Untrusted/ Nei Mac pulsa il TPM

di Alessandro Bottoni - Sì, anche le Mele sono blindate, come molti dei nuovi e quasi tutti i futuri PC. Per ora, però, Apple ha scelto un'applicazione morbida delle tecnologie di trusted computing

Untrusted/ Nei Mac pulsa il TPMRoma - Prima di iniziare a scrivere questo articolo ho controllato la documentazione ufficiale sul sito di Apple. Le schede descrittive dei nuovi Mac, sia portatili che da tavolo, non riportano ancora nessun cenno alla tecnologia Trusted Computing. Anche la ricerca dei termini Trusted Computing, TPM e Infineon all'interno di www.apple.com restituisce 0 risultati.

Questo non dovrebbe sorprendere, visto che Apple sembra avere messo in atto da almeno due anni una precisa strategia di segretezza riguardo a questo scottante argomento. Ad esempio, quando sono stati forniti ai primi programmatori MacIntel i loro kit di sviluppo (dei normali PC debitamente modificati ed il relativo software), è stato imposto loro di firmare un apposito NDA (Non-Disclosure Agreement) che vietava loro di divulgare qualunque informazione a questo proposito. Solo pochi giorni fa, Apple ha chiesto ed ottenuto che venisse chiuso un sito web (Win2OSX) colpevole di avere fornito informazioni utili a crackare il Fritz Chip (TPM) che viene utilizzato per impedire installazione di Mac OS X sui comuni PC. Nello stesso momento, Apple è anche riuscita ad ottenere che venissero eliminati i link che da alcuni siti americani, come http://www.osx86project.org/, mandavano al sito di Maxxuss, l'hacker responsabile del crack. Insomma, sembra che Apple abbia deliberatamente scelto la via della security-through-obscurity, anche se questo approccio alla sicurezza è notoriamente fallimentare (come dimostrano i ripetuti crack di Maxxuss).

Ma come stanno effettivamente le cose? I nuovi Macintosh su architettura Intel sono da considerarsi delle macchine Trusted Computing a tutti gli effetti? Questa tecnologia viene usata solo per impedire l'uso di Mac OS X sui comuni PC o viene usata anche come fondamento per nuove tecnologie di controllo (DRM e simili)? Come è possibile che una tecnologia ritenuta da molti osservatori del tutto inviolabile sia stata crackata 3 o 4 volte in un anno? I nuovi Mac differiscono dai comuni PC solo per la presenza dei TPM od anche per altre caratteristiche? A dispetto della politica di segretezza di Apple, è abbastanza facile rispondere a queste domande.
Alla prima domanda, possiamo rispondere in questo modo: "sì" e "no". I Mac basati su architettura Intel fanno effettivamente uso di un Fritz Chip (più esattamente un TPM 1.2 di Infineon) per impedire che il sistema operativo Mac OS X venga installato abusivamente sui normali PC. La presenza dei TPM sui MacIntel è ampiamente documentata sia dai siti di alcuni sviluppatori che dalle schede descrittive di alcuni distributori Apple ed è quindi fuori di dubbio. I nuovi MacIntel devono quindi essere considerati macchine Trusted Computing a tutti gli effetti, anche se il sistema operativo ed il software applicativo ancora non utilizzano le funzionalità offerte da questa tecnologia.

Si può rispondere facilmente anche alla seconda domanda: le funzionalità offerte dal TPM, in questo momento, non vengono usate per nessun'altra applicazione o, quanto meno, non se ne ha notizia. Ad esempio, non vengono sfruttate né per proteggere dalla copia abusiva il software applicativo (Quark Xpress, Adobe Photoshop etc.) né per proteggere dalla copia abusiva i contenuti multimediali (Film o musica comprata su iTunes). Questo però non vuol assolutamente dire che questo non succederà mai.

Come abbiamo già detto, i nuovi MacIntel sono macchine Trusted Computing a tutti gli effetti. Il TPM Infineon che montano sulle loro motherboard è un Fritz Chip perfettamente funzionante. A dispetto di quello che si dice in alcuni circoli, questo chip non è "castrato" in nessun modo.

Anche il supporto software fornito da Mac OS X è più che sufficiente per usare la sottostante piattaforma hardware per tutti gli scopi per cui è stata creata (e, in ogni caso, sostituire il software è sempre possibile). Di conseguenza, l'attuale libertà di cui godono gli utenti Apple è solo l'effetto di una scelta deliberata di Apple e dei produttori di software e di contenuti. Non c'è nulla, né a livello hardware né a livello software, che impedisca a queste aziende di cambiare idea nel prossimo futuro.

