Supercomputer, nuovo monster giapponese

Il Giappone ha appena acceso l'interruttore di un nuovo supercomputer che, grazie soprattutto alla tecnologia Blue Gene di IBM, riporta la nazione del Sol Levante al quarto posto della classifica Top500

Tsukuba(Giappone) - Con un nuovo supercomputer capace di macinare 59 trilioni di calcoli in virgola mobile al secondo (TFLOPS), il Giappone torna a scalare posizioni nella classifica dei computer più potenti al mondo.

Il "cervellone", installato presso la sede giapponese dell'High Energy Accelerator Research Organization (KEK), è composto da un sistema di Hitachi da 2,15 TFLOPS e da un sistema Blue Gene di IBM da 57,3 TFLOPS. La potenza aggregata, di poco superiore a 59 TFLOPS, pone il nuovo supercomputer giapponese al quarto posto della classifica Top500.

Il KEK utilizzerà le nuove risorse di calcolo per compiere ricerche nel campo delle particelle elementari e della fisica nucleare. Il supercomputer verrà in seguito utilizzato anche per altri progetti proposti dalla comunità accademica giapponese.
Circa un paio d'anni fa il Sol Levante, grazie al sistemone Earth Simulator di NEC, aveva dominato ben 5 edizioni della classifica Top500. Verso la fine del 2004 gli Stati Uniti sono però riusciti a riappropriarsi della posizione di vertice con il Blue Gene/L di IBM. Da allora l'Earth Simulator è scivolato sempre più giù in classifica, sopravanzato da nuovi monster di IBM, SGI e Cray.
TAG: ricerca, hw
55 Commenti alla Notizia Supercomputer, nuovo monster giapponese
Ordina
  • Qualcuno sa che sistema operativo ci gira sopra? Roba proprietaria IBM tipo mainframe o cosa?

    Di sicuro non windows Con la lingua fuori

    (pinguazzo che non ce lo vede xp nel tritaclock)
  • Un bell'ubuntu (e cosa se no)! A bocca aperta   A bocca aperta   A bocca aperta

    Troll occhi di fuori Troll occhi di fuori Troll occhi di fuori
    non+autenticato
  • se vuoi leggiti la mia presentazione
    non+autenticato
  • finalmente tra un anno o due anche noi italioti potremo fare cluster pagandoli naturalmente dieci volte più di tutti gli altri

    sembra infatti che il longhorn server di zio billo
    forse permetterà finalmente cluster windows scalando fino alla bellezza di 128 nodi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > finalmente tra un anno o due anche noi italioti
    > potremo fare cluster pagandoli naturalmente dieci
    > volte più di tutti gli altri

    gia', finalmente winxpez girera' come promesso, vista non lo so, probabilmente non bastera' la ram ...

    > sembra infatti che il longhorn server di zio billo

    zio, ok, ma a paperaopoli erano piu' simpatici.

    > forse permetterà finalmente cluster windows
    > scalando fino alla bellezza di 128 nodi

    non so, a me 128 nodi sembrano un po' ridicoli, soprattutto sembra un po' ridicolo portare a tutti i costi quel carrozzone su un super computer, basta uno unix like, dopotutto mica saranno gestiti da super utonti, no? dovrebbero essere per super esperti, altrimenti tanto varrebbe mettere in rete il worgame del fiml e tanti saluti.
    non+autenticato
  • Il ridicolo è questo post.

    1. 128 nodi per esigenze che non siano della NASA o dell'ENEA ma (udite udite troll..) di imprese o società di igegneria, sono un numero enorme.

    2. Bastava farlo unix like.
    Giusto, ne parlerò con Bill. Credo che ci penserà

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • ...gira sui nodi di I/O? no non e' vista A bocca aperta
    non+autenticato
  • Vista no, ma Windows 2003 server si.
    http://www.top500.org/system/details/7947

    MacOS X pure
    http://www.top500.org/system/details/7741

    E' invece, secondo me, abbastanza indicativo il fatto che in rappresentanza di GNU/Linux ci siano solo SuSe e RedHat, peraltro nemmeno nelle posizioni di testa e tutti i nuovi supercluster non ne fanno uso.

    Quando le cose cominciano a farsi veramente serie si trovano invece UNICOS/Linux, Linux, CNK/Linux, UNICOS, Tru64UNIX, Super-UX e AIX.

    Che per un uso VERAMENTE serio tutta la parte GNU sia da scartare? Occhiolino

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Vista no, ma Windows 2003 server si.
    > http://www.top500.org/system/details/7947

    Ti sei dimenticato di dire che quel computer e' L'UNICO CON WINDOWS SERVER 2003 NELLA TOP500!!! (in posizione 310)
    http://www.top500.org/s/w/index.php/top500pub/subl.../
    (bisogna scegliere l'OS dal menu)

    > MacOS X pure
    > http://www.top500.org/system/details/7741

    Qui ce ne sono 5, il primo in posizione 15

    > E' invece, secondo me, abbastanza indicativo il
    > fatto che in rappresentanza di GNU/Linux ci siano
    > solo SuSe e RedHat, peraltro nemmeno nelle
    > posizioni di testa e tutti i nuovi supercluster
    > non ne fanno uso.

