Speciale/ MP3? Metteteveli in tasca!

di M. Corazzi. Invadono le stazioni della metropolitana, le saune, i telegiornali, le auto, i nostri PC, le nostre case. No, non gli spam pubblicitari, gli MP3. Che si diffondono con la complicità di device sempre più evoluti

Speciale/ MP3? Metteteveli in tasca!Roma - La musica: linguaggio veramente universale. Fino agli inizi del secolo scorso (Marconi inventò la radio nel 1901) chi voleva ascoltarla doveva essere un musicista o potersi permettere un'orchestra personale; in seguito sono nati la radio a transistor, il walkman e l'autoradio, e di conseguenza la musica è diventata un fenomeno commerciale di massa, praticamente sempre a portata di mano, in ogni momento della giornata, anche in viaggio o durante le attività quotidiane, diventando per tanti praticamente un'ossessione (v. recente festivalone italiano).

Ma nel 2002 la moda dilagante è quella del digitale: foto, video e naturalmente audio. Nonostante i passi avanti fatti dal WMA di Microsoft, che cerca come sempre di imporre lento pede un proprio standard, MP3 rimane attualmente il formato più popolare.

Cos'è MP3? Per non saperlo si sarebbe dovuto evitare di leggere i giornali e guardare la televisione per gli ultimi tre anni. Cosa da non disprezzare, viste le idiozie spesso blaterate in quella sede su questioni come pirateria musicale, majors della musica che schiacciano in tribunale giovani hacker e su un programmino chiamato Napster. Tanto per la cronaca ormai Napster - ormai a server spenti - è stato soppiantato, nella classifica dei software di file-sharing più gettonati del Net, da Morpheus.
Per dirlo in due parole: MPEG Layer 3 è un formato di musica digitale che permette rapporti di compressione di 1:12. La dimensione di un brano compresso in MP3 è circa un dodicesimo di quella del brano in formato WAV. Chi vuole approfondimenti storici e tecnici può consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale del Fraunhofer Institut.

Nella pratica, il contenuto musicale di un CD (75 minuti/650 MB) compresso con buona qualità occupa circa 60 MB; un'approssimazione abbastanza grossolana (che ci tornerà utile nel seguito) è quella con cui 1 minuto di musica viene compresso in 1 MB. Ovviamente a parametri più piccoli - ossia, a bit-rate meno elevati - corrispondono MP3 più piccoli, ma di qualità inferiore. Per buona qualità s'intende in genere frequenza di campionamento di circa 44 kHz e bit rate di 128 Kbit/s. Ovviamente la compressione è lossy, ovvero a perdita d'informazione, ma quello che viene perduto, in genere, si trova a frequenze o intensità praticamente impercettibili dall'orecchio umano.

I meccanismi che stanno dietro a questo procedimento si basano sull'analisi in ambito frequenziale, sulla biometrica, su considerazioni di ridondanza dei due canali stereo, sull'algoritmo di compressione di Huffman e su alcuni teoremi importanti di teoria dei segnali: argomenti di cui la maggior parte dei fruitori abituali di musica MP3 non ha mai nemmeno lontanamente sentito parlare. Ciò non ha impedito ai player MP3 di proliferare e di invadere praticamente qualunque apparecchio elettronico.

Hanno iniziato qualche anno fa con i PC: software che si possono scaricare da Internet e installare su Desktop e Laptop (citiamo Nullsoft WinAmp e RealPlayer per Windows, e XMMS e FreeAmp per Linux).

Winamp - It really whips the lamers'ass!
Ormai si trovano funzioni MP3 in quasi tutti i più recenti impianti DVD da casa (Philips e Mustek, per citarne solo due). In questi dispositivi il supporto è il CD-ROM (più raramente il disco fisso): con i calcoli fatti prima possiamo aspettarci oltre 10 ore di musica su un normale CD.

Ma se la compressione ha senso è, principalmente, ai fini della portabilità. I requisiti sono quelli tradizionali di un oggetto che deve essere infilato nel taschino della giacca: minimo peso, minimo ingombro, larga autonomia, robustezza, ampia dotazione. Le funzionalità specifiche desiderabili sono: modalità di riproduzione continua, casuale e selettiva, visualizzazione degli ID3 Tag (ovvero titolo e autore del brano), preset di equalizzazione (pop, rock, jazz, classica...), ovviamente un controllo volume più "fine" possibile e magari uscite multiple per collegare contemporaneamente più cuffie. La caratteristica più importante è però la capacità di memoria che decide quanti brani potremo portare con noi, quella che si potrebbe definire "autonomia musicale".