Il fatto che Apple non stia sfruttando a fondo le possibilità offerte dal TPM ci permette anche di rispondere alla terza domanda. Infatti, è proprio l'uso limitato delle funzionalità Trusted Computing che spiega perchè questo tipo di protezione sia già stato violato almeno tre volte da quando Mac OS X per Intel è stato reso disponibile.

Il punto su cui bisogna focalizzare la propria attenzione è quello dell'identità: Mac OS X si limita a verificare la presenza del TPM, di qualunque TPM. Per questo è sufficiente emulare via software un TPM generico per ingannare Mac OS X e fargli credere di trovarsi su un prezioso MacIntel portatile da oltre 2000 euro mentre in realtà sta girando su un miserabile PC cinese da 900 euro acquistato in saldo alla Coop. Se Mac OS X si prendesse la briga di controllare che il TPM sia un vero TPM, e non un emulatore software, questo attacco non potrebbe funzionare.

Molto probabilmente, Apple ha deciso di non fare una verifica così approfondita sulla reale identità del TPM per ragioni "politiche". Per controllare che un certo TPM sia proprio il TPM di un vero MacIntel, e non un emulatore software od il TPM di un comune PC, è necessario rilevare il suo identificatore univoco (la Endorsement Key) e confrontarlo con quelli dei TPM prodotti da Infineon per Apple. Le Endorsement Key dei TPM devono quindi essere memorizzate al momento della produzione in un apposito database centrale (che deve essere mantenuto inaccessibile ai cracker). In seguito, Mac OS X deve effettuare un confronto di qualche tipo con il contenuto di questo database, presumibilmente grazie ad una connessione ad Internet. Apple deve avere pensato che pretendere che gli utenti si collegassero ad Internet e si lasciassero identificare in questo modo, palesemente in contrasto con qualunque logica di privacy, fosse eccessivo e politicamente pericoloso. Si può solo apprezzare la saggezza di questa decisione.

Questo però ci porta ad un'altra considerazione: se Apple manterrà la sua decisione di non memorizzare le Endorsement Key dei TPM montati sulle sue macchine, dovrà aggiungere qualche altro elemento hardware proprietario ai MacIntel per impedire che Mac OS X venga installato sui PC. A partire dal 2006, infatti, praticamente tutti i PC prodotti nel mondo monteranno il loro bravo TPM e saranno quindi indistinguibili dai MacIntel. Questo ci permette di rispondere anche all'ultima domanda: in questo momento i MacIntel differiscono dai comuni PC solo per il TPM ma difficilmente questa situazione potrà restare immutata a lungo.

Se Apple deciderà effettivamente di inserire qualche altro elemento di differenziazione nella architettura dei MacIntel sarà molto, molto difficile sostenere che il TPM è stato inserito nella nuova architettura hardware di Apple solo per impedire l'installazione di Mac OS X sui PC. A quel punto diventerà chiaro che il TPM non serve assolutamente a questo scopo e la sua presenza è dovuta, in realtà, al desiderio di usare le potenzialità del Trusted Computing per la costruzione di sistemi DRM di seconda generazione. iTunes, da solo, giustificherebbe completamente questa scelta.

In conclusione, i nuovi Mac sono sicuramente delle Rolls-Royce, degne della migliore tradizione Apple, ma sembra che le chiavi di queste meraviglie stiano già scivolando dalle mani del fortunato cliente a quelle di qualcun altro.

Alessandro Bottoni
http://laspinanelfianco.wordpress.com/


Le precedenti release di "Untrusted" sono qui
TAG: apple
289 Commenti alla Notizia Untrusted/ Nei Mac pulsa il TPM
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://lameladinewton.it/computer/mac/apple/macint

    al di là delle imprecisoni (Palladuim non è il nome della tecnologia, ma l'implementazione che ne farà MS) mi pare che l'abbiano detta un po' tutti sta cosa...

    bye
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://lameladinewton.it/computer/mac/apple/macint

    infatti ha cannato xke palladium non c'entra una mazza
    non+autenticato
  • Ovvero come scrivere 7000 battute di supposizione basate su cose che potrebbero esserci, ma non ci sono, e chissà perché, e chissà per come...

