USA, prostitute contro Grand Theft Auto

Il trattamento riservato nel celebre videogame alle prostitute, secondo l'associazione di categoria americana non è tollerabile. Si vogliono coinvolgere i genitori in una battaglia di civiltà

Roma - Grand Theft Auto continua ad essere al centro di furiose critiche, ma questa volta la Take2Interactive - la distributrice del noto blockbuster videoludico - dovrà vedersela con l'associazione statunitense delle prostitute.

SWOP, che rappresenta gli interessi delle passeggiatrici, è infatti sul piede di guerra per il trattamento che il gioco riserva alle rappresentazioni elettroniche delle professioniste del sesso. I giocatori di GTA, infatti, possono guadagnare punti - nonché denaro - sia con lo sfruttamento che con la violenza sulle signorine, virtuali, di facili costumi.

L'obiettivo delle attiviste è di coinvolgere le associazioni dei genitori e gli stessi appassionati a boicottare il videogioco. Facendo un chiaro riferimento al documento redatto nel 2001 da David Walsh, fondatore del National Institute on Media and the Family, SWOP ha deciso di sposare la causa anti-GTA. "I bambini sono facilmente suggestionabili dai loro alter ego virtuali, e cercano una piena identificazione. Nei videogiochi violenti il giocatore acquisisce il punto di vista del killer o del violento", viene citato sul sito ufficiale dell'associazione.
Le attiviste di SWOP, che hanno sottolineato di essere contrarie "a ogni forma di censura", hanno spiegato che il loro scopo è "informare i genitori dei potenziali pericoli provocati dai giochi violenti sui bambini". Allo stesso tempo hanno ribadito il loro interesse nel promuovere i diritti delle professioniste del sesso, anche contro la rappresentazione della violenza nei loro confronti.

Insomma, GTA da una parte è entrato nell'olimpo dei videogiochi più apprezzati dalla comunità di appassionati, dall'altra ha attirato le critiche delle associazioni dei genitori e della politica. Negli Stati Uniti è stato vietato ai minori, in Australia è stato dichiarato fuorilegge per poi essere salvato in extremis... Un putiferio, insomma, che ha visto come epilogo la presa di posizione di Hillary Clinton, coinvolta in prima persona nella "sponsorizzazione" di una nuova legge che vieta la vendita dei videogiochi violenti ai minori di 17 anni, istituisce un nuovo ente di rating e dà poteri di supervisione alla Federal Trade Commission.

Dario d'Elia
TAG: usa
62 Commenti alla Notizia USA, prostitute contro Grand Theft Auto
Ordina
  • Propongo questo titolo per il prossimo episodio di GTA.

    Protagonista è una prostituta che cerca di rifarsi una vita.
    Richard Gere darà la voce a uno dei magnaccia più cattivi della storia, che cerca di far tornare a miti consigli la batwoman.

    Alla fine della storia, Gere per salvarsi la vita promette di sposare la prostigirl, poi tira il pacco e quindi il giocatore è autorizzato a torturarlo a morte, tra gli applausi di tutta Vinewood.

    Saluti,
    Sick Boy
    non+autenticato
  • Ho giocato a GTA, veramente noioso, anke con la patch.

    Preferirei un gamez sul genere del nuovo film Hostel di Tarantino, inzomma, dove devi cerkare una vittima e poi torturarla il più sadikamente possibile, con trapani o altro. Possibilmente in maniera spettakolare, akkumulando punteggi extra come i kudos di Project Gotham Racing, questo sì un gamez più figo di GTA...
    non+autenticato
  • evidentemente non capisci nulla oppure non hai fatto certe missioni
  • :@ Non è possibile ke si continui con questa storia!!!!
    Adesso anke le prostitute si mettono?!? Ma ke associazione sarebbe quella delle prostitute?!? Ma... ogni scusa e buona contro gta... Adesso per rabbia vado a giocarmi tutti e tre gli ultimi episodi di GTA....
  • Aspetta che ne mancano ancora.
    Associazione automobilisti (si rubano le auto ai passanti), le ferrovie dello stato (si spara ai treni), vigili urbani (si passa col rosso, ecc), poeti (il cielo è più bello), RIAA (non è rappresentato il furto dei diritti d'autore. Eccheè, è forse un crimine minore?)
    non+autenticato
  • Non sono del tutto d'accordo, ragà. Nei giochi che conosciamo, i giochi cosiddetti violenti, cmq ci sono i cattivi che sparano e ammazzano e i buoni che si difendono, squartando e sfracellando parimenti. Se ho capito bene, invece, in questo gioco con le prostitute, le ragazze le prendono e basta...e più ne colpisci più punti fai. Allora a sto punto mettiamo su un gioco con uomini che picchiano le mogli, padri che frustano i figli, bavosi che toccano i bambini, sperimentatori che mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti vivi...Concordereste sullo sviluppo di questo genere di roba?

  • > bavosi che toccano i bambini, sperimentatori che
    > mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti
    > vivi...Concordereste sullo sviluppo di questo
    > genere di roba?