I supporti che finora hanno raccolto maggiore successo sono essenzialmente due: le memorie digitali compatte (Compact Flash e Secure Digital) e i CD-ROM cui ora alcuni costruttori stanno affiancando anche hard disk dedicati e mini dischi ZIP. Va da sé che è indispensabile possedere anche un PC opportunamente configurato (porte USB, masterizzatore, software di encoding...).
TAG: hw
48 Commenti alla Notizia Speciale/ MP3? Metteteveli in tasca!
Ordina
  • Salve a tutti,
    sono un ingegnere elettronico ed un appassionato di auto e mi sto cimentando nella progettazione e
    realizzazione di un lettore mp3 per auto. Gradirei molto ricevere qualche
    vostro parere per migliorare il mio lavoro. Innanzitutto vorrei sapere
    quanti di voi sarebbero interessati ad un lettore mp3 per auto che si
    affianchi alla vostra autoradio -sia essa dotata di un lettore a cassette o
    di un lettore cd- e vi consenta di riprodurre files mp3 perturbando nel
    minor modo possibile l'estetica della vostra auto, ingombrando poco, che sia
    facile ed intuitivo da usare e che consenta, tramite una memoria a
    semiconduttore estraibile di caricare le proprie canzoni ? Quanto sareste
    disposti a spendere - escludendo il prezzo della memoria - per un oggetto di
    questo tipo ?Inoltre, ho pensato di implementare la gestione delle cartelle
    con profondità unitaria in modo tale da suddividere il browsing in due fasi
    distinte: nella prima fase viene scelta la cartella, nella seconda il file
    contenuto nella stessa: vi sembra una buona scelta ?
    Spero di non aver fatto un uso improprio di questo forum. Un grazie a quanti
    mi aiuteranno nel mio lavoro.
    non+autenticato
  • Invece dell'autoradio che legge solo mp3, prendete un lettore cd/mp3 e comprate anche la "finta cassetta" da inserire nel lettore dell'autoradio. A questo punto mettete la cassetta nell'autoradio, la collegate al lettore cd/mp3 e fate play... è una gran cosa!
    Poi se si usano i cd-rw ho massima flessibilità e minima spesa.
    non+autenticato
  • ...e minima qualità visto che riduci l'mp3 all'audio di un'audiocassetta.
    non+autenticato
  • a proposito della "finta cassetta": sai dirmi un sito o un catalogo dove comprarla (possibilmente a un prezzo umano)?
    la cerco disperatamente!

    ciao e grazie
    godz
    non+autenticato
  • La cassetta la vendono su www.soluzionimp3.com insieme ai loro lettori, forse te la vendono anche separatamente. (Costa 10 euro)
    non+autenticato
  • ti ringrazio.
    mi faccio subito un giro e magari scrivo qualche mail!

    ciao
    godz
    non+autenticato
  • Io avevo un Soul player komprato l'anno skorso via internet dal sito di easybuy2000.com, mi trovavo da dio, leggeva tutto, il firmware era upgradabile, ed era anke abbastanza leggero e pikkolo rispetto al cesso della waitec (tanky) o dell'olidata ke all'epoka si trovava in italia...
    Purtroppo poi l'è kaduto.. e fine della fiaba.
    Adesso son più propenso per l'acquisto di un lettore kon hd da 10/20 GB... tanto di mp3 ne ho parekki e cmq portare in giro i cd nn mi rende partikolarmente felice.
    Pekkato ke in italia a parte i soliti la scelta sia veramente irrisoria...
    e se nn si kompra direttamente dai produttori (o attraverso estenuanti ricerke su internet) la possibilità di risparmiare è poka...
    Quando faranno cards da 1GB e le venderanno a 100 mila allora i lettori mp3 più seri e kostosi saranno un buon acquisto, per adesso son ritrovati tecnologici "sfiziosi"...
    Byez
    non+autenticato
  • Puoi sempre ricomprarti il Soul, da www.soluzionimp3.com qui in ItaliaSorride
    non+autenticato
  • kkkkkkkkkkkk... ma non lo sai che esistono anche le lettere c e h?
    Non capisco che gusto ci sia a scrivere così... tra l'altro indisponi alla lettura!
    Mah!