    Linux: 360 su 500
    il primo al quarto posto.

    > Quando le cose cominciano a farsi veramente serie
    > si trovano invece UNICOS/Linux, Linux, CNK/Linux,
    > UNICOS, Tru64UNIX, Super-UX e AIX.

    Fammi capire: Linux non sarebbe GNU/Linux?

    > Che per un uso VERAMENTE serio tutta la parte GNU
    > sia da scartare? Occhiolino
    >
    Sono perplesso... ma tu sicuramente ne sai piu' di me



    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/03/2006 14.55.02
    Funz
    12979
  • > Fammi capire: Linux non sarebbe GNU/Linux?

    Bravo! Linux, sebbene sia comunemente inteso come sinonimo di GNU/Linux, è in realtà solo il kernel di Linus Torvalds. GNU/Linux è l'unione di questo kernel con il sistema GNU di quell'invasato di Richard Stallman.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Fammi capire: Linux non sarebbe GNU/Linux?
    >
    > Bravo! Linux, sebbene sia comunemente inteso come
    > sinonimo di GNU/Linux, è in realtà solo il kernel
    > di Linus Torvalds. GNU/Linux è l'unione di questo
    > kernel con il sistema GNU di quell'invasato di
    > Richard Stallman.

    ci terrei a dirti che le prestazioni su un supercomputer sono dettate dal kernel; non dalle utilità di sistema, quindi il tuo discorso non vale un piffero...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Fammi capire: Linux non sarebbe GNU/Linux?
    > >
    > > Bravo! Linux, sebbene sia comunemente inteso
    > come
    > > sinonimo di GNU/Linux, è in realtà solo il
    > kernel
    > > di Linus Torvalds. GNU/Linux è l'unione di
    > questo
    > > kernel con il sistema GNU di quell'invasato di
    > > Richard Stallman.
    >
    > ci terrei a dirti che le prestazioni su un
    > supercomputer sono dettate dal kernel; non dalle
    > utilità di sistema, quindi il tuo discorso non
    > vale un piffero...


    ma dai!da quando in qua sti server hanno KDE sopra?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >Linux, sebbene sia comunemente inteso come
    > sinonimo di GNU/Linux, è in realtà solo il kernel
    > di Linus Torvalds. GNU/Linux è l'unione di questo
    > kernel con il sistema GNU di quell'invasato di
    > Richard Stallman.

    Esatto.

    Per inciso Stallman ed i suoi compagnucci del quartierino hanno adottato il kernel Linux (che a sua volta deriva da Minix) solo ed esclusivamente perchè loro hanno provato a scriversi un kernel per 4 anni (se non sbaglio) senza riuscirci.
    non+autenticato
  • [...]
    > Per inciso Stallman ed i suoi compagnucci del
    > quartierino hanno adottato il kernel Linux (che a
    > sua volta deriva da Minix) solo ed esclusivamente
    > perchè loro hanno provato a scriversi un kernel
    > per 4 anni (se non sbaglio) senza riuscirci.
    [...]

    scusate, qui in cantina la chat arriva disturbata... ma mi sembra di aver letto una corbelleria al quadrato...

    non è che forse è stato il contrario ?? Ovvero chi voleva realizzare una distribuzione del kernel linux ha visto nel software gnu la possibilità di circondare il kernel con tutte le utility di supporto necessarie a fare un SO completo?

    (pinguazzo che forse è nato prima l'uovo e forse prima la gallina)
  • alla modica cifra di 12500 euro......
    a che servono sti mostri?
    non+autenticato
  • Sarà meglio che continui a giocare ai videogiochi e lasci perdere l'informatica
    non+autenticato
  • E' arrivato il furbo... mentre in IBM, Hitachi, Cray, Sgi ecc. lavorano truppe di dementi...
    non+autenticato
  • premetto 2 cose
    - non sono cosi' esperto di sistemi distribuiti
    - non gioco ne coi pc ne con le console

    detto quaesto concordo sl fatto che un sistema nec ibm o altro ottimizzato per il grid computing e' sicuramente migliore di una batteria di PS3 (perche' mi sa che qui tutti hanno postato pensando alla PS2).
    ma non dimentichiamoci le caratteristiche di PS3, del processore Cell e del fatto che nasce per il calcolo distribuito per il gaming.
    Conclusione...probabilmente una batteria di PS3 magistralmente unix config darebbe parecchi problemi a una batteria di Longhorn