    La conclusione? Il nulla, ovvero Apple non utilizza alcun TPM nonostante l'architettura delle sue macchine lo consenta.

    Il motivo? Ad Apple non interessa blindare un bel niente, se non il fatto che il proprio sistema giri solo sulle proprie macchine.

    La conclusione "vera"? Apple potrebbe implementare il TPM nella prossima versione di MacOSX, così da tagliare definitvamente le gambe ai tentativi di crack (e nient'altro)

    bye
    non+autenticato
  • > La conclusione "vera"? Apple potrebbe
    > implementare il TPM nella prossima versione di
    > MacOSX, così da tagliare definitvamente le gambe
    > ai tentativi di crack (e nient'altro)

    ma e' quello che dicono tutti i produttori di software!!!

    gia apple ha annunciato che potrebbe chiudere il progetto darwin perche' questo aiuta a craccare i suoi sistemi
    bella scoperta
    come se col codice chiuso sia impossibile
    o piu' difficile
    in realta' la mossa di passare ad x86 la espone alla concorrenza vera
    e al delirio che il mondo x86 rappresenta
    e allora si corre ai ripari
    in che modo?
    chiudendo e blindando.
    ma il lock in non e' mai una buona politica
    se apple ritiene che il suo hw e sw siano migliori, che sfidi tutti apertamente
    dovrebbe credere che mettendo un altro OS sul proprio HW o il proprio OS su hw di terze parti cmq ne uscirebbe vincitrice
    non lo fa
    e questo mi da da pensare
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > La conclusione "vera"? Apple potrebbe
    > > implementare il TPM nella prossima versione di
    > > MacOSX, così da tagliare definitvamente le gambe
    > > ai tentativi di crack (e nient'altro)
    >
    > ma e' quello che dicono tutti i produttori di
    > software!!!
    >

    non ho letto prese di posizione ufficiali dei produttori di sw riguardo alle versioni per mac...ma forse puoi indicarci qualche link in merito

    > gia apple ha annunciato che potrebbe chiudere il
    > progetto darwin perche' questo aiuta a craccare i
    > suoi sistemi

    dato che non è ancora stato deciso nulla il condizionale è d'obbligo

    ehm apple sviluppa 1 solo OS...


    > bella scoperta
    > come se col codice chiuso sia impossibile
    > o piu' difficile

    meno facile no?

    > in realta' la mossa di passare ad x86 la espone
    > alla concorrenza vera

    e negli ultimi 20anni non c'era concorrenza? allora a causa di chi è finita al 3% di mercato?

    detta così è una frase infelice la tua.

    > e al delirio che il mondo x86 rappresenta

    mah veramente è da 7 anni che deve fare i conti con queste cose...


    > e allora si corre ai ripari

    ripari?


    > in che modo?
    > chiudendo e blindando.

    veramente da quando esiste os X le parti colsed sono sempre rimaste tali...darwin non è os x.

    > ma il lock in non e' mai una buona politica

    se il prodotto è mio e non ho tipi di licenze che mi obbligano a rendelo pubblico...dove sta il problema etico e morale?

    > se apple ritiene che il suo hw e sw siano
    > migliori, che sfidi tutti apertamente

    non è questo il problema....inoltre l'hw è standard...x cui l'unica sfida è con win...


    > dovrebbe credere che mettendo un altro OS sul
    > proprio HW o il proprio OS su hw di terze parti

    visto che guadagna soldi vendendo hw + os mi pare normale che tuteli questa cosa.

    inoltre...visto che visibilmente non lo sai...sistemi terzi che possono bootare da efi possono venir installati...non è colpa di apple se win XP non va...ma vista si

    > cmq ne uscirebbe vincitrice
    > non lo fa
    > e questo mi da da pensare

    a me danno da pensare certe sparare basate solo sull'emotività e non sulla conoscenza della materia.

    gli esami di riparazione non sono lontani
    non+autenticato

  • > > bella scoperta
    > > come se col codice chiuso sia impossibile
    > > o piu' difficile
    >
    > meno facile no?
    >

    mica tanto
    nel kernel di darwin tutta la parte di TPA non c'e'

    > > in realta' la mossa di passare ad x86 la espone
    > > alla concorrenza vera
    >
    > e negli ultimi 20anni non c'era concorrenza?
    > allora a causa di chi è finita al 3% di mercato?
    >

    a causa di sue colpe
    come la commodore e' sparita

    > > e al delirio che il mondo x86 rappresenta
    >
    > mah veramente è da 7 anni che deve fare i conti
    > con queste cose...
    >

    si ma non direttamente nella tana del leone montando una cpu dello stesso tipo

    > > in che modo?
    > > chiudendo e blindando.
    >
    > veramente da quando esiste os X le parti colsed
    > sono sempre rimaste tali...darwin non è os x.
    >

    darwin non ee' osx infatto
    pero' hanno gia provato a dire che li danneggia
    perche' se non sono la stessa cosa?