    - Scritto da: akiro
    > Io avevo un Soul player komprato l'anno
    > skorso via internet dal sito di
    > easybuy2000.com, mi trovavo da dio, leggeva
    > tutto, il firmware era upgradabile, ed era
    > anke abbastanza leggero e pikkolo rispetto
    > al cesso della waitec (tanky) o dell'olidata
    > ke all'epoka si trovava in italia...
    > Purtroppo poi l'è kaduto.. e fine della
    > fiaba.
    > Adesso son più propenso per l'acquisto di un
    > lettore kon hd da 10/20 GB... tanto di mp3
    > ne ho parekki e cmq portare in giro i cd nn
    > mi rende partikolarmente felice.
    > Pekkato ke in italia a parte i soliti la
    > scelta sia veramente irrisoria...
    > e se nn si kompra direttamente dai
    > produttori (o attraverso estenuanti ricerke
    > su internet) la possibilità di risparmiare è
    > poka...
    > Quando faranno cards da 1GB e le venderanno
    > a 100 mila allora i lettori mp3 più seri e
    > kostosi saranno un buon acquisto, per adesso
    > son ritrovati tecnologici "sfiziosi"...
    > Byez
    non+autenticato
  • nn leggere e/o nn quotare il superfluo.
    'k?
    non+autenticato


  • - Scritto da: ch non k
    > kkkkkkkkkkkk... ma non lo sai che esistono
    > anche le lettere c e h?
    > Non capisco che gusto ci sia a scrivere
    > così... tra l'altro indisponi alla lettura!
    > Mah!
    >
    > - Scritto da: akiro
    > > Io avevo un Soul player komprato [...]

    Verissimo... probabilmente sarà un ragazzino che si crede un haKer, comunque anche il tuo modo di quotare i messaggi è alquanto indisponente: primo perchè è inutile quotare ciò che non serve (spreco...), secondo perchè in ofni caso si scrive "dopo" la quotatura (così come si risponde "dopo" le domande).

    ciao

    PS: e pensare che 5 o 6 anni fa tutti (o quasi) frequentatori della rete erano attenti a queste semplici regole di risparmio e di netiquette
    non+autenticato
  • > Verissimo... probabilmente sarà un ragazzino
    > che si crede un haKer,

    per karità... nn sono più un ragazzino e nn mi interessa fare l'hackero... mi interessa l'informatika.

    > comunque anche il tuo
    > modo di quotare i messaggi è alquanto
    > indisponente: primo perchè è inutile quotare
    > ciò che non serve (spreco...), secondo
    > perchè in ofni caso si scrive "dopo" la
    > quotatura (così come si risponde "dopo" le
    > domande).

    giusto

    > PS: e pensare che 5 o 6 anni fa tutti (o
    > quasi) frequentatori della rete erano
    > attenti a queste semplici regole di
    > risparmio e di netiquette

    e la netiquette non parla delle "k" o meglio dello stile della skrittura, ed una kosa ke rikordo è ke nn bisogna evitare inutili battibekki, tra l'altro la "storia delle k" sarebbe [OT]

    byez
    non+autenticato


  • - Scritto da: akiro
    > > Verissimo... probabilmente sarà un
    > > ragazzino
    > > che si crede un haKer,
    >
    > per karità... nn sono più un ragazzino e nn
    > mi interessa fare l'hackero... mi interessa
    > l'informatika.

    OK...
    l'uso delle k è comunque indisponente
    (solitamente usato dai lurker)

    Personalmente ti consiglio di evitarlo perchè dà fastidio ai più

    ciao
    non+autenticato
  • > Personalmente ti consiglio di evitarlo
    > perchè dà fastidio ai più

    pensa ke a me da fastidio quando si danno dei giudizi afrettati alle persone...
    e quando su internet si usano dei "toni" fuori luogo, gente ke si krede Dio (o poko meno)...

    kissà poi da dove viene tutto quest'odio per la 'k'
    byez
    non+autenticato


  • - Scritto da: akiro
    [CUT]

    > kissà poi da dove viene tutto quest'odio per
    > la 'k'
    > byez

    da dove viene l'odio per le 'k'? be'...

