La Bielorussia chiude Internet

Non si hanno ancora molti dettagli ma un decreto governativo vieta nei fatti la presenza online dei privati. Ammessi soltanto domini di istituzioni ed imprese ma solo se autorizzate

Roma - Fonti non confermate hanno annunciato che il regime pseudodemocratico del presidente bielorusso Aleksander Lukashenko ha spinto ulteriormente in avanti il muro della censura con cui da più di un decennio controlla la pubblica opinione del suo paese: dalle prossime ore infatti sarà vietato collegarsi dalle abitazioni del paese per gestire un proprio dominio Internet.

Stando a notizie di cui mentre scriviamo non si ha ancora conferma ufficiale, il sostanziale irrigidimento delle politiche bielorusse è contenuto in un decreto del Ministero delle Comunicazioni ripreso da una nota diramata da Beltelcom, la compagnia telefonica di Stato che controlla tutte le linee fisse e mobili e attraverso le cui infrastrutture operano i provider del paese.

Nella nota si fa riferimento ad una serie di restrizioni all'accesso che colpiranno sia gli uffici della pubblica amministrazione che le imprese. Misure dalle quali sarebbero esclusi proprio i privati, per i quali verrebbe a cessare del tutto la possibilità di disporre di un proprio dominio Internet.
A conferma di questo inasprimento, la decisione di far chiudere i domini Internet non legati ad enti pubblici o imprese autorizzate.

Il calo della scure della censura colpisce un settore ancora in fase embrionale di sviluppo: i domini internet bielorussi (.by) non superano quota 1.300 e il numero totale degli utenti registrati ai servizi internet non supera attualmente le 14mila unità.

La decisione del Governo non deve stupire: nonostante le libertà dichiarate nella Costituzione sin dal 1996, cinque anni dopo l'ottenimento dell'indipendenza, il paese è da più di 10 anni sotto il giogo di Lukashenko, che si è fatto conoscere per il rigido controllo esercitato sulla stampa, sulle radio e sulle televisioni. Il suo regime controlla l'unica Tv nazionale ed ha già agito più volte e con severità contro l'opposizione. Quella di questi giorni, se confermata, è dunque una decisione che nasce dal desiderio di conservare il potere, che si esplica formando le coscienze dell'opinione pubblica attraverso la sapiente manipolazione dell'informazione.
84 Commenti alla Notizia La Bielorussia chiude Internet
Ordina
  • ha la vista lunga il presidente, ora chiunque voglia un dominio realizzato con una espressione che termini con BY (pass by, stand by, put by etc) dovrà passare per l'ok governativo.. == money

    magari qui da noi non ci penserà pisanu ma tremonti... e si che con "it" si gioca parecchio in inglese...
    non+autenticato
  • Se qualcuno non lo avesse ancora capito.
    non+autenticato
  • si chiama totalitarismo non comunismo. E lo fanno sia i comunisti sia i fascisti.
    non+autenticato
  • I fascisti son quasi spariti e sinceramente non sono credibili...mentre i comunisti prendono piede, anzi..se sei comunista SEI PURE DI MODA E TE NE VANTI!!! piccola differenza
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I fascisti son quasi spariti e sinceramente non
    > sono credibili...mentre i comunisti prendono
    > piede, anzi..se sei comunista SEI PURE DI MODA E
    > TE NE VANTI!!! piccola differenza

    va bene, gli ESTREMISTI DI DESTRA
    i NAZI

    ad ogni modo ha ragione chi ti ha detto che c'è differenza (e tanta) tra il totalitarismo e una qualsiasi ideologia.

    inutile dire che uno schiavo è un dipendente.

    è uno schiavo.

    Ma i capi di regime lo chiamerebbero lavoratore.

    Compresi quelli di destra, che, guardacaso non hanno quasi mai grande interesse a volere il bene delle masse.

    non+autenticato

  • Il problema recente degli oleodotti bielorussi no nriguarda affatto regimi comunisti ma al contrario forniture a Europa e soprattutto Usa;
    Suggerirei di approfondire questo argomento che per l'economia bielorussa e' una vera e propria mazzata a danno della comunita'.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > I fascisti son quasi spariti

    Ne sei convinto, eh!??!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se qualcuno non lo avesse ancora capito.

    Sai leggere?
    http://punto-informatico.it/p.asp?r=PI&i=58331
    non+autenticato

  • Nel 1986 la la centrale di Chernobyl scarica 20 milioni di curie e un gran numero di isotopi radioattivi in territorio bielorusso complici le correnti metereologiche, la centrale esplosa infatti si trova a nord di Kiev e precisamente a pochi km dal confine bielorusso, il Kgb nasconde prima la tragedia e dopo 36 ore inizia l'evacuazione che richiedera' per le citta' adiacenti almeno 40 giorni sottoponendo gli abitanti della zona a una grande quantita' di polveri contaminate. Alla fine 1/5 del territorio e' contaminato ed evacuato per la presenza di grosse quantita' di cesio.
    La situazione territoriale si aggrava intorno al 2000 poiche' il Pu241 sta decadendo in Am241 , un emettitore di raggi gamma talmente forte da essere usato nei sensori a gas e antincendio che decade al 50% in 300 anni e la fascia di esclusione aumenta da 1/5 ad 1/4 del territorio, un'area pari a quella del Belgio.
    Non oso pensare agli abitanti del luogo se si vedono in questi giorni esplodere un'erma chimica dentro al loro corpo.
    Il disastro umanitario non trapela perche' siamo i nregime di guerra fredda dove le vicende interne alla Russia sono segreto di stato cosi' come lo e' per gli stessi abitanti esposti.
    Il regime attuale che dura da anni ha fatto il resto, la stampa locale e quella internazionale sono simaste isolate fra di loro mantenendo la bielorussia praticamente tagliata fuori dal mondo al punto che lo stesso popolo bielorusso non ha alcuna idea di come il mondo sia cambiato fuori, adesso l'ennesima stoccata con il blocco di internet va a rafforzare quell'isolamento a cui sono costretti ormai da tempo.
    Inutile parlare di corruzione dei ministri, sappiate solo che pochi anni fa sono stati deviati gli oleodotti influendo sul Pil gia' precario di questa regione.