    > > ma il lock in non e' mai una buona politica
    >
    > se il prodotto è mio e non ho tipi di licenze che
    > mi obbligano a rendelo pubblico...dove sta il
    > problema etico e morale?
    >

    non parlo di darwin e della licenza BSD che mi trova perfettamente d'accordo
    parlo del lock in HW sulla piattaforma
    come faceva IBM coi mainframe
    e' una politica che costringe il cliente a non uscire mai dal giro

    > > se apple ritiene che il suo hw e sw siano
    > > migliori, che sfidi tutti apertamente
    >
    > non è questo il problema....inoltre l'hw è
    > standard...x cui l'unica sfida è con win...
    >

    non proprio
    perche' OSX non si puo' installare su tutto l'hw x86 esistente liberamente?

    > > dovrebbe credere che mettendo un altro OS sul
    > > proprio HW o il proprio OS su hw di terze parti
    >
    > visto che guadagna soldi vendendo hw + os mi pare
    > normale che tuteli questa cosa.
    >

    lo era finche aveva una piattaforma proprietaria
    ora non ce l'ha piu'
    allora per quale motivo dovrei comprare un mac?
    per l'os e basta?

    > inoltre...visto che visibilmente non lo
    > sai...sistemi terzi che possono bootare da efi
    > possono venir installati...non è colpa di apple
    > se win XP non va...ma vista si
    >

    lo so

    > a me danno da pensare certe sparare basate solo
    > sull'emotività e non sulla conoscenza della
    > materia.
    >
    > gli esami di riparazione non sono lontani

    secondo me apple ha fatto un'operazione rischiosa a lungo termine
    perche' ha perso esclusivita
    sicuramente in questo momento non si parla di altro che di macosx su x86 non apple
    ma lo zoccolo duro sono sempre stati quello che sceglievano apple per la sua unicita
    non+autenticato
  • un po sempliciotta come argomentazione


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > bella scoperta
    > > > come se col codice chiuso sia impossibile
    > > > o piu' difficile
    > >
    > > meno facile no?
    > >
    >
    > mica tanto
    > nel kernel di darwin tutta la parte di TPA non
    > c'e'
    >
    > > > in realta' la mossa di passare ad x86 la
    > espone
    > > > alla concorrenza vera
    > >
    > > e negli ultimi 20anni non c'era concorrenza?
    > > allora a causa di chi è finita al 3% di mercato?
    > >
    >
    > a causa di sue colpe
    > come la commodore e' sparita
    >
    > > > e al delirio che il mondo x86 rappresenta
    > >
    > > mah veramente è da 7 anni che deve fare i conti
    > > con queste cose...
    > >
    >
    > si ma non direttamente nella tana del leone
    > montando una cpu dello stesso tipo
    >
    > > > in che modo?
    > > > chiudendo e blindando.
    > >
    > > veramente da quando esiste os X le parti colsed
    > > sono sempre rimaste tali...darwin non è os x.
    > >
    >
    > darwin non ee' osx infatto
    > pero' hanno gia provato a dire che li danneggia
    > perche' se non sono la stessa cosa?
    >
    > > > ma il lock in non e' mai una buona politica
    > >
    > > se il prodotto è mio e non ho tipi di licenze
    > che
    > > mi obbligano a rendelo pubblico...dove sta il
    > > problema etico e morale?
    > >
    >
    > non parlo di darwin e della licenza BSD che mi
    > trova perfettamente d'accordo
    > parlo del lock in HW sulla piattaforma
    > come faceva IBM coi mainframe
    > e' una politica che costringe il cliente a non
    > uscire mai dal giro
    >
    > > > se apple ritiene che il suo hw e sw siano
    > > > migliori, che sfidi tutti apertamente
    > >
    > > non è questo il problema....inoltre l'hw è
    > > standard...x cui l'unica sfida è con win...
    > >
    >
    > non proprio
    > perche' OSX non si puo' installare su tutto l'hw
    > x86 esistente liberamente?
    >
    > > > dovrebbe credere che mettendo un altro OS sul
    > > > proprio HW o il proprio OS su hw di terze
    > parti
    > >
    > > visto che guadagna soldi vendendo hw + os mi
    > pare
    > > normale che tuteli questa cosa.
    > >
    >
    > lo era finche aveva una piattaforma proprietaria
    > ora non ce l'ha piu'
    > allora per quale motivo dovrei comprare un mac?
    > per l'os e basta?
    >
    > > inoltre...visto che visibilmente non lo
    > > sai...sistemi terzi che possono bootare da efi
    > > possono venir installati...non è colpa di apple
    > > se win XP non va...ma vista si
    > >
    >
    > lo so
    >
    > > a me danno da pensare certe sparare basate solo
    > > sull'emotività e non sulla conoscenza della
    > > materia.
    > >
    > > gli esami di riparazione non sono lontani
    >
    > secondo me apple ha fatto un'operazione rischiosa
    > a lungo termine
    > perche' ha perso esclusivita
    > sicuramente in questo momento non si parla di
    > altro che di macosx su x86 non apple
    > ma lo zoccolo duro sono sempre stati quello che
    > sceglievano apple per la sua unicita
    non+autenticato
  • >I nuovi MacIntel devono quindi essere considerati
    >macchine Trusted Computing a tutti gli effetti, anche
    >se il sistema operativo ed il software applicativo
    >ancora non utilizzano le funzionalità offerte da questa
    >tecnologia.