    Dove lo compro?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > bavosi che toccano i bambini, sperimentatori che
    > > mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti
    > > vivi...Concordereste sullo sviluppo di questo
    > > genere di roba?
    >
    > Dove lo compro?


    MuahahahahahhaA bocca aperta Grandissimo...A bocca aperta

    E comunque un gioco così sarebbe davvero strafigo!!
    non+autenticato
  • > > > bavosi che toccano i bambini, sperimentatori
    > che
    > > > mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti
    > > > vivi...Concordereste sullo sviluppo di questo
    > > > genere di roba?
    > >
    > > Dove lo compro?
    >
    >
    > MuahahahahahhaA bocca aperta Grandissimo...A bocca aperta
    >
    > E comunque un gioco così sarebbe davvero
    > strafigo!!
    Inizia a collegare il tuo di cervello (se lo trovi) al 220A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > > bavosi che toccano i bambini, sperimentatori
    > > che
    > > > > mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti
    > > > > vivi...Concordereste sullo sviluppo di
    > questo
    > > > > genere di roba?
    > > >
    > > > Dove lo compro?
    > >
    > >
    > > MuahahahahahhaA bocca aperta Grandissimo...A bocca aperta
    > >
    > > E comunque un gioco così sarebbe davvero
    > > strafigo!!
    > Inizia a collegare il tuo di cervello (se lo
    > trovi) al 220A bocca aperta

    l'ho fatto, ma è scattato il salvalavita pravettoni!Triste
    non+autenticato
  • ... non c'è molto da scherzare in realtà... la questione è seria.

    Cosa succede quando un bambino piccolo vi vede battere le mani? Cercherà di imitarvi.
    E cosa succede quando un bambino piccolo vi vede fare le boccacce? Cercherà di imitarvi!
    ...
    ...
    I bambini sono come delle spugne che assorbono tutti i comportamenti e gli atteggiamenti che incontrano.

    Anche gli adulti assorbono, meno facilmente ma assorbono anche loro.
    Fra bambino e adulto ci sono tutte le fasi intermedie con i diversi gradi di influenzabilità.

    Mi pare intelligente prestare attenzione a ciò che ci circonda e, inevitabilmente, ci influenza.
    Certo si può discutere sui metodi di gestione del problema, ma il problema esiste eccome.
    Tutto quello che vediamo ci influenza (i pubblicitari lo sanno molto bene), è importante scegliere oculatamente cosa vedere.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Antuan
    > Non sono del tutto d'accordo, ragà. Nei giochi
    > che conosciamo, i giochi cosiddetti violenti, cmq
    > ci sono i cattivi che sparano e ammazzano e i
    > buoni che si difendono, squartando e sfracellando
    > parimenti.

    Parimenti no, molto di piu!!!!
    In questi giochi dove tu dici che ci sono i buoni, essi sono l'apocalisse, ammazzano qualsiasi cosa si muova!

    > Se ho capito bene, invece, in questo
    > gioco con le prostitute, le ragazze le prendono e
    > basta...e più ne colpisci più punti fai.

    Hai capito male. In questo gioco, che dovresti almeno vedere per giudicare, CHIUNQUE tu colpisca puo' darti del denaro.
    Strano? No, se noti, nei videogiochi da 30 anni a questa parte, quando ammazzi qualcuno o qualcosa, ti arriva una ricompensa.
    Pedoni e prostitute sono coerenti con il ruolo che hanno nel gioco, non ti sparano contro missili ma scappano o muoiono.
    I criminali e la polizia invece rispondono al fuoco.

    > Allora a
    > sto punto mettiamo su un gioco con uomini che
    > picchiano le mogli, padri che frustano i figli,
    > bavosi che toccano i bambini, sperimentatori che
    > mettono la 220 nel cervello aperto dei gatti
    > vivi..

    E perche? Ti sembra che tra un gioco ironico e truculento quale e' GTA ed un gioco sadico il passo sia cosi' breve?
    Ti trovo miope. Perche' GTA e' esagerato e chiassoso, come un film splatter, non e' un fimino morboso di gente torturata.
    C'e' un abisso.
    Capito la differenza? Quindi "a sto punto" niente.

    Che poi non ti piaccia lo splatter, ok, a ognuno il suo.
    non+autenticato
  • Interessante.
    Hanno trovato un altro modo per sfuttare la prostituzione?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Interessante.
    > Hanno trovato un altro modo per sfuttare la
    > prostituzione?
    :DDDDDDDD
    non+autenticato
  • :(

    è ora di finirla con queste cavolate sui videogiochi...
    "sono giochi violenti"... "non adatti ai bambini"... "istigano alla violenza"...
    Infatti c'è un bollino sulla confezione che ne vieta la vendita ai piu' piccoli. Chi li compra dovrebbe essere abbastanza maturo per sapere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato!!!
    fossimo ancora nel 92 o negli anni in cui i videogiochi risultavano come novità ancora ancora, ma per conto mio questa fase è già stata superata da parecchio...
    ora vi lascio... vado a giocare a GTA!!!!

    ciao, Xavio
    non+autenticato
  • Quando avevo 14 anni mi pare che Doom fosse vietato ai minorenni perché "violento"... e infatti ho preso il computer apposta per giocare a Doom. Pensi che i miei genitori abbiano controllato che sulla custodia ci fosse il bollino? Ops infatti me l'ero fatto dare su una "copia di backup" da 4 dischetti... niente custodia Sorride
    E anche vedendomi giocare a Doom credi che mia mamma abbia pensato che potevo diventare un killer giocando a quei giochi violenti? Forse in effetti non approvava più di quel tanto, ma credo che quando in una famiglia ci sia dialogo e soprattutto educazione un bambino possa giocar a tutti i giochi violenti esistenti per computer ed essere comunque un vero angelo nella vita reale, come nel mio caso Occhiolino

    Il fatto é che a molti bambini piacciono appunto i giochi violenti e cercano di convincere i genitori a tutti i costi pur di averli.