    i numeri sono pesanti soprattuto dal punto di vista sanitario; un bambino su dieci nasce con patologie di origine genetica che si portera' dietro tutta la vita e che fara' ereditare ai suoi figli.
    Il 50% del Pil e' speso nella sanita' locale.
    La spesa locale e' ben superiore, l'altra meta' arriva dalla Russia, Ucraina e fondo Europeo.
    Nonostante tutto i fondi spesi per la sanita' che ormai assiste oltre il 50% della popolazione per patologie derivate dal disatro sono pari ad un quarto del necessario in diminuzione a causa del calo del Pil (vedi corruzione).
    A causa di questi problemi dopo la caduta dell'Unione Sovietica la Bielorussia non ha avuto alcun sviluppo a confronto delle altre nazioni satellite del blocco dell'unione e in definitiva le condizioni di vita sono rimaste uguali ad allora se non si sono aggravate.
    Anche per questo motivo la Bielorussia e' diventata grande fornitore di materiale classificato fra le pedofilia con vere e proprie agenzie ufficiali di modelle di eta' inferiore ai 15-18 anni che producono molto materiale video e fotografico softcore (ma anche hardcore probabilmente).

    probabilmente la Bielorussia si guadagna il primato di paese europeo piu' disastrato ma molto piu' grave e' il fatto che a differenza di altri paesi dell'est non ha alcuna prospettiva per il futuro.
    non+autenticato

  • mah io dopo che ho visto come sono state stravolte le dichiarazioni di governanti islamici nella traduzione (affidata ad agenzia condotta da ex di servizi segreti occidentali) vorrei sapere se queste misure sono veramente così oppressive o sono solo un tentativo di evitare una rivoluzione dei cedri, delle rose, arancione, di velluto ecc. finanziata da magnati usa dal nome greco, e non certo nell'interesse della democrazia, della giustizia e dell'autodeterminazione della gente
    non+autenticato
  • Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale sui domini per privati. Se si considera che chi si collega lo fa tramite proxy di stato (li' e' cosi' da sempre) di fatto Lukashenko ha messo la pietra tombale sulla rete in Bielorussia. Ma non c'e' modo di toglierlo di mezzo?

  • - Scritto da: TieFighter
    > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > sui domini per privati. Se si considera che chi
    > si collega lo fa tramite proxy di stato (li' e'
    > cosi' da sempre) di fatto Lukashenko ha messo la
    > pietra tombale sulla rete in Bielorussia. Ma non
    > c'e' modo di toglierlo di mezzo?

    Finché Putin lo appoggia non c'e' niente da fare
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: TieFighter
    > > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > > sui domini per privati. Se si considera che chi
    > > si collega lo fa tramite proxy di stato (li' e'
    > > cosi' da sempre) di fatto Lukashenko ha messo la
    > > pietra tombale sulla rete in Bielorussia. Ma non
    > > c'e' modo di toglierlo di mezzo?
    >
    > Finché Putin lo appoggia non c'e' niente da fare

    Basta ammazzarlo
    non+autenticato

  • - Scritto da: TieFighter
    > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > sui domini per privati. Se si considera che chi
    > si collega lo fa tramite proxy di stato (li' e'
    > cosi' da sempre) di fatto Lukashenko ha messo la
    > pietra tombale sulla rete in Bielorussia. Ma non
    > c'e' modo di toglierlo di mezzo?

    Mi pare che gia' ci hanno provato ma sta ancora li'... e non dico altro
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: TieFighter
    > > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > > sui domini per privati. Se si considera che chi
    > > si collega lo fa tramite proxy di stato (li' e'
    > > cosi' da sempre) di fatto Lukashenko ha messo la
    > > pietra tombale sulla rete in Bielorussia. Ma non
    > > c'e' modo di toglierlo di mezzo?
    >
    > Mi pare che gia' ci hanno provato ma sta ancora
    > li'... e non dico altro

    è quello ke mi kiedo io di un altro politicoA bocca storta
    beh uan volta con un cavalletto ci hanno provato ehhehe
    non+autenticato

  • - Scritto da: TieFighter
    > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > sui domini per privati.

    PI ha modificato l' articolo, prima diceva proprio "vietato collegarsi ad internet da casa"

  • - Scritto da: Enzo4510
    >
    > - Scritto da: TieFighter
    > > Se leggo bene la nota c'e' una chiusura totale
    > > sui domini per privati.
    >
    > PI ha modificato l' articolo, prima diceva
    > proprio "vietato collegarsi ad internet da casa"

    Ma perche' chiudere i domini ti pare poca cosa? Io sono *allucinato*... ed e' vero che Putin appoggia questo dittatorucolo!!!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)