Libero ADSL sotto un diluvio di proteste

Da alcune settimane piovono in redazione segnalazioni di utenti Wind che accusano l'azienda di filtrare il traffico P2P senza dichiararlo ufficialmente. Una possibile conseguenza delle priorità associate al traffico broad band

Roma - C'è delusione e rabbia nelle parole di moltissimi utenti che da settimane stanno scrivendo a Punto Informatico ribadendo quanto già si può leggere su Usenet, ossia che la loro connessione ADSL con Libero-Wind si "pianta" quando utilizzano applicativi peer-to-peer.

"Scrivo - scrive Alessio D.L. - per segnalare uno scandaloso problema con la linea adsl Libero 4 mega flat dell'operatore telefonico Wind-Infostrada. Da qualche tempo a questa parte quando si usano software peer-to-peer la connessione risulta come "strozzata" e ciò comporta l'impossibilità di una normale navigazione web".
"Da qualche mese a questa parte - ribadisce Emilio N. - la connessione risulta strozzata, in pratica appena si aprono dei programmi peer-to-peer, ossia per lo scambio libero di file personali e programmini gratuiti, tutto il traffico viene bloccato ed addirittura non si riesce a navigare".

Le testimonianze dei molti che hanno scritto a PI sottolineano come chiudendo i software P2P la connessione torna a funzionare regolarmente, una particolarità segnalata anche sui numerosi siti che in questi giorni stanno dando voce alla protesta degli utenti.
A detta degli abbonati ai servizi di Libero, dunque, la mera attivazione di un programma P2P uccide la connessione, fatto che sembrerebbe contraddire le dichiarazioni che la stessa Wind rilasciò a Punto Informatico lo scorso novembre: "Da qualche giorno abbiamo attivato un engine che, in caso di traffico elevato, dà priorità a quello più prezioso per l'utenza residenziale: navigazione, posta, VoIP (...) a scapito del resto, per esempio del peer to peer. Però non credo che gli utenti possano protestare se, per un'ora al giorno, non riescono a scaricare gli MP3. Dopotutto, il regno del peer to peer è la notte, quando la banda è libera". Parole, peraltro, che non sono piaciute ai molti che le citano in questi giorni, secondo cui sul peer-to-peer circolano moltissimi materiali del tutto legali. Ed è certamente vero che un numero sempre crescente di imprese si rivolge a protocolli come quelli usati in BitTorrent, per fare un esempio, per diffondere al meglio certi prodotti.

Di interesse segnalare come, secondo molti utenti, l'assistenza di Libero avrebbe in più occasioni negato l'esistenza di filtri antiP2P, una posizione a cui ora si allinea la dichiarazione sulla Qualità del servizio appena pubblicata dall'assistenza di Libero secondo cui il P2P non viene in alcun modo filtrato.

In tanti si appellano al contratto ADSL sottoscritto con l'azienda, un contratto che però negli allegati tecnici specifica come il servizio permetta: "http (navigazione WWW), e-mail (Electronic Mail basata su SMTP) sia POP3 che IMAP4, news (accesso ai News Group), ftp (trasferimento bidirezionale di file)". Non viene invece elencato tra le funzionalità offerte il funzionamento delle piattaforme P2P, una clausola che qualcuno ipotizza Wind farà valere dinanzi alle contestazioni degli utenti che, come molti hanno dichiarato di voler fare, adissero le vie legali.

Il contratto stesso, nel caso in cui un utente voglia abbandonare Libero e passare ad altro operatore, assegna delle penali, in quanto ha una validità base di un anno.

Non è detto però che Wind in un eventuale giudizio intentato dai consumatori l'abbia vinta. C'è infatti chi ipotizza anche una violazione della privacy da parte dell'operatore dominante. "Queste limitazioni - scrive un lettore a Punto Informatico - vanno contro il libero uso che una persona fa della propria ADSL, e non per ultimo risulta infranto anche il diritto alla privacy, visto che analizzare il flusso dati di un cliente per capire quale programma è in esecuzione, e di conseguenza rallentarlo, è come spiare nella posta del vicino di casa"..
TAG: adsl
435 Commenti alla Notizia Libero ADSL sotto un diluvio di proteste
Ordina
  • il sottoscritto aldo clery riferisceIndiavolatoeeffettivamente e una vergogna il sottoscritto paga il suo contratto allo stesso importo di oggi con infostrada con la differenza che mentre con i nuovi cotratti e concessa la ADSL a 8 mega io sono fermo da anni a scarsi 4 mega pur pagando lo stesso importo alclery@libero.it aldo clery ripeto mi chiamo aldo clery
    non+autenticato
  • Dove sono i quattro mega che pago per la mia ADSL Flat denominata in modo superbo e altisonante Libero Absolute?
    Vera mente ci sarebbe da dire Liberi da Libero ma liberi anche da Telecom (ex utente) e allora liberi di andare con chi in questo libero mercato che ad esempio ne tiscali ne fastweb ad Ascoli Piceno arrivano. Magari Tele2? Vi faccio scrivere anche da mia sorella che con un computer ultima generazione assemblato da un diplomato analista programmatore con Tele2 cammina male su Second Life! Altro che P2P! Fino a stamattina alle 5:35 mi sono divertito a monitorare la banda a mia disposizione non mi sembra un'ora di intenso traffico, 24 Mbps 5 - 7 minuti, 48 Mbps 1 - 2 minuti, cosi per ore ed ore senza nessun P2P attivo. Un ulteriore riprova? Connessi entrambe con router lei Tele2 io con Libero sullo stesso blog lei posta i messaggi io no! L'utenza la danno a chi vogliono forse perchè pagano in base al traffico e a noi ce la vendono senza canone ma con le cannonate. Grazie per lo spazio.
    Dott Agronomo Massimo Vittori
    63100 Ascoli Piceno
    c.so di sotto n. 42
    Ex utente Telecom, presto ex utente Libero infostrada, ma poi? che faccio. Nell'era delle comunicazioni non comunico!
    non+autenticato
  • si è vero libero adsl è solo uno scopo agli utenti a essere truffati,ti staccando la linea adslsenza alcuna richiesta e sei costretto anke a pagare ugualmente l'abbonamento e poi la navigazione e scarsa senza parlare poi dell'assistenza.
    non+autenticato
  • In merito a tutti questi problemi di connessione e disservizi creati da Libero ADSL
    vi chiedo a tutti quelli disposti a fare qualcosa di inviarmi a questo indirizzo e-mail (liberidalibero@gmail.com)
    il seguente form riempito:

    Nome e cognome dell'intestatario dell'abbonamento ADSL:

    _____________________________________________________

    Numero di Telefono su cui è installata la linea ADSL:

    _____________________________________________________

    Numero cliente Libero ADSL:

    _____________________________________________________

    Data di scadenza del contratto con Libero ADSL:

    _____________________________________________________


    Tramite questo elenco che spero si riesca a comporre tra brevissimo tempo
    cercherò di contattare i principali mezzi televisivi per contrastare questo controllo
    assoluto che Libero ADSL ha su tutti noi clienti.
    I vostri dati saranno gestiti mediante le leggi sulla privacy attualmente in vigore.

    Tutto questo lo faccio perchè come ha detto già qualcuno...
    l'unione fa la forza. Chiamare uno ad uno il 155 o l'892155 non servirà mai a nulla
    hanno le loro risposte standard e ignari del fatto che l'azienda che produce disservizi
    e problemi è la stessa che paga loro e un giorno potrebbe non pagarli più.

    Un saluto a tutti e un grazie a quelli che parteciperanno.
    non+autenticato
  • Questa e una bellissima idea.. però penso sia piu'producente sei magari gentilmente la recepisse PUNTO INFORMATICO,(aventualmente attraverso azione legale collettiva) facendosi portavoce, con una pagina di raccolta adesioni nel medesimo sito, di tutti gli utenti che lamentano problemi con Libero ADSL.
    Effettivamente sembra che alla WIND non c'è nessuno che ti ascolta e che mostri di risolverti i problemi.
    Cosa ne pensate..??
    non+autenticato
  • C’è chi ha l’ADSL flat di LIBERO e dice di non avere avuto mai problemi, che va tutto molto bene. Spero che chi afferma ciò continui a non avere mai problemi perchè in caso contrario comincerà ad avere coscienza di quale sia il reale servizio offerto da LIBERO-WIND INFOSTRADA.
    Ritengo sia opportuno informare gli Italiani di quale sia il reale servizio fornito da questa "Società".
    Le ultime novità che vi posso riferire è che tre mesi prima della scadenza del contratto ADSL FLAT (in wholesale cioè pagando il canone Telecom) ho inviato regolare disdetta tramite raccomandata. In prossimità della scadenza ho telefonato al 155 per accertarmi che non esistessero problemi di disdetta
    prima telefonata:
    Dopo un’attesa di 15 min l’operatrice mi dice di ritelefonare perche il terminale non gli funziona
    seconda telefonata:
    Dopo un’ulteriore attesa di 10 min l’operatrice mi chiede di attendere un pò in linea. Ma dopo 5min la linea cade (in questi casi, non sarebbe opportuno che l’operatrice ricontatti l’utente?)
    terza telefonata:
    dopo un'attesa di altri 15 min, un pò alterato, prometto che in caso di problemi la quarta telefonata l’avrei effettuata presso il comando dei Carabinieri per poi denunziarli e come per magia la linea non cade e i terminali funzionano. Ma indovinate che cosa mi risponde però l’operatrice? Mi dice che loro non hanno ricevuto nessuna raccomandata. Allora gli riferisco che ho una ricevuta di ritorno e che posso fornirgli il numero di raccomandata. Ma l’operatrice mi risponde che devo inviare un’ulteriore fax (a mie spese) per dimostrare che ho una ricevuta di ritorno. Ho inviato un FAX con cui indico il numero di raccomandata e ho sollecitato i responsabili di questa “Società” a contattare le Poste Italiane numero verde 803160 per verificare che tale raccomandata esiste e che è regolarmente arrivata a destinatario.
    Personalmente a questo punto spero che insistano col non volermi liberare la linea perchè sarà la volta buona che dovranno rispondere di tutti i loro illeciti effettuati nella fornitura del loro pseudo - servizio davanti ad un Giudice di Pace. In realtà volevo aprire un caso nazionale per denunciare tutti i loro illeciti (E SONO TANTI), ma questi colossi sono opportunamente protetti (se non ci credete denunziate eventuali illeciti a Mi manda RAI3, striscia la notizia ecc. nessuno vi darà la minima soddisfazione, evidentemente questa tipo di truffe non fanno notizia) Se non mi liberano la linea l’unica soluzione sarà una risoluzione personale davanti al Giudice per il risarcimento dei danni subiti per i loro disservizi.
    Saluto tutti e mediti chi dice di non avere problemi con LIBERO ADSL

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ... | Successiva
(pagina 1/25 - 124 discussioni)