gioco. Alla fine chi realmente ne trae vantaggi è sempre il potere, quello che si trova talmente in alto da sfuggire a qualunque controllo.

    Il problema quindi non è la Google Toolbar, è l'uso stesso di Internet che fa di tutti noi dei sorvegliati speciali. Sanno tutto sulle nostre idee politiche e religiose, gusti sessuali, abitudini, vizi, virtù, debolezze, ecc. Possono sfruttare i dati in loro possesso per motivi pubblicitari, per motivi politici, per tutto.

    L'alternativa sarebbe non usare Internet o forse non usare addirittura il computer. Persino il semplice telefono, cellulare o fisso, rappresenta un modo per controllare la popolazione.

    Centinaia di telecamere ogni giorno ci scrutano e saremo costretti a nasconderci.

    Per comunicare ci converrà usare i pizzini come i mafiosi.

    Siamo vittime del mostro che noi stessi abbiamo creato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Secondo me Internet è un'arma a doppio taglio. Da
    > un lato consente a chiunque di interagire
    > nell'ambito di una grande comunità di utenti e
    > quindi riesce a dare voce anche a chi normalmente
    > non l'avrebbe, dall'altro è una sorta di Grande
    > Fratello che tiene sotto controllo tutte le tue
    > attività e quindi ti rende come una delle tante
    > pedine del gioco. Alla fine chi realmente ne trae
    > vantaggi è sempre il potere, quello che si trova
    > talmente in alto da sfuggire a qualunque
    > controllo.
    >
    > Il problema quindi non è la Google Toolbar, è
    > l'uso stesso di Internet che fa di tutti noi dei
    > sorvegliati speciali. Sanno tutto sulle nostre
    > idee politiche e religiose, gusti sessuali,
    > abitudini, vizi, virtù, debolezze, ecc. Possono
    > sfruttare i dati in loro possesso per motivi
    > pubblicitari, per motivi politici, per tutto.
    >
    > L'alternativa sarebbe non usare Internet o forse
    > non usare addirittura il computer. Persino il
    > semplice telefono, cellulare o fisso, rappresenta
    > un modo per controllare la popolazione.
    >
    > Centinaia di telecamere ogni giorno ci scrutano e
    > saremo costretti a nasconderci.
    >
    > Per comunicare ci converrà usare i pizzini come i
    > mafiosi.
    >
    > Siamo vittime del mostro che noi stessi abbiamo
    > creato.

    http://www.gnupg.org/
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)