    Parafrasando:
    "chi compra un coltello è da considerarsi un assassino a tutti gli effetti, anche se il coltello lo usa per affettare il pane, e non per ammazzare le persone"

    Ma mi faccia il piacere!!!

    Apple NON FA PARTE del TCG e con questo ho detto tutto... poi se volete fare scalpore con un argomento "che tira", fate pure, ma tanto valeva farlo sei mesi fa, visto che il chip fritz era già instalato sui Developer kit... certo, forse sei mesi fa se ne parlava meno e la notizia avrebbe fatto meno scalpore...

    non+autenticato

  • Ma non si era sbandierato a destrra e manca che era uno unix like, che il sorgente del kernel era disponibile, bla bla?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > era uno unix like, che il sorgente del kernel era
    > disponibile, bla bla?


    tu fai parte di quelli che non ne sanno una cippa ma parlano lo stesso, vero ? Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > era uno unix like, che il sorgente del kernel era
    > disponibile, bla bla?

    Sì, con licenza BSD, non GPL.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > > era uno unix like, che il sorgente del kernel
    > era
    > > disponibile, bla bla?
    >
    > Sì, con licenza BSD, non GPL.

    Si e la BSD è molto meno restrittiva della GPL, io ogni caso i fatto che sia aperto ha reso possibile l'hacking di Maxxuss
    non+autenticato

  • > Si e la BSD è molto meno restrittiva della GPL,
    > io ogni caso i fatto che sia aperto ha reso
    > possibile l'hacking di Maxxuss

    cazzate!
    o jobs ti paga per spargere queste stronzate
    o sei semplicemente stupido
    maxxuss come ogni buon cracker si studia il disassemblato del kernel VERO
    perche' non puo' sapere se il codice del kernel di darwin sia lo stesso del kernel apple
    ha trovato le debolezze, e poi col codice di darwin ha semplicemente ricompilato una versione patchata senza i controlli TPM o con l'emulazione SSE2 etc etc
    ma avrebbe potuto fare lo stesso facendo una patch del kernel originale
    per caso photoshop non e' mai stato craccato?
    eppure nessuno oltre adobe ha i sorgenti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > > era uno unix like, che il sorgente del kernel
    > era
    > > disponibile, bla bla?
    >
    > Sì, con licenza BSD, non GPL.

    Darwin non è rilasciato sotto BSd ma sotto una licenza specifica scritta da Apple e che nella prima versione fu oggetto di aspre critiche. Inoltre ci sono parti del kernel che non vengono rilasciate, indovina quali ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > era uno unix like, che il sorgente del kernel era
    > disponibile, bla bla?

    infatti così è... quindi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ma non si era sbandierato a destrra e manca che
    > > era uno unix like, che il sorgente del kernel
    > era
    > > disponibile, bla bla?
    >
    > infatti così è... quindi?

    Un bel patchone che disabilita tutto quanto?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Un bel patchone che disabilita tutto quanto?