    1. sembra di stare a parlare con un ragazzino, anche se magari non è così
    2. in ogni caso la lettura è indisponente. insomma, non stiamo certo mandando SMS: non abbiamo limitazioni di spazio (finché i De Andreis non ci buttano fuori a calci), quindi non esiste un motivo pratico quale potrebbe essere quello di risparmiare pochi bytes
    3. si rischia -e questa è la cosa più grave, ricordo di avertelo già scritto- di perdere il contenuto dell'intervento, andando sempre a finire in stupide crociate contro le 'k', esattamente come questa. capisci? a nessuno purtroppo importa quello che hai scritto, perché sono troppo occupati a guardare /come/ l'hai scritto.
    ed è un peccato.

    ciao
    godz
    non+autenticato
  • Ciao,
    io ho comprato lo SlimX da www.soluzionimp3.com ed è davvero un lettore bellissimo!
    Fra l'altro quelli di soluzionimp3 hanno anche tradotto il manuale; meno male, io (purtroppo) capisco poco di inglese.
    non+autenticato
  • Anche io ho comprato l'Iriver Imp-350 da SoluzioniMP3.com: lo attendo per domaniSorride
    Ho scelto un lettore di cd perche' ho e compro cd originali. I cd degli amici li masterizzo se voglio sentirli a casa o li copiavo su cassetta per sentirli in macchina.
    Stanco delle cassettine ho deciso di passare al digitale e un lettore cd/mp3 mi e' sembrata la scelta piu' congeniale, cosi' non sono obbligato a "rippare" tutta la musica che possiedo.
    Cercando su internet lo SlimX risulta il migliore: il prezzo e' alto, ma si tratta del top dei top

    non+autenticato
  • ma ce n'è qualcuno (magari tutti e non lo so) che supporta, oltre l'mp3 anche l'oggvorbis?
    non chiedetemi perchè.
    chi sa la differenza capisce,
    chi non la sa non capirebbe (non perchè è stupido, ma perchè è il solito discorso sulla libertà)
    non+autenticato
  • > ma ce n'è qualcuno (magari tutti e non lo
    > so) che supporta, oltre l'mp3 anche
    > l'oggvorbis?

    Nessuno, ad oggi. Pero` quelli con firmware aggiornabile potrebbero supportarlo in futuro.

    Pare esista gia` una versione del firmware dell'Iomega HipZip, che pero` non e` per nulla un buon acquisto, sia perche` Iomega, sia perche` utilizza delle cartucce da 40MByte proprietarie, sia perche` pare che lo stiano per mettere fuori produzione.


    > non chiedetemi perchè.
    > chi sa la differenza capisce,
    > chi non la sa non capirebbe (non perchè è
    > stupido, ma perchè è il solito discorso
    > sulla libertà)

    Scusami, ma non sono per niente d'accordo. Argomento nel seguito.


    Dall'articolo:

    "Appare piuttosto improbabile che un formato audio di nuova concezione sbaragli MP3 nel breve termine: qualità, rapporto di compressione e solidità di uno standard de facto per la musica digitale non si rivoluzionano da un giorno all'altro,"

    Verissimo, ma non abbiamo fretta. :^)


    "Inoltre i formati audio che sono allo studio attualmente sono tenuti sotto stretto controllo dalle majors della musica, da enti di certificazione del diritto d'autore e da tanti burocrati che hanno solo interesse che non siano riproducibili e copiabili, orpelli senza alcun contenuto tecnologico che il pubblico rifiuta epidermicamente e che non ne favoriranno di certo la diffusione."

    Bisogna notare che MP3, anche se non incorpora meccanismi di protezione dalla copia, e` comunque soggetto a brevetti che ne mineranno presto la diffusione, oltre a essere tecnologicamente obsoleto.

    E veniamo a Ogg Vorbis: i vantaggi non sono solo sulla licenza (Free Software), Vorbis e` di migliore qualita` a parita` di dimensioni, e di dimensioni minori a parita` di qualita`.

    http://www.vorbis.com/

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)