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1351...
    non+autenticato
  • Ma scusa ti sembra anche solo lontanamente possibile che venga venduto al pubblico un qualunque aggeggio (non solo informatico) in grado di macinare così tanti dati da stare bene al massimo in qualche datacenter dell'esercito ?
    Qui si fa confusione e pure forte: è come pretendere di tenere sullo stesso piano un 286 ed uno Xeon solo perchè sono x86. La ps3 può avere tutti i cell che vuole ma è sicuro che si tratterà di una versione talmente misera che verrà agevolmente superata già dalla prossima generazione di pc.
    Tutta sta storia è l'ennesima pratica di marketing truffaldina messa in piedi da sony. L'ha già fatto con la ps2 sto giochetto che non doveva finire in mano a saddam perchè avrebbe potuto pilotarci le testate atomiche e visto che ha trovato i polli che hanno creduto veramente di potarsi a casa cotanta potenza con uno stipendio da impiegato ecco che rilancia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma scusa ti sembra anche solo lontanamente
    > possibile che venga venduto al pubblico un
    > qualunque aggeggio (non solo informatico) in
    > grado di macinare così tanti dati da stare bene
    > al massimo in qualche datacenter dell'esercito ?
    > Qui si fa confusione e pure forte: è come
    > pretendere di tenere sullo stesso piano un 286 ed
    > uno Xeon solo perchè sono x86. La ps3 può avere
    > tutti i cell che vuole ma è sicuro che si
    > tratterà di una versione talmente misera che
    > verrà agevolmente superata già dalla prossima
    > generazione di pc.
    > Tutta sta storia è l'ennesima pratica di
    > marketing truffaldina messa in piedi da sony.
    > L'ha già fatto con la ps2 sto giochetto che non
    > doveva finire in mano a saddam perchè avrebbe
    > potuto pilotarci le testate atomiche e visto che
    > ha trovato i polli che hanno creduto veramente di
    > potarsi a casa cotanta potenza con uno stipendio
    > da impiegato ecco che rilancia.


    Ma che marketing e marketing ? Bisogna vedere quanto funzionerà bene perchè una prima revisione comunque (per quante revisioni interne vengano fatte prima dell'uscita pubblica), questo sì, ma se pensi che Cell sia un giocattolo sbagli di grosso.
    Finchè Intel non passerà alle CPU ibride ottico-elettriche su silicio (il che non è lontano come tempo), Cell sarà la CPU multi-core più potente sul mercato ed al minor costo produttivo. Visto che sopra ci sono solo le CPU Power multi-core di IBM che costano qualche centinaio di migliaia di dollari...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > premetto 2 cose
    > - non sono cosi' esperto di sistemi distribuiti
    > - non gioco ne coi pc ne con le console
    >
    > detto quaesto concordo sl fatto che un sistema
    > nec ibm o altro ottimizzato per il grid computing
    > e' sicuramente migliore di una batteria di PS3
    > (perche' mi sa che qui tutti hanno postato
    > pensando alla PS2).
    > ma non dimentichiamoci le caratteristiche di PS3,
    > del processore Cell e del fatto che nasce per il
    > calcolo distribuito per il gaming.
    > Conclusione...probabilmente una batteria di PS3
    > magistralmente unix config darebbe parecchi
    > problemi a una batteria di Longhorn
    >
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1351


    "nasce per il calcolo distribuito per il gaming" ??
    Ma hai idea di cosa stai parlando ? Guarda che Cell IBM lo userà su cluster di alto livello rimpiazzando molti sistemi Power5 ed oltre. In futuro versioni migliorate di Cell potrebbero sostituirsi in toto all'architettura Power, che per la cronaca è diversa da PowerPC.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > alla modica cifra di 12500 euro......
    > a che servono sti mostri?
    le ps3 sono potenti, ma solo perchè sono ottimizzate sui calcoli matematici in 3D.
    Se alla ps3 mettessi a far girare altro non sarebbe questo grandissimo mostro che credi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > alla modica cifra di 12500 euro......
    > > a che servono sti mostri?
    > le ps3 sono potenti, ma solo perchè sono
    > ottimizzate sui calcoli matematici in 3D.
    > Se alla ps3 mettessi a far girare altro non
    > sarebbe questo grandissimo mostro che credi
    matematicamente parlando, che caspita sono i calcoli 3D ?A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    comunque è vero.... tutti fessi quelli che si fanno un mainframe quando potrebbero farsi 23 playstation3 e via... eheh w l'informatica da bar
    non+autenticato
  • Non ho mai giocato alla PS3 o alla XbOX ...come si fà ?
  • io ne ho comprate 15 ps3 (mancavano i fondiSorride ) le ho impilate una sopra l'altra.... ma a me sembrano andare allo stesso modo, ne piu in fretta ne meglio!!!!

    che fregatura questa informatica!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)