    Tutto questo scalpore mediatico è pura pubblicità o politica. E' inutile.

    E poi sinceramente se fossi un australiano, anziché comprare la nuova versione di GTA che non permette di applicare il patch scaricherei quella "originale" piratata.

    Comunque complimenti alle professioniste per essersi svegliate quando GTA é fuori da anni. Non era meglio che reclamavano subito dopo l'uscita del gioco?

    Ormai il danno é fatto, molti hanno giocato al gioco ed é inutile censurare una cosa della quale quasi tutti hanno già fruito.

    Probabilmente, siccome in USA va di moda denunciare e chiedere ingenti somme di risarcimento danni, era tutto pianificato. Più gente ha fruito del gioco e maggiori saranno i danni morali alle professioniste.

    Come per i brevetti, meglio aspettare che mezzo mondo li abbia violati per poi andare a denunciarli uno per uno.

    Il puritanismo, in fondo, è tutto business.

  • - Scritto da: xuneel
    > Quando avevo 14 anni mi pare che Doom fosse
    > vietato ai minorenni perché "violento"... e
    > infatti ho preso il computer apposta per giocare
    > a Doom. Pensi che i miei genitori abbiano
    > controllato che sulla custodia ci fosse il
    > bollino? Ops infatti me l'ero fatto dare su una
    > "copia di backup" da 4 dischetti... niente
    > custodia Sorride
    > E anche vedendomi giocare a Doom credi che mia
    > mamma abbia pensato che potevo diventare un
    > killer giocando a quei giochi violenti? Forse in
    > effetti non approvava più di quel tanto, ma credo
    > che quando in una famiglia ci sia dialogo e
    > soprattutto educazione un bambino possa giocar a
    > tutti i giochi violenti esistenti per computer ed
    > essere comunque un vero angelo nella vita reale,
    > come nel mio caso Occhiolino
    >
    > Il fatto é che a molti bambini piacciono appunto
    > i giochi violenti e cercano di convincere i
    > genitori a tutti i costi pur di averli.
    >
    > Tutto questo scalpore mediatico è pura pubblicità
    > o politica. E' inutile.
    >
    > E poi sinceramente se fossi un australiano,
    > anziché comprare la nuova versione di GTA che non
    > permette di applicare il patch scaricherei quella
    > "originale" piratata.
    >
    > Comunque complimenti alle professioniste per
    > essersi svegliate quando GTA é fuori da anni. Non
    > era meglio che reclamavano subito dopo l'uscita
    > del gioco?
    >
    > Ormai il danno é fatto, molti hanno giocato al
    > gioco ed é inutile censurare una cosa della quale
    > quasi tutti hanno già fruito.
    >
    > Probabilmente, siccome in USA va di moda
    > denunciare e chiedere ingenti somme di
    > risarcimento danni, era tutto pianificato. Più
    > gente ha fruito del gioco e maggiori saranno i
    > danni morali alle professioniste.
    >
    > Come per i brevetti, meglio aspettare che mezzo
    > mondo li abbia violati per poi andare a
    > denunciarli uno per uno.
    >
    > Il puritanismo, in fondo, è tutto business.

    quoto tutto, specialmente l'ultima frase
    non+autenticato
  • Non è per niente vero!!!
    Io da piccolo guardavo Goldrake e ora vado in giro a lanciare alabarde spaziali.
    Come la mettiamo?
    non+autenticato
  • hai perfettamente ragione!
    da quando giocai ad half life ogni volta che vado dal dottore porto sempre dietro il piede di porco

    - Scritto da: Anonimo
    > Non è per niente vero!!!
    > Io da piccolo guardavo Goldrake e ora vado in
    > giro a lanciare alabarde spaziali.
    > Come la mettiamo?
    non+autenticato

  • > Io da piccolo guardavo Goldrake e ora vado in
    > giro a lanciare alabarde spaziali.

    Mio cugino guardava Kenshiro e una volta ha fatto scoppiare la testa a uno con una ditata.
    non+autenticato
  • > Io da piccolo guardavo Goldrake e ora vado in
    > giro a lanciare alabarde spaziali.
    > Come la mettiamo?

    Ma dove le compri??? Io faccio una fatica bestia a trovarle...
    non+autenticato
  • Io invece da piccolo vedevo sempre Arsenio Lupin e ho imparato molto da lui. Rubo sempre ! hihihihihihi A bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)