    Hai scoperto il dilemma di Apple: rilasciare o non rilasciare?
    FDG
    10893
  • l'uomo migliora, la democrazia diventa solo il punto di partenza per una nuova coscienza.

    Internet diventa mezzo per amplificare i nostri bisogni di libertà e per accelelare il pensiero dell'uomo e quindi la sua crescita.

    Oggi è ancora possibile che la massa possa essere di nuovo governata?

    Possono le Major riportarci di nuovo in un sistema controllato?

    Possono rendere internet e la tecnologia in generale solo un altro sistema per il controllo dei consumi?


    Siamo ad un bivio epocale.

    L'uomo sarà ancora predisposto al controllo?

    Oppure siamo finalmente maturi per decidere da soli il nostro destino.



    ==================================
    Modificato dall'autore il 24/02/2006 21.06.59
    ND
    43

  • - Scritto da: ND
    > l'uomo migliora, la democrazia diventa solo il
    > punto di partenza per una nuova coscienza.
    >
    > Internet diventa mezzo per amplificare i nostri
    > bisogni di libertà e per accelelare il pensiero
    > dell'uomo e quindi la sua crescita.
    >
    > Oggi è ancora possibile che la massa possa essere
    > di nuovo governata?
    >
    > Possono le Major riportarci di nuovo in un
    > sistema controllato?
    >
    > Possono rendere internet e la tecnologia in
    > generale solo un altro sistema per il controllo
    > dei consumi?
    >
    >
    > Siamo ad un bivio epocale.
    >
    > L'uomo sarà ancora predisposto al controllo?
    >
    > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > soli il nostro destino.
    >
    >
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 24/02/2006 21.06.59


    yawn dibattito stantio...yawn
    non+autenticato

  • - Scritto da: ND
    >
    > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > soli il nostro destino.
    >

    Lo siamo sempre stati.

    Semplicemente, non ce lo lasciano fare. Punto.
    non+autenticato
  • > Oggi è ancora possibile che la massa possa essere
    > di nuovo governata?

    Certo.


    > Siamo ad un bivio epocale.
    >

    E abbiamo finito la benzina.

    > L'uomo sarà ancora predisposto al controllo?

    Come sempre.

    >
    > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > soli il nostro destino.

    Aahahahah. Sono convinto che la percentuale di invidivui "maturi per decidere da soli il proprio destino" non superi il 5% degli abitanti mondiali.

    >
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Oggi è ancora possibile che la massa possa
    > essere
    > > di nuovo governata?
    >
    > Certo.
    >
    >
    > > Siamo ad un bivio epocale.
    > >
    >
    > E abbiamo finito la benzina.
    >
    > > L'uomo sarà ancora predisposto al controllo?
    >
    > Come sempre.
    >
    > >
    > > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > > soli il nostro destino.
    >
    > Aahahahah. Sono convinto che la percentuale di
    > invidivui "maturi per decidere da soli il proprio
    > destino" non superi il 5% degli abitanti
    > mondiali.
    >
    > >
    te compreso
    non+autenticato
  • > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > soli il nostro destino.

    Per decidere bisogna informarsi, valutare e PENSARE, e il tipico abitante medio di questo pianeta di rincitrulliti non ha voglia di pensare, perchè pensare costa fatica (per non parlare poi di spendere energie nel tentativo di informarsi o di provare a capire), preferisce farsi prendere per il c***o, farsi dire cosa comprare, cose è bello o brutto e cosa è meglio fare, poi però quando finalmente si rende conto di averlo preso in quel posto (se, forse, un giorno se ne renderà conto) sarà oramai troppo tardi (per tutti)!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Oppure siamo finalmente maturi per decidere da
    > > soli il nostro destino.
    >
    > Per decidere bisogna informarsi, valutare e
    > PENSARE, e il tipico abitante medio di questo
    > pianeta di rincitrulliti non ha voglia di
    > pensare, perchè pensare costa fatica (per non
    > parlare poi di spendere energie nel tentativo di
    > informarsi o di provare a capire), preferisce
    > farsi prendere per il c***o, farsi dire cosa
    > comprare, cose è bello o brutto e cosa è meglio
    > fare, poi però quando finalmente si rende conto
    > di averlo preso in quel posto (se, forse, un
    > giorno se ne renderà conto) sarà oramai troppo
    > tardi (per tutti)!

    fine dello spot
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)